Giustizia, Anm avverte: "Sanzioni a toghe che non rispettano i tempi è scelta punitiva"

Il presidente dell'Anm, Luca Poinz, ha commentato la riforma della giustizia: "È un intervento apparentemente risolutivo che sconta un difetto nelle premesse"

Sanzioni per i magistrati che non rispettano i tempi dei processi. È questa una delle norme previste nel ddl di riforma della giustizia.

"In questi termini è un intervento muscolare, un pugno battuto sul tavolo. Un intervento apparentemente risolutivo che sconta un difetto nelle premesse. Dire che un'indagine deve durare un certo tempo salvo poi determinare conseguenze disciplinari e processuali senza chiedersi perché c'è un certo numero di procedimenti pendenti è una risposta sbagliata, apparente risolutiva ma draconiana e punitiva", ha commentato il presidente dell'Associazione nazionale magistrati, Luca Poniz, intervistato a Radio anch'io.

"La riforma della giustizia non ha nessun intento punitivo", ha spiegato in diretta Facebook il Guardasigilli, Alfonso Bonafede, replicando alle osservazioni dell'Anm.

La riforma fissa a sei anni complessivi i tempi dei processi: chi non li rispetterà, ricerverà una sanzione disciplinare. "Siamo d'accordo sulla finalità ma non riteniamo che le modalità scelte siano coerenti con quelle finalità", ha continuato Poniz. I magistrati sono "perfettamente in linea" con l'obiettivo di avere "processi che durano meno" perseguito dal ministro Bonafede con la sua riforma, ma "la soluzione è complicata, serve un intervento sulla struttura del processo perché bisogna incentivare riti alternativi, aumentare i patteggiamenti e eliminare le cose superflue".

La riforma della prescrizione "è un intervento importante per i tempi dei processi", ha spiegato il presidente dell'Anm rilevando però che "c'è un equivoco di fondo: perché con la riforma della prescrizione i processi dovrebbero durare all'infinito?". Secondo Poniz, infatti, lo stop alla prescrizione previsto dalla riforma (la cui entrata in vigore è stabilita al primo gennaio prossimo) dopo la sentenza di primo grado "può dissuadere dal presentare ricorsi strumentali".

Poniz è poi intervenuto sul tema della separazione delle carriere che,a suo avviso, "non c'entra nulla con i tempi e l'efficienza dei processi. È un tema diverso ed eccentrico dal punto di vista logico giuridico e ha a che fare con lo statuto del pubblico ministero e con la sua carriera separata da quella del giudice", ha concluso.

Commenti

florio

Gio, 01/08/2019 - 10:37

L'é tutto sbagliato, L'è tutto da rifare.

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 01/08/2019 - 10:52

Ma quale scelta punitiva! Ma se ci sono magistrati che depositano le motivazioni di una sentenza dopo sei mesi!

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Gio, 01/08/2019 - 10:58

Com'è, devono scegliere loro, e non più il popolo italiano. Povera Italia, sempre più affoga nella mexda.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 01/08/2019 - 10:59

Avverte? Siamo alle solite, vero?

Nicola1957

Gio, 01/08/2019 - 11:16

I Medici vengono denunciati anche per niente, e hanno in mano la VITA del paziente

Ritratto di Artù007

Artù007

Gio, 01/08/2019 - 11:30

I Magistrati ci stanno zitti zitti imponendo una dittatura. SI SANZIONI se lavori male o emetti sentenze abominevoli e LICENZIAMENTO!!! Qui non si tratta di riforma della giustizia ma di RIVOLUZIONE!!

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Gio, 01/08/2019 - 11:30

Sanzioni per i magistrati che non rispettano i tempi dei processi. È questa una delle norme richieste da berlusconi /lega nel ddl di riforma della giustizia, che vuole Salvini per accontentare Silvio e la banda dei delinquenti di destra.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Gio, 01/08/2019 - 11:32

a riforma fissa a sei anni complessivi i tempi dei processi: Oggi 9 anni meno 3 sarebbero 6 anni , ancora troppi in Usa Un processo dura al massimo tre anni stessa cosa Francia e europa del nord.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Gio, 01/08/2019 - 11:35

La riforma della prescrizione "è un intervento importante per i tempi dei processi" buona anzi ancora troppo docile per i delinquenti habitué amici di politici e mafiosi istituzionali. Separazione carriera ? si o fai il magistrato o fai politica e se lo fai non ritorni a magistratura al massimo vai a fare lávvocato privato.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 01/08/2019 - 11:36

Io credo che queste toghe vivano sul monte Olimpo non hanno niente a che fare colle persone normali.

