La folle idea Equitalia-Pd: le mani nei conti correnti

L'ad della società in Parlamento chiede poteri straordinari contro l'evasione: poter accedere ai rapporti finanziari degli italiani. Come chiesto in Commissione 8 mesi fa dai democratici

I risparmi degli italiani sono in pericolo: conti correnti, depositi, azioni, obbligazioni potrebbero diventare facile preda dei gabellieri di Stato. L'amministratore delegato della società di esazione, Enrico Maria Ruffini, l'ha detto senza troppi giri di parole davanti alla Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria: per combattere l'evasione servono maggiori poteri. Uno in particolare: la possibilità di accedere alle informazioni finanziarie dei debitori attingendo all'Anagrafe dei rapporti finanziari, la banca dati già attiva ma sin qui a disposizione esclusivamente dell'Agenzia delle Entrate. Il tutto, ha aggiunto mistico Ruffini, «nel superiore interesse della riscossione».Il ragionamento, articolato secondo gli schemi della burocrazia tassatoria, non fa una grinza. «Allo scopo di consentire che siano intraprese azioni di recupero puntuali ed efficaci ha spiegato l'Ad di Equitalia davanti ai parlamentari sarebbe importante accordare alle società del gruppo la fruibilità, in forma massiva e a cadenze ravvicinate, di informazioni attuali in ordine alla consistenza effettiva dei rapporti che i debitori intrattengono con gli operatori finanziari». Diventasse legge, dopo essere stato ridotto in mutande il contribuente si ritroverebbe nudo di fronte agli esattori stile Grande Fratello. Che con un clic avrebbero di fatto la possibilità di passare subito all'incasso, scansando i fastidi dell'eventuale verifica in contraddittorio - anche giudiziario - con il cittadino pagatore. Un aspetto di non poco conto se si considera, stando alle parole dello stesso Ruffini, che tra il 2000 ed il 2015 su 250 milioni di cartelle emesse alla fine ben 30 (2 milioni l'anno) sono state annullate per vizi il più delle volte censurati soltanto dopo il ricorso ai giudici.Morale della favola: nel campo dei balzelli il cittadino rischia d'essere sacrificato sull'altare della Suprema Riscossione. Perché evadere sarà pure immorale e a volte penalmente rilevante e comunque sempre odioso, ma lo Stato non si comporta certo da buon padre di famiglia. E più pretende e sempre meno dà. I Comuni, ad esempio: secondo la Corte dei Conti, per ripianare 8 miliardi di tagli di trasferimenti statali, tra il 2010 e il 2014 hanno alzato del 22% la pressione tributaria media. Così se nel 2011 ogni italiano scuciva 505 euro, 3 anni più tardi la cifra era lievitata a 618 euro. E un semplice pannicello caldo rischia di rivelarsi il blocco degli aumenti dei tributi locali, introdotto per il 2016 con la legge di Stabilità e presentato dal governo come una rivoluzione epocale: per il centro studi di Unimpresa, che a grandi linee ricalca quanto scritto nella nota di accompagnamento al Documento di finanza pubblica (di matrice governativa), «le misure contenute nella legge di Stabilità non produrranno effetti significativi per la riduzione della pressione fiscale, che dopo aver toccato il 43,4% nel 2014, resterà stabilmente sopra la soglia del 43% fino al 2018».Pagheranno i soliti noti. Quelli spremuti da tempi antichi. Vittime impotenti di un sistema malato, prossimo al collasso. Nell'ultimo quindicennio (Ruffini dixit) su 1.058 miliardi di crediti da riscuotere Equitalia ne ha incamerati appena 51, il 5%. Circa 7,7 miliardi l'anno. Ma invece di cambiar strada si tira dritto. Asfaltando il contribuente, con piena consapevolezza politica.Lo scorso agosto a lasciar balenare l'ipotesi di consegnare a Equitalia le chiavi di accesso ai risparmi degli italiani era stato il Pd, che in Commissione Finanze del Senato, attraverso la relatrice Lucrezia Ricchiuti, aveva presentato un parere poi approvato a maggioranza per sollecitare il governo «a restituire al concessionario pubblico efficienza di recupero», oltre a garantirgli «libero accesso a tutte le informazioni finanziarie che riguardano i contribuenti, come i conti bancari italiani e quelli all'estero, la compravendita di auto o di imbarcazioni, i conti titoli». Otto mesi dopo, Equitalia null'altro chiede che il rispetto degli impegni assunti.

