Giallo sulle navi già partite. Serve il voto del Parlamento

Le forze armate smentiscono il via all'operazione. La Pinotti: "C'è un pattugliatore di Mare Sicuro"

Non c'è nessuna nave della Marina Militare in viaggio verso la Libia e non ci sarà almeno fino a dopo martedì, quando il Parlamento dovrà decidere se approvare o meno il provvedimento con cui il Consiglio dei ministri ha autorizzato l'invio di mezzi navali di fronte alle coste di Tripoli. Lo ha puntualizzato con una nota lo Stato Maggiore Difesa, che chiarisce: «Tale attività, necessaria premessa per lo sviluppo di un successivo intervento, verrà svolta solo a seguito di direttiva dell'Autorità politica e dopo aver concordato gli aspetti tecnici con la controparte libica. Sarà cura di questo Stato Maggiore dare comunicazione quando l'attività di ricognizione verrà effettuata».

D'altronde, la notizia è stata confermata ieri anche dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti la quale, a margine di un evento alla base Comsubin di Varignano (La Spezia), ha spiegato: «Sarà un pattugliatore che fa parte della missione Mare Sicuro - dispiegata nel Mediterraneo Centrale - ad entrare nei prossimi giorni nelle acque libiche per fare la ricognizione e capire meglio le necessità della missione che l'Italia si appresta a far partire di supporto alla guardia costiera libica. Ma l'ingresso della nave italiana nelle acque territoriali del Paese nordafricano avverrà solo con modalità concordate con il governo di Tripoli, che tiene molto alla sua sovranità e non vuole dare l'idea che forze militari di altri Stati abbiano libero accesso alle proprie acque». Quindi, l'arrivo nelle acque territoriali libiche di unità navali italiane potrebbe avvenire non prima del 7-8 agosto e previo accordo con le autorità di Tripoli.

Il ministro della Difesa ha tenuto quindi a dire: «La guardia costiera libica sta facendo un lavoro importante per riprendere i confini marittimi, ma ha bisogno di un sostegno. Il presidente Serraj lo ha richiesto con una lettera al governo e noi pensiamo che sia importante, in un momento in cui la Libia cerca di ricostruire le proprie capacità di controllo dei confini, di essere disponibile a dare una mano». Ha quindi puntualizzato: «Lo abbiamo già fatto quando c'era da rispondere alla cura dei feriti subito dopo la battaglia contro il terrorismo per riprendere Sirte. Oggi lo facciamo per stroncare il traffico degli scafisti. Chiudere questo traffico illecito è obiettivo che deve essere di tutti».

Sarà, dunque, quello in Parlamento il passo decisivo che potrà dare il via alla nuova misura per combattere l'immigrazione incontrollata e dare una mano alla Libia in questo compito. Da voci di corridoio, comunque, nei palazzi dello Stato Maggiore Difesa e in quelli delle Forze armate si sta già studiando il «piano d'attacco». A farla da padrone sarà proprio la Marina militare con i suoi mezzi, ma anche Aeronautica ed Esercito contribuiranno con i loro assetti e i loro uomini.

Le informazioni acquisite in questi anni grazie alle registrazioni dei Predator dell'Am lungo le coste del Nord della Libia e ai rilievi effettuati dai sistemi satellitari o altri mezzi sia aerei che navali, saranno una carta importante che potrà far dare «scacco matto» nella lotta ai trafficanti di esseri umani e, quindi, nel blocco delle partenze verso l'Italia. ChG

Commenti

fer 44

Dom, 30/07/2017 - 08:29

"Ma l'ingresso della nave (MILITARE) italiana nelle acque territoriali del Paese nordafricano avverrà solo con modalità concordate con il governo di Tripoli, che tiene molto alla sua sovranità e non vuole dare l'idea che forze militari di altri Stati..."!!! Ma non vi risulta che una decina di giorni fa, una nave MILITARE TEDESCA abbia sbarcato 900 clandestini in un porto Italiano? AUTORIZZATA DA CHI AD ENTRARE NELLE NOSTRE ACQUE TERRITORIALI ???

