Di Maio: "Inceneritori? Vintage" È ancora scontro nel governo

Oggi il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sarà a Caserta per la firma del protocollo sulla Terra dei fuochi. Per Di Maio, gli inceneritori sono come cabine telefoniche, Fontana replica: "Non accetteremo più i rifiuti del Sud"

Inceneritori e ambiente. Due temi che potrebbero mettere a rischio i rapporti tra i due leader politici del governo gialloverde, Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Perché è proprio sullo smaltimento dei rifiuti che i due partiti di maggioranza tentano di ritrovare un'intesa. Che secondo il leader leghista arriverà. Come sempre. Dopo quattro giorni di botta e risposta sulla questione, il ministro dell'Interno ha ammesso che nel contratto un passaggio indica "il superamento dei termovalorizzatori". Per Salvini l'obiettivo è "bruciare sempre meno, andare sempre meno in discarica e differenziare sempre di più". Ma anche quello di sistemare le complessità: "Siccome siamo al governo per risolvere i problemi e a Napoli e in Campania pagano la tassa rifiuti come in tutta Italia, è giusto dare a loro questa possibilità, che hanno tutte le atre regioni italiane".

"Il Paese non torna indietro"

Il vice presidente del Consiglio leghista, nelle ultime ore, torna però a difendere la sua posizione sui termovalorizzatori: "Se gestiti bene e controllati bene, portano più salute e più economia e, quindi, sicuramente la Lombardia non torna indietro. Anzi, l'obiettivo è che anche altre regioni vadano avanti. Non voglio un Paese che torna indietro". Per Salvini, infatti, i rifiuti, nel mondo, "significano ricchezza, energia e acqua calda". E ha portato l'esempio della Danimarca dove, a Copenaghen, verrà inaugurato un termovalorizzatore con una pista da sci e una parete per arrampicata.

La firma del protocollo

Intanto, nelle prossime ore, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, insieme a sette ministri sarà a Caserta per affrontare il dossier "Terra dei fuochi". Il Primo Ministro firmerà un protocollo d'intesa per un'azione urgente sul territorio campano, da tempo devastato dai roghi tossici. Il documento sarà sottoscritto, oltre che da Di Maio e Salvini, anche dal Ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, dal Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, dal Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, dal Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, dai Prefetti di Napoli e Caserta e dal sottosegretario al Ministero della Salute, Armando Bartolazzi. Per il capo politico pentastellato, si tratta del "primo atto per cominciare a spegnere i fuochi".

"Gli inceneritori? Come le cabine telefoniche"

"Parlare di inceneritori, oggi, è come parlare della cabina telefonica con il telefono a gettoni. Qualcuno può essere ancora affascinato dal vintage, ma sempre vintage rimane", ha spiegato Di Maio a Pomigliano d'Arco. "Abbiamo fatto un contratto di governo oltre sei mesi fa e quando ci vediamo e ci mettiamo al tavolo si va sempre avanti", ha detto il leaderl del M5S, alludendo probabilmente a un tentativo di riconciliazione con il leader della Lega, su cui Salvini negli ultimi giorni era intervenuto. Di Maio ha ricordato anche che per costruire un inceneritore serve molto tempo: "Negli anni facciamo la differenziata e guardiamo al futuro invece di guardare al passato, dobbiamo investire sulla differenziata, perché si creano più posti di lavoro. Siamo al 50% e in pochi anni possiamo arrivare a percentiali in Media Ue". D'accordo con il capo politico pentastellato anche il senatore Gianluigi Paragone. Quella sul superamento dei termovalorizzatori è, per l'ex giornalista, "una battaglia di vera modernità". E a Salvini ha risposto che nel contratto di governo l'eliminazione dei termovalorizzatori riguardava tutti gli impianti italiani. Anche quelli della Lombardia.

La posizione netta di Fontana

Intanto, il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, interpellato da La Stampa ha risposto al vice Presidente del Consiglio, chiedendo addirittura una modifica della norma che impone lo smaltimento dell'immondizia proveniente dal Meridione: "Se Di Maio pensa che i nostri impianti inquinano, allora devo dire che non accetteremo più i rifiuti del Sud".Il presidente leghista ha spiegato anche che i 13 inceneritori lombardi "non solo sono puliti, ma anche assolutamente controllati".

Commenti

LuPiFrance

Lun, 19/11/2018 - 10:43

e con cosa sostituisce gli inceneritori il prode DiMaio?

