Il giro di affari dei gay? Vale mille miliardi

Secondo le statistiche Usa gli omosessuali hanno un potere di acquisto molto superiore agli etero. Così è gara tra le aziende per compiacerli

Quanto vale l'economia arcobaleno? Negli Stati Uniti il potere d'acquisto della comunità gay è stato calcolato intorno ai mille miliardi di dollari - ed erano 800 miliardi solo due anni fa -. Si spiega così il clamoroso caso Barilla: a un solo anno di distanza dalla celebre frase pronunciata dal presidente del gruppo a Radio24 («Non farei mai uno spot con una famiglia omosessuale») il brand è passato negli Usa dalla gogna mediatica e dal boicottaggio - che portarono a sfiorare il disastro commerciale in un Paese dove l'azienda detiene il 30 per cento del mercato della pasta - ad essere indicato (e soprattutto valutato) come marchio modello, in cima alla lista delle corporation gayfriendly stilata dalla potentissima Corporate equality index, praticamente la Stantard&Poor's del rating arcobaleno. La Barilla, per ribaltare la classifica, si è affidata a quello che Newsweek ha definito il «gay più potente d'America», David Mixner, esperto nella trasformazione di pratiche aziendali antidiscriminatorie in strategie di marketing globale.

Un caso scuola, quello della multinazionale di Parma. Ideale per raccontare il nuovo dogma dell'economia globale dettato dalla realtà americana e spiegato in una lunga inchiesta-outing sull'ultimo numero di The Advocate , l'autorevole magazine della comunità Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transgender) secondo cui l'«economia globale ha imparato che quello che va bene per Lgbt va bene per il business; stare dalla loro parte vuol dire conquistare i mercati e avere la strada spianata per il successo». Anche se non è poi così automatico ottenere la tripla A.

Prendete Burger King che all'ultimo San Francisco Pride ha prodotto un sandwich impacchettato con una carta arcobaleno e la scritta «Siamo tutti uguali dentro», con tanto di conseguente video virale su Youtube . Bene, quello che per il Washington Post è stata «una sfacciata e maldestra operazione di marketing per piacere alla comunità gay» è stato bocciato dalla Corporate equality index, la quale ha assegnato a Burger King solo 55 punti (contro i 100 conquistati della Barilla), perché, come ha scritto il direttore del magazine lesbo online Autostraddle , Riese Bernard, «mangiare hamburger non è e non sarà mai progressista anche se impacchetti l'hamburger con la carta arcobaleno».

Più che di diritti civili e pratiche egalitarie, infatti, sembra una prosaica questione di mercato, ed è partita la corsa a conquistarlo. Nonostante sia certificata con il timbro del politicamente corretto, anche l'economia arcobaleno non sfugge alla classica dinamica capitalista. Business Insider ha messo in fila numeri e percentuali per spiegare come dalle compagnie aeree, ad Apple, a Budweiser, a Coca-Cola, al cibo biologico e di qualità, ma soprattutto le aziende della moda e del lusso puntano sulla comunità gay perché domina il consumo e impone le regole del consumo di tendenza.

Gay e lesbiche compiono il 16 per cento di uscite per shopping in più del consumatore medio, con una spesa media superiore addirittura del 25 per cento. Soprattutto i gay praticano lo shopping il 30 per cento in più rispetto agli etero, con una spesa media annuale di 2.500 dollari in più. Il 26 per cento dei gay si dice disposto a pagare di più per prodotti di qualità, inoltre - e questo è un aspetto fondamentale per le strategie di marketing dei grandi marchi - il 65 per cento dei gay e il 64 per cento delle lesbiche dichiarano il piacere di consigliare le loro scelte ad altri.

Secondo un'indagine della Prudential , nel 2012 il reddito medio pro capite nella comunità Lgbt è di circa 61.500 contro i 50mila dollari della media americana, ma è il quadro economico-culturale in generale a fare la differenza: sono più istruiti (dieci punti oltre la media nazionale dei laureati), meno indebitati, meno disoccupati (due punti sotto la media nazionale), finanziariamente più attrezzati nei piani pensione. Una forza complessiva calcolata in mille miliardi, un bacino di ricchezza che solo un imprenditore suicida può trascurare.

