Giudice: "Perizia psichiatrica sulla Le Pen". Bufera a Parigi

Roba da matti. Roba da matta.

Per la magistratura francese Marine Le Pen (nella foto), leader del Rassemblement National (già Front National), potrebbe essere non sana di mente. E dovrà essere sottoposta «nel più breve tempo possibile» a una perizia psichiatrica secondo un'ordinanza datata 11 settembre ed emanata dalla giudice che segue un'inchiesta in cui l'esponente politica è accusata per avere diffuso immagini violente. L'episodio risale al 16 dicembre 2015 quando la Le Pen, rispondendo a un giornalista che aveva paragonato il Front National all'Isis, aveva provocatoriamente pubblicato su twitter immagini particolarmente scioccanti di esecuzioni del gruppo estremista islamico. E sempre su twitter la Le Pen ieri ha pubblicato l'ordinanza «È allucinante, questo governo comincia veramente a fare paura», ha scritto la leader del partito di estrema destra, aggiungendo che «credevo di aver visto tutto: invece no! Per aver denunciato gli orrori di Daesh su Twitter, la giustizia mi sottopone a perizia psichiatrica! Fino a dove vogliono arrivare?».

La Le Pen ha annunciato che si rifiuterà di sottoporsi alla perizia. «Voglio proprio vedere come i giudici pensino di costringermi», ha detto ad alcuni giornalisti davanti all'Assemblea nazionale. Da parte loro i magistrati sottolineano come la perizia psichiatrica rappresenti una procedura rituale e dovuta in questi casi. «In questo tipo di reati, come in quelli a carattere sessuale, l'expertise psichiatrico è richiesto sistematicamente», ricorda Jacky Coulon, segretario nazionale dei magistrato, secondo cui «la sua assenza potrebbe rendere nulla la futura sentenza».

Solidarietà alla Le Pen arriva dai leader sovranisti italiani. «Una procura ordina una perizia psichiatrica per Marine Le Pen. Non ho parole! Solidarietà a lei e ai francesi che amano la libertà!», scrive il ministro dell'Interno Matteo Salvini. «Se c'è qualcuno che deve essere sottoposto a una perizia psichiatrica è la magistratura francese, non chi come Marine ha denunciato il pericolo del terrorismo islamico pubblicando le foto delle esecuzioni dell'Isis», twitta il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.

Commenti

Aegnor

Ven, 21/09/2018 - 09:35

Già visto, poi, arriveranno i campi di rieducazione,i gulag.....

Ritratto di Evam

Evam

Ven, 21/09/2018 - 17:33

Quando i pazzi sono al governo, fanno passare per pazzi quelli che non sono come loro.

Divoll

Ven, 21/09/2018 - 19:32

Sconvolgente! Ora l'establisment tenta di fermare gli oppositori politici tentando di incriminarli di qualcosa (come Salvini) o di farli dichiarare matti (come con la rzionalissima Le Pen). E' davvero arrivata l'ora di tirare giu' questo carrozzone UE che sembra costruito sui romanzi di Orwell.