Il giallo della Cucinotta Arrivata a Pechino e subito rimpatriata

L'attrice madrina Alitalia, ma i cinesi rovinano la festa: colpa del visto non valido

Madrina respinta e rimpatriata. Roma-Pechino-Roma in ventiquattr'ore: un (involontario) record. Maria Grazia Cucinotta, una delle regine della bellezza italiana, ha tenuto a battesimo il primo volo di Alitalia tra Roma e Pechino, ma la sua missione si è conclusa in anticipo sui programmi: esattamente al controllo passaporti dell'aeroporto della capitale cinese, dove le è stato negato l'ingresso perché il visto non era valido. Qui ci sono stati lunghissimi minuti di trattative per cercare di risolvere il fastidioso imprevisto: l'attrice faceva parte della delegazione del ministro dei Beni culturali e del Turismo Dario Franceschini, ma altro disguido - sembra che il suo nome non apparisse nella lista. È facile immaginare che non sia semplice convincere il personale di dogana cinese ad accettare un documento non in regola. Pare che si profilasse una soluzione, ma intanto i minuti passavano e il volo per Roma di Alitalia era già sui tabelloni. Così, la bella madrina ha deciso di rinunciare e di riprendere lo stesso Airbus 330 per tornare indietro: era la soluzione con il minor livello di incognite. Addio ricevimenti ufficiali, mondanità e celebrazione della femminilità italiana.

A rappresentare il Paese sono rimasti il ministro Franceschini e l'amministratore delegato di Alitalia, l'australiano Cramer Ball: in confronto alla Cucinotta, i cinesi ci hanno senz'altro perso. Lei, al telefono, minimizza: «Nessun problema, era già previsto che rientrassi subito: sto girando, non potevo bloccare il set, e poi dovevo raggiungere i miei in vacanza». Poi aggiunge, in lieve contraddizione: «Ho un visto permanente, c'è stato qualche problema ma avevo già chiamato la mia produzione cinese per risolverlo...».

Per la compagnia italiana (meglio: italo-araba) la riapertura del volo diretto per Pechino è un forte segnale di sviluppo, e in quanto tale doveva essere trattato con solennità. Maria Grazia Cucinotta, bellezza mediterranea apprezzata anche sotto la Muraglia, era stata prescelta per portare una ventata di freschezza italiana: del resto il programma esplicito di James Hogan, numero uno di Etihad, è quello di rendere l'Alitalia «più sexy». Chi meglio di lei, allora?

Poco prima della partenza ha fatto avere il passaporto agli uffici della compagnia, che hanno verificato la validità del visto. Invece, un infido pasticcio burocratico di date e di ingressi, non facile da riconoscere, lo ha reso inefficace.

Tra imbarazzo e sgomento, la bella signora ha salutato, fatto dietro front ed è stata riaccompagnata nella business class dell'Airbus appena lasciato: che beffa! Anche sotto il profilo della stanchezza, tour de force non invidiabile: la partenza da Roma è stata lunedì 18 alle 14.30, l'arrivo a Pechino alle 6.20 del giorno dopo. Detratti i fusi, dieci ore suonate di volo. La mesta ripartenza da Pechino è stata alle 9.30 locali tre ore dopo l'atterraggio e il rientro definitivo a Roma martedì alle 14.25. Venti ore di volo in ventiquattr'orePer la Cucinotta-madrina era cominciato tutto bene, con una festicciola d'inaugurazione all'imbarco: alla presenza di un pubblico festoso, a Fiumicino ha anche indossato la giacca, la sciarpa e il cappello della nuova divisa delle hostess Alitalia, con cui ha posato sorridente per i fotografi. In voloha accettato la richiesta di molti selfie, e ha anche girato un piccolo video di auguri per la nipotina di una hostess. «È stata una settimana complicata ha confessato a qualcuno -. Giorni fa sono anche scivolata da un gradino e mi sono storta una caviglia. Mi fa male un piede». Condizioni non ideali per un lungo viaggio. Se in più ci si mette la dose di bile...

Commenti

canaletto

Gio, 21/07/2016 - 10:14

Siamo proprio dei buffoni, non sappiamo nemmeno presentare una domanda di visto che sia autentica. Che figuria da repubblica delle banane

cgf

Gio, 21/07/2016 - 10:23

un'altra franceschinata... che bel biglietto da visita voler entrare illegalmente in un Paese, la Cina mica è come l'itaGlia che va a prendere i clandestini a casa loro.

cgf

Gio, 21/07/2016 - 10:25

poi cosa c'avranno da ride con quelle divise? patiscono un caldo esagerato..

