"Eurodeputati Pd finanziati da Soros". E i dem querelano Foa

Gli europarlamentari democratici annunciano di voler querelare il presidente della Rai che li aveva accusati di esser finanziati da Soros

Alcuni eurodeputati del Pd hanno annunciato di voler querelare Marcello Foa. La motivazione sarebbe da ricercare in una dichiarazione del presidente della Rai al quotidiano israeliano Haaretz in cui sostiene che George Soros, celebre magnate ungherese e grande sostenitore delle rivoluzioni colorate, avrebbe finanziato alcuni parlamentari europei del Partito democratico. Proprio su questo argomento, lo stesso Foa aveva scritto un post su Facebook in mattinata, affermando: "Quanto alla vicinanza di alcuni esponenti politici italiani alla Open Society di Soros, non sono io a dirlo ma la stessa Open Society in un suo rapporto interno che, chi vuole, può leggere qui. Non ho fatto che ribadire una notizia che avevo affrontato il 4 novembre 2017 sul blog che all’epoca tenevo su Il Giornale".

E ora arriva la risposta dei dem, a firma Patrizia Toia: "Il presidente della Rai Marcello Foa, ricicla una vecchia balla su presunti rapporti tra gli eurodeputati Pd e George Soros, aggravandola con una diffamazione nei nostri confronti". L'eurodeputata aggiunge poi: "Abbiamo deciso tutti insieme di portarlo davanti ad un tribunale della Repubblica. Foa dovrà rispondere in sede penale con relativo risarcimento danni". David Sassoli, vicepresidente del Parlamento europeo, ha invece affermato: "Non avrei mai immaginato di dover querelare e chiedere i danni al presidente della Rai. Il presidente dell'azienda di servizio pubblico italiana dovrà dimostrare quello che ha sostenuto, privo di ogni fondamento, in Tribunale davanti a un giudice".

Nell'articolo di Haaretz, però, il portavoce del Pd Roberto Cuillo faceva riferimento "a un rapporto di una società di consulenza che elencava membri del Parlamento europeo le cui posizioni erano ritenute vicine ai punti di vista di Soros e diffuse lo scorso anno nei media populisti ed euroscettici". Il documento, redatto da Kumquat Consult per Open Society, l'associazione di Soros, indicava i rappresentanti più affidabili per il magnate ungherese all'interno dell'Europarlamento.

Commenti

killkoms

Ven, 19/10/2018 - 21:10

sarà vero?sara ferggussons?

Divoll

Ven, 19/10/2018 - 21:21

Se lo querelano e si va in tribunale, si comincera' a scavare e quegli eurodeputati rischiano di finire nell'occhio del ciclone. Esiste, scaricabile in Pdf, il libro degli "amici" di Soros con nomi e fotografie di tutti i deputati (per ogni paese UE) che si attengono alle direttive di Soros. Tra questi spicca anche la Kyenge.

attilio.baldan@...

Ven, 19/10/2018 - 21:31

Una volta, quando chiedevano "di fare piena luce" sui vari fatti, i comunisti erano soprannominati "l'Enel di sinistra". Adesso, che accusano la Lega di "seminare odio", potrebbero invece rimettere in piedi la trasmissione che aveva per titolo "La tv degli agricoltori".

HARIES

Ven, 19/10/2018 - 21:36

Dunque, al PD non sta bene Foa? Pazienza. Licenziare tutti i dipendenti della RAI che votano PD, e assumere disoccupati onesti e bisognosi.

Tuthankamon

Ven, 19/10/2018 - 21:50

Perchè si inalberano? E' LA VERITA'!

Tuthankamon

Ven, 19/10/2018 - 21:51

Perché si inalberano? E' LA VERITA'!

GPTalamo

Ven, 19/10/2018 - 22:27

L'unica soluzione logica sarebbe controllare i movimenti di soldi di questo magnate. E' noto che ha finaziato parecchie operazioni illegali e influenzato interi paesi, fanno bene in Ungheria a considerarlo un criminale fuorilegge. In Italia le banche controllano i minimi dettagli di piccoli risparmiatori, ma nessuno che controlli i suoi grandi versamenti. Non ritengo giusto che una persona sola possa influenzare la politica di interi paesi solo perche' ha tanti soldi.

