La "fatina" Boschi al G7 per stare con i Grandi

Le sette vite della sottosegretaria

Eccola di nuovo là. Fiera e serena. Sarà lei, Maria Elena Boschi, la madrina del G7 di Taormina. Sarà lei la fatina che veglierà sui grandi della Terra il 26 e 27 maggio e che farà gli onori di casa a Trump, Merkel e Putin. In fondo dai, come organizza le cose lei, non le organizza nessuno. Referendum costituzionale a parte (ma tanto ormai chi se ne ricorda più?) è ancora vivo il ricordo del suo tacco 12 maculato che le valse il soprannome di «Giaguara» quando mise a punto la macchina organizzativa della Leopolda 2013. E dalla Leopolda di Renzi, al G7 di Gentiloni che ci vuole? L'importante è restare in sella e lei sa come fare.

Sabato è volata a Taormina per un sopralluogo ai due eliporti, al palazzo dei congressi, al teatro Antico e ha assicurato che «i lavori sono a buon punto» e che «la città sarà perfettamente in grado di accogliere tutte le delegazioni. Sarà una scenografia da brividi». Anche la scenografia studiata per lei dal suo press office e dai social manager per le foto postate su Facebook e Twitter, era da brividi. Perfettamente confezionata per far apparire Maria Elena autorevole ma non troppo, credibile al punto giusto, professionale quanto basta. Espressione seria e severa, trench color sabbia, borsa in spalla, caschetto giallo da operaio in testa, Ray Ban da sole che fanno un po' diva, attorniata da ingegneri con progetti in mano e vigili del fuoco, si è fatta accompagnare tra i cantieri tra disagi, confusione, promesse e annunci traditi. Un campo, insomma, nel quale i renziani si sono sempre trovati a loro agio. Perché malgrado ciò che millanta Maria Elena Boschi sui suoi social, rimessi in funzione dopo il lungo black-out post referendum, a Taormina è ancora tutto fermo, nemmeno un euro speso, nessun lavoro ancora finito. Oggi si lavora per evitare in extremis la figuraccia mondiale. Il solito modus operandi all'amatriciana, insomma.

Ma ora le cose potrebbero cambiare. È scesa in campo lo shatush della Boschi. Ieri, visto che c'era, è rimasta in Sicilia tra Scicli e Modica. Questa volta però per dare manforte alle primarie del suo Renzi. Perché per i renziani l'importante è dare un colpo al cerchio e uno alla botte. Sempre. Da «se perdo il referendum mi ritiro dalla politica» a sottosegretario-guardiano del nuovo governo. Da auto-epurata dal web dopo il flop del 4 dicembre a resuscitata su Facebook e Twitter. Due mesi di Purgatorio posson bastare. Ora la Boschi è tornata più agguerrita e presente di prima con almeno un post al giorno su tutto lo scibile umano. Si vede Maria Elena «in campo per il futuro con Fabrizio Frizzi», Maria Elena che è «in riunione per fare il punto sul tesoretto», Maria Elena «ricordando Amintore Fanfani e rinnovando l'amicizia tra Italia e America Latina», Maria Elena che fa gli auguri di Pasqua e anche di Pasquetta «dal profondo del cuore», Maria Elena che difende la Boldrini dagli insulti alla sorella morta, Maria Elena in tailleur nero alla festa della polizia, Maria Elena che si schiera con i cristiani d'Egitto e promuove le pari opportunità di donne e disabili, Maria Elena che magnifica l'impresa della maratoneta Kathrine Switzer, Maria Elena «orgogliosa della nostra Protezione Civile», Maria Elena felice al Salone del Mobile, Maria Elena al congresso dei giovani FutureDem, Maria Elena che pianta le piantine per il progetto «Orto condiviso» per l'autismo, che inaugura un campo di calcio in Calabria, che dice la sua sull'aggressione all'ex miss Gessica Notaro e che interviene all'Onu. Dal volersi ritirare per sempre dalla politica se avesse perso il referendum, a voler fare tutto lei, ne deve aver elaborate di cose il suo cervello. Sette vite come le gatte. Anzi, le giaguare.

Commenti

Duka

Lun, 24/04/2017 - 09:56

Questa grande OCA sta solo rubando soldi agli italiani. Quella della sig.a ETRURIA è BUSTA PAGA sottratta dalle tasche degli italiani onesti

Giorgio Colomba

Lun, 24/04/2017 - 10:28

Sotto il vestito, Renzie.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 24/04/2017 - 10:39

Abbiamo la "sciantosa di stato"...

istituto

Lun, 24/04/2017 - 13:12

Ma.....parla anche questa qui ?...

TitoPullo

Lun, 24/04/2017 - 13:21

Signori..non meravigliamoci ! Se abbiamo il kompagno "Pulet" come Ministro del Lavoro e la kompagna Fedeli come Ministro della Pubblica Istruzione ed Università ci sta bene anche la Fata Turchina (alias Maria Elena) in questa compagine di ignoranti, semianalfabeta ed incompetenti ! Mediocrità tendente allo squallore ! A proposito provate a vedervi la preparazione ed il CV scolastico di Emmanuel Macron a fronte di quella del Pinocchio fiorentino.....! Roba siderale per i nostri ignorantoni !! Non esiste individuo piu' pericoloso di un'ignorantone e semi analfabeta aggrappato al potere !!

Gilberto

Lun, 24/04/2017 - 14:28

L'erba cattiva non muore mai, pur di essere in prima fila questa signorina insulsa e incapace venderebbe l'anima al diavolo.

effecal

Lun, 24/04/2017 - 15:01

la principessina d'Etruria divetta adorata dai radical chic i buonisti ed anche, in seconda battuta, dai lecca e sbava renzie a tavola ha fatto un figurone ha mangiato come uno scaricatore di porto

blackindustry

Lun, 24/04/2017 - 15:31

Una PCI-DC mutaforme di vecchia memoria, capace di adattarsi al mutare delle condizioni politiche. Sa sfruttare al meglio (per lei) un sistema talmente marcio e schifoso da far schifo. Starebbe al popolo sollevarsi e fare una rivoluzione francese 3.0... ma e' troppo impegnato sul proprio smartphone con Facebook...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 24/04/2017 - 15:42

Gente inutile.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 24/04/2017 - 16:20

La Boschi è un insulto all'intelligenza degli Italiani. Credo che nel Governo ci stia per altro che per meriti sulle capacità.

Ritratto di Evam

Evam

Lun, 24/04/2017 - 19:05

La fata dei boschi che andrebbe arsa sul fuoco come una strega insieme a tutto il giglio magico.

guerrinofe

Mar, 25/04/2017 - 07:51

Con tutti i forestali della sicilia, boschi ci voleva!