Fa manovra con l'auto e uccide il nipote di 15 mesi

La zia non ha visto il piccolo che giocava nel cortile di casa e lo ha travolto facendo retromarcia

San Damiano d'Asti - È morto il bambino di 15 mesi che è stato involontariamente schiacciato sotto l'automobile guidata da sua zia. La tragedia si è consumata in una manciata di secondi, nel cortile di una casa di campagna, nel comune di San Damiano d'Asti, sulle colline del Monferrato. La donna - 35 anni di nazionalità romena e da molto tempo residente nell'Astigiano - era appena arrivata quando, nel parcheggiare la sua vettura, nel fare retromarcia, ha travolto il piccolo senza accorgersene. Agghiacciante la scena che le è parsa davanti pochi secondi dopo, quando è scesa dall'auto: il piccolo era a terra, schiacciato da una ruota posteriore, privo di coscienza. Sconvolta ma ancora lucida per prestare i primi soccorsi al nipotino, la donna si è messa ad urlare, chiedendo aiuto alla sorella - la mamma del bambino - che era dentro casa e quindi non aveva visto quanto era appena accaduto a pochi metri da lei. Immediatamente hanno soccorso il bimbo e, capendo che la situazione era disperata, lo hanno avvolto in una coperta, preso in braccio e portato in automobile presso la sede della Croce Rossa Italiana di San Damiano d'Asti, che si trova a pochi chilometri di distanza dalla casa dove è accaduto l'incidente. Qui gli operatori, attendendo l'arrivo dell'elisoccorso, hanno stabilizzato e intubato il piccolo, ma le sue condizioni sono subito parse disperate. Elitrasportato all'ospedale Infantile di Alessandria, i medici hanno tentato l'impossibile per salvarlo ma le ferite riportate, dovute allo schiacciamento della ruota della vettura, erano troppo gravi e il suo cuoricino ha smesso di battere poche ore dopo. Disperata la zia, che continua a ripetere: «Non l'ho visto, non l'ho visto». La donna si era recata a casa della sorella per salutare lei e l'adorato nipotino, che il giorno dopo sarebbero partiti per qualche giorno di vacanza. Forse il bambino, sentendo arrivare in cortile l'auto della zia, ha voluto andargli incontro per darle il benvenuto ma la zia, intenta a fare manovra, non si è accorta di lui e lo ha travolto, trasformando in tragedia, quello che doveva essere un pomeriggio di festa. I carabinieri di San Damiano d'Asti si sono recati sul luogo dell'incidente, per cercare di ricostruire la dinamica dell'incidente. Anche se non sembrano esserci dubbi sulla tragica fatalità che ha portato alla morte del bimbo di appena 15 mesi, la procura di Asti ha aperto un fascicolo e presto potrebbe sentire a verbale, come persone informate sui fatti, le due donne, per appurare eventuali responsabilità. Sconvolta, per la tragica morte del piccolo, la comunità di San Damiano d'Asti, dove le due donne vivono e lavorano ormai da una decina di anni. «Zia e nipotino erano molto legati - racconta un vicino di casa - spesso veniva qui, a trovarlo e lo accudiva se la mamma doveva assentarsi per qualche commissione».

Commenti

il sorpasso

Dom, 16/07/2017 - 10:37

In galera a vita senza alternative.

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 16/07/2017 - 11:33

Mah.....mi sembra impossibile non accorgersi di nulla....basterebbe il sollevamento della macchina a insospettire,almeno le persone normali,quelle poco avvedute o con la testa sempre nelle nuvole....