Ritratto di saggezza

saggezza

Ven, 19/10/2018 - 22:42

Una è certa che le ong fanno capo a soros e le ong piacciono ai sinistri.

rokko

Ven, 19/10/2018 - 22:52

Foa è lo stesso che affermava con decisione e senza ombra di dubbio, non più di qualche mese fa, che i russi non c'entravano niente con gli attentati ai dissidenti in Gran Bretagna, anzi dava alla May della visionaria. Oggi che è dimostrato senza ombra di dubbio che erano stati proprio russi dei servizi segreti, quanto meno Foa dovrebbe cospargersi il capo di cenere e chiedere scusa ai suoi lettori.

brunog

Ven, 19/10/2018 - 23:44

E' una consultazione fatta da una societa' esterna per Open Society di Soros, e i nomi e cognomi ci sono, tra gli altri anche la piu' abbronzata del gruppo. Naturalmente chi ha fatto la consultazione avra' parlato con i diretti interessati e con la Open Society, di sicuro non come me.

Ritratto di scappato

scappato

Sab, 20/10/2018 - 00:07

"Non ho mai preso una lira da Soros". Ma euro, dollari e franchi?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 20/10/2018 - 01:11

Affermare che qualcuno sia finanziato da certuno non è un problema morale, ognuno paga chi crede, l'importante è che quel qualcuno non si sia venduto a certuno.

Bingo1

Sab, 20/10/2018 - 01:31

Uno dice: perché si inalberano, è la verità. Questa frase è delirante per chiunque sia sano di mente, a qualunque partito appartenga. Un tempo, neanche il demente del paese poteva scrivere una frase così formulata. E se se la fosse scritta sul suo quadernetto nessuno la avrebbe letta. Invece adesso si alza uno e scrive a caratteri maiuscoli: è la verità. Perché la sostiene lui o perché, come dice un altro, comunque le ong piacciono alla sinistra. Che logica stringente!Domani qualcuno scriverà: la Lega è pagata da Putin. Le prove? MA È LA VERITÀ.

lento

Sab, 20/10/2018 - 07:12

Il vecchio soros fece una scappatella in Italia proprio per organizzare i finanziamenti a quelli del pd ! La stessa cosa che accade nel mondo dello sport Incontri per truccare i risultati delle partite !!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 20/10/2018 - 09:26

Come sono sempre pronti a querelare. Noi rarissime volte eppure con tutte le offese che riceviamo...

Epietro

Sab, 20/10/2018 - 09:47

Come mai non hanno ancora denunciato il sito "amici di Soros" che riporta nomi e cognomi di questi così detti amici. Se le notizie le riporta un sito di Internet è pubblicità positiva, mentre da altri diventa negativa?

tonipier

Sab, 20/10/2018 - 11:08

" LA FINE DEL COMUNISMO DI MASSA IN RAI?"

Calmapiatta

Sab, 20/10/2018 - 11:20

Che gli eurodeputati non stiano a Bruxelles per fare gli interessi dei popoli europei, questo è fatto acclarato. Che poi siano al soldo di qualcuno, dovrà essere comprovato. Non che la cosa mi sconvolga più di tanto.

rudyger

Sab, 20/10/2018 - 11:53

i NOMI DI QUESTI QUESTI SIGNORI - 226 - DEL PARLAMENTO EUROPEO SONO STATI POSSIBILMENTE RICAVATI DALLE LORO OPINIONI ESPRESSE NEI VARI INTERVENTI O VOTAZIONI CON LE QUALI HANNO DIMOSTRATO DI SOSTENERE E SIMPATIZZARE PER LE ATTIVITA' DI SOROS. CHE SIANO STATI SUL LIBRO PAGA NON LO SI POTRA' SAPERE MAI. COMUNQUE SIAMO NELL'ERA DEL DUBBIO IO RITENGO CHE QUALCHE VOLTA POSSA ACCADERE. FOA HA ESPRESSO QUESTO DUBBIO SUI PD - DOCUMENTO ALLA MANO - SICURAMENTE PER GLI ATTACCHI INFUOCATI DEI NOSTRI SIGNORI COMUNISTI DELLA SINISTRA . MA GLI EBREI NON SONO STATI QUELLI CHE HANNO FONDATO IL PARTITO COMUNISTA ?

agosvac

Sab, 20/10/2018 - 12:57

"hanno intenzione di querelare" il che non significa che lo facciano anche perché chi querela deve portare prove certe sennò la querela si rivolge contro di loro.

maxxx666

Sab, 20/10/2018 - 15:22

Non capisco il senso del voler querelare. Se per quelli del PD Soros è una brava persona che problema avrebbero ad ammettere di prendere soldi da questo soggetto? Certo è che Soros è ritenuto un criminale da carcerare in diversi stati e quindi chi prende soldi da lui è considerato suo complice almeno in quegli stati. Forse è questo il problema?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 20/10/2018 - 16:04

Che vi siano 226 parlamentari Ue (fra cui 14 italiani) giudicati affidabili dalla Open Foundation di Soros non è una novità, che siano a libro paga questo non lo so. Il Pd quereli e non si limiti a minacciare, se ne riparlerà in tribunale.