Fratelli d'Italia, in squadra filosofi e generali

Le liste di Fratelli d'Italia vanno ormai prendendo forma e mancano soltanto alcuni dettagli per la loro completa definizione.

La candidatura destinata a fare più discutere riguarda Elisabetta Gardini, storica eurodeputata azzurra che ha appena lasciato il partito di Silvio Berlusconi. La riserva dovrebbe essere sciolta solo in zona Cesarini con l'ex capogruppo azzurra a Strasburgo che potrebbe passare con il movimento di Raffaele Fitto ed essere candidata in quota Direzione Italia. Nelle liste particolare attenzione è stata riservata alla candidatura di imprenditori dei distretti produttivi più importanti del made in Italy, come il presidente di Confartigianato Moda Fabio Pietrella nel Nordest e Pietro Fiocchi, storico industriale delle munizioni, nel Nord Ovest. Sempre tra gli imprenditori, da segnalare la produttrice cinematografica di area cattolica Federica Picchi, candidata al Centro, dove è candidata anche Michela Sciurpa, giovane imprenditrice umbra. Non appartengono al mondo dell'imprenditoria i nomi del generale Marco Bertolini, parà della Folgore in congedo e del pronipote del Duce Caio Giulio Cesare Mussolini, né l'avvocato Maria Cristina Sandrin, famosa sul web per essere la «siora Gina», la «casalinga di Voghera in salsa veneta», candidata ovviamente nel Nord Est. Prestigiosa è la presenza in lista del sociologo Francesco Alberoni nel Nord Ovest. Giorgia Meloni sarà capolista in tutte le circoscrizioni. Ci sarà anche l'eurodeputato uscente Stefano Maullu, candidato al Nord Ovest, e gli ex eurodeputati Roberta Angelilli (Centro), Alfredo Antoniozzi (Centro) e Monica Baldi (Centro). Presenti nelle liste anche alcuni consiglieri regionali come Sergio Berlato, capogruppo in Veneto, e Fabrizio Ghera, capogruppo nel Lazio, il sindaco di Terracina Nicola Procaccini. Candidato al Sud è Denis Nesci, presidente Unione per la difesa dei consumatori, così come il leader di Direzione Italia Raffaele Fitto, in virtù del patto federativo siglato col partito di Giorgia Meloni.