Governo, Cirinnà: "Su adozioni gay e fine vita terreno comune con il M5S"

La senatrice Dem traccia le linee guida per le possibili intese nel futuro governo giallorosso in tema di diritti civili. E chiede "un'inversione di rotta" su fine vita, droghe leggere e adozioni gay

Fine vita, legalizzazione delle droghe leggere, matrimonio egualitario, omogenitorialità e adozioni gay. Divisi quasi su tutto Pd e Movimento 5 Stelle potrebbero trovare nei temi etici un “terreno comune”.

A sostenerlo è Monica Cirinnà che in un’intervista al quotidiano La Stampa si dichiara fiduciosa sul lavoro che il nuovo governo giallorosso potrà portare avanti in Parlamento nel campo dei diritti civili. “Penso ad una legge contro l’omotransfobia: in Senato ci sono due ddl, uno a firma della collega Maiorino e uno a mia firma, che sono largamente sovrapponibili”, scrive su Facebook la senatrice del Pd con riferimento al ddl sottoscritto da 36 senatori pentastellati che propone di modificare il Codice Penale aggiungendo ai “delitti contro l’uguaglianza” anche quelli dettati da “omofobia e transfobia”.

“In questi anni di lavoro parlamentare, ho toccato con mano che il M5S sui diritti ha una posizione complessa e plurale, che alterna posizioni di apertura a chiusure anche brusche”, continua la madrina della legge sulle unioni civili. Che non esclude, a questo punto, anche un’archiviazione definitiva da parte di un futuro governo giallorosso del discusso ddl sull’affido condiviso firmato dal senatore leghista Simone Pillon. “Contestato da esponenti di M5s”, spiega la Cirinnà, finora è stato “condizionato dalle dinamiche interne alla ex maggioranza”.

“Più volte abbiamo rimproverato al Movimento 5 stelle mancanza di coraggio”, rivendica infine la senatrice Dem, ma ora, incalza, è tempo di “una netta inversione di rotta in materia di diritti civili” per “ricucire davvero il Paese, sostituendo a rabbia e paura la solidarietà e la coesione”. “Sui diritti – conclude - abbiamo davanti una pagina bianca e un nuovo percorso da avviare”.

Pronta la replica del consigliere comunale della Lega, Umberto La Morgia: “Si va verso un governo più a sinistra della sinistra e la cosa sconcertante è che cercheranno di imporre leggi che modificano radicalmente la cultura e l'etica del nostro popolo, senza il consenso del popolo stesso, a cui è stato negato il diritto di voto”. “Pensiero che peraltro – aggiunge l’esponente leghista, apertamente gay - non trova d'accordo neanche tutti gli omosessuali in merito agli ulteriori diritti da rivendicare in quota Lgbt”.

“La fantomatica legge contro l'omotransfobia, come è noto – attacca La Morgia - rischia di essere un espediente non per contrastare violenze, ma per limitare la libertà di opinione su questi temi”.

Commenti

killkoms

Gio, 29/08/2019 - 21:52

ma chi la vota questa?

cir

Gio, 29/08/2019 - 21:59

E le quote rosa ? E le quote GAY ? E le quote extracomunitarie ? E le quote dei centri sociali ?Vogliamo poi dimenticarci dei Viados Brasiliani? Saprai essere imparziale ?

Korgek

Gio, 29/08/2019 - 22:13

E certo, queste sono le problematiche importanti del paese, quelle che non ci fanno dormire la notte. Cara pidiota inutile, pensala come vuoi, sappi solo una cosa: la legge della natura si basa su un equilibrio che mantiene in vita l'intero universo ed è una legge che non può essere manipolata. Chi lo fa, ne paga le conseguenze. Tu, stai andando contro la natura, sei libera di farlo, ma il disequilibrio che crei si abbatterà su di te. Non è una minaccia, è proprio così che funziona. Buona propaganda di inutilità e disequilibrio.

vince50

Gio, 29/08/2019 - 22:16

Piaccia oppure no,speriamo che ci pensi l'Islam a rimettere molte cose al loro posto.