Annunci

Commenti

BIASINI

Sab, 27/02/2016 - 08:28

Era ora. Poiché ho sempre pagato le tasse e non ho nulla da nascondere, voglio che lo facciano tutti. Ogni strumento è utile per raggiungere lo scopo.

giolio

Sab, 27/02/2016 - 08:28

Siamo messi più male del medio evo quando i cittadini venivano tirannizzati dalle signorie ....purtroppo gli italiani sono caduti in coma profondo e non riescono più a reagire alle vessazioni Questa e vera e propria dittatura cammuffata .Purtroppo non ce ne rendiamo conto ...... veramente una situazione tragica ,.ti tolgono tutto senza darti niente (neanche sicurezza in casa nostra)

PlutoneComo

Sab, 27/02/2016 - 08:43

Per fortuna che c'è l'evasione fiscale! Se tutti pagassero le tasse ci sarebbero piu fondi da cui i burocrati potrebbero attingere per sperperare e ingrassare! Chi evade vuol dire che ha lavorato! Chi incassa le tasse no! Io non posso evadere in quanto dipendente, ma se solo potessi lo farei! Con le trattenute sul mio stipendio si mantengono altre due famiglie! A che serve fare 12 ore al giorno di lavoro?

geronimo1

Sab, 27/02/2016 - 08:50

Ma i ricconi "politicanti" ed i vari Carlo De Benedetti sono esentati dai controlli o no?????????????????????????? Cosi' tanto per saperlo.....!!!!!!!!!!!!!

giovauriem

Sab, 27/02/2016 - 08:57

sono anni che dico di togliere i soldi dalle banche , ormai chiunque può conoscere la posizione finanziaria di chi che sia ,i dati personali che si danno alle banche vengono commercializzati allegramente ,i cassieri e i direttori infedeli non mancano (vedi banca Etruria & co) e i governi ,non democratici,come l'attuale e i due precedenti , fanno il resto , autorizzando equitalia , agenzia delle entrate e cravattari vari a servirsi direttamente dai c/c ,chiudete i conti e mettete i soldi sotto il materasso , così facendo ve li possono rubare ? è una possibilità ,stando nelle banche , è una certezza che ve li rubano .

vince50_19

Sab, 27/02/2016 - 09:06

"Pagheranno i soliti noti. Quelli spremuti da tempi antichi. Vittime impotenti di un sistema malato, prossimo al collasso." Mi pare ovvio: quelli che hanno sul serio montagne di soldi, a parte qualche beato beota che c'è sempre in circolazione, non sono così co@@@@ni da tenerli in banca, qui in Italia, men che meno sul conto corrente. Bisogna essere dei veri e propri figlidi per mettere in atto propositi del genere. Della serie: forti con i deboli e deboli con i forti.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 27/02/2016 - 09:09

così rimarranno nella rete quei quattro pensionati che non sapranno che dire, della provenienza di quelle somme guadagnate onestamente. I grossi evasori li hanno già investiti all'estero. Ma credete che se li tengono nei conti correnti in Italia? Ma andate a farvi friggere pure voi!

flip

Sab, 27/02/2016 - 09:14

ma non ci sono già i beccamorti guardoni dei vari ministeri che mettono il naso nelle tasche dei cittadini? A questo punto voglio entrare anch'io nei conto correnti dei "controllori", nelle loro dichiarazioni dei redditi, nelle loro visure catastali, ecc. per scoprire così definitivamente dov' è l' evasione fiscale.

