Il Fertility Day naufraga in polemica

Renzi si smarca dalla Lorenzin. Che corre ai ripari: «Rivedremo i messaggi fraintesi»

Roma Il Fertility Day naufraga nelle polemiche. Anche Matteo Renzi sconfessa la campagna del ministero della Salute e Beatrice Lorenzin cerca di correre ai ripari. Il ministro si dice disposta a buttare nel cestino le cartoline con le foto «incriminate» bocciate dal web ma allo stesso tempo difende l'iniziativa perché «l'infertilità è un problema di sanità pubblica» e non può essere ignorato. Intanto però il sito dedicato alla campagna è stato bloccato anche se dal ministero dicono di non saperne nulla.

Visto il flop e la rivolta della rete Renzi mette subito le mani avanti. «Non sapevo niente di questa campagna - si schermisce Renzi- E comunque non conosco nessuno che fa un figlio perché vede un cartellone pubblicitario». Il premier dice di non saperne nulla ma c'è chi fa notare che il via libera al Fertility Day è stato dato dal consiglio dei ministri il 28 luglio scorso alla presenza di Renzi, che forse era distratto.

Resta la Lorenzin a difendere l'iniziativa. «Perché si possono fare campagne sul cancro e sulla fertilità no?», chiede il ministro che però la risposta l'ha avuta chiara dai social network. Un governo che non ha fatto nulla per tutelare la famiglia, per sostenere la maternità ed aiutare le famiglie a conciliare lavoro e figli non può poi invitare gli stessi cittadini a procreare dopo averli tartassati senza dare in cambio servizi. Insorge pure M5S che chiede i costi della campagna. Secondo Stefano Esposito del Pd sarebbe costata «circa 200.000 euro». Ma è la Lorenzin a smentire la cifra assicurando che tutta la campagna è costata «solo» 28.000 euro.

Costi a parte la polemica non si ferma. Al governo si ricorda la promessa di Renzi di incrementare il numero degli asili, «mille asili in mille giorni», che per il momento è rimasta soltanto sulla slide. Ma non ci sono soltanto le motivazioni economiche e la carenza di strutture a sostegno della famiglia ad agitare il web. La campagna del governo è apparsa anche profondamente sessista e discriminatoria per la scelta delle immagini ed il modo di veicolare il messaggio sulla procreazione.

Qualcuno che difende il ministro c'è. I ginecologi ed i pediatri e anche il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, secondo il quale l'obiettivo della campagna sulla fertilità era che se ne parlasse e dato che tutti ne parlano «la missione è compiuta». A conferma che per questo governo non è importante fare le cose ma parlarne. «Per noi è una battaglia che comincia e che porteremo nella legge di Stabilità», assicura Alfano.

Durissimo invece il vicepresidente del Senato, il leghista Roberto Calderoli. «È singolare come un governo che ha affamato le famiglie - attacca Calderoli - portando cinque milioni di italiani in una condizione di povertà come certificato dall'Istat, decida di investire risorse in una campagna pubblicitaria sul Fertility Day che dovrebbe spingere le donne a fare più figli. Un insulto per tutte quelle famiglie che vorrebbero un figlio ma non possono permetterselo».

Commenti

alberto_his

Ven, 02/09/2016 - 09:03

Condivido l'idea di promuovere la riproduzione, pur essendo un sostenitore della decrescita demografica (oltre che economica). Calderoli dimostra ancora una volta di non capirci nulla: sono proprio i poveracci a figliare come conigli mentre il benessere riduce la natalità.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 02/09/2016 - 09:04

L'iniziativa è stata svolta in modo alquanto cxxxxxo, ma i "sinistri" vi si sono scagliati contro con stalinista veemenza. Certo, i figli lio devono fare solo gli "immigrati", così la sostituzione genetica la si avrà più velocemente. Italiani, capitelo! Siete condannati alla sparizione! Ai cattokomunisti, al capitalismo internazionale e alla chiesa para-islamica del signor Bergoglio serve il meticciato levantino, non il popolo italiano!

