Il governo in cerca di soldi ​per salvare le banche

Lo spetro della Troika nelle trattative Renzi-Europa. Il premier nega tutto, ma la Commissione lo smentisce

Dopo la Brexit l'attenzione dei mercati si sposta sull'anello debole della catena europea, cioè l'Italia e le sue banche alle prese con circa 200 miliardi di crediti in sofferenza. Se la Borsa dovesse accanirsi nuovamente sui nostri istituti, fragili patrimonialmente, servirebbe capitale fresco. Ma come recuperarlo vista l'ennesima turbolenza e il minaccioso bail in?

«Stiamo monitorando la situazione da vicino e siamo in stretto contatto con le autorità italiane in merito a possibili passi», ha dichiarato ieri il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, interpellato sul caso-Italia, aggiungendo che «ci sono diverse modalità di azioni possibili che sono ancora oggetto di discussione». Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha cercato di smentire il segreto di Pulcinella. «Non c'è nessuna trattativa, le banche stanno bene, affronteremo eventuali emergenze», ha detto. «Bisogna mettere in sicurezza le banche, non possiamo permetterci di non farlo», ha precisato il presidente della Bce, Mario Draghi.

Le parole di Renzi, pertanto, suonano molto strane. In primo luogo, Palazzo Chigi aveva fatto sapere di aver attivato un «tavolo di crisi» con il ministero dell'Economia, guidato da Pier Carlo Padoan, il ministero dello Sviluppo e la Cdp. In secondo luogo, poi, erano emerse varie ipotesi di rafforzamento del sistema finanziario con impegni fino a 40 miliardi di euro.

Proviamo a fare un po' di ordine. Con l'aiuto fattivo della Banca d'Italia il governo sta monitorando la situazione delle banche. Al momento, le esigenze di capitale non sono insostenibili. Unicredit probabilmente dovrà avviare un aumento (che il mercato stima tra i 5 e i 7 miliardi) dopo la scelta del nuovo ad. La Bce vorrebbe che Carige si rafforzasse ulteriormente (siamo nell'ordine del miliardo). E quando si parla di aumenti il mercato pensa sempre a Mps che, pure, ha visto scendere le sofferenze lorde a 47 miliardi.

Servirebbe un nuovo Fondo Atlante. Ma, come ha detto ieri il Ceo di Intesa Carlo Messina, «la nostra partecipazione al Fondo è già il massimo che riteniamo per il sistema bancario nel suo complesso». E se si tira fuori la numero uno è difficile che altri seguano. Ecco perché il governo aveva pensato a un sistema di garanzia pubblica su un veicolo societario o su emissioni obbligazionarie bancarie. In entrambi i casi la Cdp avrebbe dovuto avere il ruolo di «assicuratore» rispetto all'intervento di soci privati come i fondi. Sia in questo caso sia in quello di intervento diretto della Cassa è necessario discutere con l'Ue invocando l'articolo 107 del Trattato che sospende la disciplina degli aiuti di Stato in presenza di eventi eccezionali e, di conseguenza, anche il bail in. Se la forza della Cdp fosse insufficiente e non si palesassero gli investitori, sarebbe opportuno un aiuto comunitario. Sui mercati si era anche diffuso il rumor (segnalato da Renato Brunetta) che il Tesoro avesse avviato trattative con il Fondo salva-Stati, deputato a intervenire visto che il Fondo europeo salva-banche non è ancora operativo. Sarebbe l'equivalente dell'arrivo della Troika a Roma. Renzi non vorrà certo uscire di scena in questo modo, anche se in Europa tutti sanno che l'Italia cerca risorse per le banche.

Commenti
Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mer, 29/06/2016 - 08:47

Indovina indovinello, chi pagherà il nuovo balzello? Sarà ancora il contribuente, mezzo scemo e deficiente, che continua a votar piddì e lo piglia in quel posto lì? Fesso, cornuto e mazziato, così vive l'italian beato!