Paolo Fanfani

Sab, 27/02/2016 - 09:21

Personalmente ci sto, come ci sto a mostrare il biglietto in Autobus e la patente alla Polizia Stradale, a passare un metal detector ed a prendere una multa per divieto di sosta. Il "mio" Giornale non deve mettersi dalla parte degli evasori!!!!

Ora

Sab, 27/02/2016 - 09:24

Molto bene, tanti italiani usufruiscono di assistenza dallo stato quando hanno un sacco di soldi per potersela pagare, se equitalia mi controlla il conto mi fa un baffo.

Ritratto di utentegiornale12

utentegiornale12

Sab, 27/02/2016 - 09:26

E sarebbe anche ora che tutti cominciassero a pagare le tasse in modo che chi le ha sempre pagate possa finalmente pagare meno. Sarebbe anche ora che chi viene beccato a prendere e pagare mazzette paghi poi i danni alla collettivita'. Altro che garantismo: se ti becchi il pizzo per fare poi dei lavori di cacca paghi i danni fino a mandare in fallimento te e tutti i tuoi pronipoti.

Caiogracco

Sab, 27/02/2016 - 09:28

Poffarre! Ci mancava solo questa: non si può più evadere in pace, che il Fisco ti becca e ora non puoi nemmeno più confondere le carte. Un vero Stato truffatore...

PlutoneComo

Sab, 27/02/2016 - 09:34

Pagare tutti per pagare meno è lo slogan dei PiDioti! È una presa in giro! loro vogliono solo che tutti paghino x avere più disponibilità per loro! L'esempio deve venire dall'alto!

robytopy

Sab, 27/02/2016 - 09:37

bene, se si fosse tutti onesti si pagherebbe meno tutti e Equitalia non servirebbe a nulla. Hanno ragione sia Biasini sia Plutone. E allora ? Pene severe per gli evasori, per i politici, colletti bianchi, che rubano, ma ancora più severe per i controllori collusi. Siamo tutti dei furbacchioni ma timorosi, quindi facciamo i furbacchioni finchè è possibile farlo.... Basterebbe estendere le autocertificazioni ma con effettivi controlli a campione e per chi ha dichiarato il falso pene salatissime, basterebbe prendere esempio da altri paesi, America ?

sdicesare

Sab, 27/02/2016 - 09:37

Equitalia va semplicemente chiusa, sono degli usurai e usano metodi da medio evo. La riscossione va data alle agenzie locali e vi deve essere messo un tetto al taeg massimo applicabile che non devono essere quelli di bankitalia, ma molto piu' bassi. Inoltre parlare di evasione quando abbiamo tasse come il canone rai, altri balzelli incredibili e tasse al 70% del reddito, e' pura follia. C'e' da dire che meno male che c'e' un po' di evasione, con queste tasse, il paese sarebbe gia' morto e defunto.

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 27/02/2016 - 09:38

Peccato che poi ad andare di mezzo ci saranno i soliti noti ovvero pensionati e lavoratori. E l'evasione, quella vera, continuerà come sempre.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Sab, 27/02/2016 - 09:43

Conti correnti, depositi, azioni, obbligazioni potrebbero diventare facile preda dei gabellieri di Stato? Sbaglio, o esiste già una robusta tassazione, di recente aumentata dal tragi-comico toscano, su una forma di risparmio che non é evasione? Gli evasori stanno da tutt'altra parte, ed é meglio non infastidirli, portano voti.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 27/02/2016 - 09:45

I cittadini invece vogliono che siano resi noti on line gli emolumenti, tutti nessuno escluso, sia dei dirigenti e funzionari di disequitalia che di tutti i parlamentati e commessi vari di camera e senato nonché quelli di tutti gli eletti a livello regionale!

