"Le Feste nel mirino". L'allarme Europol snobbato dalla Merkel

Venti giorni fa fallito un attacco esplosivo tra i banchetti. Tedeschi furiosi: pochi controlli

La strage era nell'aria, ma le autorità tedesche - prima fra tutte una Angela Merkel preoccupata per il proprio futuro politico - avevano fatto di tutto per metterci la sordina. Ma infilare la testa sotto la sabbia non è servito. E adesso i tedeschi sono furibondi con lei. I segnali del resto erano evidenti. I primi a lanciare l'allarme erano stati «Europol» e il coordinatore europeo delle politiche anti terrorismo Gilles de Kerchove annunciando, già ai primi di dicembre, la possibilità di una serie di attentati dello Stato Islamico in coincidenza con le feste natalizie. Un allarme subito confermato dal doppio inquietante tentativo di un ragazzino dodicenne di origini irachene di far esplodere un ordigno pieno di chiodi accanto ai mercatini di Natale della città di Ludwigshafen.

Il primo tentativo era andato a vuoto il 26 novembre quando la bomba era stata ritrovata inesplosa. Il secondo tentativo era invece stato sventato il 2 dicembre grazie all'attenzione di alcuni passanti che avevano visto il ragazzino togliersi di spalla uno zainetto e nasconderlo in un aiuola del mercato. Il sospetto - interrogato ed affidato ai servizi sociali, visto l'impossibilità in base al codice penale tedesco di arrestarlo - era risultato in stretto contato con un militante jihadista direttamente legato allo Stato Islamico. Eppure nonostante queste evidenze le autorità avevano fatto il possibile per minimizzare la vicenda e non allarmare la popolazione. Ora però la tragedia di Berlino, così simile alla strage di Nizza della scorsa estate, rischia di far emergere una colpevole sottovalutazione della minaccia. Una sottovalutazione aggravata dal tentativo delle autorità di privilegiare l'incolumità politica della Cancelliera Merkel a dispetto della sicurezza dei propri cittadini. Una colpa ancor più grave se esamina l'attentato alla luce dei precedenti degli ultimi 10 mesi. Precedenti sufficienti a far comprendere come l'infiltrazione di terroristi tra gli immigrati avesse trasformato la Germania in un bersaglio privilegiato.

A febbraio ad Hannover una ragazzina di 15 anni aveva pugnalato un poliziotto sostenendo di agire per conto dello Stato Islamico. A luglio un rifugiato afghano 17enne era stato ucciso dalla polizia dopo aver ferito a colpi d'ascia cinque passeggeri di un treno. E, pochi giorni dopo ad Ansbach, un rifugiato siriano era rimasto ucciso dall'esplosione del proprio uno zainetto fatto deflagrare, ferendo 15 passanti, all'entrata di un concerto. I precedenti più simili, assieme alla strage di Nizza, erano però gli «incidenti» registrati in Francia alla vigilia delle festività natalizie del 2014 quando almeno tre islamisti - liquidati dalle autorità di Parigi come semplici squilibrati - avevano usato automobili e furgoni per colpire i mercatini di Natale. Attentati preceduti dal famoso invito del portavoce dello Stato Islamico Abu Mohammad Al Adnani che aveva invitato a colpire gli infedeli «investendoli con un auto o colpendoli con un sasso». Un invito sopravvissuto al suo autore eliminato lo scorso settembre da un missile americano.

Commenti
Ritratto di Leon2015

Leon2015

Mar, 20/12/2016 - 08:52

sarà la fine della Kulona

maxfan74

Mar, 20/12/2016 - 09:04

I controlli non ci sono e passare da uno Stato all'altro è diventato uno sport, peccato che ha pagare sono gli innocenti. Europa mal gestita ed incapace di affrontare il fenomeno, forse sarebbe meglio se questo triste progetto finisse qui.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 20/12/2016 - 09:09

E questi sarebbero quelli che ci assicureranno le pensioni?