vince50_19

Ven, 02/09/2016 - 09:22

Fertility Day: se si porta avanti questo slogan lo si deve fare seriamente, aiutando le coppie italiane che vogliono con sgravi fiscali consistenti, non come proclamò tempo addietro certa sx che, per dare alla donna maggiore libertà, "urlò" che doveva avere accesso a tutte le cariche (quote rosa..) e che non doveva ridursi a mera donna di casa. Come dire: denatalità e basta.. Adesso si favorisce un'immigrazione di massa perché questi poveri diavoli figli della più gretta ignoranza, fanno figli a ripetizione? Hanno forse capacità particolari: ce lo spiega donna Prassede? E chi li mantiene dopo i figli, domineddio? Del resto anche il Papa tempo fa disse - non fate figli come conigli (salvo dopo "spiegarsi meglio")! Vale anche per questi poveri diavoli che ci pagheranno la pensione secondo certo sinistro pensiero, immagino.. Con quale lavoro, visto che anche il 39% dei nostri giovani è a spasso: qualcuno dovrà pure spiegarlo a geni tipo Librandi..

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 02/09/2016 - 09:25

Bastava l'ultimo psicologo da chat per sapere quanto inopportune fossero quelle robe e il primo cugino grafico per tirar fuori qualcosa di meglio. E comunque non fare figli è la migliore rivoluzione per togliere pane ai padroni. Lavoratevele voi le vostre cose.

Ritratto di lettore57

lettore57

Ven, 02/09/2016 - 09:25

Renzi non sa mai niente e non decide mai niente... Non sapeva dello spostamento dei funerali a Rieti, non sapeva dell'iniziativa della Lorenzin... che fosse preso a guardare il telefonino a quella riunione del consiglio dei ministri?

semprecontrario

Ven, 02/09/2016 - 09:28

e certo a lei i figli non costano nulla, li campiamo noi

Duka

Ven, 02/09/2016 - 09:30

Un Ministro della Repubblica che ottiene un ministero che gestisce l'85% di tutta la voce SPESE dello stato, a mio modesto avviso, dovrebbe avere un paio di attributi quadrati. Noi chi ci mettiamo ? Dalla Turco alla Bindi a questa sconclusionata. Il loro denominatore comune è il NON aver alcun titolo per amministrare alcunchè . Così si perdono in esternazione che riguardano , caso mai, la professione medica, cosa di cui ne capiscono ancor meno.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 02/09/2016 - 09:47

Sono ridicoli, già nel nome sembra una campagna pro-agricoltura. E comunque come si fa a separare fertilità da gravidanza, ergo "fate figli". Credo ci sia sufficiente consapevolezza della propria condizione fisica. Altro discorso è scegliere se fare o meno un figlio. Potremmo disquisire per giorni e nessuno avrebbe la ragione. Quindi Lorenzin, visti i risultati e la brutta figura rimediata, forse è meglio occuparsi dell'igiene negli Ospedali e dei tempi di attesa biblici per fare un esame nel pubblico.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 02/09/2016 - 09:57

Ma a questa burattina di Big Pharma non gliel'hanno spiegato che il Piano Kalergi mira alla sparizione dei popoli nativi europei? La fertilità dei bianchi mica fa parte del programma !!

