Un consiglio a Obama: andiamoci piano con le guerre mondiali

"Perché spedire al massacro migliaia di militari? Per ottenere cosa?"

Il presidente americano Barack Obama

A cent'anni dall'inizio della prima guerra mondiale nessuno ancora ha capito a che cosa sia servita, se non ad ammazzare milioni di persone, gente che non aveva alcun interesse a combattere. Fu una tragedia di dimensioni enormi, una vera e propria apocalisse, e anche Il Giornale ha dedicato una pubblicazione speciale per rievocarla. Giusto così. Non si poteva e non si può dimenticare una carneficina del genere, né trascurare i sacrifici sopportati in nome della patria da vari popoli.

Sul conflitto sono stati scritti tomi da autori importanti, tra cui Gabriele D'Annunzio, per citarne uno. Sono stati girati documentari a decine e abbiamo visto programmi televisivi pregevoli che ci hanno mostrato immagini toccanti di soldati costretti ad arrangiarsi in trincee - su entrambi i fronti - per settimane e settimane, senza mai potersi cambiare d'abito, mangiando poco o niente. Quasi quattro anni di battaglie, morti e feriti in quantità, sofferenze indicibili. Chiunque si è fatto un'idea di cosa sia accaduto di spaventoso sulle Alpi e non solo, ma rimane in sospeso un quesito: perché spedire al massacro migliaia di militari? Per ottenere che cosa? Il disfacimento dell'impero austroungarico? Valeva la pena di trucidare battaglioni e battaglioni di alpini per strappare risultati pratici similmente modesti?

L'Italia poi, stringi stringi, che vantaggi ha ottenuto a parte qualche fazzoletto di terra? Una miseria. E qui bisogna chiedersi che avessero in testa i governanti dell'epoca. La segatura? Probabilmente sì. Forse erano addirittura più cretini di quelli di oggi che pure disprezziamo maggiormente. Come si fa a mandare allo sbaraglio un esercito, obbligarlo a farsi sbudellare (chi arretrava veniva fucilato, idem chi disertava) per portare a casa un pugno di mosche? Ovvio, gli uomini che vinsero la guerra sono degni di esaltazione, vanno celebrate le loro azioni eroiche. Tutto ciò è legittimo e doveroso. Ma la considerazione è una sola: la scelta bellica fu una manifestazione di presunzione, di imbecillità allo stato puro e di crudeltà. Reclutare militari in numero spropositato - contadini, operai, ragazzi e ragazzini impegnati in attività civili - e scaraventarli sulle alte vette per uccidere e farsi uccidere, senza un motivo compatibile con la logica, fu un crimine mostruoso, peraltro mai punito dalla storia né adeguatamente deplorato dagli storici, addirittura incapaci, per mancanza di coraggio o di scienza, di spiattellarci la verità, cioè dirci che quel conflitto fu una pazzia da condannare e basta, senza se e senza ma.

L'umanità si è sempre scannata nei modi più orrendi, si è resa protagonista di razzie, saccheggi, delitti, per cui non è il caso di stupirsi che lungo le rive del Piave e a Vittorio Veneto (lasciamo perdere per pietà Caporetto) si sia improvvisata una mattanza con pochi precedenti. Ma, a distanza di un secolo, ce lo vogliamo dire che Vittorio Emanuele III e la sua corte agirono con un cinismo disgustoso e tale da meritare un anticipo del processo di Norimberga? E invece gli artefici della guerra se la cavarono negli anni successivi costruendo sacrari, monumenti in ogni piazza, altari della patria e dando impulso a commemorazioni retoriche fastose quanto inutili e ai limiti della presa in giro per le povere vittime.

