Fratture e minacce: ora l'Unione può esplodere

A pochi giorni dal consiglio Ue sembra impossibile trovare la quadra. Schengen a rischio

I Paesi di Visegrad le voltano la schiena. Il falco di Baviera Horst Seehoofer è pronto a scavarle la fossa sotto i piedi. L'Italia per la prima volta prova a rivoltarglisi contro. E il trattato di Schengen sembra a un passo dalla rottamazione. Insomma la Cancelliera Angela Merkel e l'Europa disegnata a sua immagine e somiglianza tremano, traballano e si sgretolano. Il tutto a meno di una settimana da un Consiglio Europeo in cui l'Unione dovrà decidere come uscire da quella crisi dei migranti che rischia di distruggerla.

Ma la resa dei conti inizia dal peccato originale. Anzi dalla peccatrice. Da quella Angela Merkel colpevole di aver spalancato le porte a un fenomeno migratorio di cui non comprese la devastante portata. Tre anni dopo, la prima a subirne le conseguenze è lei. Ieri Seehofer non ha usato mezzi termini e ha attaccato a muso duro una Cancelliera pronta a licenziarlo pur di frenare il «masterplan» anti immigrazione con cui il falco della Csu bavarese vorrebbe respingere alla frontiera chiunque si è visto rifiutare l'asilo in un altro Paese o non è in grado di esibire un documento. «Sarebbe la prima volta al mondo che uno licenzia un ministro soltanto perché si preoccupa e si prende cura della sicurezza e dell'ordine del suo Paese», ha dichiarato Seehofer. «Io sono presidente della Csu, uno dei tre partiti della coalizione di governo, e guido il mio partito con totale sostegno. Se qualcuno nella cancelleria è insoddisfatto del lavoro del ministro dell'Interno, allora deve porre fine alla coalizione».

Ma mentre la Cancelliera si arrovellava per tenere in piedi la sua stessa casa, a oriente veniva giù un altro pezzo d'Europa. I Paesi del blocco di Visegrad, Ungheria in testa, guidavano la rivolta contro il vertice preparatorio tra Italia, Spagna, Francia, Germania e Austria (ma forse anche Bulgaria Olanda e Belgio) che domenica dovrebbe segnare le tappe d'avvicinamento al Consiglio d'Europa del 28 giugno sul tema migranti. Il pomo della discordia capace d'innescare la sollevazione di Ungheria, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca è come sempre la ripartizione dei richiedenti asilo. Un argomento considerato una sorta d'inviolabile tabù dai quattro Paesi dell'Est europeo. «Apprendiamo che ci sarà un mini-summit, ma noi non vi parteciperemo perché questo è contrario alle abitudini dell'Ue», ha annunciato il premier ungherese, Viktor Orban spiegando che il responsabile dell'organizzazione dei summit «è il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk e non la Commissione europea».

Prima ancora che succedesse tutto questo le linee guida della Merkel erano state messe in dubbio anche da un Giuseppe Conte costretto a confrontarsi con l'ignobile bozza di lavoro sottopostaci in vista dello stesso vertice preparatorio. Una bozza che ribadiva l'obbligo di riprenderci, con tante scuse, i migranti sbarcati sulle nostre coste, ma acciuffati al confine di altri Paesi dopo esser sgusciati tra le maglie dei controlli. Comunque non illudiamoci, la rivolta del presidente del Consiglio Giuseppe Conte prontissimo nel rispedire al mittente la bozza minacciando il ritiro dell'Italia non è certamente una vittoria definitiva. Lo scontro tra Seehofer e la Cancelliera dimostra inequivocabilmente come dietro la sopravvivenza di quella clausola iniqua ci fosse il tentativo della Merkel d'abbassare il livello dello scontro con il proprio ministro dell'Interno. La reazione dell'Italia e la cancellazione della clausola ha dato fuoco alle polveri. Ma anche messo a nudo lo stato di decomposizione in cui versa ormai l'Unione.