E The Advocate rivela che il Global equity fund , un fondo misto pubblico-privato istituito nel 2011 dall'allora segretario di Stato Hillary Clinton per sostenere i diritti Lgbt opera «dietro un velo di segretezza nel mondo attraverso la rete diplomatica che sostiene le multinazionali americane nelle campagne per i diritti Lgbt». Jesse Bernstein, uno dei dirigenti del programma, conferma che «si tratta di un lavoro molto sensibile e quindi non posso spiegare - dice - come agiamo in certi Paesi per finanziare attivisti che si battono contro le discriminazioni contro i diritti Lgbt».

C'è una alleanza tra Global equity fund e il Corporate equality index , spiega Todd Sears, fondatore di Out leadership , una delle lobby per il sostegno delle carriere dei gay nell'industria americana, «perché spesso, in Stati come ad esempio la Russia, l'Uganda o la Nigeria, gli interessi del governo americano e delle multinazionali americane coincidono. Le culture sono diverse, le pop star sono popolari in un luogo e non in altri, certi film funzionano in un Paese e non in un altro. Ma c'è una cosa che tutti capiscono, il business. Contrastare i diritti Lgbt è andare contro il business».

Thom Lynch, leader della comunità Lgbt di San Francisco parla di «investimento strategico» dove la promozione politica di valori culturali a livello diplomatico e la forza del corporale America alla fine otterranno effetti sul profilo legislativo a favore delle comunità gay in molti Stati. «Chiunque voglia fare business a livello globale sa che la storia sta andando in una direzione e nessuno vuole essere escluso dall'onda - dice -. L'idea di stare dalla parte giusta della Storia - conclude il giornalista di The Advocate - serve alla causa della comunità gay e ai fatturati delle corporation».

 

Commenti
Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 09/12/2014 - 13:11

ecco dove nasce la nuova morale: dal mercato Non faccio come Bergoglio! Io giudico eccome se giudico....e odio ancora di più gli USA.

gio 42

Mar, 09/12/2014 - 13:14

Buongiorno, gira e rigira in fondo a fenomeni moderni, nati come funghi in un bosco verde e rigoglioso, e giustificati dalle più fertili menti, c'è sempre lo zampino del demonio e del suo sterco immondo e puzzolente. Niente di nuovo sotto questo nostro cielo. Saluti

agosvac

Mar, 09/12/2014 - 13:18

E che c'è da dire? quasi, quasi, per potere campare decentemente e potere fare qualche spesa in più, converrebbe diventare gay!!! E se il mondo realmente andasse in questa direzione? Tutti gay per sessualità e poi procreazione assistita per continuare la specie umana???? Una volta ho letto un romanzo di fantascienza in cui l'umanità si salvava dalla sovrappopolazione in questo modo: i gay su una terra da loro guidata e gli etero mandati in mondi extra terrestri da colonizzare.

GianniGianni

Mar, 09/12/2014 - 13:22

Complimenti all'articolo che scopre l'acqua calda. Se i gay non hanno figli è evidente che, a parità di stipendio, potranno acquistare maggiori beni e servizi di natura voluttuaria, come abbigliamento, arredamento, viaggi, accessori. Non ci vuole una homepage de Il Giornale scritta con tono sensazionalistico. E comune non è il "giro di affari DEI gay" ma casomai fatto con i soldi dei gay, da aziende che, nel sistema capitalistico che tanto venerate, cercano di guadagnare accontentando i clienti

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 09/12/2014 - 13:29

io non compro più barilla.Vorrei sapere tanto per un piacere personale quanto possono valere gli affari degli eterosessuali?? Un milione di miliardi,butto una cifra!!!!!!E allora????

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 09/12/2014 - 13:30

sarebbe interessante sentire l'opinione del grande capo aestiqatsi sull'argomento.

