Fondi della Lega, Cassazione: "Andare avanti col sequestro"

La suprema Corte ha confermato la decisione del Riesame. Rigettato il ricorso presentato da Salvini

Torna l'assalto giudiziario sulla Lega. La Corte di Cassazione ha confermato il verdetto del tribunale del Riesame di Genova e dà il semaforo verde al sequestro dei fondi del Carroccio fino alla somma di 49 milioni di euro. Con questa decisione la sesta sezione penale della Suprema Corte ha rigettato il ricorso presentato dal leader della Lega Matteo Salvini contro l'ordinanza del Riesame. A settembre scorso era stato dato infatti il via libera al sequestro preventivo. Va sottolineato però che con la sentenza di questa sera resta il patto di rateizzazione che la Lega ha stipulato con la procura di Genova.

Il provvedimento di sequestro era stato richiesto dalla procura di Genova in relazione alla presunta truffa ai danni dello Stato per rimborsi elettorali non dovuti dal 2008 al 2010, per cui sono stati condannati in primo grado l'ex leader del Carroccio Umberto Bossi, l'ex tesoriere Francesco Belsito e tre ex revisori dei conti. Col verdetto della Suprema Corte viene accolta la richiesta del sostituto pg Marco Dall'Olio che nel corso dell'udienza a porte chiuse di ieri mattina, aveva sollecitato il rigetto del ricorso presentato dal titolare del Viminale.

Commenti
Ritratto di BenFrank

BenFrank

Sab, 10/11/2018 - 05:18

La (in)giustizia è l'ultima arma rimasta a questa demokrazia (con la kappa) mafiosa e massonica, per tentar di fermare la Lega e l'azione dell'attuale governo. Salvini non è ricattabile per società che non possiede, né per storie di orgie e bagordi, come lo furono altri, per cui gli si scaglia contro l'intero apparato del komintern di palazzo dei kapitani, tasicuri che ai towarisch magistrati mica succede nulla, se poi le loro accuse si rivelano fasulle, vedi il caso del Torquemada Patronaggio.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Sab, 10/11/2018 - 07:30

Solita condanna politica

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 10/11/2018 - 07:47

La Cassazione conferma la regolarità formale del processo a carico della vecchia Lega di Bossi. Quella di Salvini pagherà il suo debito e saranno deputati e seantori a farlo. Per il resto la Lega va avanti grazie a Salvini e al buon senso opposto al politicamente corretto.

Happy1937

Sab, 10/11/2018 - 08:30

Non sono leghista, ma odio le sentenze politiche.

moichiodi

Sab, 10/11/2018 - 09:03

Qualunque leghista di buon senso dovrebbe pretendere di sapere dove sono finiti i 45 milioni. Al netto di pidioti, cattocomunisti, sinistra ladra ecc. Che non spostano nulla.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 10/11/2018 - 09:08

le toghe rosse hanno colpito ancora, meglio non fare altri commenti altrimenti ti mettono in carcere. Vietato criticare questa casta di intoccabili e inefficenti.

Michele Calò

Sab, 10/11/2018 - 10:13

Non sono un leghista ma questa farsa di Giustizia politica grida vendetta! Perchè, se i rimborsi elettorali certificati dai dati delle Corti di Appello sono considerati "indebiti", non si procede a processare gli stessi magistrati che hanno inviato i risultati elettorali al Viminale che poi ha erogato i rimborsi? D quando in qua una vittima, la Lega, di appropriazione indebita viene ritenuta colpevole di essere stata frodata? Ha ragione Salvini, in Italia la magistratura è una schifezza!!!