Commenti

Mborsa

Ven, 22/06/2018 - 08:36

La posizione del gruppo Visegrad non è così assurda: quale paese prenderebbe d'ufficio immigrati classificati rifugiati da un altro stato membro? La accettazione sarebbe possibile solo se la classificazione fosse fatta da un comitato Ue, cioè se la Ue gestisse le frontiere esterne come fosse un organismo politico vero. Il tempo della unione politica é ormai passato, la storia non torna indietro!

jaguar

Ven, 22/06/2018 - 08:47

Ma che esploda una volta per tutte, la Ue ha fatto e sta continuando a fare solo danni, e chi ci rimette sono sempre i soliti, cioè noi in compagnia dei greci.

tosco1

Ven, 22/06/2018 - 08:52

Ecco la bomba ad orologeria Europa.Al pacco,pronto da tempo,mancava solo il detonatore. era gia' pronto, mancava solo il detonatore. E' stato facile per i cittadini europei individuarlo nella disgraziata strategia dell'immigrazione clandestina incontrollata.Cittadini capiscono, i politici europei,adagiati nei loro largheggianti sorrisi buonistici,non capiscono nulla di quanto accade.Popoli in rivolta e,quindi, resa dei conti. L'Europa cosi' come e', deve solo esplodere perche' e'risultata essere un ente pericoloso, del tutto inutile e dannoso insieme.La struttura difensiva europea della NATO, che non ha difeso gli interessi dei confini europei, ha per contro fatto la guerra ,immotivata, in Libia,disattendendo alla sua funzione difensiva, e per sporchi interessi francesi, destabilizzando.Di una europa cosi', ne facciamo tutti a meno. La verita' e' che ci avevano presi,come cittadini,tutti per grulli,ma,in verita', i grulli erano loro.

Nick2

Ven, 22/06/2018 - 08:52

La sopravvivenza dell’Occidente non può prescindere dalla sopravvivenza dell’UE. Gli stati dell’est Europa grazie all’Occidente sono passati dalla miseria e dittatura alla libertà e benessere. Ma Putin, che conosce questi popoli molto meglio di quanto li conoscano gli americani, ha approfittato del fenomeno migratorio per risvegliare in loro il sentimento nazionalista, che si è pian piano diffuso anche nelle nazioni che più hanno risentito della crisi economica. Ora, con gran soddisfazione di fascisti e razzisti europei, e grazie ad un Presidente USA idiota, si rischia di far saltare il banco e di lasciare nelle mani della Cina e della Russia il dominio economico-finanziario del mondo e di crollare in un nuovo tragico Medio Evo. Il futuro dell’Occidente democratico, del benessere, dei diritti è nelle mani della Merkel e di Macron. Se falliscono, crolla l’UE e crolla tutto!

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 22/06/2018 - 08:53

solo germania e francia non se ne sono accorte! non solo è fallita l'europa ma anche il mondialismo che per fortuna trump sta distruggendo, il gioco dei mondialisti delle borse&mercati e troppo sporco per funzionare!

maxfan74

Ven, 22/06/2018 - 09:21

SPERIAMO CHE L'EUROPA COSI COME E' STRUTTURATA FINISCA DEFINITIVAMENTE, IN ANNI NON SONO RIUSCITI A FARE NIENTE CHE UNISSE MA DI TUTTO PER DIVIDERE, CON L'AUSTERITY NE HANNO UCCISI PIU' DI QUELLI CHE HANNO FATTO AFFOGARE IN MARE.

Ritratto di elio2

elio2

Ven, 22/06/2018 - 09:23

Speriamo sia vero.

Cicaladorata

Ven, 22/06/2018 - 09:26

Il sistema occidentale nato dalle nuove elezioni sta correggendo la follia degli ultimo 40 anni e, come è sempre accaduto nella storia dell'umanità , poi tutto è ritornato ad essere governato in modo civile, unico e democratico per tutti. Visto il casino spaziale creato dai precedenti partiti, la cura sembra essere severissima ma purtroppo per la sinistra, questa è l'unica strada in quanto quello che loro hanno avallato, per la società, era follia pura.

ilpassatore

Ven, 22/06/2018 - 09:28

Mi auguro che QUESTA assurda Europa dei sacrifici inutili esploda al piu'presto - trovo sia stata una bestialita' aver istituito il governo dei governi e, i fatti lo confermano - solo danni e scontentezza. E poi cosa c'e' di unito? Solo la rabbia e il malumore. Tutto da riformare e sopratutto, che una eventuale prossima U.E. non ficchi il naso nelle economie degli stati aderenti - se ce ne saranno.

ben39

Ven, 22/06/2018 - 09:29

A proposito della imbarcazione Lifeline, il tweet che hanno spedito nelle ultime ore quelli dell'organizzazione umanitaria tedesca, che riproduce un certificato di registrazione della nave in Olanda, è per quelle navi a cui è permesso di navigare unicamente nei canali e nei porti turistici olandesi e non è assolutamente la registrazione al catasto olandese, che le permetterebbe di navigare in acque straniere battendo bandiera olandese. Quindi hanno barato... ma chi li paga a questi Soros, Bergoglio?

amicomuffo

Ven, 22/06/2018 - 09:46

era la logica conseguenza. Troppo diversi per andare d'accordo. In Sardegna, in questi casi, c'è un famoso proverbio:" cento teste, cento berretti" che significa, ognuno ha il suo modo di fare e di pensare.

