Forza Italia, annullata l'ordinanza di arresto per l'onorevole Carlo Sarro

Il deputato era accusato di turbativa d'asta per una serie d'appalti. La decisione del Riesame annulla la richiesta

Il deputato Carlo Sarro in una foto pubblicata sul sito della Camera dei Deputati

Arriva dal Riesame la decisione di annullare l'ordinanza di arresti domiciliari per Carlo Sarro, deputato di Forza Italia. Componente della Commissione Antimafia, era accusato di turbativa d'asta per alcuni appalti della società Gori, che gestisce il ciclo delle acque a Napoli per conto dell'Ato 3, di cui il politico era stato commissario.

Secondo l'accusa, Sarro avrebbe pilotato gli appalti, ma il Riesame ha ritenuto di annullare l'ordinanza di custodia inoltrata alla Camera dei deputati, accogliendo la richiesta dell'avvocato Vincenzo Maiello, che cura la difesa del parlamentare. Con la decisione del tribunale si chiude la procedura che doveva decidere se autorizzare o meno l'arresto del deputato.

"Sono diventato colpevole solo perché accusato da una persona rancorosa - ha detto Sarro all'Ansa -. In questo meccanismo può finire chiunque". Ha aggiunto: "Abbiamo dimostrato che era tutto privo di fondamento".