"Un euro a immigrato". Ecco il tariffario delle tangenti

Odevaine prendeva 20mila euro al mese per dirottare flussi migratori, appalti e fondi pubblici: ecco come si muoveva

Tangenti sulla pelle degli immigrati: un euro per ogni clandestino ospitato nei centri di prima accoglienza. Un giro di mazzette che travolge la cooperativa La Cascina, da sempre considerata vicina a Comunione e Liberazione, arriva fino al Viminale dove gli indagati sostengono di aver "agganciato" il sottosegretario Domenico Manzione. La seconda fase dell'inchiesta sul "Mondo di mezzo" apre un nuovo fronte d’indagine che porta alla luce la gestione "ballerina" dei Centri d’accoglienza per immigrati.

Al centro ci sono Luca Odevaine, l’uomo di collegamento tra Mafia capitale e le istituzioni, che sedeva al Tavolo di coordinamento sull’immigrazione istituito al Viminale, e i manager della Cascina Domenico Cammissa, Salvatore Menolascina, Carmelo Parabita e Francesco Ferrara. Sono loro, tutti ai domiciliari tranne Ferrara per il quale il gip ha disposto il carcere, che avrebbero promesso uno "stipendio fisso" da 10mila euro al mese, poi raddoppiato a 20mila, a Odevaine "per lo stabile asservimento della sua funzione di pubblico ufficiale" agli interessi della cooperativa. E Odevaine non si sarebbe tirato indietro: avrebbe orientato le scelte del Tavolo in modo da indirizzare gli immigrati nelle strutture gestite dalla Cascina, fatto pressioni per far aprire i Centri nei luoghi graditi alla cooperativa e concordato con i manager il contenuto degli stessi bandi di gara.

"Stando a quel tavolo - è lo stesso Odevaine a dirlo - sono in grado un po' di orientare i flussi (di immigrati, ndr) che arrivano da giù... e dirottarli dove serve". "Il mio ruolo - dice ancora - è quello di collegamento con il ministero... soprattutto per trovare poi la possibilità di implementare il lavoro". Ed è forse in quest’ottica che racconta a Buzzi, il ras delle cooperative rosse, di aver "agganciato" il sottosegretario Manzione. "Ieri però c’ho litigato - prosegue - nel senso che c’ho discusso un po' perché... cioè... come al solito... si siedono intorno al tavolo gente che non sa di che parla". Gli investigatori hanno documentato "con certezza" almeno cinque episodi del passaggio delle tangenti dalle mani degli esponenti della Cascina a Odevaine, l’ultimo il 6 ottobre scorso quando l’uomo riceve una mazzetta da 15mila euro che Parabita gli consegna nella sua abitazione. "Questa volta, una volta nella vita - dice Odevaine in una delle tante conversazioni intercettate - vorrei... quantomeno... non regalare le cose, insomma... almeno io da questa roba qua... visto anche che sto finendo di lavorare in Provincia e quant’altro almeno ce vorrei guadagnà uno stipendio pure pe me". Un guadagno che, in una telefonata con il suo commercialista Stefano Bravo, Odevaine quantifica in 50mila euro: "Ti spiego l’accordo con La Cascina per i prossimi tre... sono accordi che riguardano circa 50mila euro al mese... in teoria io me ne posso andà al mare".

Il centro su cui Odevaine sembra avere il controllo totale è quello di Mineo. "Il bando - afferma ridendo riferendosi alla gara per l’appalto - diciamo che è abbastanza blindato... insomma... non... sarà difficile che possa aggiudicarselo qualcun altro...è quasi impossibile". E qui chiama in causa anche Angelino Alfano e Ncd sostenendo che "Comunione e liberazione lo appoggia... stanno finanziando... sono tra i principali finanziatori" del partito. Dopo Mineo l’attenzione si sposta su San Giuliano di Puglia. Anche in questo caso Odevaine si mette a disposizione della Cascina, "concordando una ulteriore retribuzione". Di cui però non parla "per scaramanzia". "Aspettiamo la gara - dice - e su quella ci danno un utile punto e basta...". Comunque, continua, "se sono mille e io ti chiedo 2 euro è il minimo proprio che te posso chiede, comunque so 60mila euro al mese no? senza lavorarci eh?". L’unica sua preoccupazione sembra essere il fatto che i manager della Cascina hanno timore che venga scoperto il giro di tangenti. "Non me pagano, non pagano non so più fare - sbotta - Non sanno come darmeli non vogliono non accettano nessuna soluzione che gli ho prospettato sono tutti paranoici perché c’hanno paura di tutto, perchè non vogliono neanche lontanamente possa risultà qualche collegamento tra me e loro".