DRAGONI

Ven, 22/06/2018 - 09:55

L'ITALIA E' STATA IL PANE SACRIFICALE PER TENERE IN PIEDI L'EUROPA.E' L'ORA DI RIEQUILIBRARE IL RAPPORTO TRA LE NAZIONI UE IL CUI CONSEGUENZIALE PESO ECONOMICO E ANCHE MORALE E' STATO RESO INSOPPORTABILE PER GLI ITALIANI DAI NOSTRI IMBELLI E CALABRACHE CATTO COMUNISTI.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 22/06/2018 - 10:13

Era meglio che ascoltavano i populisti.

SeverinoCicerchia

Ven, 22/06/2018 - 10:25

inutile girarci attorno l'europa è stata voluta dai leader europei, non certo dai popoli europei vi risulta di aver mai votato per entrar nella UE? o per entrar nell'euro? strano, facciamo referendum su tutto, dal maggioritario alla caccia al nucleare, ma nessuno ha mai chiesto cosa ne pensiamo di importanti questioni quali l'integrazione europea poi si meravigliano che il popolo non sia interessato alle brillanti idee delle menti di bruxelles, e che prendano piede sovversive idee quali quella di chieder un visto a chi entra in Italia avete fatto male i conti signori miei, i nodi prima o poi vengono al pettine il popolo non ha mai voluto la vostra europa e quella dei poteri forti che la ha suggerita

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 22/06/2018 - 10:27

DAI CHE E` LA VOLTA BUONA!!

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 22/06/2018 - 10:28

Non sarebbe (e non sarà una tragedia); la storia attraverso i millenni ha visto avvicendarsi regni ed imperi, nati prosperati ed infine tramontati. Dalle ceneri sono poi sorte nuove crescite. Quel che è certo è che questa UE non poteva (e NON PUO') continuare secondo l'architettura predisposta per accontentare uno o al massimo 2 Stati, soffocando tutti gli altri Stati membri, questo detto a livello ECONOMICO; il fenomeno MIGRANTI CLANDESTINI, poi, sembra contribuire a fare crollare PRIMA DEL PREVISTO una casa dalle fondamenta già malandate e compromesse, perchè eccessivamente squilibrata a favore di FR e [soprattutto] DE.

Scirocco

Ven, 22/06/2018 - 10:31

Se deve esplodere che esploda, intanto se non lo fa adesso lo farà non appena l'Inghilterra uscirà. Siamo una accozzaglia di popolazioni troppo diverse fra loro per cultura, storia, sistema di governo,lingua,clima e tanto di più, non siamo e non saremo mai come gli Stati Uniti d'America quindi riprendiamoci ognuno la nostra identità e chiudiamo questo inutile baraccone europeo che costa soltanto e non serve a niente.

grandeoceano

Ven, 22/06/2018 - 10:32

Il piano di Soros e del NWO forse sta finalmente fallendo. Però non illudiamoci, qualche colpo di coda stile Maidan o 11 settembre il serpente può ancora darlo.

Jesse_James

Ven, 22/06/2018 - 10:44

Mamma mia! Non vedo l'ora che esploda questa Europa! Me li hanno fatti a cubetti! Era tanto bello una volta quando ognuno stava per proprio conto, e faceva quello che gli pare.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Ven, 22/06/2018 - 10:50

benissimo. torniamo alla Comunità Economica Europea, che funzionava abbastanza bene e non aveva pretese dittatoriali

Ritratto di adl

adl

Ven, 22/06/2018 - 11:01

"Ma anche messo a nudo lo stato di decomposizione in cui versa ormai l'Unione" dice bene lo stato di decomposizione, Micalessin. La Ue è morta, nella sostanza non nella forma. La sua incapacità i nazionalismi e l'eterna egemonia di Germania e Francia, sono la vera causa della sua prematura dipartita. La potente flebo che la fa apparire in vita sono le poltrone, la burocrazia e gli immorali stipendi. Comunque per la gioia degli europeisti farlocchi, il coma è destinato a durare quella che a mio avviso salterà prima del decesso definitivosalterà è l'alleanza VERDE E GIALLA.

