Eva Klotz, la politica anti-italiana con un vitalizio da 900mila euro

L'indipendentista altoatesina che non disdegna la pensione d'oro che arriva da Roma

Detesta l'Italia ma da Roma si beccherà più di 900 mila euro di pensione. Si sta parlando di Eva Klotz, la politica altoatesina che per 50 anni e più ha lottato per l'indipendenza del Sud Tirolo promuovendo anche un referendum consultivo. Anche se per lei "Il Sud Tirolo non è Italia" una pensione da consigliere provinciale e regionale del Trentino Alto Adige pari a 946.175 euro non si rifiuta mai, neanche se arriva dall'odiatissimo Stato centrale.

Come spiega il Corriere della Sera una cifra tanto alta nasce in virtù della nuova legge votata dalla regione autonomista e che taglia del 20% circa un precedente vitalizio. Vitalizio che la pasionaria altoatesina, insieme ad altri suoi colleghi, si era impegnata a restituire dopo la polemica nata a proposito dei privilegi per chi sedeva nel consiglio regionale di Trento

Fino al 2014 i consiglieri regionali e provinciali (a Trento e Bolzano le due cariche coincidono) potevano, per legge, incassare la pensione non a cadenza mensile ma tutta in un colpo solo, calcolando la cifra sull’aspettativa di vita ma questo ha portato allo scandalo delle "pensioni d'oro del Trentino". Pensioni che in alcuni casi superavano il milione di euro e che erano state oggetto di un'inchiesta della procura. Con la nuova legge l'assemblea regionale ha rivisto i calcoli ma ha continuato a dare la possibilità ai politici di incassare la pensione anche tutta in una volta sola. E la Koltz, che pure era tra coloro che avevano accettato di restituire la somma, in attesa che la nuova legge regionale fosse approvata, poche settimane fa, raggiunti i termini di legge per la pensione, ha optato per il tutto e subito.

Annunci
Commenti

pupism

Lun, 15/02/2016 - 16:21

Visto dal Trentino Alto Adige l'andamento degli affari romani gli si può dar torto? Almeno li le cose funzionano e poi se fosse stato per loro sarebbero stati più contenti rimanere attaccati all'Austria felix....

milope.47

Lun, 15/02/2016 - 16:36

Ed a me vogliono cancellare la pensione di reversibilità. BOCCA MIA STATTI ZITTA ALTRIMENTI IL MODERATORE MI OSCURA QUESTO COMMENTO.

Rossana Rossi

Lun, 15/02/2016 - 16:40

Questa è l'italia pd cari signori........chi ci rema contro viene abbondantemente coperto di soldi mentre una povera donna anziana palermitana piange alla tv perchè ha un figlio tetraplegico e nessun servizio sociale le dà un aiuto........abbiamo di che vantarci.......votate pd......

giovanni PERINCIOLO

Lun, 15/02/2016 - 16:45

pupism. Non dimenticare che nell'immediato dopoguerra ci fu un referendum e furono loro a scegliere l'Italia. Non ci fu alcuna imposizione. Solo che per il "chiagne e fotte" si fa sempre riferimento a Napoli ma quando si tratta di scroccare soldi allo stato anche gli altoatesini, pardon i crucchi sudtirolesi, sanno benissimo chiagnere e fottere!

paco51

Lun, 15/02/2016 - 17:02

Essendo in vacanza nell'alto Adige mi è capitato di dire: "perchè da voi all'estero..." mi sono sentito all'estero tanta è la differenza con l'itaglia! hanno ragione ognuno a casa sua. o si fa come i Romani che deportavano ( nella migliore ipotesi) tutti gli abitanti delle città vinte o li lasci alla loro autonomia, delle due l'una.! Dopo la prima guerra solo errori......

GiovannixGiornale

Lun, 15/02/2016 - 17:10

Gli abitanti dell'Alto Adige di lingua tedesca non sono italiani, ma sono più furbi degli italiani.

Raoul Pontalti

Lun, 15/02/2016 - 17:17

(reiterato invio) Non per difendere la pasionaria dell'Alto Adige ma la verità: Roma nel caso non c'entra un beatissimo tubo trattandosi non di pensione bensì di vitalizio costituito con le ritenute a suo tempo prelevate dall'indennità percepita in tante legislature dalla consigliere regionale e provinciale. Il fondo da cui sono prelevate le somme erogate ai consiglieri cessati dalla carica è regionale e non statale.

