Giulietto Chiesa: "Sta per scoppiare la Terza guerra mondiale"

Il giornalista Giulietto Chiesa spara a zero sull'Occidente e poi dice: "l'Italia esca dalla Nato"

“Non siamo mai stati così vicini a una guerra tanto grande: se inizia, diventerà un conflitto nucleare che avrà ripercussioni catastrofiche sul mondo attuale”. Giulietto Chiesa ne spara un’altra delle sue. Il giornalista, ormai specializzato nel vedere complotti ovunque, rilascia un’intervista a La Voce di New York nella quale dice che ci troviamo davanti “a una situazione che può diventare incontrollabile con un rischio gravissimo di scontro diretto tra la Nato e la Russia almeno su tre fronti: quello siriano, quello ucraino e quello del baltico settentrionale”.

Chiesa attacca i giornali che definisce “uno strumento di propaganda della politica occidentale” e poi chiede: “Pensate agli attentati di Parigi: quanti hanno raccontato che l’indagine su Charlie Hebdo è stata chiusa con il segreto militare? Come si fa a ignorare una notizia così importante?”. Sulla guerra in Siria il giornalista spiega che il governo di Assad non è caduto perché la maggioranza della popolazione è dalla sua parte e perché l’intervento russo ha rovesciato efficacemente la situazione sul campo. E sull’Isis Chiesa ha le idee chiarissime: “Non mi vengano a dire che il fondamentalismo islamico è capace di mettere in piedi un esercito che ha bisogno di uno sforzo economico e logistico enorme. Servono aiuti finanziari e questo esercito è stato messo in piedi da qualcuno. Chi? Arabia Saudita, Qatar, Turchia”, considerato dal giornalista uno stato canaglia a tutti gli effetti.

Chiesa, che ha fondato la web Tv Pandoratv.it, conferma quanto la sua emittente online ha già diffuso, ossia che l’Arabia Saudita abbia comprato la bomba atomica dal Pakistan e che avrebbe già usato bombe ai neutroni in Yemen. Secondo lui se gli alleati occidentali non si fossero intromessi la Russia avrebbe già sconfitto l’ISIS, ma la verità è che: “l’Occidente non vuole ammettere di avere perso e quindi alimenta il terrorismo con alleati assolutamente imprevedibili e non controllabili”.

E infine una rivelazione sui rapporti tra il ministro della Difesa e il nostro premier: “La signora Pinotti si muove solo su ordine della NATO, mentre Renzi vorrebbe evitare un conflitto armato. Se finirà con una nuova guerra, magari con l’Italia alla testa della coalizione, questo avrà ripercussioni durissime, portando la guerra atomica a poche centinaia di chilometri dall’Italia”. Se la guerra dovesse scoppiare “si tratterebbe di qualcosa di peggio della Prima e della Seconda guerra mondiale. Purtroppo il pubblico non lo capisce perché tutti i giornali non ne parlano, altrimenti avremmo un fronte comune contro la guerra”. Che fare, dunque? Semplice, per Chiesa la soluzione è che l’Italia esca dal Patto atlantico. “Dobbiamo - conclude il giornalista - rompere il meccanismo dell’informazione pilotata e lavorare attivamente come giornalisti e come cittadini per smuovere la coscienza della popolazione. Ho dato vita al movimento Italia fuori dalla Nato, so che siamo una minoranza ma stiamo crescendo”.

Annunci

Commenti

Tuthankamon

Sab, 27/02/2016 - 00:09

Il complottismo e il sensazionalismo sono i suoi cavalli di battaglia. Tuttavia occorre fare attenzione, a volte la realtà supera la fantasia. Se 5 anni fa mi avessero detto che gli islamisti sarebbero entrati a Roma, avrei riso in faccia a chi lo diceva. Oggi non ho più alcuna sicurezza. La confusione attuale in presenza di governi tiepidi come parecchi di quelli europei (in particolare il nostro!) non promette molto di buono!

roby66

Lun, 23/05/2016 - 20:24

la terza guerra mondiale inizierà militarmente parlando fra 7 anni!

roby66

Lun, 23/05/2016 - 20:26

La terza guerra mondiale inizierà fra 7 anni,tutti i segni sia religiosi che non lo indicano,gli errori e le prepotenze del secolo scorso si ripetono.