Ritratto di filospinato

filospinato

Ven, 22/06/2018 - 11:28

Il colpo di grazia spetta all'Italia.

tuttoilmondo

Ven, 22/06/2018 - 11:31

La Francia respinge pure le donne in travaglio alla frontiera. La Spagna spara. L'Austria manda l'esercito al valico. Tutti alzano muri e filo spinato. Nessuno vuole poveracci mischiati a terroristi e delinquenti. Allora perché preti e compagni di casa nostra ne vogliono sempre più? C'è solo una spiegazione. Non si tratta di bontà. Si tratta di ricchezza. E' vero, come dicono i vari Prodi e Boldrini che questi "migranti" portano la ricchezza. Ma la portano a chi è ricchissimo. E' di pochi giorni la notizia ISTAT che la popolazione italica è in forte calo. Il fenomeno è irreversibile nel breve. In Italia ci sono più appartamenti che abitanti. Gli imperi immobiliari dei comunisti e dei preti si stanno sgretolando. I padri morendo lasciano l'appartamento ai figli che già ce l'hanno. Il crollo del "metro quadrato" terrorizza la "rendita parassitaria". I parassiti rossi e neri tremano. Ma c'è l'Africa. Ben venga il CAOS pur di continuare a fare i parassiti rossi e neri.

Giorgio5819

Ven, 22/06/2018 - 11:37

Magariii !!

venco

Ven, 22/06/2018 - 11:56

Nella Ue rimarranno Macron e la Merkel e basta.

DemetraAtenaAngerona

Ven, 22/06/2018 - 12:21

Oggi Angelo Panebianco sul Corriere ha scritto...Sovranismo, malattia senile dell’Occidente? Chissà se alcuni dei politici che, sulle due sponde dell’Atlantico, invocano il ritorno pieno delle sovranità nazionali, si rendono conto delle possibili implicazioni. Forse qualcuno sì. Ma sa anche che difficilmente sarà chiamato a risponderne. Per capire occorre una piccola digressione. «Chi rompe paga e i cocci sono suoi» è una regola che vale solo qualche volta in politica. Per lo più, a pagare non è chi ha sbagliato: il conto, e i cocci, vengono affibbiati a qualcun altro. Ciò dipende dalla sfasatura temporale che c’è fra il momento in cui viene....

DemetraAtenaAngerona

Ven, 22/06/2018 - 12:24

Panebianco oggi sul Corriere: Sovranismo, malattia senile dell’Occidente? Chissà se alcuni dei politici che, sulle due sponde dell’Atlantico, invocano il ritorno pieno delle sovranità nazionali, si rendono conto delle possibili implicazioni. Forse qualcuno sì. Ma sa anche che difficilmente sarà chiamato a risponderne. Per capire occorre una piccola digressione. «Chi rompe paga e i cocci sono suoi» è una regola che vale solo qualche volta in politica. Per lo più, a pagare non è chi ha sbagliato: il conto, e i cocci, vengono affibbiati a qualcun altro. Ciò dipende dalla sfasatura temporale che c’è fra il momento in cui viene....

gneo58

Ven, 22/06/2018 - 12:24

sarebbe stato bello avere un'Europa diversa - purtroppo per gli interessi di una minoranza sta saltando tutto - forse e' meglio cosi' si limiteranno i danni causati (gia' gravissimi)

Nick2

Ven, 22/06/2018 - 12:30

Francamente non vi capisco. Avete una voglia pazza che salti l’UE e l’Occidente. Ma dove credete di andare? Vi rendete conto che non è possibile ritornare agli anni 90?. In quel periodo la Cina esportava per 100 miliardi di dollari. Ora per 2200. Uno staterello come l’Italia verrebbe schiacciato, distrutto. Voi vedete, al difuori dell’occidente, un Eldorado? No, c’è solo miseria, guerra, dittatura, negazione dei diritti, mancanza di welfare. Siete quasi tutti ultrasettantenni (fuori dall’occidente sareste bell’e seppelliti da almeno un decennio). Possibile che sappiate solo ripetere come pappagalli ciò che questi giornali vi mettono in testa? “Soros, Soros”, “meticciato”, “nuovo ordine mondiale”. Ragionate con la vostra testa”! Non avete a cuore il futuro dei vostri figli e nipoti?