Lo scenario peggiorò nei decenni successivi durante i quali ci si avviò verso la seconda guerra mondiale figlia della prima, scatenata da un Hitler smanioso di vendetta e supportato da un Mussolini brasato e convinto di aver diritto a riscuotere una fetta di gloria, adattandosi a fare da ruota di scorta del Führer. Altri morti, altra macelleria, leggi razziali. Un disastro ideologico oltre che militare. Stupidità e insensatezza, spocchia personale e delirio di onnipotenza. Sappiamo come è andata a finire. In cima a una catasta di cadaveri, che hanno pagato un debito che non avevano, sventola ancora una bandierina tricolore. Ci accontenteremmo di un po' di silenzio, dato che la vergogna non sappiamo cosa sia. Le guerre non sono ciliegie eppure l'una tira l'altra. Tant'è che Obama e soci meditano di farne un'altra contro l'Isis, e non pensano che così creeranno i presupposti per incrementare le decapitazioni e i monumenti ai caduti.

Commenti

spigolatore

Lun, 15/09/2014 - 10:56

Caro Feltri, concordo con la sua critica ad Obama, ma lei da storico, oltre che giornalista, sa che ogni azione va inquadrata nel suo periodo storico. E nel 1914 c'erano le condizioni al contorno perché ci fosse la guerra. Troppo facile giudicare con il senno di poi.Cordialmente.

Aleramo

Lun, 15/09/2014 - 11:00

Sig. Feltri, mi permetta di dirle che il suo articolo è un misero insieme di banali luoghi comuni. Cosa ottennero i nostri nonni dalla Prima Guerra Mondiale? Ottennero l'unità d'Italia, Trento e Trieste, l'Istria. Allora, come nel Risorgimento, parti d'Italia erano governate da potenze straniere. Per questo l'ideale di Patria aveva allora forte seguito. Ho conosciuto anziani istriani che hanno conosciuto D'Annunzio e l'hanno ammirato perché li avrebbe liberati dallo straniero. E' già abbastanza odioso pagare le tasse a Renzi, si immagina pagarle alla Merkel? Lei non farebbe una guerra per liberarsi? Beh, suo nonno ebbe il coraggio di farla, pertanto (mi consenta) si dimostrò almeno in questo migliore di lei.

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Lun, 15/09/2014 - 11:02

ma si può dire che in tutta questa vicenda che il "premiato nobel per la pace" insieme a certi personaggi ricchi e potenti chiamati "lobbies Americane" che sono dietro le spalle dello stesso presidente stanno SCHIUMANDO DI RABBIA perche La Cina li ha sorpassati dal punto di vista industriale e non sanno come recuperare il terreno perso, per non parlare poi di Putin!!!!!! Per non parlare poi che da questo "premiato nobel per la pace" siamo passati dalle "primavere arabe" agli "inverni arabi"...... ma in fondo le guerre condotte dagli Americani ne hanno bisogno PER FAR CASSA (grazie alla collaborazione delle potentissimi Lobbies delle ARMI AMERICANE) Dunque la "sceneggiata" americanata e sempre la stessa..... si creano nemici per poter poi dichiarare guerra sempre per far cassa con la speranza di recuperare terreno perduto per sorpassare LA CINA!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 15/09/2014 - 11:06

Caro Feltri, non cadiamo nella trappola del ne e ne. Si deve scegliere perchè l'islam non si ferma da solo. Vale la legge di conservazione della quantità di moto applicata ai solidi. Solo una forza esterna superiore li ferma e ne inverte il moto. Io opterei per il nucleare che tanto gli omini verdi tardano ad arrivare. Il problema sono gli omini neri.

cgf

Lun, 15/09/2014 - 11:12

Una terza guerra mondiale non sarà combattuta nei campi ma strada per strada, casa per casa, anche USA non saranno esclusi, anzi... non escluderi qualche cellula impazzita che voglia versare una fialetta in un acquedotto. ke importa se l'acqua è controllata e quindi non ne ucciderà molti, il danno è fatto e la paura, e panico, tra la popolazione sarà tanta.

africano

Lun, 15/09/2014 - 11:13

Dopo la sua iscrizione all'arcigay, e dopo aver quindi calato le braghe di fronte alla dittatura gender e del politically correct, al potere delle feroci lobby, non riesco più a prendere sul serio Feltri. Ormai è diventato un Pif qualsiasi, un Saviano di centrodestra, un Fazio con la cravatta in disordine.