vittoriomazzucato

Mar, 20/12/2016 - 09:12

Sono Luca. Spero che i Tedeschi abbiano capito che è giunto il momento di cambiare "cavallo" su cui la CDU deve puntare le proprie forze per vincere le elezioni. GRAZIE.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 20/12/2016 - 09:17

Come era bello quando la Merkel se ne stava nella DDR a interpretare Im Erika

cameo44

Mar, 20/12/2016 - 09:22

Ecco il risultato dell'accoglienza senza controlli forse anche in Italia arrivano dei terroristi con gli sbarchi senza control li è normale in Italia si fa qualcosa dopo che ci scappa il mor to l'Italia vive sempre in emergenza sbarchi alluvioni terremo ti crollo di ponti e frane e i nostri politici hanno l'arrogan za di dire che il nostro è un grande paese e forte dimendican do tutte le calamità che hanno investito il nostro paese per mancanza di prevenzione spendendo molto di più per i danni causati

giolio

Mar, 20/12/2016 - 09:23

Io mi auguro di cuore che i tedeschi si incazzino di brutto allora le cose potrebbero cambiare riguardo tutte queste persone che per altro noi non buonisti non le vogliamo da noi

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 20/12/2016 - 09:37

Tranquilli,è un piccolo cadeaux per l'apertura smisurata della anghelona,chissà cosa regaleranno al vaticano?

rudyger

Mar, 20/12/2016 - 09:46

politici vigliacci e assassini.

Ritratto di MLF

MLF

Mar, 20/12/2016 - 09:58

Direi che e' chiaro che la merkel NON deve essere rieletta.

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 20/12/2016 - 10:00

La Merkel sta assassinando gli europei con la sua folle politica

Fjr

Mar, 20/12/2016 - 10:01

A furia di sottovalutare , l'emergenza clandestini ,questi sono i risultati, la Merkel pensava di veder arrivare solo siriani con i portafogli gonfi e invece .......

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 20/12/2016 - 10:10

Uno dei peggiori problemi della Cermania sono i ciornalisti ed i ciornali teteschi !

@ollel63

Mar, 20/12/2016 - 10:41

Dai Merkel continua così, distruggi la Germania e l'Europa intera

soter66

Mar, 20/12/2016 - 10:43

Ha snobbato il terrorismo islamico perche era impegnata a controllare i deficit degli altri stati UE e a contare quanti crediti ha la Germania nei confronti della Grecia .Speriamo che i crucchi capiscano la lezione e gli diano un bel calcio nel sedere alle prossime elezioni.

DA ROS EDO

Mar, 20/12/2016 - 10:45

Credo che anche questa signora abbia fatto il suo tempo, come tutte le sinistre occidentali.

DIAPASON

Mar, 20/12/2016 - 11:02

IL disastro e' assicurato quando Donne e religione fuoriescono dai ruoli a loro assegnati

Giulio42

Mar, 20/12/2016 - 11:31

La strategia è sempre la stessa, perché a noi i potenti dicono tutto ? Le violenze sui cittadini, gli stupri, i furti, giardini trasformati in cloache a cielo aperto, alloggi occupati, violenze nei centri di accoglienza sono forse stati trasmessi dai TG nazionali ? Chi ha il potere nasconde ciò che non gli piace e fa tacere con la forza chi protesta.

Akira82

Mar, 20/12/2016 - 18:17

Infilare la testa sotto la sabbia de che? Alla consueta apertura dei mercatini natalizi giornali e televisioni in Germania non hanno fatto altro che parlare delle misure di sicurezza messe in atto a livello locale e regionale, pur ammettendo che tali misure non erano allo stesso livello di quelle della Oktoberfest. Anche i mercatini con quattro bancarelle sono regolarmente controllati, visitare per credere. Che poi la Merkel stia sul c ad italiani e greci ed a quelli che sognano di poter legalmente marciare al passo dell’oca in Europa non solo perché ha aperto le frontiere a chi ha lasciato Siria, Iraq, Pakistan ed Afghanistan per scappare a bombardamenti, attentati, stupri ed atrocitá varie é un altro paio di maniche.