OctopusVR

Ven, 22/06/2018 - 12:39

SeverinoCicerchia sostiene che l'europa è stata voluta dai leader europei, non certo dai popoli europei e se ci risulta di aver mai votato per entrar nella UE? o per entrar nell'euro? Si potrebbe rispondere: gli americani hanno votato per mettere insieme di 52 stati? od era forse la logica delle cose metterli insieme?

tonipier

Ven, 22/06/2018 - 12:49

" IL DECLINO DELL'EUROPA" L'esito infausto della seconda guerra mondiale del 20° secolo ha segnato il naufragio dell'Europa e la fiaccola della preminenza ideale della autonomia creatrice caduta dalle mani degli europei, è stata raccolta da popoli incapaci di assicurare la perpetuazione e la stratificazione di valori vivificanti dal genio della creatività prometeico-faustiana, cioè greca, germanica, romana.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 22/06/2018 - 12:56

DemetraAtenaAngerona Ven, 22/06/2018 - 12:24, anche sulle pensioni c'è gente che la prenda da oltre trent'anni e dopo aver incassato i propri contributi sta fregando quelli dei pronipoti.."Ciò dipende dalla sfasatura temporale che c’è fra il momento in cui viene.....

internauta

Ven, 22/06/2018 - 13:08

La storia dell’umanità dimostra che l’idea di un mondo globalizzato, così accarezzata dalle élite sovranazionali, non è compatibile con la natura umana, così territoriale e competitiva. Dal mito della Torre di Babele e dei babilonesi, puniti da Jehovah per la loro superbia con la dispersione e la confusione delle lingue, ogni tentativo di globalizzazione è sempre miseramente fallito. Presto o tardi è crollato ogni impero, da quelli antichi fino a quelli coloniali recenti. E la stessa fine farà il tentativo di occidentalizzare il mondo intero. Tuttavia, una parte dell’umanità, come nel supplizio di Tantalo, continua stupidamente a spingere faticosamente un masso, su per un versante scosceso, destinato a rotolare invariabilmente giù per il versante opposto. Un paradosso dovuto a un difetto originale nella natura di questa parte di umanità, quello di andare contro la natura e le sue leggi, che porta a sfregiare e degradare sempre più la Madre Terra e i suoi abitanti.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Ven, 22/06/2018 - 13:09

E' bastato che una nazione sostituisse un leccapiedi non eletto con un ministro dotato di attributi... e il castello di carte è crollato

Malacappa

Ven, 22/06/2018 - 13:42

Si si si che esploda oramai ha rotto

killkoms

Ven, 22/06/2018 - 13:47

sui migranti!

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 22/06/2018 - 13:55

OctopusVR "l'europa è stata voluta dai leader europei, non certo dai popoli europei" - NIENTE DI PIU VERO : l'UE è stata fondata sulla moneta unica(€) non per votazione popolare; e l'€uro è stato architettato da gente che sapeva (E SÀ) bene il proprio mestiere; ad un certo punto con l'entrata a regime dell'€uro (2002) i popoli europei si sono ritrovati loro malgrado SENZA ESSERNE STATI INTERPELLATI a concorrere e a vivere in questa "finta" unione di Stati, dato che essa non è stata costituita per via DEMOCRATICA ma pianificata SOLO SULL'USO della MONETA UNICA. Ci sono voluti almeno 10anni per comprendere che -alle regole imposte- l'UE era conveniente ECONOMICAMENTE SOLO per un Paese (la Germania, grazie alla svalutazione che i tedeschi hanno ricevuto con l'adozione dell'€uro rispetto al loro storico MARCO, aspetto FONDAMENTALE per un Paese ad alta capacità industriale votato all'EXPORT di prodotti AD ALTO VALORE AGGIUNTO) e castrante per il resto degli altri.

nerinaneri

Ven, 22/06/2018 - 14:06

...saranno tempi duri per i pensionati...l'estate e' lunga...