Ritratto di Annasamo

Annasamo

Dom, 30/07/2017 - 08:45

Vogliamo la diretta del voto parlamentare, per vedere bene chi vota contro. Per non votarlo mai più.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 30/07/2017 - 09:04

Ma la pinotta sa di cosa parla??

un_infiltrato

Dom, 30/07/2017 - 09:05

E se l'ha detto [LA] Pinotti, che è una donnina così aggarbata, possiamo dormire sonni tranquilli.

Blueray

Dom, 30/07/2017 - 09:06

"L'arrivo nelle acque territoriali libiche di unità navali italiane potrebbe avvenire non prima del 7-8 agosto": di quale anno scusate?

Happy1937

Dom, 30/07/2017 - 09:10

" Mentre aspettavano, l'armata marciava " e, nel frattempo ONG e Cooperative di rossi e Preti continuavano a far quattrini sulla pelle dei disgraziati attingendo dalle nostre tasche.

Ritratto di ...iTag£iafrica..

...iTag£iafrica..

Dom, 30/07/2017 - 09:31

pinotta chi quella del rolex?

Ritratto di Quasar

Quasar

Dom, 30/07/2017 - 09:49

Macche' voto... in dittatura non serve !!

piazzapulita52

Dom, 30/07/2017 - 09:50

SE LO DICE LA PINOTTI!!! AH AH AH AH AH!!!

michettone

Dom, 30/07/2017 - 09:54

.....viste pero', cara Pinotto, pardon Pinotti, le cavolate fatte precedentemente, anzi pardon, gli interventi MAI fatti finora, ci permetta di essere almeno dubbiosi sulle sue parole, in quanto, se lei dice una cosa e Gianni, pardon, Gentiloni, ne dice un'altra, allora, mi sa che, non e' cambiato ancora alcunche'! Da qui al 7 agosto, mancano soltanto sette giorni! STAREMO A VEDERE, se finiranno gli sbarchi su questa martoriata Italia!

Topo1941

Dom, 30/07/2017 - 10:05

Naturalmente la nostra super democrazia clericale prima di partire dovrà chiedere il permesso a: Pampero di Roma, tutti i partiti in parlamento dopo democratico dibattito, Ministeri, Senato, verdi, animalisti, terzomondisti, croce rossa, dott. Strada, vegani, centri sociali, coop, onlus, Onu, Usa, Putin, Boldrina, Napolitano, ammiragli che salvano vite, bocciofile, bar, sacrestani ecc. ecc. Ci salverà la Cabina elettorale ??????

Anonimo (non verificato)

Idrissecondo

Dom, 30/07/2017 - 11:36

Le nostre navi interverraano il 7 agosto o giù di lì? Certo, bisogna dare tempo ai trafficanti e alle ONG e alla marineria libica di organizzarsi. Secondo me saranno accolte a salve di cannone

Anonimo (non verificato)

pianista

Dom, 30/07/2017 - 11:49

Pura coincidenza che proprio in questi giorni in quelle stesse acque sta arrivando la nave di Defend Europe... Ora che qualcuno va a guardare le ONG da vicino, arrivano i militari in tutta fretta.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 30/07/2017 - 12:04

X fer 44..... 1)La nave tedesca (come tutte le altri navi del mondo, comprese quelle delle ONG/scafisti) è autorizzata a sbarcare i clandestini in Italia perché il Renzi ha firmato un protocollo in tal senso. Lo ha fatto in cambio della possibilità di aumentare il nostro debito pubblico per tenere in Italia i clandestini e - SOPRATUTTO - per poter dare la mancetta elettorale di 80 €. 2) La bufala delle navi inviate o da inviare nel mare libico è, come dice Feltri, "una pagliacciata mondiale". Le regole concordate tra Macron a Sarraj e poi dallo stesso Sarraj trasmesse al Gentiloni non ci consentono l'ingresso nelle acque libiche, non ci consentono nessun ostacolo diretto ai barconi, ogni avvistamento deve essere comunicato ai libici, che poi NON interverranno perché collusi: 1/3 del Pil libico è dovuto al traffico dei clandestini. Quindi l'invasione continuerà grazie al Renzi, al PD, ed ai minus habens che li hanno votati.

