Grillo perde i pezzi a Genova: arriva l'ennesima scissione interna

Nel capoluogo ligure lasciano tre consiglieri comunali grillini su cinque e ora il rischio è che la rivolta possa propagarsi anche alla Regione

Arriva proprio da Genova l'ultima brutta notizia per Beppe Grillo. E ancora una volta, manco a dirlo, riguarda problemi tutti interni al suo M5S.

Perché in un MoVimento in base alle continue fronde interne l'ennesima scissione viene registrata proprio nel capoluogo ligure, città di origine e feudo politico dell'ex comico. In consiglio comunale a Palazzo Doria Tursi ben tre consiglieri grillini hanno lasciato il M5S, riducendo così la rappresentanza pentastellata a due soli uomini.

Ad abbandonare anche il capogruppo ed ex candidato sindaco Paolo Putti. Che, motivando la propria decisione insieme ai colleghi Emanuela Burlando e Mauro Muscarà, spiega: "Scendiamo da questo mezzo che non è lo stesso con cui eravamo partiti e qualcuno ha deciso di cambiare senza condividere".

Un attacco frontale alla linea dirigista imposta a livello nazionale da Beppe Grillo, con la giravolta europea sulle alleanze e sopratutto il recentissimo diktat del silenzio imposto agli eletti di qualsiasi livello: "Nel MoVimento c'è chi fa passare Putin e Trump per statisti e io devo sottoporre a giudizio le mie dichiarazioni", si lamenta Putti.

E la rivolta rischia di propagarsi anche al gruppo grillino in Regione Liguria, dove due consiglieri hanno già espresso solidarietà agli (ex) compagni di partito in Comune.

Il momento è delicato perché fra sei mesi i genovesi saranno chiamati ad eleggere il nuovo sindaco e i grillini sono sul punto di aprire le consultazioni online per le candidature. Tanto che fra gli "ortodossi" c'è già chi grida all'incucio: perché Putti, che era scontento da anni, si domandano, ha deciso di lasciare proprio adesso?

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 27/01/2017 - 11:17

Lo scrivo da sempre.Questo "movimento" ha diverse anime.E' stato una aggregazione di "incazzati",e "delusi",di diversa estrazione,mentalità,provenienza.Fatalmente,strada facendo,perde quei pezzi,che si erano aggregati,sulla base di questo collante!!

unosolo

Ven, 27/01/2017 - 11:28

troppe chiacchiere e pochi fatti , dal passato non rimane nulla , nelle votazioni in parlamento quando si esce si da possibilità di far passare leggi inservibili ma per baratto , manca la vera voglia nel quale era nato il M5S , oggi i personaggi errati messi in alcuni posti in vetrina hanno sbagliato ma certamente questo dimostra che i ladri sono arrivati in tutti i vertici anche istituzionali , si perdono pezzi ? è normale quando si è allo sbando e tutti parlano , i fatti contano per riuscire a mantenere un movimento per quel che era nato,,

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Ven, 27/01/2017 - 11:39

E questo vorrebbe andare al voto subito, in queste condizioni? Raggi indagata, pezzi che si staccano ecc. ...

il corsaro nero

Ven, 27/01/2017 - 12:11

@Carlo_Rovelli: magari, così ce li leviamo dalle scatole una volta per tutte!!!

timba

Ven, 27/01/2017 - 12:26

Da una parte do ragione a Grillo, nel senso che in tutti gli altri partiti, ove non esistono regole così rigide e dove tutto è (o dovrebbe) essere condiviso, alla fine abbiamo assistito alle peggiori sceneggiate, ricatti e voltagabbana. D'altra parte Grillo non può continuare a cambiare idea e/o indirizzo come sta facendo, usare due pesi e due misure, e silenzio stampa neanche fosse una squadra di calcio in ritiro... A tutto ciò sommiamo che la novità delle figure scelte in rete invece che garantire professionalità e democrazia, si è rivelata il peggior boomerang possibile.

grazia2202

Ven, 27/01/2017 - 12:39

grillini!!! il partito di un comico con i contratti firmati senza riferire agli elettori le clausole capestro. non è un partito è una associazione che vuole prendere in giro gli Italiani. ci voglioni uomini capaci e responsabili: non badanti a tempo con le tasche piene di resort e royalties da clausole : CHE PENA

Miraldo

Ven, 27/01/2017 - 13:32

M5s = Cialtroni e ladroni come i loro compagni del Pd.............