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 19/11/2018 - 10:44

Sarebbe utile responsabilizzare ogni singola Regione sul problema rifiuti :come raccoglierli e come smaltirli. Che il Sig.Di Maio pontifichi e condizioni tutta L'Italia su un problema specificatamente tecnico/tecnologico non è giusto.Della serie Di Maio spiega a Draghi i segreti della finanza. L'Italia ,almeno, non deve/dovrebbe cadere nel ridicolo.

carlottacharlie

Lun, 19/11/2018 - 11:22

Se gli stupidi non vogliono il loro benessere perchè dovremmo noi nord, lombardia, milanesi, togliergli le castagne dal fuoco? Bravo Fontana, che si arrangino. Sono 70anni che quei luoghi campano a "chiagne e fotti" e noi, scemi del villaggio, abbiamo pagato per i loro truffaldini pianti. Siamo nell'anno di Grazia 2018, terzo millennio, sarebbe ora che in quei luoghi si tirino su le maniche e pensino loro stessi alla loro vita e terra. Bisogna essere drastici se vogliamo che l'handicap tra nord e sud diventi ricordo. Continuare dar loro corda è volere il male del paese tutto, è essere lo zimbello pagatore di genti poco dignitose che campano a "chiagne e fotti".

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 19/11/2018 - 11:23

Si vede che Di Maio,non ha la minima idea di come "giri" il mondo dei rifiuti,le problematiche "tecniche",etc.etc.! 1°-DIFFERENZIARE AL MASSIMO!...il Sud lo fà?Poco...il 43% contro un 65% al Nord,...per non parlare delle Isole:26%!!...Colpa del Nord?..No!...Vanno rieducati?..SI!...Si lasceranno rieducare?...Boh!...Chi paga la "rieducazione"?...il Nord,con "aiuti economici"?...(probabile!)...Ogni Regione deve essere RESPONSABILE,in modo autonomo per la gestione del problema?...Dovrebbe,ma non pare!Fatta la "differenziazione" al massimo(anche virtuosamente ad un 75%),rimangono dei "rifiuti",che se "plastiche",potrebbero essere avviate ad impianti di "pirolisi"(450°C),per la loro trasformazione in "gasolio"(percorso conveniente,ma in Italia le "accise" ammazzano il processo),...il resto?...O in discarica(ormai piene,con costi di 200€/ton),o nei "termovalorizzatori"(fatti come si deve).Diversamente il CAOS AMBIENTALE!

VittorioMar

Lun, 19/11/2018 - 11:23

..non si parla di "INCENERITORI" ma di "TERMOVALORIZZATORI" ...che non è una DIFFERENZA DA POCO !!...è come scambiare un "RAZZO" con un "PALAZZO" !!...o come diceva TROISI : pensavo Fosse Amore invece era un CALESSE ...!!!

ginobernard

Lun, 19/11/2018 - 11:23

per certi versi i meridionali assomigliano agli islamici ... invece di imporsi con la forza della ragione si impongono con la forza della violenza. Perchè se la mettiamo sul piano della ragione non hanno il minimo scampo. Sono fottuti ... la razionalità a loro fa schifo.

vaigfrido

Lun, 19/11/2018 - 11:28

sapete qual è il vero piano del napoletano Di Maio ? riempire la bocca del vesuvio di monnezza e poi fare solletico al vulcano e ci pensa lui ....

Giorgio5819

Lun, 19/11/2018 - 11:48

LuPiFrance, e con cosa sostituisce gli inceneritori il prode DiMaio... con quattro chiacchiere al bar dello stadio, così, come si conviene da quelle parti.

handy13

Lun, 19/11/2018 - 11:53

...NON era nel programma, questa palla la devono smetterla di dirla, sono al governo di una nazione, non sono amministratori di condominio, ...e se succedono imprevisti.? non scritti nel contratto, che fanno, anzi non sanno come fare ...(vedi ponti, terremoti, o rifiuti...)..5* il peggior governo dopo Monti.!!

schiacciarayban

Lun, 19/11/2018 - 12:16

"Parlare di inceneritori, oggi, è come parlare della cabina telefonica con il telefono a gettoni. Qualcuno può essere ancora affascinato dal vintage, ma sempre vintage rimane", ha spiegato Di Maio a Pomigliano d'Arco. Di Maio, ridicolo ignorante, informati o stai zitto, vai a vedere gli inceneritori di ultima generazione che stanno facendo in Danimarca! Addirittura lo fanno in un parco pubblico con pista da sci sopra, impatto zero, emettono solo vapore acqueo e rendono un sacco di soldi. Mi sa che vintage sei tu non l'inceneritore!

schiacciarayban

Lun, 19/11/2018 - 12:32

Gli nceneritori NON sono nel contratto. Anche il disastro di Genova NON era nel contratto, infatti è ancora lì da 4 mesi, intonso... che tristezza questo insulso governo...