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 02/09/2016 - 09:58

Prima di pensare alla fertilità facciano i provvedimenti per tutelare la famiglia naturale e incentivare il lavoro. I figli allora arriveranno senza problemi

Helysa

Ven, 02/09/2016 - 10:00

Ma perchè non si può parlare di fertilità e di infertilità in maniera seria e pacifica? Non solo l'aborto e la contraccezione possono essere considerate una "conquista" del genere femminile. Per moltissime donne la prima (e più importante) conquista è quella di poter essere madri. Ho 32 anni e una malattia che finora mi ha impedito di avere figli. Per chi è nella mia situazione una campagna di questo tipo è di grande importanza. Non obbliga nessuno a fare figli se non li vuole. Ma cerca di dare nuove informazioni e di far riflettere su un tema particolarmente importante e delicato. Ci vorrebbe più sensibilità da parte di tutti per capire che anche l'infertilità è un problema di salute, non solo fisica, ma anche psicologica, della persona e della coppia.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 02/09/2016 - 10:25

Fino a qualche, forse non molto tempo fa gli avi di questi stessi signori politici, assoldando anche la chiesa, si sperticavano ad informarci, noi popolo, sulle varie teorie per ridurre le nascite. E fu per questo che passò anche la legge sull'aborto, con l'approvazione di tutti i cattolici e di tutto il clero. E così fecero pure con l'Africa, che sfornando continuamente figli, moriva di fame e noi occidentali eravamo in qualche modo costretti, ma vorrebbero che lo fossimo anche oggi, a pagare per il senso poco civile di questo continente. Poi con l'Europa han pensato bene, sempre tra gli stessi politici, di importare, con affari milionari personali, esseri umani di là, sempre dove han continuato a produrne a iosa, con la scusa di voler rimpiazzare quelli da noi non nati, come se fosse possibile una cosa del genere. Oggi ancora la Lorenzin, presumo a nome di quei galantuomini del consesso governativo che si fanno invece da parte di... (1 di 2)

giuseppe1951

Ven, 02/09/2016 - 10:27

Ministro, per il bene di tutti , non si faccia più fotografare dai giornali.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 02/09/2016 - 10:28

...fronte a tanta vergogna, riprendono invece l'idea balzana di farci rifare figli con un messaggio pubblicitario e così a bacchetta, ma continuando ad importare però, per i loro affari probabilmente, merce umana colorata. Ripeto e come ho detto in altre occasioni, neanche fossimo loro polli d'allevamento. (2 di 2)

Santippe

Ven, 02/09/2016 - 10:30

SANTIPPE. Questo sistema cafone e provinciale di titolare in inglese leggi dello Stato e iniziative del Governo deve finire. E' in atto una vera e propria devastazione della lingua italiana (vedi quell'orrendo "la sindaca").Il Presidente della Repubblica dovrebbe rifiutarsi di firmare atti non redatti in lingua italiana, come, per es., quel ridicolo "jobs act". Intanto, noi cittadini cerchiamo di non ottemperare a queste mostruosità, quali che siano i contenuti.

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Ven, 02/09/2016 - 11:58

Cara Francesca Angeli, come il Ministro della Salute e i suoi Esperti, di tutta la vicenda "costosa" - Fertility Day - nemmeno lei non ha colto l'aspetto sospetto, inquietante, desolante, che riguarda il mancato aggiornamento delle cosiddette autorità sanitarie. Per fermare le epidemie di CVD/CAD, T2DM e Cancro oggi possiamo e dobbiamo far nascere bambini come Manuel (Manuel's Story) l primo neonato senza Terreno Oncologico.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 02/09/2016 - 12:23

Santippe - esatto. Ma l'abuso dell'inglese non è solo cafone, provinciale e fondamentalmente ridicolo. E' indice di una vera e propria sottomissione COLONIALE. Siamo ormai al livello di quelle che erano le Filippine nel 1900

Ritratto di pinox

pinox

Sab, 03/09/2016 - 00:11

renzi:"non ero al corrente della campagna sulla fertilità e comunque non conosco nessuno che fa un figlio perché vede un cartellone pubblicitario"......conosce invece qualcuno che fa un figlio solo perchè lui vuole distribuire 800 euro a nascita,usando i soldi che ha recuperato dal taglio delle pensioni d'oro......coerente e chiaro come sempre, chiaro nel senso che anche queste 800 euro fanno parte del programma Pd "mance elettorali in cambio di consenso politico".