Giovy99

Mar, 09/12/2014 - 13:32

L'ho sempre detto io...comandano i GAY e le DONNE (vedi loro possibilità di beccare ALIMENTI a vita in caso di divorzio o, in Italia, andare in pensione a 57 anni). D'altronde valgono insieme MILIONI di VOTI rispetto agli uomini "normali". E' la "democrazia" bellezza, ossia pagare le tasse a ladri e mafiosi (vedi ROMA, EXPO a MILANO, MOSE etc...) e lo stipendio alle mogli. Ora mi aspetto il MATRIMONIO tra gay anche in Italia: è la NEW AGE luciferina, bellezza!

alfredewinston

Mar, 09/12/2014 - 13:40

tutto va bene come articolo di punta ma la mafiapolitica no. avete paura.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 09/12/2014 - 13:46

Che volete fare? Dove girano i soldi non si guarda in faccia a nessuno. Né davanti né di dietro .... secondo me il significato della parola "libertà" andrebbe rivisto e corretto perché non è più quello di una volta!

mariolino50

Mar, 09/12/2014 - 14:11

SE fossi stato solo, con lo stipendio che avevo potevo fare il signorino, sai che scoperta. Invece di infognarmi in mutui e roba simile mi davo al gozzoviglio più sfrenato o quasi. Che i soldi non puzzano lo sapevano anche gli antichi romani, chi vende non guarda certo ai poveri, ma ha chi i soldi gli avanzano perchè non ha figli da crescere, è il capitalismo bellezza, dove l'etica è un optional inutile.

java

Mar, 09/12/2014 - 14:16

Ma dal momento che sono piu' intelligenti, piu' colti, con piu' soldi e posizioni lavorative di rilievo, perche' continuano a scassare i maroni per avere le tutele del matrimonio? I ricchi non hanno bisogno del matrimonio

Ritratto di orcocan

orcocan

Mar, 09/12/2014 - 14:22

Pero', pensandoci bene, se mi dichiaro o divento gay, si potrebbe risolvere l'aumento esponenziale della popolazione mondiale.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 09/12/2014 - 14:25

PERSOMNALMENTE NON INTERESSA NULLA NE' DEI GAI, NE DI ALTRE PERSONE NATURALMENTE DIVERSE E NE TANTO MENO DEI MILIONI DI PROSTITUTE CHE INVADONO IL SUOLO ITALIANO. A ME INTERESSA SOLO CHE LO STATO ITALIANO DISCIPLINASSE FINALMENTE QUESTA "NATURALE MATERIA DI AFFARI ENORMI" FACENDO PAGARE TASSE E CONTRIBUTI A CHI FINO AD OGGI INCASSA DECINE DI MIGLIAIA DI EURO IN UN SOLO MESE SENZA PARE UN CENTESIMO DI EURO. ENORMI CAPITALI NON TASSATI VANNO DIRETTAMENTE IN ALTRE NAZIONI. IN ALTRE NAZIONI PIU CIVILI E DEMOCRATICHE DELL' ITALIA APPLICANO LE TASSE ED IMPOSTE REGOLARMENTE A TUTTI SENZA DISCREZIONALITA' O IPOCRITA MENTALITA' O COSTUME. SCIAUGURATI TUTTI I NOSTRI POLITICI.

Ritratto di indi

indi

Mar, 09/12/2014 - 14:31

Che vivano in pace il loro stato di OGM e che non rompano più i Koglioni con matrimonio, genitore 1 e 2 e altre minchiate del genere.

Ritratto di Il Ghepardo

Il Ghepardo

Mar, 09/12/2014 - 14:33

Che dire? Un fenomeno borghese, come l'omosessualità conclamata, che si somma a un altro fenomeno borghese come il matrimonio, che diventa sponsor della sinistra borghese elevatasi a scudo retorico delle nuove ruberie americane in giro per il mondo. E milioni di capre sinistroidi (magari povere sul serio) che applaudono. E qualcuno si stupisce se acclamiamo Putin anche da destra?

GianniGianni

Mar, 09/12/2014 - 14:35

Signor Java, non tutti i gay e le lesbiche hanno "posizioni lavorative di rilievo". Ci sono tanti, tantissimi, commessi, magazzinieri, OSS, aiuto parrucchieri, ragionieri, impiegati, ecc. a 1.200 euro al mese, quando va bene. L'unica particolarità è che il più delle volte non hanno bambini da mantenere. Gli stilisti miliardari sono solo 5 o 6

