Giallo a Barcellona, ragazzo italiano deceduto in aeroporto

Secondo le autorità iberiche Michele Romano, 26enne di Isola Liri, sarebbe precipitato dal tetto

Diana Alfieri

Giallo a Barcellona. Un ragazzo italiano è stato trovato morto all'aeroporto della città catalana. Si tratta di Michele Romano, 26 anni, originario di Isola del Liri, in provincia di Frosinone. Secondo le autorità, il giovane sarebbe precipitato dal tetto dello scalo. Romano era in Spagna per lavorare, invece ha trovato la morte.

Le indagini sono in corso per accertare la dinamica dei fatti e sarà eseguita anche l'autopsia. La morte del ragazzo risale a mercoledì mattina, verso le 6.30. Michele, diplomato all'Ipsia e figlio di un consigliere comunale Pd, era arrivato sabato scorso nella città catalana e cercava lavoro come pizzaiolo. La città, attonita per la notizia giunta ieri da Barcellona, piange il figlio del suo consigliere comunale. Il giovane Michele Romano spesso viaggiava tra la Spagna e Isola del Liri. Era tornato a Barcellona proprio nei giorni scorsi dopo un periodo trascorso a casa. Ieri, intorno all'ora di pranzo, la sua famiglia è stata raggiunta dai carabinieri che hanno dato la tragica notizia: «Siamo scioccati per quanto accaduto», ha commentato a caldo il sindaco Vincenzo Quadrini. La notizia in breve tempo ha fatto il giro della città. Lo sgomento ha preso il sopravvento. Ancora il sindaco: «Esprimo a nome di tutti vicinanza alla famiglia Romano, alla mamma e al papà Pierluigi, nostro consigliere comunale». Ora si attende l'autopsia. Una tragedia che ha colpito la città all'improvviso, lasciando tutti attoniti. Gli amici ricordano Michele come piuttosto taciturno, riservato, con la passione per la Spagna, un ex studente dell'Ipsia che spesso tornava a Isola dove aveva lavorato in una nota pizzeria.