Libertà75

Lun, 15/09/2014 - 11:28

Il punto è che non ci si possono permettere 2 teatri di guerra: o l'ukraina o il medioriente.

rugoso

Lun, 15/09/2014 - 11:30

Posso essere d'accordo con Feltri su una generale critica alla guerra che in questo articolo e' piu' una critica alla violenza, ma a questo punto e se e' convinto delle sue affermazioni il dott. Feltri dovrebbe andarlo a dire personalmente ai tagliatori di teste medioorientali, forse lo ascolteranno.

alberto_his

Lun, 15/09/2014 - 11:30

Una nuova guerra mondiale non vedrà probabilmente neanche il dispiegamento di soldati, essendo una guerra tecnologica. Muterà quindi radicalmente il rapporto morti civili / caduti militari.

Massimo Bocci

Lun, 15/09/2014 - 11:33

Ha ragione l'abbronzato lui commesso viaggiatore (colorato,il solo pregio per cui lo hanno scelto....i suoi sponsor...PADRONI, o essendo in USA, consiglio di amministrazione) Dunque i suoi sponsor e finanziatori,gli hanno dato un MANDATO (Nobel) di fomentare e golpizzare l'occidente e gli occidentali,per il mercato UNICO METICCIATO,come (il modello?? URSS), dove tutto doveva essere commercializzato CCCP (qui COOP) e li USA, (quando ci sono modelli IMPERIALISTICI che funzionavano cos'ì bene perché cambiare democratico, basta cambiare il nome della ditta o lo slogan pubblicitario) YES WE KEN, dunque lui è un prammatico???, a lui basta che il gas e il petrolio,armi,ecc.ecc siano made USA, cioè ACCATTATI DAI SUOI PADRONI!!! ,gestiti USA, poi che cazzo gliene frega, della mozzarella e delle zucchine UE,per lui (corsettina) novello,liberale??? (Maria Antonietta, avete fame accattatevi le briose ) IL SUO COMPITO DA COOPTATO,e per le STOC OSCION (PADRONALI!! ( anche lui teina famiglia, va a giocare a golf, quando gli sgozzano un concittadino ecc.ecc da vero Nobel) tra un po' avrà finto il mandato (MENO MALE!!!) e allora gli sponsor valuteranno i risultati acquisti, (gli USA, non è mica un regime comunista....ITALIANO, dove basta cambiarsi il nome per continuare a RUBARE IMPUNEMENTE), loro premiano solo i risultati, perché è la somma che fa il risultato...DEL DEMOCRATICO??? MERCATO METICCIO!!! E DELL'ABBRONZATO!!!

Ritratto di pietrom

pietrom

Lun, 15/09/2014 - 11:33

La guerra e' giusta o sbagliata? Il cibo e' buono o cattivo? Dipende dal cibo. Dipende dalla guerra. E la guerra a ISIS e' buona e giusta. Il non farla e' un atto criminale e una responsabilita' indiretta, ma pesantissima, nei confronti di tutte le sue future vittime innocenti.

nonna.mi

Lun, 15/09/2014 - 11:38

Purtroppo da quando è iniziata la vita dell'uomo sulla Terra nostra, le guerre ci sono sempre state con un crescendo di implicazioni sempre più orrende e con risultati sempre più tragici: sarebbe giudizioso e utilissimo che gli uomini trovassero la forza più che sensata di smetterla di cercare la sopraffazione degli uni sugli altri e pensassero che con la ultima "trovata" dell'Atomica le conseguenze sarebbero addirittura prevedibili per un disastro completo del nostro Pianeta. Ecco che il progetto di Obama sembra addirittura folle nel voler alimentare uno scontro con la Russia(chiamiamola così per semplificare):ma "l'abbronzato" si rende conto di quello che cerca di alimentare? Oggi sono d'accordo con Lei,Feltri! Myriam

linoalo1

Lun, 15/09/2014 - 11:44

Quello che trapela è che le Guerre ,oggi,nascono e vengono fatte solo per interessi personali e non certo per instaurare Democrazia e Libertà nel Mondo!A partire dal Vietnam ed,a seguire,tutte le guerre nel MedioOriente,perchè si sono fatte?A cosa sono servite?Chi ci ha guadagnato?Il Rododentro!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 15/09/2014 - 11:49