Mborsa

Gio, 01/08/2019 - 11:39

La Magistratura, come qualsiasi altro organo dello Stato, non può certo dare lezioni di efficienza. Esistono procure più efficienti ed altre perennemente poco efficienti, bisogna intervenire con un intervento premio/sanzione per aumentare le prime e diminuire le altre. Un intervento a pioggia di personale e mezzi sarebbe l'ennesimo spreco!

27Adriano

Gio, 01/08/2019 - 11:45

poverini, non si devono punire i giudici che ritardano le sentenze?? Altrimenti?? lo dici a al capo Mattarella??

onurb

Gio, 01/08/2019 - 11:46

La magistratura deve essere riportata al proprio ruolo: applicazione, e non interpretazione, delle leggi. Il parlamento deve legiferare in modo che non sia lasciata discrezionalità di interpretazione. La pena deve essere certa e scontata tutta, senza riduzioni in virtù di buoni comportamenti. La pena, infatti è stabilita in funzione del vulnus arrecato alla società dal reato. La buona condotta non elimina nè cancella il vulnus e pertanto chi delinque deve alloggiare nelle patrie galere fino a pena interamente scontata.

MOSTARDELLIS

Gio, 01/08/2019 - 11:50

E perché non dovrebbe essere punitiva? Tutti al mondo quando sbagliano sono puniti, perché i magistrati non lo dovrebbero essere? Comunque sappiano che gli italiani sono per la giustizia, non per i privilegi assurdi.

scapiddatu

Gio, 01/08/2019 - 12:08

,.,.,.Il monaco mangia e il convento paga. Ci sarebbe da ridere, se non ci fosse da piangere. La giustizia. O meglio potere giudiziario.L'Italia è La Nazione che per la malagiustizia si trova quasi in fondo alla classifica mondiale sia per quanto riguarda i tempi, sia per la qualità della giustizia.Qualcuno può spiegarmi perché in un paese democratico, se un cittadino reca offesa, ad un magistrato, va in carcere (opinione opposta alla sua o notizia che sia per lui critica o inopportuna); se un giudice distrugge irreparabilmente la vita di un essere umano innoccente (Giuseppe Gulotta, Enzo Tortora, Angelo Massaro...etc....), continua indisturbato, a fare carriera?!?!? Sapete che c'è?....Noi italiani siamo tutti dei geniali maestri nel modificare gli eventi in interpretazioni soggettive. Secondo il mio modesto parere, c'è un gravissimo pericolo per la democrazia.

maurizio50

Gio, 01/08/2019 - 12:20

Certamente !! Così i lazzaroni che fanno una sentenza ogni tre anni, continueranno a fare poco o niente con stipendi da favola. Veramente super intelligenti questi dell'ANM!!!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 01/08/2019 - 12:26

Da che mondo è mondo per chi trasgredisce esistono delle sanzioni e questo VALE ANCHE PER VOI. Chiaro?

Giorgio Colomba

Gio, 01/08/2019 - 12:34

Questa casta di miracolati vincitori di un concorso va rifondata in toto, dalla separazione delle carriere tra pm e giudici ad una REALE responsabilità civile delle toghe.

ectario

Gio, 01/08/2019 - 12:40

Una sola unica cosa: far applicare le norme, le regole, il codice, senza alcuna singolare e personale interpretazione. Il CSM deve essere prevalentemente laico (ora è una buffonata politica sempre sinistra) e anche l'Italia diventerà uno stato di diritto.

Duka

Gio, 01/08/2019 - 12:41

Atteggiamento vile, indecente, zero dignita e Nessus rispetto dei cittadini che li mantengono con buste paga da capogiro. In tutti il mondo Chi sbaglia paga questo e ' dignita e rispetto delle persone

agosvac

Gio, 01/08/2019 - 13:00

Nessuno vuole sanzionare i magistrati che se la prendono comoda nei loro processi. Gli italiani PRETENDONO che si puniscano i magistrati che sbagliano!!! La punizione minore, ma soddisfacente, sarebbe l'espulsione dalla magistratura. Ma se si insiste a difenderli allora dovrebbe scattare una punizione penale: per esempio farsi tanti anni di carcere quanto se ne sono fatti tanti innocenti!!!