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 27/02/2016 - 09:58

C' è da puntualizzare diverse cose. Tutte le multe che arrivano false o partorite dai loro errori, cosa farebbero? Prima le incassano e poi si vedrà? Certo! Da uno stato con dei politici delinquenti e corrotti sarebbe il colpo del secolo! Non solo! Si potrebbero accettare simili regole se si vivesse nella perfezione, ma così non è! Quando i nostri governanti fanno atti osceni agevolando soluzioni ad esempio per i milioni di Euri dei correntisti spariti delle Banche toscane e tutti i dirigenti ed impiegati rimangono ai loro posti. Oppure per i milioni di euri spariti e mal gestiti dalla Politica che viene coperta dalla Magistratura come possono partorire simili idee? Solo a dei criminali possono scaturire simili idee! Tanto continuano a contare ancora su un vasto sostegno degli allocchi.

Ritratto di i£gufo

i£gufo

Sab, 27/02/2016 - 10:00

STROZZitaGlia, CRAVATTARI d'itaglia

beowulfagate

Sab, 27/02/2016 - 10:25

Ottimo stratagemma escogitato dai burocrati di Equitalia per scansare un altro po' di fatica.Perchè perder tempo a rincorrere gli evasori,quando si possono tranquillamente vessare gli eroi del "tanto io non ho niente da nascondere"? Altro che baffo,ci faranno anche barba e capelli.

Emilio il pazzo

Sab, 27/02/2016 - 10:34

Prima occorrerebbe una tassazione equa, allora sarebbe giusto che a chi fà il furbetto venga sequestrato tutto e pure il carcere. Ma con la tassazione corrente, evadere è un dovere. Tanto più che i servizi che riceviamo a fronte di ciò che si paga sono veramente irrisori. Al momento le nostre tasse servono solo a ingrassare la classe dirigente, che non sazia dei lauti stipendi e benefit di cui gode, si permette pure di rubare. E che rubare poi!!!!

Linucs

Sab, 27/02/2016 - 10:44

"Ogni strumento è utile per raggiungere lo scopo" non lo diceva nemmeno Hitler. Ci sarebbe da vergognarsi, se uno avesse il senso della vergogna.

dave_d

Sab, 27/02/2016 - 10:55

x BIASINI: saresti cosi gentile da dirmi che lavoro fai, che reddito hai avuto in 2015 e a quanto ammontano le tasse che hai pagato?

Ritratto di mambo

mambo

Sab, 27/02/2016 - 10:55

se questa non è uno stato comunista, vuol dire che c'è di peggio in arrivo. Siamo già tutti sotto la lente di Equitalia. Controllate invece il sommerso di migliaia e migliaia di Cinesi, Nord-africani, Rom ed immigrati vari che si stanno arricchendo sotto i nostri occhi sempre più disperati. Ma fatelo seriamente e non per finta.

elpaso21

Sab, 27/02/2016 - 10:59

Ma non si può farci nulla perche noi ostinatamente continuiamo a votare PD, ma dico, ammettiamo anche per assurdo che le elezioni le vinca Berlusconi, dopo qualche mese verrebbe defenestrato da un "golpe".

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 27/02/2016 - 11:08

E' dalla nascita del mondo che i ladri ed i grassatori vogliono forzare i salvadanai degli onesti. Ci sono tanti di quei mangiapane a tradimento, in questa nazione, che per tenersi ben grassi, devono escogitare sempre come rapinare i probi. Sotto il turpe fascismo, il risparmio era incentivato, sotto questi bisogna bruciar tutto per non venir derubati.

Ritratto di mambo

mambo

Sab, 27/02/2016 - 11:10

C'è ancora qualche ingenuo che crede che individuare eventuali evasori vuol dire pagare meno tasse tutti. Ma quando maturerà il popolo italiano? Ecco perchè sopportiamo questo governo abusivo.

flip

Sab, 27/02/2016 - 11:26

in Italia c'è qualche milione di disoccupati del settore privato. chi và in ufficio(quando gli fa comodo) sono gli statali. I professionisti, gli artigiani. i piccoli commercianti i coltivatori diretti, ecc. sono alla frutta (d'importazione). i dipendenti di equitalia fanno parte degli statali e si comportano come tali. da vagabondi. pertanto si controllassero fra di loro.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Sab, 27/02/2016 - 11:28