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 29/06/2016 - 09:01

I soldi, ci sono! Li prendiamo dai dirigenti bancari, che con i BONUS, più i loro stipendi e le provvigioni, sono diventati MILIARDARI. PERCIÒ, NON SI VA DAI RISPARMIATORI A BATTERE CASSA, MA DA QUEI PARASSITI, CHE DALLA MAFIA GOVERNATIVA E DALLA GIUSTIZZIA CORROTTA, VENGONO ASSECONDATI!!!

Aegnor

Mer, 29/06/2016 - 09:23

Io una idea in linea con il progressista pensiero l'avrei : perché non inventarsi un po' di nuove tasse,aumentare quelle già esistenti,aumentare le tariffe dei servizi,dimezzare la spesa per la sanità,alla fine,rimarrebbero pure soldi per aumentarsi gli stipendi,le buone uscite e magari pure i vitalizi.

meloni.bruno@ya...

Mer, 29/06/2016 - 09:24

Ha già rimmediato il governo!Obligando l'aumento delle bollette di luce e gas convertendola in un'altra patrimoniale.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 29/06/2016 - 09:42

andatele prendere ai debitori, non ai risparmiatori. I primi che spendono e spandono ed i secondi che mangiano pane e cipolle(per modo di dire) per avere 2 soldi(sempre per modo di dire) da parte. Ma si può fare dei debiti per comprare uno smartphone? Oppure per comprarsi una barca, che non è necessario che lo compri? Questo sono solo esempi. Ed uno che magari ha soldi risparmiati, tiene ancora un televisire di vecchia generazione, il cubo. E tu ladro di Governo vai a colpire il risparmiatore?

Ritratto di capcap

capcap

Mer, 29/06/2016 - 09:45

Emerito Padoan, sei sicuro che i nostri soldi serviranno per "rinforzare le banche" e non renderle più ricche TE COMPRESO?

sergio_mig

Mer, 29/06/2016 - 10:03

Monti non aveva salvato il MPS ingannando gli italiani, e adesso ci risiamo peggio di prima? I dirigenti delle banche sono come i magistrati che non pagano mai. Monti e un fallito come l'Europa vogliamo salvare l'Italia? Basta sanità gratuita X tutti, basta migrazione indiscriminata, basta regalare soldi a Brussels basta politicanti incapaci e collusi con il malaffare,basta foraggiare banche e le finanze mariuole e pensioni di invalidità fasulle..........

Agev

Mer, 29/06/2016 - 10:10

Bene .. Mandiamo a casa governo e idioti europei . Gaetano

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 29/06/2016 - 10:25

Io una idea ce l'avrei: sequestro dei patrimoni di politici, deputati senatori PdR PCM,decurtamento del 60% del loro stipendio, via _BENEFITS, rimborsi, schede telefoniche,auto blu,rosse viola ,etc via scorte,pensioni d'oro,vitalizi indecenti etc.E se non basta, sforbiciate ovunque in tutto il sottobosco mafioso-politico.

accanove

Mer, 29/06/2016 - 10:28

banche..... per decenni hanno agito indistubate e protette, istituito strutture più blindate della mafia, hanno applicato tassi da strozzini, evaso il fisco, dato soldi a chi non ne aveva bisogno e negati agli altri, speculato su tutto quello che era possibile, spesso truffato i risparmiatori ed ora sono diventate lo snodo critico della sopravvivenza dello stato....e sono ancora protette. A quando un banchiere in galera? Ve ne sono molti di nomi in aria di reato ma nessuno si muove anzi....

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 29/06/2016 - 11:04

SI VEDE CHE SONO CAMBIATI I TEMPI, UNA VOLTA SI SALVAVANO LE AZIENDE E LE FAMIGLIE, ADESSO SI SALVANO I CLANDESTINI E LE BANCHE.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 29/06/2016 - 11:25

I soldi ci sono ... Come sempre li prendiamo dai cxxxxxxi che lavorano e producono ... Dai lavoratori del settore privato e dagli imprenditori !!!

Una-mattina-mi-...