@spigolatore - Mi spiace ma dissento dal suo intervento. Nel 1914 c'erano le condizioni per un conflitto europeo ma non mondiale. L'entrata degli USA è stata orchestrata ad hoc dalla lobby sionista come anche i documenti storici dimostrano (dichiarazione di Balfour - l'originale è alla British Library di Londra e copia al museo di Gerusalemme). Grazie all'intervento sionista, gli inglesi, che fino allora erano in ginocchio circondati dagli U-boat prussiani (tedeschi) sono riusciti a creare l'occasione propizia per far entare gli USA nel conflitto (l'affondamento del Lusitania malgrado tutti gli avvertimenti pubblicati quotidianamente dall'Ambasciata di Prussia in America sul NY Times di non imbarcarsi per l'Europa). Il resto è storia, raccontata in dettaglio da un'intervento al Senato degli USA appunto da un senatore Statunitense che non risparmia dettagli e j'accuse a chi fu veramente dietro tutto questo. Il documento (registrazione dell'udienza senatoriale) è disponibile su YouTube per chi capisse l'inglese correttamente e la dichiarazione di Balfour è anche a disposizione su internet (o direttamente alla British Library per chi avesse il permesso di accerdervi). Cordiali Saluti, Italia Nostra.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 11:52

Io Massimo Bocci non riesco a seguirlo.

squalotigre

Lun, 15/09/2014 - 12:09

Io sono stato sempre un suo estimatore, caro Dr. Feltri, ma mi pare che questa volta non abbia proprio colto nel segno. La guerra è una tragedia per tutti; per i militari che la fanno e per i civili che la subiscono. Le guerre però non sono tutte uguali. E' come per la legittima difesa; io non voglio sparare ad alcuno, per me che sono cattolico e praticante siamo tutti figli dell'unico Dio e siamo tutti fratelli, però se qualcuno minaccia la mia famiglia e dispongo di un'arma la uso. Mi rattristerebbe uccidere e probabilmente ne porterei sempre il peso, ma non avrei alcuna esitazione a farlo. E così, sono sicuro farebbe anche lei. E' troppo facile fare il pacifista guardando le stragi e le decapitazioni alla televisione. Ed è troppo facile dire, come fa Papa Francesco, che bisogna fermarli. Giustissimo, ma come? Con una preghiera? Dubito fortemente che sia sufficiente. Questi tagliagole non aspettano altro che il martirio e quindi mi parrebbe una scortesia non concederglielo, e concederglielo al più presto. Aveva ragione, come sempre, Berlusconi: è in atto una guerra di civiltà e bisogna che ciascuno decida da quale parte collocarsi. Io non ho dubbi in proposito, spero anche lei.

Massimo Bocci

Lun, 15/09/2014 - 12:09

x salrandazzo............può sempre studiare, un po' di VERA DEMOCRAZIA,LIBERALE!!! ANTIMPERIALISTA, poi le sarà tutto più chiaro!!!

atipico

Lun, 15/09/2014 - 12:26

Caro Feltri, e Putin? Non le sembra di mettere su una visione unilaterale. Si, condivisibile molto sull'inutilità della guerra, ma unilaterale. Mi dispiace. E poi, la minaccia vera dov'è? In un movimento molto mediatico che taglia ogni tanto qualche testa e molto "bello" per polarizzare l'opinione verso il pericolo del islam... o da un a altra parte a est con un numero di testate nucleari che neanche riusciamo a contare e con la volontà di mostrare la determinazione per usi interni e/o esterni? Gradirei un'analisi un po' più precisa. La ringrazio.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 12:30