Quello che quegli stupidi non hanno capito è che se loro vivono di rapina legalizzata rapinando la parte produttiva del paese, quest'ultima non è disposta a lasciarselo fare e quindi o apre la propria impresa all'estero o semplicemente lavora il meno possibile e appena può evade le tasse...e alla fine siamo tutti più poveri

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 27/02/2016 - 11:32

Praticamente siamo al comunismo applicato. Una societa' terza fruga nel tuo cc. Poi ti fanno firmare tonnellate di vaccate sulla privicy anche per andare al cesso. Tanto i grossi evasori lo sanno chi sono. Vadano da banche in orbita pd, coop, finanziarie e li trovano il malloppo.,

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 27/02/2016 - 11:42

Equitalia ci spieghi perché le pensioni pagate ai pensionati italiani residenti in Francia sono pagate al netto invece che al lordo come in tutte le altre nazioni. Siamo più di 11.000 pensionati italiani costretti a pagare le tasse all'Italia in totale contravvenzione a quanto disposto circa le doppie imposizioni. Solo con la Francia esiste questo sopruso, per non dire furto. Se pagassimo le tasse in Francia come nostro diritto risparmieremmo circa il 35%. Non é poca cosa visto il livello delle pensioni italiane. Invito il Direttore Dottor Sallusti ad interessarsi della cosa. 11.000 elettori non sono da buttar via.

donati

Sab, 27/02/2016 - 11:46

anch'io le tasse le pago e quindi nulla da temere, ma questo non è un ragionamento. Invece bisogna notare che Equitalia è una ditta, una compagnia, e non un Ente o un organo dello Stato con tanto di regolamentazione nell'operato, quindi sarebbe un sopruso vergognoso consentirle di mettre il naso neli conti correnti o nelle operazioni dei contribuenti. E pèoi a che scopo ? Hai pagato 500 euro e allora dovevi pagare pèrima la mia tassa ? Ve l'immaginate le "cartelle pazze" di Equitalia qunado accede ai CC bancari ? Senza contare che col ricorso al giudice, quando davvero è necessario, già ora si può indagare sulla situazione patrimoniale dei sospetti evasori !! Perciò NO !! giù le mani dai miei soldi !!

donati

Sab, 27/02/2016 - 11:49

aboliamo Equitalia !!! ACome ? Semplicissimo: aliquote fisse per tutti e alla fonte, così non c'e' più bisogno di calcoli denunce, commercialisti... gìdiscboschiamo la giungla dove vivono gli animali parassiti dei cittadini lavoratori, primi tra tutti gli inventori delle "cartelle pazze" !!

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 27/02/2016 - 11:59

....io comunicherei subito l'IBAN di Equitalia o meglio della tesoreria del PD, a chi mi paga, in modo da evitare la scocciatura di fare qualsivoglia dichiarazione dei redditi, e come ai bambini pravi mi farei dare la paghetta settimanale per comperare il gelto o andare al cinema.......PS: che fine hanno fatto tutti i proclami volti a mandare fuori dalle balle Equitalia (ormai esattore coattivo per conto del PD e compagni toscani di merende) e delegare delle riscossioni nuove società con meno poteri, visto che Equi(ni d')italia non è in grado, con mezzi leciti, di recuperare crediti ed evasioni?

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 27/02/2016 - 12:04

....in linea di principio ...per un pagatore di tasse onesto...questa legge non dovrebbe essere un problema --e si recupererebbero molti soldini dei soliti furbetti del quartierino---l'unico punto da tener presente però- è che se un contribuente contesta una cartella-il processo esattoriale automatico si dovrebbe bloccare-per consentire le dovute verifiche ed errori..