Mer, 29/06/2016 - 11:38

SE HANNO BISOGNO DI SOLDI LI CHIEDANO ALLE "RISORSE" AUTOCERTIFICATE, CHE FINO AD ADESSO HANNO BECCATO E BASTA

kayak65

Mer, 29/06/2016 - 12:32

lo hanno gia' fatto: +4.3 luce + 2.3 gas. e con il petrolio a 48.5 dollari. il Pinocchio e il gufo stanno mettendo in atto il taglio delle tasse a loro modo

Zizzigo

Mer, 29/06/2016 - 12:51

Finché lo stato non decide una dieta dimagrante ferrea, per il suo apparato burocratico, e, al contrario, continua a spendere e spandere, il debito non può che aumentare. Ci sono solo tasse e nessun presupposto per il rilancio dell'economia. Il gongolone fa finta di non vedere, ma girando con la testa per aria, finirà ineluttabilmente per inciampare!

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 29/06/2016 - 13:11

l'italia made in pd e frottolo riparte.....dai debiti.....da pagare.. dagli italioti.....

roseg

Mer, 29/06/2016 - 13:13

I nostri cugini francofoni per una situazione analoga nel 1850 tagliarono un bel numero di teste... Bei tempi!!!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 29/06/2016 - 13:55

Difficile essere ottimisti. Il sistema bancario italiano è debole per la "montagna" di crediti non esigibili causa crisi economica.Le banche DOVEVANO essere sistemate a suo tempo come ha fatto la Germania con la Commerzbank e Deutsche, ma a quel tempo fu l'INCOMPETENZA del governo e dei suoi ministri che restò a guardare, assicurando i correntisti (con la BUGIA e l'INGANNO) che tutto andava bene. Se il problema sarà demandato alla Troika per i risparmiatori saranno a rischio i risparmi. Non c'è altro da dire ... la fantasia non ha niente a che fare con la finanza.

Ritratto di host8965

host8965

Mer, 29/06/2016 - 14:08

Vorrà dire che andremo short mentre giornalisti e lettori continueranno ad abbaiare alla luna.

luna serra

Mer, 29/06/2016 - 14:21

ma come il sistema Italiano è il più solido dell'Europa questo dichiarano sempre Padoan ed il nostro Presidente del consiglio

mic21

Mer, 29/06/2016 - 14:25

Solo una Thatcher con le sue ricette economiche potrebbe salvare questo paese ma forse sarebbe troppo tardi. SOS movimento politico con idee Thatcheriane..perché non esiste in questo paese fallito??

PAOLINA2

Mer, 29/06/2016 - 14:44

Se lo dice Brunetta che c'e' una trattativa con il fondo salva stati possiamo stare tranquilli, lui ne sa qualcosa visto che con il suo governo ci ha affossato.

Ritratto di RomenoXPunizioneGiustizia

RomenoXPunizion...

Mer, 29/06/2016 - 14:51

Indovina indovinello, chi pagherà il nuovo balzello? Sarà ancora il contribuente tedesco, francese o inglese, mezzo scemo e deficiente, come fara l'Itaglia se domani arrivera un Frexit seguito da un Gerexit ?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 29/06/2016 - 14:52

servitori, schiavi delle banche che hanno pagato loro la campagna elettorale

Blueray

Mer, 29/06/2016 - 15:00

Li può cercare dove vuole, ma si ricordi che sono principalmente i soldi che i titolari di crediti non hanno ripagato (non performing loans). Credo che sarà difficile che qualcuno si proponga per darglieli. Finirà che le banche esporranno il classico cartello "per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno".

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 29/06/2016 - 16:16

Se si volevano fare gli interessi dell’Italia, quando la Merkel ha affermato che le regole non si cambiano, bisognava alzarsi ed abbandonare la riunione e, sulla porta d’uscita, ricordare al panzer tedesco che queste regole sono state già cambiate due anni fa per favorire il sistema bancario francese e tedesco. Renzi non è in grado di fare il capo del governo … sindaco era e sindaco è rimasto!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mer, 29/06/2016 - 16:52

Le banche in Italia si sono fatte il loro proprio fondo salva-banche, per cui attingano da lì e non, come sempre, dai contribuenti. E poi si taglino gli stipendi ecc., tutto quello che viene fatto ai dipendenti pubblici.