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 19/11/2018 - 12:36

Ormai è certo, siamo il paese dei balocchi!

leopard73

Lun, 19/11/2018 - 12:41

Il fighetto non vuole capire perché è uno zuccone.!!!!

schiacciarayban

Lun, 19/11/2018 - 12:55

Di Maio, prima di dire scemenze tipo "Parlare di inceneritori, oggi, è come parlare della cabina telefonica con il telefono a gettoni" Cerca di informarti. In Danimarca stanno costruendo un inceneritore e impatto zero, addirittura inserito in un parco pubblico, con una pista da sci sul tetto, e rende un sacco di soldi. Le cose tecniche lasciale ai tecnici, grazie.

Ritratto di C.Piasenza

C.Piasenza

Lun, 19/11/2018 - 13:41

Tutto ciò capita perché, 1 ) piaccia o no, il sud ha compattamente votato per un'accozzaglia di incompetenti, 2 ) Mattarella non ha voluto incaricare il centro destra , prima coalizione alle elezioni, di formare un governo, 3) Salvini si è prestato al folle progetto di un governo che raccoglie improvvisatori, ignoranti, fanatici senz'arte ne' parte. Bastava guardare ai curricula dei vari Di Maio , Toninelli, Bonafede , Fico, Lezzi e compagnia cantante per capire che dove saremmo andati a finire....

Angelo664

Lun, 19/11/2018 - 13:49

La raccolta dei rifiuti non e' una cosa politica ma molto pratica. Se non li raccogli nel giro di una settimana tutta italia e' come napoli o la campania poi dopo qualche mese .. come l'India. Se ci sono alternative valide ben vengano ma alla svelta. La politica puo' far tanto a monte ovvero mettendo leggi che impongano diverse cosette : Vietato il pet per le bibite, solo vetro. Vietata la palstica per gli imballaggi, solo legno e7o cartone. Vietate posate e piatti di plastica nonche' i bicchieri. Vietata la vendita di acque minerali che arrivino da piu' di 100km di distanza tranne per quelle zone molto aride dove non ve ne sono. Vietata la vendita di sorgenti di acqua potabile a stranieri o ditte private. Vietare il tetrapak per i contenitori del latte, solo vetro o lattine in alluminio cosi come per le bibite.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 19/11/2018 - 13:52

Caro di maio i termo-valorizzatori nono sono come gli inceneritori ed inoltre producono energia elettrica senza costo della materia prima. Prima di parlare, oltre a connettere il proprio cervello, è necessario conoscere la materia. I paesi del nord europa, in fatto di energia, sono avanti a noi e smaltiscono i rifiuti in tale maniera. Salvini dovrebbe imporsi sul capo del governo e il parlamento per fare in modo che ogni regione smaltisca i propri rifiuti. Bene dice Fontana e farsi avanti nel dire che non intende più smaltire i rifiuti campani. Se non si opera in tal senso sarà difficile venirne a capo e risolvere il problema. Ci pensino i campani a smaltire i propri rifiuti e se accettano la prepotenza del potere mafioso sono cavoli loro. Lo Stato ha già sborsato troppi soldi per tale problema ma da oltre vent'anni non si cava un ragno dal buco.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 19/11/2018 - 13:53

Caro di maio i termo-valorizzatori nono sono come gli inceneritori ed inoltre producono energia elettrica senza costo della materia prima. Prima di parlare, oltre a connettere il proprio cervello, è necessario conoscere la materia. I paesi del nord europa, in fatto di energia, sono avanti a noi e smaltiscono i rifiuti in tale maniera. Salvini dovrebbe imporsi sul capo del governo e il parlamento per fare in modo che ogni regione smaltisca i propri rifiuti. Bene dice Fontana e farsi avanti nel dire che non intende più smaltire i rifiuti campani. Se non si opera in tal senso sarà difficile venirne a capo e risolvere il problema. Ci pensino i campani a smaltire i propri rifiuti e se accettano la prepotenza del potere mafioso sono cavoli loro. Lo Stato ha già sborsato troppi soldi per tale problema ma da oltre vent'anni non si cava un ragno dal buco..

