Ghiaccio, frutta e cappello per battere il caldo

Il ministero della Salute raccomanda di bere molto. Occhio a viaggi e colpi di calore

Roma - Le ondate di calore non sono più una novità specialmente nelle grandi città. Il ministero della Salute dunque ha elaborato una serie di raccomandazioni per aiutare i cittadini a superare in sicurezza le giornate più critiche. Ecco dieci consigli per sopravvivere alla canicola dall'A alla Z.

1. ALIMENTAZIONE Meglio mettere da parte peperoncino, pepe e tutti i cibi elaborati e piccanti. Meglio il pesce rispetto alla carne e ovviamente frutta e verdura a volontà. Attenzione anche alla conservazione degli alimenti che con il caldo si alterano più rapidamente quindi non lasciare i cibi deperibili come i latticini o la carne a temperatura ambiente.

2. ABBIGLIAMENTO É il caso di tirare fuori un cappello leggero meglio se a falde larghe. Evitare i tessuti sintetici e vestiti troppo stretti meglio il cotone e il lino.

3. ANZIANI E BAMBINI Se possibile evitare di uscire tra le 11 del mattino e le 18 nelle giornate in cui si annuncia un rischio elevato. Gli anziani ed i bambini dovrebbero restare in casa ed evitare di passeggiare nei parchi nelle ore più calde. Gli esperti invitano alla cautela anche le donne in gravidanza Gli anziani in particolare sono più a rischio perchè avvertono di meno sia lo stimolo della sete sia il rialzo delle temperature.

4. BEVANDE ALCOLICHE Con il caldo occorre bere di più ma ovviamente l'alcol va evitato perché potenzia gli effetti del caldo e aumenta la sudorazione. La dose consigliata è almeno due litri di acqua al giorno cercando di evitare le bevande zuccherate e gassate e anche tutte quelle che contengono caffeina.

5. CONDIZIONATORI L'uso dell'aria condizionata nei luoghi di lavoro e anche a casa è consigliato ma con moderazione. La temperatura ideale non deve scendere al di sotto dei 24 gradi. Sì anche al ventilatore ma non va mai indirizzato direttamente sulla persona.

6. COLPO DI CALORE Quando la temperatura si alza e si associa ad un forte umidità il colpo di calore è in agguato. Di solito si manifesta con mal di testa nausea e vertigini e nei casi più gravi ai arriva alla perdita di coscienza. Occorre prima di tutto evitare di disidratarsi ovvero di perdere più acqua di quanta se ne assume e questo accade quando si perdono molti liquidi sudando o ad esempio se si assumono diuretici. Se si assiste una persona con un colpo di calore l'obbiettivo è far scendere la temperatura corporea ad esempio con del ghiaccio sulla testa o avvolgendo il corpo con un asciugamano bagnato. un altro rischio è quello della congestione se si assumono bevande troppo fredde magari dopo uno sforzo o comunque quando il corpo è surriscaldato. Il rischio è il blocco della digestione di solito si suda con abbondanza e si avverte un dolore al torace.

7. INTEGRATORI Certamente i sali minerali contribuiscono ad avitare che l'organismo si disidtrati ma il ministero della Salute raccomanda di sentire comunque sempre prima di assumerli il parere del proprio medico.

8. MALATI CRONICI Sono ovviamente a rischio con l'aumento delle temperature. Soprattutto chi soffre di disturbi cardiocircolatori, diabete e malattie neurologiche. Cautela anche per chi soffre di ipertensione e in generale per chi assume farmaci come i diuretici. Si raccomanda anche di verificare la conservazione dei farmaci che non devono essere esposti al sole o a fonti di calore.

9. SPORT Attenzione agli sforzi fisici eccessivi se si fa sport soprattutto all'aria aperta occorre evitare le ore più calde e porre maggiore attenzione all'idratazione.

10. VIAGGI IN AUTO Se l'auto è al sole meglio aprire tutti gli sportelli e aspettare prima di salire lasciando comunque i finestrini aperti. E quando fa così caldo mai lasciare persone o animali all'interno neppure per pochi minuti. Portate sempre scorte d'acqua in caso di code e attese. Evitare l'alcol.

Commenti

titina

Sab, 24/06/2017 - 15:01

11. Infilatevi in un centro commerciale e restate lì per ore, al fresco.