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Ven, 27/01/2017 - 14:07

Se va avanti così assisteremo, a breve, a una pentastellata supernova.

antipifferaio

Ven, 27/01/2017 - 14:31

Inutile accanirsi contri i 5Stelle...Ormai è come accanirsi contro Trump o Putin...L'inciucio della Nazione Fi-Pd è finito, mettetevi l'anima (ma tanto non ce l'avente) in pace...

veronica01

Ven, 27/01/2017 - 14:54

Eh, ciò che prude di più è rinunciare a una fetta di emolumenti. Il resto sono tutte chiacchiere per coprire il vero motivo dell'uscita.

eugenio.n

Ven, 27/01/2017 - 15:06

Non mi interessa cosa farnetica questo signore.Però vorrei chiedergli di guardarsi allo specchio, ogni tanto, e scoprire che fa semplicemente orrore!A parte il fatto che,come tutti sanno, il volto e' lo specchio dell^anima!...Non aggiungo altro!

Max Devilman

Ven, 27/01/2017 - 16:03

Io a sto giro la vedo diversamente dai commentatori che ho letto finora. Se Grillo ha deciso (andrà verificato) di svoltare a destra è altresì normale che al suo interno avverrà una scissione. Sappiamo tutti che il M5S è composto in gran parte da eletti con idee di ESTREMA sinistra, che coerentemente se ne vanno. Adesso bisogna vedere quanto dura la svolta a destra e se è funzionale ad una eventuale alleanza con la Lega (obbiettivo over 40% per il premio). Fossi in Salvini eventualmente gli farei firmare un accordo con penali, purtroppo hanno dimostrato in diverse occasioni di essere inaffidabili e incoerenti. Vedremo.....per ora sono tutte ipotesi.

Aio

Ven, 27/01/2017 - 16:07

Beppe, ma perchè non te ne stai tranquillo a Sant'Ilario a scrivere nuove barzellette?

Ritratto di ateius

ateius

Ven, 27/01/2017 - 16:34

il Partito di Grillo è il Partito di Grillo.- purtroppo per lui di Grillo ce n’è uno solo, e quindi mal si addice il fatto che nelle Istituzioni siano andati altri.. in sua rappresentanza, che però non sono LUi.- a questa sua sventura, non credo ci sarà rimedio. e i 5stelle finiranno in una torre di babele incomprensibile.

27Adriano

Ven, 27/01/2017 - 17:44

Ci furono a suo tempo i moti rivoluzionari italiani. Ora ci sono i moto rivoluzionari ..grillini.

piazzapulita52

Ven, 27/01/2017 - 18:57

GRILLO? UN MEDIOCRE COMICO IN TV E, ADESSO, UN MEDIOCRE COMICO IN POLITICA!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 27/01/2017 - 19:22

Grillo mi sembra Di Pietro. Prima tutti dietro la protesta (facile protestare), poi fallito miseramente per mancanza di..elettori. Farà la stessa fine anche costui.

Klotz1960

Ven, 27/01/2017 - 20:26

Genova e' uno dei primi posti in cui i rappresentanti locali di Italia dei Valori hanno subito allungato le mani pesantemente, lasciando Di Pietro basito. E' stato molto fortunato a trovare giudici che non gli hanno applicato la delirante dottrina del "non poteva non sapere". Ora e' uno dei primi posti della fronda interna dei 5 stelle. Ingovernabile come Napoli o Palermo, per mancanza di equilibrio e rissosita' permanente - aspetti tipici del sottosviluppo psicologico, politico e culturale. La svendita della Corsica alla Francia la dobbiamo a Genova. Comunque all'Italia Genova ha dato il pesto - nessuno lo puo' negare.

Popi46

Sab, 28/01/2017 - 06:12

@antipifferaio- Trump e Putin possono non piacere, ma paragonare a loro i grillini mi sembra forzato. Il Ms5 e ' solo una accozzaglia di sanculotti,nipotini di Robespierre. Il quale non ha fatto una bella fine.