albertzanna

Mar, 09/12/2014 - 14:46

E' da quel dì che vado dicendo che sono così ricchi perché buona parte di quella ricchezza deriva dalla prostituzione viziosa, soprattutto di giovani efebi scansafatiche, per compiacere una popolazione maschile diventata molto ricca, con mezzi spesso non ortodossi, che cerca nella viziosità, come nella droga, ciò che non è mai stata capace di avere normalmente, e ci spende fiumi di soldi. L'omosessualità è un cancro sociale, e se non lo si combatte minerà la convivenza fra i popoli, e le leggi che la sinistra italiana vuole fare approvare (ergo guadagno di voti), tipo quella sulla omofobia che non ha base nella logica razionale, finirà di mettere persona contro persona, come ai tempi dell'URSS, quando il capo del condominio poteva fare arrestare chi non gli era gradito con l'accusa di attività sovversive antisovietiche. Questo accadrà inevitabilmente. Albertzanna

MenteLibera65

Mar, 09/12/2014 - 14:52

Mi sembra che alcuni, tipo GianniGianni e Mariolino, abbiano centrato l'ovvia risposta : I gay hanno più soldi perchè non avendo famiglia (in genere) ne spendono di più in cose voluttuarie. Il solito sensazionalismo da articolone del "giornale", che dietro ad ogni titolo nasconde l'intenzione di trasmettere un messaggio "politico" (i gay ricchi, quindi ancor più da odiare). Che poi , in teoria, questo giornale dovrebbe essere la culla del liberismo economico. Invece negli ultimi venti anni sembra essere diventato la vera culla del socialismo reale , tra apoggi a improbabili regimi (Russia, Cina) ed esaltazioni di nazionalizzazioni (vedi Alitalia).

albertzanna

Mar, 09/12/2014 - 14:55

GIUSEPPE ZANANDREA - gli USA sono il paese dove l'omosessualità era, negli anni 50/70 del secolo scorso, molto più potente di quanto sia ora, ed è perciò che è un cavallo di battaglia di Obama, che sperava di rinverdirla per vincere e trasformare il paese negli Stati Uniti Socialisti d'America. Se vuole veramente odiare un paese per questo motivo, rivolga il suo odio alla Gran Bretagna, primatista mondiale per omosessualità viziosa e principale paese del mondo che ha consentito ai tribunali islamici di giudicare al posto della giustizia inglese, e rivolga anche il suo odio contro la sinistra italiana, che sta scardinando il viver normale in questo paese imponendo che non si possano criticare gli omosessuali (che per la sinistra rappresentano voti, proprio perchè espressi da gente, il più delle volte, che campa alle spalle della comunità. AZ

beowulfagate

Mar, 09/12/2014 - 14:55

Già,i gay non fanno figli,anche se la maggior parte di loro potrebbe.Come se le famiglie etero fossero composte da 10 persone tipo quelle dei nostri bisnonni.Come se il capitalismo "che tanto veneriamo" non gli permetta di spendere e spandere,cosa che senz'altro non accade dove c'è il socialismo reale (è già tanto se non li ammazzano).Come...come i rossi non perdano occasione per confermarsi dei perfetti idioti.

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Mar, 09/12/2014 - 15:01

"Orcocan": non ti preoccupare se fare (o meno) il "salto della quaglia" per evitare l'aumento esponenziali della popolazione... Avanti di questo passo non soltanto regrediranno sempre più le nascite in Occidente ma, alla lunga, anche la società andrà a pezzi... E guai a osar dire qualcosa in merito! Chi lo dice è: fascista, bigotto, retrogrado, ecc. ecc., semplicemente per non essere d'accordo sul "politically correct" "moralmente, culturalmente e politicamente superiori" a tutti coloro che (anche solo intenzionalmente) manifestino di voler esprimere parere diverso da quello della "greppia del volemose bene".