Una-mattina-mi-...

Gio, 21/07/2016 - 10:42

UGUALE COME DA NOI, PRECISO, PRECISO. EVIDENTEMENTE IN CINA NON CI SI AUTOCERTIFICA

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 21/07/2016 - 10:46

Credono che la Cina sia come l'Italia dove entrano cani e porci ?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 21/07/2016 - 10:47

L'Italia avrebbe bisogno di 10 anni di governo cinese. A fare un po' di pulizia. Al sud e nei ministeri invece vorrei metodi alla Erdogan.

Ritratto di alex274

alex274

Gio, 21/07/2016 - 11:02

Non occorrono questi esempi per capire l'incompetenza di certi uffici e funzionari. Basta parlarci assieme cinque minuti.

venessia

Gio, 21/07/2016 - 11:17

sembra il trio Lescano, ma maramao è mica morto nello zhōng huá

wrights

Gio, 21/07/2016 - 11:26

Last minute.....China!!!!

UrbanoSecondo

Gio, 21/07/2016 - 11:47

"è quello di rendere l'Alitalia «più sexy»" ma quando mai ! con quelle divise Italo Arabe ?! Abbiamo dato dato un calcio allo stile ed alla eleganza che ci più rappresenta nel mondo .

FRANZJOSEFVONOS...

Gio, 21/07/2016 - 11:48

CONSIDERANDO CHE CUCINOTTA E' MESSINESE ED E' DEL QUARTIERE CAMARO SI USA DIRE A MESSINA CHI FIGURA I PEPPI NAPPA. PIU' O MENO IN MODO PULITO LA FAMOSA FRASE DI EMILIO FREDE PEPPI SIGNIFICA PEPPINO NAPPA E' UNO STUPIDO

fabiotg

Gio, 21/07/2016 - 11:54

pensava che entrare in Cina era come entrare in Italia

Ritratto di Lissa

Lissa

Gio, 21/07/2016 - 12:08

@Ausonio, personalmente non c`è bisogno di prendere esempio da altri paesi. C`è stato un determinato periodo storico, dove tutti gli altri paesi, prendevano esempio dalla Nazione Italia, che noi ripudiamo.

NickByte

Gio, 21/07/2016 - 12:18

.. scusi Redazione .... giusto per capire ... il volo ovviamente a carico dei contribuenti .. ??? ....

giovauriem

Gio, 21/07/2016 - 12:22

il problema alitalia è che ha al comando tutta gente del nord , notoriamente addormentati e poco intelligenti .

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 21/07/2016 - 12:47

20 ore di volo ? Avrà preso 20.000 euro. Poveretta...

cgf

Gio, 21/07/2016 - 12:47

@UrbanoSecondo guardi che il rossetto ha una tonalità specifica x Al-ItaGlia - personalmente a me ricorda certe signorine ferme ad aspettare.... l'autobus fuori orario ed ho una nipote che lavora a Fiumicino, mi ha dato ragione.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 21/07/2016 - 12:55

Niente involtini primavera per la Cucinotta? Può sempre consolarsi con l'arte culinaria. Infatti è l'Alitalia che ha esagerato mettendole la testa tra le nuvole.

venessia

Gio, 21/07/2016 - 12:55

dai però la sig.ra Cucinotta è una gran bella ragazza

blackbird

Gio, 21/07/2016 - 12:59

La Cucinotta ha architettato il tutto per evitare di trascorrere una settimana (!) con Franceschini.

ziobeppe1951

Gio, 21/07/2016 - 13:01

Giovauriem12.22.....leggi i nomi dei dirigenti alitalia, troverai delle sorprese...auguri

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 21/07/2016 - 13:01

organizzazione di quelli usciti con il voto politico....

blackbird

Gio, 21/07/2016 - 13:03

@ NickByte: Ovviamente! Anche il "biglietto" di Cramer Ball scommetto che è a carico dell'entourage di Franceschini!

giovauriem

Gio, 21/07/2016 - 13:27

ziobeppe 1951 , il presidente è un certo luca nato a bologna già affossatore di alcuni marchi di un certo nome , quando schisano diventerà presidente ne riparleremo .

billyserrano

Gio, 21/07/2016 - 13:45

sexi proprio non direi. Mi sembrano piuttosto dei componenti di una banda scozzese o tirolese.