Ritratto di Ardente

Ardente

Lun, 19/11/2018 - 13:59

il problema non è la raccolta differenziata che grazie a Dio nel 2016 è iniziata anche in Campania in maniera capillare, ma il suo smaltimento. Non si ricorda Giggino che ad Acerra l'unico inceneritore presente in regione ha sempre lavorato a mezzo servizio o poco per i malaffari che ruotano intorno a rifiuti?Pure l'Esercito fu inviato a presidiarlo. Quante tonnellate di rifiuti campani furono spediti al Nord o in Germania?con relativi costi esorbitanti a certo no a i termovalorizzatori in Campania ma la monnezza al Nord o all'estero... della serie siamo sempre i soliti furbacchioni....

necken

Lun, 19/11/2018 - 14:16

al Sud convivono con la spazatura da decenni, ci sono statali fiancheggiata ambo lati dalla spazzatura. In tutte le strade periferiche ed i piazzali dei centri più importanti trovi spazzatura abbandonata e poi si lamentano che lo stato li abbandona, pretendono forse una badante con una bacchetta magica per esaudire i loro desideri a spese altrui?

giza48

Lun, 19/11/2018 - 14:23

Dal mondo della Tecnologia a volte capita di leggere delle notizie strabilianti: termovalorizzatore ad impatto zero come emissioni di fumi ed inquinanti, costruito in centro a Copenaghen! Capito! in centro città, dove la popolazione più volentieri si addensa. Non solo, sul tetto del già citato, costruita una piccola pista di sci. Sul tetto, ove di solito sporgono le ciminiere, dove maggiore è il rischio? Si signori proprio li, perchè il mostro non inquina ne produce polveri tossiche e altre schifezze. E' solo merito di una tecnologia particolarmente affidabile che bruciando le parti non riciclabili delle immondizie, ma di alto contenuto calorico, permette il loro azzeramento e produzione di Energia elettrica per la città, ed infine mediante i tubi pieni d'acqua per il raffreddamento delle caldaie, si provvede al riscaldamento a costo zero delle abitazioni collegate. continua...

Marguerite

Lun, 19/11/2018 - 14:35

La Lombardia ha ragione, perché dovrebbe ricuperare le porcherie del sud?.?.?

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 19/11/2018 - 14:35

Di Maio: "Inceneritori vintage" ... ... ... la vostra monnezza ve la potete sempre mangiare, l'importante e che non la si porti più al nord od all'estero a spese dello stato, siete un popolo di primitivi retrogradi !

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Lun, 19/11/2018 - 14:36

Caro di maio ti invito a studiare il concetto della relatività,cosi capirai la differenza che passa tra mondo reale e mondo dei sogni.Gli inceneritori per te sono vintage come le cabine telefoniche a gettone? Allora considera la relazione :le cabine telefoniche stanno con i piccioni viaggiatori come stanno i termovalorizzatori con i fuochi tossici abusivi.Caro di maio l'economia circolare sui rifiuti inizia con le discariche controllate a norma, poi si passa agli inceneritori ,ai termovalorizzatori ,alla raccolta differenziata con incenerimento della componente combustibile e via progredendo nella tecnologia.Gradualità dunque, ora sei al primordio dei fuochi ultravintage e il tuo problema non lo scaricare sugli italiani che già pagano assai i rifiuti napoletani all'estero.augh

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 19/11/2018 - 14:41

Se per Di Maio, gli inceneritori sono come cabine telefoniche, che vada a telefonare, ( QUANDO SONO IN PIENA ATTIVITÀ ), insieme ai suoi padri della politica, i DEMOCRISTIANI ALL`ITALIANA, """COLORO CHE ISCRITTI AL "PCI" SONO ENTRATI IN POLITICA, CON LA VALIGIA DI CARTONE ED ORA IN PENSIONE, SI SONO TUTTI ARRICCHITI CON IL DANARO-PUBBLICO E SONO MULTI- MILIONARI"""!!!

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Lun, 19/11/2018 - 15:02

Esistono gli impianti a pirolisi, che sono il futuro. L'ignoranza regna sovrana, evidentemente.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 19/11/2018 - 15:52

E si ha ragione Giggino, sono VINTAGE!!! Loro a Napoli che sono piu avanti (CHIU INNANZI) i rifiuti li spediscono gia sulla LUNA!!!!lol lol Ridiamo per NON piangere.AMEN.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 19/11/2018 - 16:33

nON è COLPA DI GIGINO..DOVETE FARGLI CAPIRE CHE IL TERMOVALORIZZATORE NON E' UGUALE ALL'INCENERITORE!!

Massimo Bernieri

Lun, 19/11/2018 - 17:38

A Vienna c'è un termovalorizzatore in pieno centro.Tutti pazzi gli austriaci?

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 19/11/2018 - 17:55

No Massinmo 17e38 i PAZZI stanno a Napoli!!! Saludos.