Ritratto di michele lamacchia

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 27/02/2016 - 12:12

Equitalia è di fatto una società partecipata di Agenzia delle entrate,quindi dello stato.La cosa è potenzialmente corretta,non affermo giusta poichè la % di tasse pagate è da usura,ma dovrebbe essere resa operativa soltanto dopo l'eventuale ricorso del ricorrente ed il sanzionamento definitivo.In quest'ottica di diritto,dove è lo stato a dover dimostrare la furbata e non il cittadino la propria onestà,la cosa avrebbe senso. nopecoroni.it

Ritratto di gianni2

Anonimo (non verificato)

mrdarker10

Sab, 27/02/2016 - 12:21

Ma cosa aspettate italiani ad andare a votare per togliervi dalle scatole il PD una volta per tutte!!! Un italiano all'estero

Ernestinho

Sab, 27/02/2016 - 12:27

Ma non doveva sparire Equitalia? Ci toglieranno quel pò di privacy che ci resta ed ogni occasione sarà buona per SACCHEGGIARE i ns. risparmi!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di malatesta

malatesta

Sab, 27/02/2016 - 12:47

Sarebbe una buona cosa, ma e' solo uno spot illusionista...non cambiera' niente...basta ricordare tutti gli annunci a partire da Monti-salvaitalia, Letta, Renzi con Spending Reviews mai applicate, Redditometri, suggerimenti richiesti ai cittadini nel 2012 senza mai essere ascoltati, adesso arriva l'ennesima presa per i fondelli. Intanto l'evasione continua, la spesa pubblica cresce, le tasse crescono... Questi annunci inducono il cittadino a difendersi nel solo modo che gli e' rimasto ...toccandosi incrociando le dita.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Sab, 27/02/2016 - 13:07

Se dovessero permettere questo è TOTALE DITTATURA. Gli Italiani saranno pecoroni ma GUAI a toccare le tasche. Non è così che si combatte l'evasione e LORO, i POLITICI, lo sanno moooooolto bene!!! EQUITALIA.....COLPISCA I VERI EVASORI che sono protetti!!!!

mauriziosorrentino

Sab, 27/02/2016 - 13:09

Buongiorno ,.@Biasini,è proprio delle risposte dei sempliciotti come te che non abbiamo bisogno! Magari sei un imprenditore modello(dubito) oppure un dipendente statale o privato che su sente a posto. Vorrei ,allora che ti arrivasse una bella cartella farlocca da 50.000 euri e dopo poco ,senza che tu abbia diritto di difenderti,ti sequestino tutti i tuoi sudati risparmi diciamo 20.000 euri e non bastando a coprire ,ti ipotecano la casa sulla quale stai pagando il mutuo,che andrà in sofferenza perchè avrai il conto prosciugato e alla media distanza ti verrà messa in vendita la casa per cui hai lavorato una vita....contento??? Poi alla fine risulterà che di soldi ,allo stato, ne dovevi solo 5000, potevi far fronte con i risparmi....invece molti sempliciotti avevano urlato "ghigliotina,ghigliottina" e molti come te si sono ritrovati sotto un ponte a gridare "diritto alla difesa,giustizia" ...ben ti stà!

Lapecheronza

Sab, 27/02/2016 - 13:51

@BIASINI : È libero di affermare quello che ritiene, ma se lei leggesse un pò di giurisprudenza o qualche articolo in questa materia, scoprirebbe che NON tutti quelli che vengono indagati, risultano poi colpevoli (le statistiche dicono che risultano innocenti . Parta con l’assunto che in materia fiscale, vige l’inversione dell’onere della prova. Quindi la partenza è : lei è ritenuto colpevole e deve dimostrare la sua innocenza. Ovviamente per vicende di modesto importo costa più la difesa della sanzione : quindi si paga senza contradditorio. In molte vicende, anche famose, come Luca Laurenti, Dolce e Gabbana, Sophia Loren i loro conti correnti sarebbero stati prosciugati e dopo anni per un processo dopo essere stati dichiarati innocenti, se ci sono i soldi forse, li restituiscono. A proposito lei li tiene gli scontrini della spesa degli ultimi 5 anni per dimostrare di essere in regola con il redditometro ?