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 01/08/2019 - 13:01

fondamentale TOGLIERGLI LA DISCREZIONALITA' se interpretano e sbagliano vqnno puniti!! se applicano la legge anche se sbagliano tutto ok

paco51

Gio, 01/08/2019 - 13:03

la vera riforma è che il verdetto lo fa sempre una giuria popolare , magari il fornaio ,il benzinaio, l'impiegato la mamma, ecc. vedrai come funziona in tre giorni emettono il verdetto anche senza il consiglio... viste le ultime risultanze. tomari: aspetto dal 2011 trattenuta in decisione? sorrido.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 01/08/2019 - 13:45

A mio avviso sarebbe stato molto meglio mettere in atto la riforma proposta dal verde Boato nel 1997, riforma a mio avviso equilibrata nelle varie parti in causa nel processo e tutto l'ambaradam che ne fu interessato. Naturalmente quella volta, essendosi opposta ANM, tutto finì nel cestino. Allora governò il csx ma certi smemorati fingono di non ricordare.

evuggio

Gio, 01/08/2019 - 13:49

siamo il Paese dove la giustizia è una barzellettala con regole studiate per favorire la delinquenza perpetrata nell'ambito dell'ideologia degli amici e degli amici degli amici. Per sistemare questo scempio la storia insegna che purtroppo ci vogliono le grandi e feroci dittature! probabilmente NESSUNO fa nulla perchè QUALCUNO aspetta che avvenga questo

Algenor

Gio, 01/08/2019 - 14:06

I magistrati devono tornare ad essere pubblici ufficiali che obbediscono al ministro della giustizia come i prefetti e i questori obbediscono al ministro dell'interno e che si limitano ad applicare le leggi, o in alternativa devono essere eletti dal popolo loro stessi. Non possono continuare ad essere un contropotere non eletto che ha l'ultima parola sia sulla formulazione che sull'applicazione delle leggi, altrimenti é inutile che andiamo a votare.

brunicione

Gio, 01/08/2019 - 14:10

Molti Italiani suggeriscono "IL LICENZIAMENTO IN TRONCO" senza liquidazione.

Calmapiatta

Gio, 01/08/2019 - 14:29

Sistewma giudiziario da scardinare dalle fondamenta e da ricostruire. Come d'altronde questo paese. E' ora di agire, altrimenti, le cose non potranno fare altro che peggiorare.

Divoll

Gio, 01/08/2019 - 14:32

Eh, no! I magistrati non possono decidere quali regole introdurre nel rinnovo del sistema giudiziario! Conflitto di interessi. Sarebbe come lasciar decidere alla volpe quale lucchetto mettere al pollaio.

Divoll

Gio, 01/08/2019 - 14:35

Le sanzioni ai giudici non solo per i tempi lunghi, ma soprattutto per l'interpretazione troppo creativa delle leggi e il buonismo. In altre parole, se un giudice lascia a piede libero un delinquente e costui, in seguito, compie un altro crimine, quel giudice ne porta la responsabilita', amministrativa o penale a seconda della gravita'.

aswini

Gio, 01/08/2019 - 14:51

arissime toghe,avete memoria storica? Craxi indisse un referendum e lo vinse in cui si stabiliva la responsabilità dei giudici Avete provveduto a inscernare mani pulite per farlo fuori, volete continuare sulla stessa strada?