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Mar, 09/12/2014 - 15:06

a parte il caso "Barilla", anche Vodafone s'è schierata con tanto di spot, con l'aggravante di esporre anche un neonato (figlio di chissà chi) già "programmato orfano di padre", visto che, a tenerlo in braccio in scena "idillica" familiare, è una donna, baciata in fronte da un'altra che è appena entrata in casa, ossia componente d'un nucleo "arcobaleno"...

albertzanna

Mar, 09/12/2014 - 15:06

GIANNIGIANNI - e mi dice poco non avere da mantenere una famiglia ogni mese, con quanto costa mandare un figlio a scuola, crescerlo, vestirlo, curarlo ecc.? Una volta, purtroppo non accorgendomi delle tendenze di un ragioniere che avevo assunto in azienda, a parte che rischiai che mi facesse la corte e insidiasse la mia verginità posteriore, con il tempo mi resi conto che lavorava ben poco, impegnato come era a fare telefonate inerenti al suo "vizietto". Gli applicai la tecnica dell'Ostrakon, che lo obbligò a licenziarsi, ma per un paio d'anni a Bologna, in ambito sinistro e della Cgil, la mia azienda era nominata come nemica dei "compagni busoni" (allora non era proibito chiamarli così). AZ

Nonmimandanessuno

Mar, 09/12/2014 - 15:12

E c'è chi dice che è la vagina che manda avanti il mondo...

albertzanna

Mar, 09/12/2014 - 15:16

MENTELIBERA65 - a me pare che la sua mente, al contrario del "libera", sia ampiamente OTTUSA.

Giovy99

Mar, 09/12/2014 - 15:33

@ ALBERTZANNA Se la metti così anche le SEGRETARIE scosciate e scollate lavorano poco in azienda...

Mr Blonde

Mar, 09/12/2014 - 15:36

ma che c'è da commentare su una statistica così? rimango dell'avviso che l'odio contro i gay fondamentalmente è di gay che non si accettano

java

Mar, 09/12/2014 - 16:00

non c'e' da preoccuparsi, quando i mussulmani, cinesi e russi saranno maggioranza, si occuperanno loro di questo 'problema'

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 09/12/2014 - 16:06

Quella dei gay è fra le più potenti lobby internazionali. Abbiamo capito anche in Italia quanto sono importanti i loro voti e quanto influiscono negativamente nelle scelte politiche. Il problema è che le loro pretese cominciano ad essere troppo esose e oltre i valori etici naturali. E ora di cominciare seriamente a porre qualche freno in quanto una cosa sono il rispetto e i diritti delle persone, che non si discutono, e altra cosa sono il rispetto e i diritti delle famiglie naturali oggi messe in discussione.

gio 42

Mar, 09/12/2014 - 16:23

Buonasera caro signore che parla dell'odio contro i gay. Io purtroppo ho tanti anni questo odio non l'ho mai avvertito. La realtà è solo nel fatto che negli ultimi anni si sono imposti all'opinione pubblica come vittime, o come portatori di un mondo diverso e migliore di altri, portando nelle piazze purtroppo tutta la loro superbia e arroganza e se me lo consente malcostume, (vedi uomini o donne dipinti in maniera animalesca) e con ciò diventando inevitabilmente alla faccia dei più, ODIOSI. Ognuno viva la sua vita come meglio crede rispettando il prossimo (in questo caso la gente nelle piazze piena anche di bambini e di anziani) e la società (in questo caso adempiendo il dovere di pagare le tasse. E nessuno vedrà che si accorgerà di loro. Saluti

Giovy99

Mar, 09/12/2014 - 16:25

fate una ricerca in rete sulla IDEOLOGIA GENDER....

tormalinaner

Mar, 09/12/2014 - 16:27

Queste statistiche sono false, messe in giro dalle lobby LGBT per spaventare le aziende ma se fai bene i conti i consumi riguardano il 5% della popolazione quindi a livello commerciale sono ininfluenti. Il vero problema è che la lobby LGBT è la nuova Bildemberg, perchè vogliono controllare tutto e tutti minacciando ritorsioni commerciali o arresti come in Germania. La gay cultura pretende di eguagliare ciò che è diverso e in questo è prepotente e minacciosa. Ma molti come me stanno prendendo coscienza di questa violenza e si ribellano

albertzanna

Mar, 09/12/2014 - 16:27

GIOVY99 - Se 99 è il tuo anno di nascita, posso capire il ragionamento da abituè di siti porno. se 99 è un numero a caso, non accetto il tuo ragionamento a cxxxo. Se un imprenditore ci tiene alla sua azienda, non si mette in ufficio segretarie scosciate e scollate, perché sarebbe uno dei tanti modi per mandare in malora lavoro e anni di sacrifici per costruirla, l'azienda. Io ho sempre avuto dipendenti belle, belline, meno belle e bruttine, ed ho sempre avuto una regola: se vuoi dare via l'azienda, tratta con chi la vuole comperare e porta a casa il vero valore, ma perderne il controllo o la proprietà per un paio di cosce o di tette sarebbe da perfetto ixxxxxxxe, che io non sono. AZ

