La giunta Appendino vieta il bus anti-gender

A Torino strada sbarrata al bus anti-gender. L'assessore alle politiche giovanili, già presidente di Arcigay Torino, ha ottenuto che l'autorizzazione venisse revocata. Gli attivisti replicano: "Disobbediamo"

Il “Bus della Libertà” di CitizenGo e Generazione Famiglia è tornato da una manciata di giorni in strada e, anche stavolta, sarà tutta in salita. È di oggi la notizia della revoca della concessione “di spazi e aree pubbliche” indirizzata ai promotori del tour dal Comune di Torino. Semaforo rosso per il pullman “pro-life” e “anti-gender” che avrebbe dovuto fare tappa, domani, nella città sabauda. Avrebbe, perché a far scattare il divieto di sosta (di appena un’ora e mezzo per distribuire vademecum e volantini) è stato l’assessore alle politiche giovanili Marco Giusta.

Secondo il grillino, infatti, l’iniziativa sarebbe in contrasto con una mozione del consiglio comunale. Quella con cui sindaca e giunta si sono impegnate “a non concedere spazi o suolo pubblico a coloro i quali non garantiscono di rispettare i valori sanciti dalla Costituzione, professando e praticando comportamenti fascisti, razzisti, omofobi, transfobici e sessisti”. È bastato evocare lo spauracchio del fascismo ed i suoi corollari per ottenere il ritiro immediato dell’autorizzazione.

Durissima la replica degli organizzatori. “L’amministrazione di Torino”, per Filippo Savarese, direttore delle campagne di CitizenGo Italia, “si conferma governata dall’ideologia Lgbt nemica del libero pensiero”. E promette “disobbedienza civile” contro questa “scelta liberticida” voluta dall’assessore Giusta, già presidente di Arcigay Torino. Insomma, il Bus della Libertà non intende cambiare programma e, domani, “fermerà alle 11 in Rondò Rivella, come da prima autorizzazione del Comune di Torino”. E in caso di multa? “Sarà il prezzo che i liberi cittadini devono pagare per la libertà di espressione dove comanda il pensiero unico”.

Sfida il bavaglio anche Augusta Montaruli, esponente torinese di Fratelli d’Italia, che parla di “editti orwelliani della giunta Appendino”. Domani, al fianco degli attivisti di CitizenGo, ci sarà anche lei “a condividerne il messaggio di difesa dei bambini e soprattutto ad appoggiare la libertà di manifestarlo”.

Commenti
Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Ven, 23/02/2018 - 23:09

Torino, da Fassino a questa inqualificabile cinque stelle, come dalla padella nella brace.

valerie1972

Ven, 23/02/2018 - 23:12

Il giochino a carte scoperte ormai è diventato noioso, il trucco sempre il solito: non è un caso che Soros e i suoi servi (e serve) mai come in questa campagna elettorale si stiano facendo prendere da attacchi isterici che nemmeno i posseduti dal demonio. Ricorrete all'avvocato per diffamazione: questi ormai non dicono altro che 'razzismo' e 'omofobia' e pensano che tutti facciano fare il cxxxo che pare a loro. E occhio ai pupazzi dei centri sociali che verranno addestrati ad azzannare anche voi.

Terenzio-Plauto

Ven, 23/02/2018 - 23:24

Almeno lasciate che i bambini scoprano in tempo i sessi più semplici.Poi "la Buona Squola" gli insegnerà quelli più complicati.

manfredog

Ven, 23/02/2018 - 23:25

..ed è ovvio che se l'autobus fosse stato quello dei 'Pro Gender' la Appendino non avrebbe avuto nulla da ridire..!!..ah, ma tanto il progender adesso lo insegnano anche a 'squola'..non mi ricordavo, che sbadato..come sono rimasto indietro, si, indietro, di fronte al burrone.. mg.

Divoll

Sab, 24/02/2018 - 00:43

Ecco un'altra che ha studiato democrazia sull'Almanacco di Topolino

Divoll

Sab, 24/02/2018 - 00:47

Ma ci rendiamo conto dell'assurdo a cui siamo arrivati? Dover chiedere permessi e fare battaglie per poter dire che i mschi sono maschi e le femmine, femmine! Qualcuno ci avrebbe creduto, anche solo 5 anni fa?

blu_ing

Sab, 24/02/2018 - 07:05

o la pensi da frufru o sei razzista!, loro posdo tutto gli altri nn dono liberi di esternare la loro disapprovazione, sono e saranno dei poveracci malati di mente, i m5s pure, bravi, volete la liberta' se riguarda voi, ma nn concedete la liberta' di opinione agli altri, fimocchi

Romolo48

Sab, 24/02/2018 - 07:49

Solo un ex presidente dell'Arcigay può sostenere che dire "i bambini sono maschi, le bambine sono femmine" è anticostituzionale, fascista, razzista, omofobo. Capisco il suo imbarazzo nel non sapersi collocare né dall'una né dall'altra perte, ma impedire la libera circolazione del buon senso può trovare d'accordo solo la Boldrini e la squinternata sindaca di Torino.

lento

Sab, 24/02/2018 - 08:05

I gender, Gesu' non li vuole .E' peccato mortale.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 24/02/2018 - 08:32

La democrazia che alberga nell'anima di questa (ex) bocconiana è più che palese..

federicomd

Sab, 24/02/2018 - 08:34

Proprio vero, non l'avrei mai detto ma questo sindaco 5S fa "quasi" rimpiangere Fassino....Torino è rientrata in anni bui, di povertà economica e culturale, con una città che si sta sempre più rimpicciolendo numericamente, sostituita da nuove "risorse".....

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 24/02/2018 - 08:54

ormai comandano i fxxxi sono intoccabili come le toghe rosse e i sindacati.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 24/02/2018 - 08:59

Ne facesse una giusta, questo sindaco improvvisato ed intriso di ideologia pauperista. Appendino fa quasi rimpiangere Fassino e Chiamparino, che è tutto dire. Sekhmet.

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 24/02/2018 - 11:09

Dunque, se uno dice che la famiglia è composta da padre (maschietto) e madre (femminuccia), secondo gli Appendini Grillini "non garantisce di rispettare i valori sanciti dalla Costituzione, professando e praticando comportamenti fascisti, razzisti, omofobi, transfobici [?] e sessisti”. - Ottimo, ora cari Grillini più o meno Appendini, potete anche dilettarvi, dandolo o prendendolo a vs scelta. – (2°invio)--

madrud

Sab, 24/02/2018 - 11:26

Questa sindaco è stata eletta dai voti del centro destra di coloro che erano stufi di fassino chiamparino & c, ma è più comunista di loro. Lo sciaquone delle prossime elezioni se la porterà via.