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 01/08/2019 - 14:57

E certo, tutti quelli che sbagliano possono essere puniti, con la galera, con le sanzioni pecuniarie, con la perdita del posto di lavoro, con i risarcimenti, e i magistrati no?

kobler

Gio, 01/08/2019 - 15:00

A me fecero saltare un risarcimento perché il magistrato dopo averci dato appuntamento certo, andò a fare lo scrutatore di seggio senza avvisarci prima. Mai rimborsato per il danno subito. Però se non ti presenti quando ti mandano a chiamare ti mandano i carabinieri... cos'è questa differenza da Regno d'Italia? Giuste le sanzioni così muovono il deretano!!!

anna30554

Gio, 01/08/2019 - 15:46

fate pena voi del'anm ci sono sentenze vomitevoli da magistrati dove scagionano immigrati africani, nigeriani incalliti spacciatori recidivi,o conl formula ( pacciava,x mantenersi ) o perche' richiedente protezione umanitarie, o perche' non si puo' espellere, se no' al suo paese lo uccidono, egreggia anm non avete mai detto una parola contro queste sentenze che farebbero rabbrividire i morti o resucitarli dalla vergogna, avete voluto sfidare il governo facendo un cerchio protezione alla Corsara Carola che quasi uccideva i finanzieri, e entando in aque internazioli da padrona, siete la vergogna della magistratura, altro che volete mettere i paletti, il governo fa' le leggi e voi le dovete solo applicarle avete capito Caproni?

anna30554

Gio, 01/08/2019 - 15:51

se l'italia non scende in piazza contro questi arroganti fannulloni non ne usciamo l'italia subisce solox colpa loro.possibile che l'italiano sta' sempre zitto? facciamo come i francesi sul web armiamoci e andiamo alla rivolta.

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Gio, 01/08/2019 - 16:16

Certo che se ci fossero meno leggi, e quelle che restano fatte BENE, in primis fatte in modo che non possano essere interpretate in modi diversi, forse i processi durerebbero anche meno. Invece di dare una bella sfoltita alle migliaia e migliaia di leggi vigenti, appena si insedia un nuovo Governo ne fanno sempre di nuove!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 01/08/2019 - 16:16

Questi personaggi pensano d'essere infallibili. Se sbagliano come accade anche spesso, secondo me, devono pagare. Un giudice che non fa giustizia e' una cosa abominevole. Sono solo arroganti e presuntuosi.

ROUTE66

Gio, 01/08/2019 - 16:24

Chissà come ogni tanto la pagina non funziona.

ROUTE66

Gio, 01/08/2019 - 16:28

BENE VISTO CHE FUNZIONA ORA INVIO QUESTO. MA CHI COMANDA IN ITALIA, CHI CI METTE LA FACCIA E VIENE ELETTO (PRENDENDOSI ONORI ED ONERI) OPPURE CHI VINCE UN CONCORSO E DA QUEL MOMENTO INTOCCABILE SI SENTE DIO.

Yossi0

Gio, 01/08/2019 - 16:50

è coerente con il loro credo dove i colpevoli vengono giustificati, e conferma la grande superficialità che induce in errore e quindi possono sbagliare tanto quanto vogliono, rovinare la vita dei cittadini e continuare a percepire stipendi faraonici e privilegi anacronistici come se nulla fosse ... d'altronde errare umanum est

armando45

Gio, 01/08/2019 - 16:53

Gentile (con tendenze dittatoiriali) presidente mi spiega in quale altra categoria chi sbaglia non paga?

EFISIOPIRAS

Gio, 01/08/2019 - 17:10

ANM = sindacato delle toghe, quindi,invece di avere il PARTITO DELLA LEGGE, UNICA PER TUTTI I MAGISTRATI E NON MAGISTRATI, si ha un riflesso politico di quelli creati per fare politica e per eleggere i rappresentanti del popolo in Parlamento. Ergo, la maggior parte dei magistrati avrà INEVITABILMENTE un partito politico di riferimento a cui rendere omaggio e forse ubbidire con l'intento di fare carriera! UNA VERA E PROPRIA BESTIALITA'.

steacanessa

Gio, 01/08/2019 - 17:11

I pelandroni con toga vanno puniti come tutti gli altri pelandroni.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 01/08/2019 - 17:18

e già loro sono la kasta al di sopra dei comuni mortali!!!

Cyroxy80

Gio, 01/08/2019 - 17:45

E aggiungerei pure una punizione severa se viene commesso un reato da una persona giudicata da loro innocua e scarcerata.

Zizzigo

Gio, 01/08/2019 - 17:47

L'ANM difende una magistratura che non applica la legge, la impone... e qui non comanda chi produce la legge... e neppure il popolo che non è più sovrano...