Commenti

elgar

Gio, 04/06/2015 - 23:24

Se al governo ci fosse stato Berlusconi, secondo come siamo stati abituati, sarebbe stata ovviamente colpa sua. Quindi per usare lo stesso metro ne discende necessariamente che in questo caso la colpa sia di Renzi. Che però, stranamente, nessuno tira in ballo. Tutti parlano solo di Alfano. No. C'entra anche Renzi. Chi eroga i fondi a queste cooperative guarda caso politicamente vicine al governo è... il governo stesso. Che non può far finta di cadere dal pero. E dire "chi ha sbagliato pagherà". Eh no. Troppo comodo. Ne deve dar conto ai cittadini che si sacrificano e pagano le tasse in primis ed eventualmente alla legge in caso di cattiva amministrazione.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 04/06/2015 - 23:36

credo che sta sempre piu uscendo fuori che Salvini sia temuto sempre di piu'..ma ora pure le procure che stanno indagando, tutt quella BANDA del malaffare che da anni sta girando sui cosidetti "migranti" e cioe' governo Letta e il suo mare nostrum, governo Renzi, alfano..er papa, cl, coop dei migranti, caritas...ecc ecc , sel ,pd ecc ecc cioe tutti i papponi del traffico umano presenti in questo marcio stato

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 04/06/2015 - 23:45

L'Ano di Alf,la nuova marchetta della mafia.

BiBi39

Ven, 05/06/2015 - 00:07

E gente cosi' sta ai domiciliari ?....

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 05/06/2015 - 00:15

Sono curioso di leggere i commenti in merito, di tutti i COCOMERIOTAS (e il solo elencarli mi farebbe "uscire" dai 1000 caratteri) che qui hanno e continuano a scrivere che Salvini prende 20.000 EURIII al mese dal parlamento Europeo per non andarci. Questi neanche avevano il bisogno di DOVERCI ANDARE!!!LOL LOL FORZA SCHIAVISTI approfittate fino che c'è il CONTABALLE perche quando arriveremo noi, LA PACCHIA FINIRÀ. Saludos dal Leghista Monzese

bernardone

Ven, 05/06/2015 - 00:16

Questa storia di ordinaria mafia ormai ha rotto. Era evidente da anni che qualcuno (moltissimi) politici, tra le più alte cariche, insieme ai soliti vescovoni umanitari sguazzavano nel business dell'immigrato invasore per molteplici aspetti: politici, economici, sociali. Altrimenti come si spiega che in Sicilia ci sia la più alta concentrazione di invasori e che nessuno dica niente. Ovvio, il fiume di denaro che ne deriva convince chiunque. In alto per i cospicui conti in banca, in basso perchè dà lavoro a gente che non saprebbe che fare altrimenti. Qualche buontempone dice che tutto questo è cristiano, ma io che sono luterano dico che leggendo il vangelo non si fa la carità coi soldi degli altri. Devi toglierti il pane di bocca e darlo al prossimo per esserlo, che poi guarda il caso è la vecchina tua vicina di casa non la faccetta nera che sta a 5000 km da casa tua!

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Ven, 05/06/2015 - 00:29

Ora è ufficiale: ma che dietro una politica irrazionale come la nostra, nei confronti di migranti e, soprattutto, degli scafisti, ci fosse qualche interesse losco, era assai probabile.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 05/06/2015 - 00:32

Porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, porci magnoni, .......