cgf

Gio, 21/07/2016 - 13:52

sul volo inaugurale hanno usato un B777 che nonostante i 14 anni di età lo avranno considerato più sicuro del più recente a330 (6 anni) che inizierà oggi? Non sono i soli!! CMQ la Cucinotta era ospite Alitalia, Cramer Ball non paga il biglietto sui voli AZ (e non solo), Darietto.. fosse solo questo volo!! cmq anche questo pagato da AZ perché chi ha da guadagnare qui è proprio AZ, il volo per la Cina in passato è stato più volte iniziato e poi interrotto, questa volta ci provano col turismo.. Prodi non ha portato bene, ma che sia la volta buona? glielo auguro. BTW Alitalia non è più pubblica da un tot.

jeff

Gio, 21/07/2016 - 14:13

A me non piace neanche un po' sta Cucinona grande e grossa

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 21/07/2016 - 14:53

@UrbanoSecondo:...a questo punto,già che ci siamo,potrebbero mettersi il velo,e coprirsi!...Fanno pena!.....Comunque sia,degni rappresentanti di una ITRABIA,che si va "integrando" a passi da gigante!!!

Stefano960

Gio, 21/07/2016 - 15:56

continuiamo a prendere pesci in faccia da tutti visto che l'attrice faceva parte della delegazione del ministro dei Beni culturali e del Turismo Dario Franceschini potevano essere tolleranti o la Cucinotta era una spia? In paese di m....a come la Cina la Cucinotta portava almeno un po di classe made in Italy....comunque un flop organizzativo della delegazione....rappresenta effettivamente l'Italia come va di questi tempi!!!!!!!!!!

Blueray

Gio, 21/07/2016 - 16:25

Certo che quelle divise, uniformi o come le vogliamo chiamare fanno proprio pena, sembrano tre soldatesse ma potrebbero essere anche in forza alla G.di F.

RobertRolla

Gio, 21/07/2016 - 16:46

Visto che ti succede se voli con De Montezemolo? Alitalia ... da evitare! Sempre detto e ribadito.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 21/07/2016 - 18:24

Lissa - innegabile che l'Italia sia stata una nazione solo durante il Ventennio. Ma per trasformare una massa di individualisti in un popolo servono più di 20 anni. Mussolini non riuscì in una missione così difficile. Ma l'Italia è stata fatta da lui, non certo dai 4 massoni del Risorgimento al soldo della GB.

Ritratto di gian td5

gian td5

Gio, 21/07/2016 - 18:29

Beh, un viaggi organizzato da Dario Franceschini per la Cucinotta non poteva andare diversamente, come metti assieme due comunisti il risultato è il caos.

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Gio, 21/07/2016 - 20:35

Inizio Giugno la Sig.ra Cucinotta era a Shanghai (fotografata da una mia conoscente in un ristorante Italiano). Il fatto che gli abbiano negato l'ingresso è sicuramente strano, considerando che, male che ti vada puoi ottenere un permesso di 72 ore se hai un biglietto di rientro o di collegamento verso l'estero nell'arco di quel tempo. Evidentemente ha fatto qualche stupidaggine che non è piaciuta a qualcuno quando era in Cina

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Gio, 21/07/2016 - 21:07

Negli anni '60 per lavoro soccorsi un cantante famoso incasinato: non aveva il passaporto per la Televisione di Montecarlo ospiti di Herbert Pagani, ma non avevano documenti. Secondo voi, all'apice Hit Parade e serate con cachet di 7.000.000 di lire a sera, ma si dimostrò sempre un pirla a differenza di altri del gruppo bravi ed umili ragazzi come lo fu Fausto Leali. Che vuoi perchè Franceschini non è casinista come lo fu il furbetto Water Veltroni all'altezza?

Ritratto di MisterDD

MisterDD

Gio, 21/07/2016 - 21:24

QUALE GIALLO? Pensava "Mah io sono la Cucinotta, figurati se non sanno chi IO sono in Cina" . hahahaha che figura di MXXXXDA. Tipici italioti che non dovrebbero girare per il mondo.

Ritratto di MisterDD

MisterDD

Gio, 21/07/2016 - 21:32

C'e' dell' altro. Se doveva rimanere a Beijing, Shenzhen o ZhuHai per un breve periodo di tempo equivalente a 3/5 giorni, avrebbe potuto usuffruire di un Beijing Special Entry, che viene rilasciato direttamente alla dogana. Consente solo di rimanere entro la zona di pechino. Forse avrebbe potuto informarsi quando era li. Ho vissuto in Cina 10 anni... please!

il sorpasso

Ven, 22/07/2016 - 07:04

Allora cosa c'è da stupire? E' giusto che sia stata rimpatriata, magari Franceschini potevano tenerselo.

umberto nordio

Ven, 22/07/2016 - 08:41

Non c'è da sorprendersi. Tutta l'organizzazione del viaggio sarà stata affidata ad Alitalia......