Ritratto di pascariello

pascariello

Dom, 30/07/2017 - 12:15

"Naviga la corazzata, vi giunga dolce questa mia canzon, Tripoli, terra incantata sarai Italiana grazie a Gentilon.... hahahahahahahahahahahah

Silvio B Parodi

Dom, 30/07/2017 - 12:16

gianna pinotta tergiversare per non fare niente ??? ma porca pxxxxxa la destra e' tre anni che chiede di mouversi, gia' ma la destra e rassista fassista xenofoba invece la sinistra e' cxxxxxxa! imbecilli , ma presto arriva la cambiale da pagare sara' una tale sberla che vi fischieranno le orecchie per anni!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 30/07/2017 - 12:21

Spassose le parole della Pinotti. Alle volte mi chiedo se i signori e le signore del PD non stiano esagerando nel sottovalutare l'intelligenza degli italiani. Oddio, visto che circa 1/4 dell'elettorato voterebbe ancora PD, una qualche ragione per considerare gli italiani una massa di idioti la Pinotti ce l'avrebbe pure, ma dire che "la guardia costiera libica sta facendo un importante lavoro di contenimento" quando è evidente che è collusa e spesso complice attiva degli scafisti, è davvero troppo. O mi sbaglio e siamo davvero idioti cui far bere qualsiasi balla?

SAMING

Dom, 30/07/2017 - 12:30

Pin, pun, fun e fogo, come si dice in Veneto. Ottimo per la campagna elettorale già in corso, Poi il vil denaro vincerà ed i lauti guadagni (più della droga) continueranno con la benedizione di tutte le parti in causa:cooperative. ONG Onlus, Caritas, Ciellini, ecc. ecc. ecc- Questa, cari signori, è l'Italia ladrona e cialtrona. L'altra Italia è schiava di Roma.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 30/07/2017 - 12:36

^°@°^ In Israele fanno ministro della difesa ex comandanti, generali che si sono fatti onore su campi di battaglie che molto spesso sono stati LETTERALMENTE costretti a combattere, noi al contrario abbiamo la pinotta che non sa distinguere un semovente da un benpensante ma sicuramente sa tutto sull'ultima moda della messa in piega dei capelli. Di tutti i ministri uomini ,neanche farlo apposta, la quasi totalità non aveva fatto il militare. Lo dico sempre e lo ripeto se s'inc**za Sam Marino ci conquista in una settimana, forse meno.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 30/07/2017 - 12:52

Non illudetevi. Questo è un governo al soldo di Debenedetti, Soros, Rothschild, ossia Israele. La loro politica è africanizzare l'Europa.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 30/07/2017 - 12:56

pinotti, renzi, mogherini, mozzarella... pensateci.. gente che ha un QI, competenze, carattere e personalità che non li renderebbero qualificati neppure per lavare i cessi.

diegom13

Dom, 30/07/2017 - 13:37

A me le mosse di questo governo nel dossier libico non dispiacciono, tenuto conto del contesto e dell'aggressività francese, con Macron che, pur eletto da meno di un quinto dei francesi (il secondo turno contro la Le Pen non può contare per la valutazione del consenso) fa il napoleoncino più di Sarkozy e Hollande messi insieme (al di là degli atteggiamenti, Hollande ha riempito il nordafrica di militari francesi e sovvertito almeno un governo). A voler vedere il bicchiere mezzo vuoto, però, direi che i francesi fanno la politica libica e l'Italia si prende le spese. Ma almeno stavolta sarà difficile avviare un'opzione militare senza l'Italia.

rudyger

Dom, 30/07/2017 - 17:08

il parlamento deve votare per partecipare ad una guerra. Si vuole solo perdere tempo, per attuare il programma di fare entrare altri 16000 clandestini.

Ritratto di skizzonet

skizzonet

Dom, 30/07/2017 - 17:34

cosa vi aspettate, siamo l'armata Brancaleone, alla nostra marina quello che si dice la sera e si cambia la mattina.

Templar

Dom, 30/07/2017 - 17:41

quante stronzate, capaci di fare niente.

seccatissimo

Lun, 31/07/2017 - 17:14

Perchè le nostre istituzioni dimostrano quotidianamente di essere mostruosamente inette e ridicole ? Io una risposta l'avrei anche se non è per niente bella !