SeverinoCicerchia

Ven, 22/06/2018 - 14:07

Caro OctopusVR, non facciamo paragoni azzardati tra europa e USA... ogni europeo che entrava a Liberty island abbracciava le regole della nazione esistente, la lingua, la moneta, gli ideali, l'america, e implicitamente sceglieva. Quando arrivavi avevi fatto la tua scelta e la accettavi, rinunciando all'italia e alla lira....qua non esisteva nulla di tutto ciò, esistevano i tedeschi, gli italiani, i francesi, il marco, la lira, e si è fatto un colpo di mano senza nemmeno consultare i poipoli. cosa stai dicendo? Ora chi non ha mai espresso una opinione esprime dei dubbi

SeverinoCicerchia

Ven, 22/06/2018 - 14:08

l'america è stata fatta dalla storia, l'europa dai poteri forti, easy and simple

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Ven, 22/06/2018 - 14:20

Octopus VR, paragonare la storia europea con quella americana è un'operazione alquanto ardita, e sinceramente fuori luogo in questo caso

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 22/06/2018 - 14:30

@ Nick2 "Avete una voglia pazza che salti l’UE e l’Occidente..." --- guarda ti do una notizia : non è solo questione di "occidente" ma del mondo intero che è seduto su una POLVERIERA di DEBITO (misto PUBBL + PRIVATO) che da rapporti ufficiali di FMI e BIS (dati incontestabili quindi) al 2017 ha raggiunto quasi il 300% dell'intero pil mondiale (con valore assoluto di 200mila miliardi di $); a concorrere questo debito c'è MOLTA CINA (al cui interno c'è un sistema di finanza "ombra" con buchi da fare PAURA, ma i comunissti sono sempre stati bravi a mascherare le loro pecche) e MOLTO USA. A seguire molto GIAP e molta UK, senza dimenticare Francia e Germania... A confronto, il tanto citato [dai media esteri] DEB PUBBL ITA per i suoi soli 2300 miliardi sono noccioline. Considerata la stretta interazione finanziaria di questi paesi, è sufficiente che salti una loro banca o una loro grande società, per avviare un effetto domino dagli effetti esplosivi.

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 22/06/2018 - 14:36

Aspettiamo con ansia il botto, sicuramente dopo staremo molto meglio di come siamo ridotti ora.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 22/06/2018 - 14:41

2ndo tent "l'europa è stata voluta dai leader europei, non certo dai popoli europei" -- NIENTE DI PIU' VERO : l'UE è stata fondata sulla moneta unica(€) non per votazione popolare; e l'€uro è stato architettato da gente che sapeva (E SÀ) bene il proprio mestiere; ad un certo punto con l'entrata a regime dell'€uro (2002) i popoli europei si sono ritrovati loro malgrado SENZA ESSERNE STATI INTERPELLATI a concorrere e a vivere in questa "finta" unione di Stati, dato che essa non è stata costituita per via DEMOCRATICA ma pianificata SOLO SULL'USO della MONETA UNICA. Ci sono voluti almeno 10anni per comprendere che -alle regole imposte- l'UE era conveniente ECONOMICAMENTE SOLO per un Paese (la Germania, grazie alla svalutazione che i tedeschi hanno ricevuto con l'adozione dell'€uro rispetto al loro storico MARCO, aspetto FONDAMENTALE per un Paese ad elevata capacità industriale votato all'EXPORT di prodotti AD ALTO VALORE AGGIUNTO) e castrante per il resto degli altri.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 22/06/2018 - 14:59

3zo tentativo "l'europa è stata voluta dai leader europei, non certo dai popoli europei" -- NIENTE DI PIU' VERO : l'UE è stata fondata sulla moneta unica(€) non per votazione popolare; e l'€uro è stato architettato da gente che sapeva (E SÀ) bene il proprio mestiere; con l'entrata a regime dell'€uro (2002) i popoli europei si sono ritrovati loro malgrado SENZA ESSERNE STATI INTERPELLATI a concorrere e a vivere in questa "finta" unione di Stati, dato che essa non è stata costituita per via DEMOCRATICA ma pianificata SOLO SULL'USO della MONETA UNICA. Ci sono voluti almeno 10anni per comprendere che -alle regole imposte- l'UE era conveniente ECONOMICAMENTE SOLO per un Paese (la Germania, grazie alla svalutazione che i tedeschi hanno ricevuto con l'adozione dell'€uro rispetto al loro storico MARCO, aspetto FONDAMENTALE per un Paese ad elevata capacità industriale votato all'EXPORT di prodotti ad ALTO VALORE AGGIUNTO) e castrante per il resto degli altri.

nerinaneri

Ven, 22/06/2018 - 16:15

aorlansky60: chi e' quel...che interpella i pensionati?...