Ritratto di Scassa

Scassa

Lun, 15/02/2016 - 17:17

scassa lunedì 15 febbraio 2016 Eva l'austriaca,Eva l'altoatesina,Eva la patriota ,Eva l'anti italiana ...ha ragione e molta ,per cui VIA IL VITALIZIO DELLA SPORCA ITALIA , un calcio globale nell'austro culo e farla tornare in mezzo alla gentaglia come lei e i suoi compagni di mandria . Addio !!!!!!!scassa.

mandilluperSilv...

Lun, 15/02/2016 - 17:39

Premesso che i vitalizi dovrebbero essere aboliti tutti, mi dite che differenza c'é tra questa qui e un qualsiasi deputato della Lega, per il quale la Padania non é l'Italia?

Mannik

Lun, 15/02/2016 - 17:43

Perinciolo, se cita fatti di storia forse è meglio documentarsi prima. È vero proprio il contrario di quanto lei sostiene. Ha imparato la storia su Topolino magari?

ghorio

Lun, 15/02/2016 - 17:46

LO Stato italiano deve fare una sola cosa, abolire le province autonome di Trento e Bolzano , oltre che la regione autonoma del Trentino Alto Adige. I privilegi non possono essere perpetuati. Naturalmente l'abolizione riguarda tutte le regioni autonome. A suo tempo l'onorevole Raffaele Costa, liberale doc, si era battuto per questa battaglia d, dimenticata dai vari governanti che si sono succeduti, compreso Renzi che fa il "fustigatore di costumi", solo quando conviene a lui e al suo partito.

Libertà75

Lun, 15/02/2016 - 17:58

@perinciolo, non si è fatto alcun referendum, la Russia impose che l'Alto Adige rimanesse anesso all'Italia per evitare pangermanismi. Non c'è da dimenticare che finita la seconda guerra mondiale, ai tedeschi fuori Germania e Austria (e Alto Adige) toccò una sorte simile a quella degli ebrei, avvenne infatti la cacciata dei tedeschi che mise in movimento 15milioni di profughi tedeschi dall'est europa verso la Germania, con 3 milioni di vittime.

Raoul Pontalti

Lun, 15/02/2016 - 18:09

Mannik il buon Perinciolo fa una sintesi superficiale confondendo due fatti distinti: nel primo, le opzioni, solo una minoranza di crucchi scelse l'Italia, poi però non se ne andò per effetto delle vicende belliche, nel secondo, relativo all'immediato dopoguerra, gli optanti che non partirono e soprattutto gli optanti che erano partiti tornarono sulle proprie scelte e ottennero da quel calabrache di Degasperi di restare e soprattutto ritornare in barba all'opzione compiuta per amore dello zio Adolf. Ma in ogni caso scelsero alla fine l'Italia contraddicendo l'opzione fatta a suo tempo. Ora possono solo tacere.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 15/02/2016 - 18:15

Mannik. Forse mi sono espresso male e intendevo gli Austriaci e Tirolesi che scelsero di loro volontà di entrare o rientrare se preferisce in Alto Adige scegliendo volontariamente la nazionalità italiana! Cambia qualcosa?? non direi.

Pinozzo

Lun, 15/02/2016 - 18:15

'Sta brutta bagascia..

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 15/02/2016 - 18:37

RIPROVO!!! Stavolta piu sicuro, PRIMO anche il "nostro" Prof di Trento, che scrive che i consiglieri provinciali di Trento e Bolzano prendono un vitalizio in base a quanto versato lo fu (consigliere). Secondo laddove scrive che i soldi di questi VITALIZI NON vengono da Roma scrive una grossa BALLA, perche la Regione Autonoma Trentino A.Adige, non solo non invia le tasse che LORO pagano a Roma (come fanno tutte le altre regioni normali) ma in piu RICEVE TRASFERIMENTI ADDIZIONALI dallo stato centrale e questo Lui dovrebbe saperlo bene, ovvero una completa AUTONOMIA FINANZIATA DA TUTTI GLI ITALIANI PIRLAAAA!!! Saludos dal Nicaragua.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 15/02/2016 - 19:01

Egregio Pontalti, tutte le ritenute subite dalla antitaliana non arrivano , anche con interessi composti a quella cifra,se il vitalizio è quello pubblicato.Pertanto è un'altra che deruba le generazioni future di " un altro Stato" con i consenso dei sinistroidi itagliani!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 15/02/2016 - 19:01

Egregio Pontalti, tutte le ritenute subite dalla antitaliana non arrivano , anche con interessi composti a quella cifra,se il vitalizio è quello pubblicato.Pertanto è un'altra che deruba le generazioni future di " un altro Stato" con i consenso dei sinistroidi itagliani!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 15/02/2016 - 19:05

libertà75 :poverini,quasi quasi mi commuovo e mi domando:perché farli soffrire ???.....