Giovy99

Mar, 09/12/2014 - 17:04

@ ALBERT ZANNA Sai quanti Imprenditori conosco che hanno la SEGRETARIA loro amante pur essendo sposati? E nessuna di loro è bruttina...come mai secondo te? Poi sai che lavoro cruciale è la segretaria per le sorti di una azienda? Ma che azienda hai tu? E soprattutto: dove vivi, sulle nuvole? Non siamo forse la società dell'immagine? Non è forse vero che per una DONNA la bellezza spesso conta più della materia grigia (non solo in politica)?

linoalo1

Mar, 09/12/2014 - 17:10

E ci voleva uno studio di Esperti(?) per capirlo?Io,uomo normale e sposato,debbo stare attento a far quadrare il Bilancio Familiare!Il Gay,invece,essendo solo,deve pensare solo a se stesso!Quindi ha molti problemi in meno!Problemi che,per un normale come me,si traducono inevitabilmente in costi!Lino.

Ritratto di bassfox

bassfox

Mar, 09/12/2014 - 17:16

silvio non farti distrarre, continua con il matrimonio gay e l'adozione per le coppie omosessuali!!

nonviinvidianessuno

Mar, 09/12/2014 - 17:28

«mangiare hamburger non è e non sarà mai progressista anche se impacchetti l'hamburger con la carta arcobaleno». non è vero. hamburger vegano al seitan, con tofu saltato a sostituire il formaggio, verdure biologiche fresche e polentine fritte al posto delle solite patate. costerebbe 13 dollari ma funzionerebbe di sicuro in certi contesti. non possiamo pretendere che un popolo di barbari semianalfabeti comprenda l'arte in cucina.

eloi

Mar, 09/12/2014 - 17:32

oggi se vuoi un buon posto ben renumerato devi saperci fare, Se poi sei Gay la carriera è assicurata specie in RAI.

pastello

Mar, 09/12/2014 - 17:35

Pare che i gay abbiano un potere d'acquisto di gran lunga superiore a quello degli etero. Che cxxo!

Ritratto di Bowman

Bowman

Mar, 09/12/2014 - 17:49

Io non compro più niente dalla Barilla da quando il management ha deciso di fare campagne gay-friendly.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 09/12/2014 - 18:00

Giovi 99, errata corrige, comandano i gay, le donne, i negri, i cani e dintorni..

albertzanna

Mar, 09/12/2014 - 18:06

GIOVY99 - sappi che quegli imprenditori che hanno la segretaria amante hanno sempre, e comunque, grandi problemi a conviverci, il perchè è semplice: o la segretaria è bella ma oca giuliva, o è bruttina, e accetta ed approfitta. In entrambi i casi l'imprenditore si è creato un problema che, o prima o poi, gli esploderà fra le mani. Io ho avuto due segretarie in oltre 40 anni di lavoro. La prima, era giovane quando la assunsi, dopo 22 restò a casa perchè i figli, diventando grandi, avevano bisogno di lei più che della nonna. La seconda è ancora mia segretaria, le do tutt'ora del lei ed ho un rispetto enorme per le sue capacità ma pur, essendo una bella donna, io l'ho sempre e solo vista come la mia segretaria, e basta. Io sono un ingegnere meccanico e progetto/costruisco mie macchine. Vivo e lavoro in due paesi stranieri. La mia è la società della pratica, le immagini le lascio alla mia passione di fotoamatore. AZ

torquemada63

Mar, 09/12/2014 - 18:16

concordo con bowman,bene il mercato dei gay vale 1000 miliardi,calcolando che siano il 10% della popolazione il mercato degli etero ne vale 9000 di miliardi,quindi se gli etero cominceranno a boicottare le aziende che li mettono su un piano discriminatorio nei confronti dei gay ,chissà come andrà a finire. Io intanto non compro più ne barilla ne findus, anzi propongo a tutti di non farlo.