@squalotigre, da laico non credente resto un po' perplesso nel leggere che lei è cattolico praticante, ma poi scrive "Con una preghiera? Dubito fortemente che sia sufficiente." Si può essere credenti e poi dubitare della forza della preghiera? Lo chiedo senza ironia e senza malizia, incuriosito. Io, da non credente, non ho l'arma della preghiera. Ma immagino che se credessi, lo farei al 100%, con tutto quel che comporta. Quanto all'utilità della guerra, temo che in alcuni casi (lei ha giustamente fatto l'esempio della minaccia alla sua famiglia) sia difficile sottrarsi all'uso della violenza. Ma in questo periodo quel che mi fa più paura è che molta gente, invece di dire "occorre fermare questi pazzi ad ogni costo", dica invece "è una guerra fra oriente ed occidente, fra ISLAM e cristianità", cercando quindi una radicalizzazione e generalizzazione del conflitto. Una guerra contro l'ISLAM vorrebbe dire tante follie, tipo combattere anche contro i paesi che sono dalla nostra parte nella guerra all'ISIS, ma soprattutto combattere contro i tanti nostri islamici autoctoni o integrati. Quanta gente è integrata da una, due e più generazioni in USA, in Francia, in UK, in vari paesi d'Europa e (buoni ultimi) anche in Italia? Vogliamo fare anche una guerra interna? Fare i campi di concentramento (come con i giapponesi in USA nella seconda guerra mondiale) e metterci dentro tutti quelli che credono in Allah? Mi pare che stia circolando una leggera e pericolosa follia. E' vero che molti dicono "sterminarli tutti" ma non sarebbero disposti a muovere un dito in prima persona. Della serie "armiamoci e partite". Ma... davvero si pensa di poter mai organizzare e sostenere una guerra cristiani vs. islamici?

Fab73

Lun, 15/09/2014 - 12:30

Mi vedo costretto a ricordare al Dott. Feltri (che evidentemente dal 2003 ha cambiato idea) e a Massimo Bocci (che a forza di bere non si ricorda più cosa dice il suo idolo, cosa per altro non facile vista la velocità con cui cambia versione) che la guerra mondiale "On Terror" fu iniziata dall'allora presidente Bush, idolatrato dalla destra italiana e supportato dal condannato di Arcore. L'invasione dell'Iraq (che aveva come ragione il fatto che nel nome compariva la "Q" come in "Al Quaida"? Perchè altrimenti dovremmo pensare che lo fecero per il petrolio , e lui era un petroliere...) fu portata a termine in quel periodo, e i casini di oggi in quell'area derivano in gran parte da quello. La foto il califfo Al Bagdadi se la fece con Cheney, non con Kerry. Feltri, che lo pagano, lo capisco. Massimo Bocci ti pagano o sei proprio così deficiente????

Fab73

Lun, 15/09/2014 - 12:34

Mi vedo costretto a ricordare al Dott. Feltri (che evidentemente dal 2003 ha cambiato idea) e a Massimo Bocci (che a forza di bere non si ricorda più cosa dice il suo idolo, cosa per altro non facile vista la velocità con cui cambia versione) che la guerra mondiale "On Terror" fu iniziata dall'allora presidente Bush, idolatrato dalla destra italiana e supportato dal condannato di Arcore. L'invasione dell'Iraq (che aveva come ragione il fatto che nel nome compariva la "Q" come in "Al Quaida"? Perchè altrimenti dovremmo pensare che lo fecero per il petrolio , e lui era un petroliere...) fu portata a termine in quel periodo, e i casini di oggi in quell'area derivano in gran parte da quello. La foto il califfo Al Bagdadi se la fece con Cheney, non con Kerry (Bocci tranquillo, poi ti spiego chi sono). Feltri, che lo pagano, lo capisco. Massimo Bocci ti pagano o sei proprio così deficiente????