Ettore41

Ven, 05/06/2015 - 00:42

CHE SCHIFO. IN GALERA E BUTTATE LA CHIAVE

roberto zanella

Ven, 05/06/2015 - 01:26

E cosa succedeva e succede nelle Associazioni Religiose ? Prendevano e prendono pure loro i finanziamenti ??

eternoamore

Ven, 05/06/2015 - 06:42

SPERO CHE MUOIONO IN GALERA TUTTI. DELINQUENTI INCALLITI.

Ritratto di Loudness

Loudness

Ven, 05/06/2015 - 06:46

Lo sapevano anche i bambini che, dietro tutto questo buonismo pro clandestini che ad un certo punto si è impossessato dell'Italia che vota a sinistra e va in chiesa, ci fosse soltanto un tornaconto economico. Gli italiani che, a vario titolo e livello, che hanno contribuito all'invasione andrebbero semplicemente giustiziati.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 05/06/2015 - 06:56

Questi loschi " figuri" hanno devastato il territorio italiano,hanno permesso una costante infiltrazione di barbarie e tutti per intascare del denaro. Questi " figuri " meritano di essere inviati, in atteso di processo, sulle montagne del Carso a spicconare e sbadilare le vecchie trincee della grande guerra. Se poi , spicconando qua e la saltano in aria per colpa di qualche residuato bellico, due cose fanno: si tolgono dalle balle una volta per tutte e,secondariamente sminano il terreno.

Tuthankamon

Ven, 05/06/2015 - 07:19

Adesso sappiamo anche perche' l'immigrazione e' "incontrollabile" (ufficialmente) e perche' i clandestini vanno e vengono come gli pare dai vari centri, li contano piu' volte!!!

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Ven, 05/06/2015 - 07:38

tutto cio non portera' a nulla , se be parlera' per qualche tempo poi anche per colpa dei giornali la storia verra' dimenticata e i giudici di sinistra riusciranno a far passare per angioletti tutta la banda bassopidi.

Aristofane etneo

Ven, 05/06/2015 - 07:39

E voi giornalisti non sapevate nulla, vero? Né sapevano qualcosa il Sindaco, la Caritas, le chiese religiose e laiche, i Partiti ... nessuno. E intanto ci propinate oscenità d'uno squallore infinito della meglio gioventù centrafricana che se la godono passandosi la palla ospiti in strutture che i disoccupati italiani se le sognano. Sergio Rame "vaffa" anche te e il tuo paron.

VermeSantoro

Ven, 05/06/2015 - 08:10

PD: La Buona Tangente

Tobi

Ven, 05/06/2015 - 08:18

perché l'Europa non ferma i suoi cittadini che partono per combattere per il califfato? L'ISIS non è solo un problema del medioriente. L'Europa non può lavarsene le mani, ha contribuito in modo importante a creare questa guerra e tutti le tragedie attorno ad essa, inclusa quella delle grandi masse di immigrazione verso l'Italia. E' colpa anche dell'Europa.

glasnost

Ven, 05/06/2015 - 08:46

Quello che mi sconvolge è il fatto che la magistratura italiana non si accorga (?!) di nulla, se non c'è una denuncia del Gabibbo. Questo mi dice un amico francese che lavora qui in Italia. Ma veramente si può andare avanti così?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 05/06/2015 - 10:29