SeverinoCicerchia

Ven, 22/06/2018 - 16:37

la unione europea ha portato la pace : falso. La nato e la presenza americana in tutta europa occidentale, la deterrenza nucleare, hanno portato la pace. la pace esiste da prima dell'europa la unione europea ha portato crescita e benessere. falso. i dati dicono che dal 95 l'italia è fanalino di coda nella crescita. La crescita è avvenuta PRIMA dell'euro e di questa europa. La crescita vi è stata dopo la guerra e dopo il piano marshall. la unione europea ci sta portando il potere delle banche, l'aumento dell'età pensionabile, immigrazione selvaggia. VERO questi sono fatti, il resto teoria di chi ha voluto questo obbrobrio, amplificata da buona stampa

Maver

Ven, 22/06/2018 - 17:39

@Nick2 lei non vuole il crollo della UE vero? Immagino sia stato piuttosto a suo agio in questi anni, beato lei ma vede: il resto non se l'è passata molto bene.

ClioBer

Ven, 22/06/2018 - 17:52

Gentile Cancelliera, ha combinato un guaio di proporzioni immani, che porterà dritto alla dissoluzione della UE. Forse si fa in tempo a riparare, ma prima di pensare a rimpatri ed espulsioni, le cui problematiche si possono affrontare dopo, bisogna incominciare a difendere, senza pietismi fuori luogo e ingiustificati e con ogni mezzo, i confini di mare e di terra dell’Europa contro la vile e subdola “INVASIONE”. Altrimenti, saremo sempre ricattabili, aumenteranno sempre di più le pretese e ci ridurranno alla miseria. Faccia un po’ Lei, ma più tempo passa e sempre più difficile e complicato diverrà la soluzione. A meno che, nelle sue ambizioni non ci sia, come qualcuno ventila, un’Europa meticcia e islamica.

Ritratto di malatesta

malatesta

Ven, 22/06/2018 - 17:54

Oggi l'ha detto anche il Papa sull'aereo di ritorno dalla visita in Svizzera..aiutare le popolazioni nel loro territorio...allora mi sono domandato..: se anche il Papa finalmente l'ha capito perche' non lo capisce l'Europa che la strada giusta da seguire e' questa?.Per pigrizia e disinteresse?..L'insegnamento viene anche da tante Onlus che da decenni lavorano in silenzio all'insegna del volontariato, al di fuori delle politiche sporche dei "Saviano" e che nessuna televisione purtroppo fa vedere...Perche?

tuttoilmondo

Ven, 22/06/2018 - 18:45

Uno Stato sovrano come può essere l'Italia, non deve avere paua dei nuovi colossi come la Cina e fra poco anche la Eussia. La nostra offerta è diversa dai pastrocchi cinesi e matriosche russe. Abbiamo eccellence in potenza che ci possono arricchire all'infinito. Basta eòiminare )non fisicamente, s'intende) i comunisti che infettano il Paese. Lavorare sodo, lavorare bene, vivere con orgoglio, amare la Patria, renderla sempre più puliya, ordinata, sicura, appetibile al grande turismo e investire nella ricerca, e poi tornare a studiare seriamente per sfornare geni e non somari. Se l'unico modo per ottenere rispetto, ordine, pulizia, capaità, competitività è la dittatura... ben venga la dittatura. Ma quella buona. Che premia i migliori e aiuta chi sta dietro. Si può fare. Chi dice il contrario è uno sciocco, ignorante e... comunista. Ormai il comunismo è sparito in tutto il mondo: solo in Itali a è foraggiato per colpa degli utili idioti.

Carlo36

Sab, 23/06/2018 - 20:08

Che l'Europa non funzionasse si sapeva da tempo. Francia e Germania si sono sempre imposte minacciando i paesi che non la pensavano come loro. A Bruxelles i burocrati non eletti hanno da tempo sempre combinato guai. Se l'Europa esplode a causa dell'arroganza del cicisbeo Micron, meglio così. Nascerà una nuova Europa quella voluta da Sforza, De Gasperi, Schumann ed Adenauer veri politici intelligenti e lungimiranti. L'Europa dei popoli. La sinistra era sempre contraria inizialmente all'Europa. Poi intravide la possibilità di impadronirsene con una gestione dittatoriale centralizzata simile alla vecchia URSS e questi sono ora i risultati.