agosvac

Lun, 15/09/2014 - 12:36

Egregio direttore Feltri, per quanto riguarda le guerre non posso che essere d'accordo con lei. Tranne per una cosa: chi è aggredito ha ogni diritto alla difesa. Per quanto riguarda Obama, non gode delle mie simpatie, credo sia il peggior Presidente che gli USA abbiano avuto negli ultimi 50 anni. Ma nel caso dell'isis, improvvisamente Obama rinsavisce e decide: niente più guerre di posizione, solo attacchi aerei a difesa di chi sta a terra a combattere. E' l'unica decisione giusta che Obama abbia mai preso nei suoi due mandati presidenziali!!!! Pertanto mi permetto di chiederle di pensarci un po' su: quest'articolo non è ai livelli cui lei ci ha sempre abituati!!!!!

cgf

Lun, 15/09/2014 - 12:37

what does KEN mean? probably he meant yes, we CAN! The grim reality is he's misleading a little bit what's really going on. RDS

Fab73

Lun, 15/09/2014 - 12:43

Italia Nostra, mi spieghi: quindi il Lusitania fu affondato da un sottomarino "sionista". Wilson era Ebreo? Si rebnde conto che gli USA entrarono in guerra nel '17 (e le loro truppe arrivarono in Europa dopo quasi 4 anni di guerra)? Che prim adi allora si combatteva già in Africa e nel pacifico? La dichiarazione Balfour serviva per avere l'appoggio degli Ebrei in Palestina (che, tanto per informazione, c'erano già...). Prima finirà di vedere la storia come una serie di complotti dei "cattivi ebrei-comunisti-pluto-massonici", prima comincerà a capirci qualcosa...

rino biricchino

Lun, 15/09/2014 - 12:44

Bisogna appoggiare, sostenere, guidare i gruppi armati islamici che gia si stanno opponendo all'isis, fare in modo che l'integralismo islamico venga combattuto e vinto dall'islamismo moderato. Farla sembrar euna questione tutta islamica. Altrimenti, se la facciamo sembrare una guerra tra oriente ed occidente, tra cristiani e musulmani, come e' avv

fisis

Lun, 15/09/2014 - 12:50

Il problema consiste nel fatto che non tutte le guerre sono uguali. Se uno viene attaccato è chiaro che deve difendersi. La Germania nazista arrivò fino a invadere la Francia. Nel caso dell' Isis, cosa dovrebbe fare l'Occidente? aspettare che si rafforzi e formi un proprio stato, dopo l'uccisione di tutti i cristiani e dei musulmani non ortodossi, secondo la loro ideologia-religione aberrante? Dobbiamo aspettare che l'Isis dilaghi fin dentro il cuore dell'Europa? A quel punto sarebbe troppo tardi e la nostra vita sarebbe un incubo. L'Isis va combattuta perciò sul suo terreno, quindi probabilmente si renderanno necessarie prima o poi truppe di terra, altrimenti le guerre non si vincono. Sarà tremendo e sanguinoso, ma purtroppo non esistono altre vie, se vogliamo difendere le nostre imperfette ma preziose democrazie, la libertà nostra e dei nostri figli

rino biricchino

Lun, 15/09/2014 - 12:56

Bisogna appoggiare, sostenere, guidare i gruppi armati islamici che gia si stanno opponendo all'isis, fare in modo che l'integralismo islamico venga combattuto e vinto dall'islamismo moderato. Farla sembrare euna questione tutta islamica. Altrimenti, se la facciamo sembrare una guerra tra oriente ed occidente, tra cristiani e musulmani, come e' avvenuto fin ora, non ne verremo mai a capo. Rischiando seriamente una guerra mondiale in quei territori ma anche nei nostri quartieri, col vicino di casa musulmano, poiché siamo già saturi di musulmani ovunque.

