"Come la Grecia", "Parli?". È lite tra Tria e l'Austria

Il ministro Tria risponde agli attacchi del titolare del Tesoro di Vienna che ha criticato il governo e ha accostato l'Italia alla Grecia

Altissima tensione tra Italia e Austria. Ad aprire lo scontro è stato il ministro delle finanze Hartwig Loger. In un'intervista al quotidiano austriaco "Salzburger Nachrichten", il titolare del Tesoro austriaco ha criticato in maniera netta le parole di Salvini: "Non siamo disposti a pagare i debiti dell’Italia". Poi l'affondo durissimo che ha acceso la miccia anche in via XX Settembre: "A causa del consapevole avanzare della spirale del debito, non si può escludere che l’Italia non si evolva in una nuova Grecia Quando un governo non si attiene con tutta evidenza alle regole in fatto di debito, regole sulla quale ci siamo accordati nella UE, e se la cava senza pagare pegno e per di più pretende l’allentamento dei criteri di stabilità dell’euro, è un chiaro segno che c’è bisogno della riforma UE proposta dal avanzata da Kurz per sanzioni più dure".

La risposta del titolare del Tesoro, Giovanni Tria, non si è fatta attendere. E così, proprio Tria ha replicato in modo duro: "Penso che le persone prima di parlare debbano pensare, è un consiglio anche per chi ha fatto quelle dichiarazioni". Arrivando al vertice dell’Eurogruppo, il ministro ha detto che "l’Italia non chiede che qualcuno paghi per il suo debito, ma ha abbondantemente pagato per il debito altrui aiutando altri paaesi europei, come la Grecia, non avendo mai chiesto un euro. Non credo che l’Austria abbia pagato quanto l’Italia che è il terzo contributore. Per questo invito gli amici europei a pensare prima di parlare". Insomma Roma fa a pugni con i vicini austriaci e di fatto lo scontro in Europa si accende proprio sull'Economia. Bruxelles ha i riflettori puntati da tempo sul governo gialloverde. Il nuovo Def e la prossima legge di Bilancio saranno un banco di prova importante per l'esecutivo. Dietro l'angolo c'è sempre il rischio dell'aumento dell'Iva. E così il ministro del Tesoro manda un messaggio anche al titolare del Viminale che non accetta i paletti di Bruxelles: "Chiaro che in campagna elettorale i mercati finanziari sono in fibrillazione, ma i fatti per ora sono questi, ci atteniamo a questi obiettivi", ha aggiunto Tria ricordando che questa impostazione è stata "approvata" dallo stesso Salvini, che "era presente al Consiglio dei ministri" che ha licenzito il Def.

Commenti

Michele Calò

Gio, 16/05/2019 - 16:14

In questa UE di idioti c'è una macroscopica evidenza ovvero che ogni Stato vale quanto gli altri. Ed è sbagliatissimo perchè, soprattutto in materia economica, uno Stato vale quanto pesa ovvero per quanto paga alla cassa comune. In tal caso l'Italia, come terzo contribuente, ha tutto il diritto non solo di contare piu' dell'Austria ma anche di mandarla a farsi fottere viste anche le continue provocazioni in materia di doppia cittadinanza con i parassiti altoatesini!

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 16/05/2019 - 16:56

E' ora di smetterla con l' Unione Sovietica europippea : con le buone o....con le cattive !

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 16/05/2019 - 17:10

Se, come succede, a livello europeo si cercano TUTTE LE POSSIBILI OCCASIONI DI SCONTRO per sminuire l'importanza, la legittimita', l'ONORABILITA' DEL GOVERNO DI UN PAESE MEMBRO E SOVRANO, significa solo che gli attuali occupanti degli scranni piu' alti SONO CERTI DELL'IMMINENTE ESECUZIONE DI SFRATTO, E SI SENTONO ALLA CANNA DEL GAS.

faman

Gio, 16/05/2019 - 18:03

ma l'Austria non fa parte degli "amici" di Salvini?

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Gio, 16/05/2019 - 18:11

Quando lo scolaro supera il maestro:

GeoGio

Gio, 16/05/2019 - 18:30

Non serve discutere con l'Europa. L'Europa nasce per azzerare la nostra produzione industriale a vantaggio della Germania. Se non fosse cosi' avremmo un solo debito pubblico: quello europeo. Per cui l'unica strada e' o fare saltare il banco minacciando di uscire e non pagare nessuno come doveva fare la Grecia, o morire lentamente. E piu ci alleggeriscono e piu poi le nostre minacce non sortiranno effetto

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 16/05/2019 - 18:43

Menono Incariola---Guardate che qui si parla del governo austriaco non della UE. E il governo austriaco è bello di destra, sovranista e amico di metteuccio bello di mamma sua.

razzaumana

Gio, 16/05/2019 - 18:46

Apprezzo e stimo il Ministro Tria,però forse pecca di eccessiva educazione..."gentaglia" simile andrebbe rintuzzata in maniera più brutale...nè chiamare "amici europei" un covo di vipere infide. Perchè all'Estero è diffusa l'opinione che "altri" ci pagano il pranzo,mentre è vero l'esatto contrario??? mentre è vero esattamente il contrario???

Klotz1960

Gio, 16/05/2019 - 20:27

Per chi non l'avesse ancora capito, l'Austria soffre il fatto che l'economia italiana e' quattro volte piu' grande, nonché il fatto che ampie aree del Nord Italia sono molto simili. Sono tanti i Paesi in Europa che non ci sopportano, per ragioni che hanno a che fare principalmente, anche se non esclusivamente, con pura INVIDIA. Ci vorrebbero poveri e scalzi - al massimo ristoratori, bagnini e guide turistiche. Chiunque abbia vissuto in altri Paesi europei lo sa perfettamente. I primi della lista sono i Francesi.

rino34

Ven, 17/05/2019 - 08:56

Ora è inutile lamentarsi, prendetevela con Prodi &C. loro hanno accettato le varie regoline, e ora si vorrebbe cambiarle. Peccato che serva l'unanimità e sicuramente ci sarà qualcuno che non vorrà farlo. Allora la lega e FDI abbiano le palle per proporre un referendum sull'Italexit, altrimenti sono solo slogan per cercare voti...falsi

giovanni951

Ven, 17/05/2019 - 09:06

l’austria é un protettorato tedesco per cui chi parla, di fatto, ë la merkel. L’austria, in eurabia, conta come il due di picche.

aleppiu

Ven, 17/05/2019 - 09:12

tranquilli l'austria e' amica del felpino......e ha gia' capito in che mani siamo

Mborsa

Ven, 17/05/2019 - 09:20

Bravo Tria!L'Italia ha contribuito per i prestiti alla Grecia, per la spesa con la Turchia ed è un contributore netto del bilancio UE. Chiediamo l'applicazione dei trattati (Lisbona?) per il diritto di voto ponderato nelle decisioni del consiglio dei capi di stato.

Mechwarrior

Ven, 17/05/2019 - 09:27

su su coraggio: è ora della patrimoniale sulle case. direi un bel 5% del valore di mercato.

FlorianGayer

Ven, 17/05/2019 - 11:17

Dunque, secondo Tria, ciò che dice Salvini non conta? A parte il fatto di gonfiare patriotticamente il petto, Tria ha detto ciò che vogliono tutti i politici UE (anche gli alleati di Salvini): le dichiarazioni di Salvini sul debito sono uno specchietto per allodole.