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 01/08/2019 - 17:48

La Anm non può ritenersi diversa da tutto il resto degli Italiani e ritagliarsi il "suo nido d'impunità", cvhe si rende responsabile di inefficienze è giusto che paghi.

frabelli1

Gio, 01/08/2019 - 17:53

Che certi giudici, pm o Gip la prendano alla leggera, è la verità quindi lavorino di più, basta coi benefici, anche loro sono dipendenti - MOLTO privilegiati - statali.

Thinkaboutn

Gio, 01/08/2019 - 18:16

Chiedere processi brevi, minacciando sanzioni a carico dei magistrati, è semplicemente assurdo e da propagandisti in malafede. I processi sono lunghi perché mancano magistrati, cancellieri, impiegati, informatizzazione efficace, procedure veloci e semplificate, sedi adeguate. Si risolvano prima i problemi DI DECENNI e poi ci si potrà permettere di punire i poco efficienti.

flip

Gio, 01/08/2019 - 18:18

qualche calcio sulle chiappe non fà poi tanto male!

DaniPedro

Gio, 01/08/2019 - 18:34

...facciamole "premiative"...dura dover cominciare a lavorare davvero, eh...???

Italianocattolico2

Gio, 01/08/2019 - 18:56

Ovviamente quando gli tocchi le tasche o la carriera automatica gli viene l'orticaria. Casta intoccabile però infarcita di personaggi di dubbia credibilità e trasparenza. (Vedere tale Palamara e soci)

rossoarciere

Gio, 01/08/2019 - 19:36

puo' un processo per fasificazione di firme su assegni durare ben 10 anni e poi vedere il colpevole essere assolto perche' nel frattempo il reato da penale e' diventato da codice civile e quindi se si vuol sperare di aver giustizia bisogna intentare una causa civile!!!!!!!!!!!!!!!!!!questa e' la giustizia italiana!!!!!!!!!!!!

rossoarciere

Gio, 01/08/2019 - 19:39

i magistrati andrebbero censurati come tutti gli altri impiegati dello stato!!!!!! sono la causa di molte ingiustizie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

carlottacharlie

Gio, 01/08/2019 - 20:05

........no? Decidete voi o il parlamento? Se sbagliate, ed era già stato approvato, dovete pagare, pagare salatissimo; è ora di finirla con beceri a giudicare che sbagliano una sì e l'altra pure che non pagano ed accollano i danni sulle spalle dei cittadini. La responsabilità è personale, non collettiva, cretinetti! La stupidità e irresponsabilità si pagano, altrochè se si pagano.

delenda_carthago

Gio, 01/08/2019 - 20:11

giusto sanzionare ritardi, fare esplicito divieto di qualsivoglia affiliazione politica ed abolire "correnti" in magistratura

Beaufou

Gio, 01/08/2019 - 21:37

Ah, le sanzioni non devono essere punitive... questi fannulloni di magistrati ne inventano una ad ogni pié sospinto. Le sanzioni, secondo loro, dovrebbero costituire punti di merito per il successivo scatto di retribuzione? Il cesso è sempre in fondo a sinistra: i signori magistrati fannulloni vi si accomodino e facciano pure i loro bisogni "ad libitum". Ahahah. Cxxxxxxi, impuniti e pure strafottenti. Ri-ahahah.

killkoms

Gio, 01/08/2019 - 21:51

pensano solo alle loro sacre prerogative!

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 01/08/2019 - 22:09

Se sbagliate dovete pagare!!

Ritratto di filospinato

filospinato

Gio, 01/08/2019 - 22:48

Hanno ragione, le premesse sono sbagliate ma l'obiettivo è virtuoso. Bisogna dimezzare gli stipendi a tutti e fissare un sistema a punti che premi chi conclude nei tempi il lavoro iniziato. Ovviamente il massimo dei punti presi deve consentire di arrivare al massimo allo stipendio attuale.

Klotz1960

Ven, 02/08/2019 - 02:16

E certo, come sempre l'Anm esclude all' origine, per assunto ideologico, che i magistrati abbiano delle corresponsabilita' nella lunghezza eccessiva dei processi. Qualunque causa puo' essere invocata, per quanto remota o astrusa, ma MAI quella di una corresponsabilita' dei magistrati.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 02/08/2019 - 16:44

vi traduco in "italiano" quello che hanno detto i magistrati: noi siamo noi e voi non siete un carso!