Fjr

Gio, 29/08/2019 - 22:31

ricucire davvero il Paese, sostituendo a rabbia e paura la solidarietà e la coesione”,la rabbia quella vera non l'avete ancora vista ma prima o poi gli italiani ve ne daranno un saggio

Renadan

Gio, 29/08/2019 - 22:37

Saremo tutti con SALVINI. TUTTI IN PIAZZA CONTRO QUESTI IMBROGLIONI

rigampi1951

Gio, 29/08/2019 - 22:38

Sicuramente sarà contento Bergoglio di quello che faranno i suoi amici komunisti su questi argomenti

Divoll

Gio, 29/08/2019 - 22:52

Non bastava Bibbiano, non bastano i porti aperti, ora anche le adozioni gay. Ma NESUNO di questi signori che parli di occupazione, lavoro, diminuzione della pressione fiscale (anzi!), ricostruzione dei centri terremotati, degli 8 milioni di italiani sotto la soglia della poverta'. Macche'! Schifosi ipocriti, altro che "sinistra", questi sono satanisti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 29/08/2019 - 22:59

Ecco i problemi importanti per loro. Queste sono le priorità, non tutto il resto. Sappiatelo cittadini, ricordatevi al voto, cosa vogliono questi e cosa tacciono di quello che serve davvero.

Fjr

Gio, 29/08/2019 - 23:36

Divoll questi sono una massa di falliti che pensano di saper fare politica,tranquilli, gli italiani non la bevono continuate a vaneggiare e a credere al bianconiglio,poi vedete che pillola che dovrete ingoiare

Fjr

Gio, 29/08/2019 - 23:41

La foto pubblicata è vergognosa come quella che impugna il cartello ,dio patria famiglia sono stati i capisaldi di questa nazione e lo saranno ancora, ci sono persone che hanno sacrificato la vita in nome di questa nazione,meritano un popolo che sia degno di quel sacrificio , e non questi fenomeni da baraccone

Fjr

Gio, 29/08/2019 - 23:42

Leonida , non si preoccupi che chi ha veramente a cuore il nostro paese quando sarà il momento ,godrà di ottima memoria

BALDONIUS

Ven, 30/08/2019 - 02:43

Questa ha trasformato i gay in una industria su cui campare

eddie02

Ven, 30/08/2019 - 05:46

Korgek@ Ma di quale natura sta parlando? "Il disequilibrio che crei"? Ma che dice

Alessio2012

Ven, 30/08/2019 - 07:33

BRAVO MATTEO, HAI VISTO IN CHE MANI CI HAI LASCIATO?

maxmado

Ven, 30/08/2019 - 07:45

Col sistema di Bibbiano le adozioni gay erano già belle che fatte, vero pessima Cirinnà? Vergognatevi insabbiatori delle verità dei mostri di Bibbiano e di chi sa quanti altri luoghi in cui si praticavano questi metodi da SS.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 30/08/2019 - 08:48

Ma sì e tanta cioccolata e marmellata ai ragazzi, anche se la mamma è contraria. Fumare anche a 9 anni, no? Poi che vuoi per rimbicillire gli italiani, liberare le droghe leggere l'hai già detta, ma poi che c'è ancora? Ma sì, guidare anche dopo aver assunto droga ed alcol. Liberiamo tutto! Al massimo se succede qualcosa c'è sempre la galera in fondo....se ci vanno in galera. Depenalizziamo le pene fino ad 8 anni, liberi di rubare.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 30/08/2019 - 08:49

Vogliamo uno Stato islamico. Votiamo gli islamici con le loro leggi

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 30/08/2019 - 08:52

Uno pensa agli immigrati con porti aperti, l'altra pensa ai gay, un'altro pensa alla redistribuzione, ma agli italiani che lavorano e magari ai terremotati, c'è qualcuno che ci pensa?

Adespota

Ven, 30/08/2019 - 09:07

Suggerisco alla Cirinnà, come provvedimento prioritario, quello dell'obbligo per tutti gli esercenti di avere un quarto tipo di wc, da attivare entro sei mesi massimo, dopo quello per uomini, donne, handicap. Gli imprenditori sinistri apprezzeranno...