Franco40

Sab, 27/02/2016 - 14:03

Equitalia deve provvedere agli incassi di altri Organismi , AE Fisco - Consorzi ecc. Questi organismi NON sono capaci di lavorare correttamente, il contribuente è come una piccola navicella nel mare burrascoso, quindi è meglio tenere lontana Equitalia dai nostri conti evitando così situazioniu kafkiane.

dave_d

Sab, 27/02/2016 - 14:24

Il problema è che a parte lamentarsi e commiserarsi qui nessuno fa qualcosa. Questo giornale è pieno di casi i in cui vari diritti vengono calpestati quasi quotidianamente e tutto finisce in un mormorio moribondo di commenti. Io sono un comune mortale, non posso organizzare niente, ma se qualcuno dell'opposizione mi convocasse uscirei subito in piazza. Un esempio: cinque giorni fa, è stato pubblicato un articolo: "Vogliono dare le nostre case ai profughi". La prima cosa da fare subito da parte di FI sarebbe stata quella di stabilire un giorno per manifestare in tutta l'Italia a favore della gente di Treviso e a difesa dei diritti della proprietà. Abito in un allogio in affitto, il mio proprietario è un marpione, ma se fossi stato convocato sarei andato lo stesso, trattandosi di un diritto di tutti noi. Invece di fare commenti piagnucoloni dovremo chiedere ai leader di FI, troppo occupati per badare ai propri interessi, se sono in grado di fare qualcosa.

Ernestinho

Sab, 27/02/2016 - 14:28

Finirà che "strozzitalia" amministrerà i ns. risparmi a modo suo!

luigi.muzzi

Sab, 27/02/2016 - 14:45

si chiama "violenza concordata", in passato chi aveva bisogno di risorse, attaccava il vicino più debole... rendendosi conto che non potevano annientare tutti i vicini proposero un patto: io evito di saccheggiarti se mi paghi un tot concordato. Le vittime pagavano, perchè comunque meglio in mutende che senza vita... ecco 2.000 anni di "civiltà" e siamo ancora a quel punto.

vraie55

Sab, 27/02/2016 - 15:00

forse molto presto dovremo anche circolare con una telecamera sulla fronte e il numero della bestia al polso

giovanni PERINCIOLO

Sab, 27/02/2016 - 15:40

Quanto costa al contribuente dis-equitalia??? Dal 2000 al 2013 ha ricevuto mandato di recuperare circa 700 miliardi di euro dovuti al fisco, ebbene ne ha recuperati meno del 12%, percentuale invariata quando non inferiore a quanto avveniva prima. Secondariamente quando si parla di miliardi é evidente che si tratta di grossi evasori/debitori e non di cittadini comuni! Quindi la presunta "efficacia" di dis-equitalia é consistita maggiormente nel recuperare multe e piccole somme ai poveracci caduti sotto le sue grinfie e ai debitori di piccole somme che hanno valutato minore il danno pagando un tributo non dovuto che non facendo ricorso. Quindi forte coi deboli e accomodante quando non peggio con i pesci grossi! Ne vale la pena??

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Sab, 27/02/2016 - 16:45

I politici non facciano tanto gli indignati del cavolo: Equitalia s.p.a. è una società a totale controllo pubblico che appartiene al 51% all’ Agenzia delle Entrate e per il 49 % all’INPS, creata per fare tutto il lavoro sporco della riscossione con ogni mezzo, comprese le cartelle pazze o cosiddette quelle che si fanno passare per tali, rovinare la gente e poi rimborsare a danni irreversibili fatti. Equitalia è l’esecutore che fa i lavoro sporco e lo Stato il boss mandante che intasca (come anche altri enti) e strapaga i suoi dipendenti. Cianciano tanto di democrazia ma qui si è superato il sistema estorsivo mafioso. Con l’accesso operativo diretto ai conti del cittadino costui resterà sempre più sotto schiaffo, schiavizzato.Io voterò per chiunque abbia il coraggio di eliminare questo abominio indegno di un paese civile.

Massimo.G

Sab, 27/02/2016 - 17:01

Svuotiamo i nostri conti in banca,prima che arrivino gli avvoltoi.detto alla Porrò affamiamo la bestia.