andrea24

Mar, 09/12/2014 - 18:18

Dietro l'ascesa di Scalfarotto in Italia c'è anche la sionista Daniela Santus.Del resto,i legami della lobby gay con quella ebraica(su cui quella gay è cresciuta) sono noti da tempo,sin dalla Weimarer Republik.Il video promozionale dell'Anti Defamatiobn League mette in risalto queste cose.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 09/12/2014 - 18:21

CHE SCHIFO.

giolio

Mar, 09/12/2014 - 18:24

Buonissimi clienti persone educatissimi curano molto il loro aspetto .Cosa che noi non GAY non facciamo più.E solo peccato che a dei bei giovanottoni come loro sono ,per le donne( nienteinteresse)

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 09/12/2014 - 18:32

Grazie a Dio sono nato normale. Lo ringrazio tutti i giorni.

atlantide23

Mar, 09/12/2014 - 18:43

bene, questo sancisce definitivamente, la diversita' tra noi etero e loro omo .

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mar, 09/12/2014 - 18:57

...Il mondo è misurato e, quello gay, non fa eccezione; Avendo più "entrate" hanno certamente più potere di acquisto e questo, per il mondo degli affari, costituisce al momento, un "terreno" fertile sul quale "seminare". C'è il rischio però, che a lungo termine, anche un terreno fertile, possa "infestarsi" ed allora...! Allora subentreranno crisi generazionali e politiche che riporteranno il mondo al punto di partenza. Un po gli alti e bassi della vita descritti dal Diderot. Diamoci tutti una calmata e camminiamo con i piedi per terra.

andrea24

Mar, 09/12/2014 - 18:59

Il loro "oscurantismo" ed il loro crimine sta anche nello speculare indegnamente sulle questioni sociali ai fini dell'attuazione di una loro agenda politico-ideologica.Questo modo di fare lo hanno preso direttamente dagli ebrei,come quelli che speculano sull'Olocausto,che è il tabernacolo del potere ebraico e dello Stato di Israele.

andrea24

Mar, 09/12/2014 - 19:18

Fare,per esempio,del matrimonio gay il sinonimo di giustizia sociale è una assurdità ed una offesa a Dio.

matsilversurfer

Mar, 09/12/2014 - 20:29

Come alcuni si ostinano a non sapere, "lobby" indica un gruppo di persone con interessi -anche economici - comuni. Non sta a indicare la Spektre. Che i gay abbiano disponibilità economiche anche superiori agli eterogeneo è banalmente ovvio (non hanno figli da mantenere, per esempio). Che qualche troglodita debba evocare lo sterco del demonio o scemenze del genere sta invece a testimoniare quanto arretrato questo Paese sia, quanto la Destra sia -penosamente- lontana dalle valenze libertarie che vorrebbe avere e dovrebbe avere, per emanciparsi dall'antistorico legame con una religione e aprirsi -che so - alla modernità, tanto per dire. Cosa c'è di scandaloso nel fatto che gruppi economici si rivolgano anche a un potenziale mercato ? Quale immorale crimine si cela dietro questo? Quale mostruomo complotto ci dovrebbe essere dietro? Patetici...

matsilversurfer

Mar, 09/12/2014 - 20:43

Mente libera e Gianni gianni quoto completamente. Per alcuni di voialtri, invece, chiederei il TSO: come si può sostenere che l'omosessualità mina l'occidente? Ma il liberismo e il liberalismo dove diavolo sono? Questo vale anche e soprattutto per gli articoli de Il Giornale, che propugna spesso posizioni retrive e illiberali, patentemente contraddittori rispetto ai suoi stessi assunti di base..

Ritratto di utentegiornale12

utentegiornale12

Mer, 10/12/2014 - 01:05

Il giornale sopratutto con questi articoli e' FANTASTICO: un sfoggio di omofobia con una mentalita' da tempi della pietra che fa semprare Ghandi pure Salvini. Che a uno come me potrebbe anche non fregargliene una cippa di gay e lesbiche ma dopo aver letto questi commenti corro a votare Vendola! Love love love!

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 10/12/2014 - 09:05

Pecunia non olet.

antes1

Mer, 10/12/2014 - 10:55

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare. Bertolt Brecht