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 15/02/2016 - 19:19

i soldi son soldi non hanno ne´colore ne´odore ,e la politica permette queste schifezze

vince50_19

Lun, 15/02/2016 - 19:23

Insomma i soldi non hanno "odore".. Amen!

Blasius

Lun, 15/02/2016 - 19:52

Se li potra' godere in Alto Adige visto che il sud Tirolo in Italia non esiste!!!

puponzolo

Lun, 15/02/2016 - 20:03

...il che mostra bene quanto sia italiana

kug

Lun, 15/02/2016 - 20:48

ha vinto lei, ha dimostrato semmai ce ne fosse bisogno, che siamo un paese di banane

rokko

Lun, 15/02/2016 - 21:27

Quindi??

swiller

Lun, 15/02/2016 - 22:15

Ladra criminale.

hectorre

Lun, 15/02/2016 - 22:26

per coerenza la nonna di heidi dovrebbe rinunciare alla pensione, ma sappiamo gia come andrà a finire.....come i tanti comunistelli che lavorano e hanno lavorato a mediaset!!!...il cav. è il nemico, tranne quando paga lo stipendio......che pena

treumann

Lun, 15/02/2016 - 22:30

Dovrebbe vergognarsi, e parecchio.

Raoul Pontalti

Lun, 15/02/2016 - 23:01

bandog quello pubblicato non è il vitalizio ma la conversione del vitalzio in un unico versamento: la cifra ci sta tutta poiché un consigliere regionale del TAA (che è anche consigliere provinciale: le due cariche sono inscindibili)riceve(va: da due anni è stata ridotta del 5%) un'indennità di oltre 10.000 euro mensili con trattenute previdenziali del 22%. Un rapido calcolo Ti potrà far convenire che una consiglire che è rimasta in carica ininterrottamente per 30 anni può benissimo, anche senza interessi composti e rivalutazione monetaria, aver accumulato quella cifra.

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Lun, 15/02/2016 - 23:33

Ma perche'non gli danno la liberta' a questa povera gente? Non si sentono italiani e si trovano in Italia per uno scherzo del destino- I Savoia ed i piemontesi hanno fatto per secoli i mercenari dei russi ed attaccavano l'Austria per denaro e non per patriottismo perche' lo Zar di Russia gli pagava la mesata da soldati, nella Prima Guerra Mondiale e'stato lo stesso, Vittorio Emanuele III e'sceso in guerra a favore di chi gli dava di piu',praticamente l'esercito italiano era un esercito di mercenari uguale come erano gli eserciti piemontesi.Questi poveracci se vivono con sofferenza questo dramma identitario potrebbero trovare umanita'in Roma ,e li lascia liberi al loro destino-IL MIO PENSIERO-

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 15/02/2016 - 23:56

Quindi prima di uscire, SPEGNI LA LUCE ROKKO!!!lol lol Se vedemuu.

mila

Mar, 16/02/2016 - 03:45

E poi vogliono togliere le pensioni di reversibilita' ai cittadini normali!

Giuseppe Borroni

Mar, 16/02/2016 - 04:41

ma che bel posto il trentino alto adige.....vitalizio pagato in toto e subito e, udite udite, calcolato sulla base dell'aspettativa di sopravvivenza.....casssssoooooo, che razza di trucchi si sono inventati sti crucchi, e poi parlano degli italiani!!!!!

Giuseppe Borroni

Mar, 16/02/2016 - 04:43

FEURA DI BALL ........ DA SUBITO

giovauriem

Mar, 16/02/2016 - 08:37

se ho ben capito , questa vive alla grande con i soldi dei padani terroni(secondo la sua etnia geografica)e si lamenta pure ? e voi padani e leghisti ,sudici , dei tirolesi ,non dite niente ? ah ah ah !

Giorgio1952

Mar, 16/02/2016 - 12:30

E' semplicemente vergognoso!!!!

seccatissimo

Mar, 16/02/2016 - 12:34

x GiovannixGiornale 15/02/2016-17:10 "Gli abitanti dell'Alto Adige di lingua tedesca non sono italiani, ma sono più furbi degli italiani." Non è vero, i sudtirolesi sono PIU'INTELLIGENTI deli italiani !