QUI; ALLA GENTE NON INTERESSA SAPERE CHE CARMINATI PRENDEVA 20,0000 AL MESE; QUI ALLA GENTE INTERESSA DI PIU DOVE ANDAVANO QUESTI SOLDI; É IN QUALI TASCHE SPARIVANO LE TANGENTI PAGATE ALLE COOP; É DAL MOMENTO CHE LA MAGISTRATURA NON SI MUOVE; UNO DEVE PENSARE PER FORZA CHE DIETRO A QUESTO SCANDALO CI SIA IL PDPCI; PERCHE SE C;ERA IL PDL O LA LEGA AD INCASSARE LE TANGENTI A QUEST;ORA APRITI CIELO! É TUTTI I VERBALI RIGUARDANTI QUESTO SCANDALO SAREBBERO PER UNA "MANO MAGICA" SULLE PAGINE DI REPUBBLICA É IL FATTO QUOTIDIANO! MA DAL MOMENTO CHE AD ESSERE INDAGATO É IL PDPCI LA GIUSTIZIA VA A PASSO DI LUMACA; MENTRE PER BERLUSCONI C;ERA SEMPRE UNA CORSIA DI SORPASSO!!!.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 05/06/2015 - 10:50

si fanno pagare per mille eppoi se ne fanno fuggire 500, continuano a prendere soldi come se fossero sempre mille. Ma nessuno che denuncia, che controlla, nemmeno quelli dell'opposizione, dei decantati 5 stelle, nessuno? Polizia inerme. Ma se fossero stati così inefficienti quelli della Wermacht, sapesse quanti ebrei si sarebbero salvati?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 05/06/2015 - 10:55

il bello che non cambierà nulla a livello economico, continueremo a pagare le stesse tasse. Fatele pagare a loro a tutti i furbetti, sequestrandogli anche le loro proprietà. Qui, chi imbroglia deve pagare fino in fondo e capire per i prossimi che non ci può essere un vantaggio fregare lo Stato perché prima o poi ci devi rimettere tutto...intanto ti fai 20 anni di galera.

magnum357

Ven, 05/06/2015 - 10:56

Da licenziare subito lui e tutta la cricca !!!!! Il governo a casa subito !!!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 05/06/2015 - 11:06

Si spiega, ora, la foga con cui quotidianamente ci si fionda sulle coste libiche a prelevare ciurmaglia afroislamica senza arte nè parte. Che ci rimarrà sul gobbo per il resto dei nostri giorni. Belin! Sono soldi...e mica pochi! A beneficio, naturalmente, dei soliti progressisti e terzomondisti d'accatto da cui è infestato il notro zoo politico.

cameo44

Ven, 05/06/2015 - 11:07

Ecco perchè molti dei nostri politici oltre la chiesa sono tanti bene voli ed ospitali per gli immigradi una fonde di guadagni milionari e non solo tutti vogliono venire in Italia perchè solo quì possono fare tutto quello che vogliono per l'oro esiste l'immunità come per i poli tici hanno pretese e diritti che gli Italiani non hanno vi immaginate quanto sarebbero felici i poveri di casa nostra ad essere ospitati in Hotel ed aver garandito tre pasti caldi al giorno mentre gli immigra ti fuggiti dalle guerre e dalla povertà come ci dicono i nostri poli tici si lamentano del cibo poco buono e delle infrastrutture degli Hotel ma si può pensare mai che chi fugge dalle guerre e dalla fa me abbia qualcosa da dire per il cibo e per i luoghi di accoglienza?

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 05/06/2015 - 11:11

via dall'italia tutti sti immigrati di MXXXA!!!!!

Ritratto di ersola

ersola

Ven, 05/06/2015 - 11:59

ma di forza italia non hanno arrestato nessuno?

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 05/06/2015 - 12:29

Non lo sapevamo, ma poi finalmente abbiamo capito, almeno dalla fotografia con il duo Buzzi e Carminati, più il sindaco Alemanno, nonché il capo supremo delle cooperative, tal Poletti, il ministro ingenuo, quello di passaggio. Abbiamo finalmente capito che l'immigrazione clandestina non è un dramma, ma un grosso affare, soprattutto per le cooperative rosse e anche per cooperativa La Cascina, per me saltata fuori dal nulla, però senza suscitare alcuna meraviglia. Infatti, chi meglio del ministro degli interni potrebbe organizzare un prezioso servizio allo Stato, certamente con il cordiale ed affettuoso appoggio del capo dei capi, che non poteva essere allo scuro, anche se normalmente pare si occupi di altro, pure se con pochi risultati e tante chiacchiere.