squalotigre

Lun, 15/09/2014 - 13:02

salrandazzo - le ricordo che molti dei predecessori di Papa Francesco hanno intrapreso vere e proprie guerre contro chi con le armi voleva imporre il proprio credo. Alcuni di essi sono stati anche santificati. Nessuno che sia compos sui può pensare di fare la guerra all'islam. Ma la guerra contro i tagliagole, contro chi in nome della religione vuole riportare indietro di alcuni secoli le lancette della storia, non solo è giusta ma direi doverosa. Un paese occidentale non può sottomettere la propria cultura ad un credo che vuole la donna trattata come un essere inferiore, alla poligamia o ad altre simili amenità. Noi accogliamo tra noi delle persone che non vogliono integrarsi ma vogliono sostituire le loro usanze medievali alle nostre. A lei laico forse non importa che se vincessero loro le nostre chiese verrebbero distrutte e che tutti saremo costretti a fare le cinque preghiere giornaliere rivolti alla Mecca. Io invece continuo a tenere alle mie tradizioni e alla mia cultura per me e per la mia famiglia. Non sono politicamente corretto e sicuramente darei fastidio a chi si cala le brache di fronte alla violenza ed alla prepotenza, che ci vuole fare?

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Lun, 15/09/2014 - 13:05

FELTRI LA PREGO, SMETTA DI FUMARE MARIJUANA. LE ASSICURO CHE LE FA MALE. CHIEDA AL SUO MEDICO. CAPISCO CHE DIFENDA LA RUSSIA CON CUI SI DEVE CERCARE UNA SOLUZIONE RAGIONEVOLE E PACIFICA. MA DI FRONTE AD UNA SUDICA ACCOZZAGLIA DI TAGLIAGOLE SECONDO LEI DOVREMMO LASCIARLI FARE ? QUANDO DOVREMMO INTERVENIRE ? DOPO ACHE HANNO PRESO TUTTA L'ASIA E MAGARI ANCHE IL NORDAFRICA ? VOGLIAMO ASPETTARE CHE VARKINO IL MEDITERRANEO ? PIU' TEMPO SI ATTENDE PIU' L'ISIS CRESCE E SI RAFFORZA. ALLORA SI CHE SARA' DURA DISTRUGGERLO. OBAMA E' STATO GIUSTAMENTE CRITICATO ANCHE SU QUESTO QUOTIDIANO PER AVERE TROPPO A LUNGO INDUGIATO AD ATTACCARE I VIGLIACCHI ASSASSINI TAGLIAGOLE DELL'ISIS E LEI PRETENDE DI PERDERE ANCORA TEMPO ? MA MI FACCI IL PIACERE.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 15/09/2014 - 13:20

L'oggetto del contendere obiettivo della terza guerra mondiale, semplicemente non esiste. Forse sarebbe cambiare tutto per non cambiare niente? Va bene mettere al potere degli amici dell'occidente, ma allora perché non andavano bene quelli che c'erano già, tipo Hassad, Gheddafi o Saddam Hussein? Eppure il gattopardo figlio del Keniota inseminatore, si era incapponito con lo spoiling-system, quando era tormentato dai pruriti arabo-primaverili, per fregare degli onesti tirannelli che in definitiva facevano il loro mestiere, ovvero reggere i loro popoli culturalmente medievali, e tenere con noi post-moderne relazioni commericali. Gheddafi poi, grazie a Berlu operatore di pace, era anche ufficialmente e solennemente amico dell'occidente, con tanto di frecce tricolori, "presentat-arm" e salamelecchi col Napolitano-"Uno di voi mi tradirà". Eppure come bambini che rompono i giocattoli, l'immaturo Barack, già senza padre e senza giocattoli, faceva scoppiare il pallone-mappamondo con cui si baloccava prima di lui anche Charlot-Hitler.

L.SunCasey

Lun, 15/09/2014 - 13:20

Eh no, stavolta non sono d'accordo. Non si può mettere sullo stesso piano guerre giuste e guerre ingiuste, guerre col senno di poi senza senso (ma al momento del loro scoppio popolari o ritenute giuste) e guerre opinabili. Allora siamo diventati pacifisti, caro Feltri ? Contro Hitler e i tagliagole islamici "apriamo un tavolo di dialogo" con un bel mazzo di fiori ? Spero che lei stia scherzando o che parli per paradosso (che io però non capisco). Altrimenti...forza Vendola e Chamberlain ! Saluti

Ritratto di hardcock

hardcock

Lun, 15/09/2014 - 13:31

Al dott. Feltri, che francamente mi sembra parecchio rincoglionito, bisognerebbe spiegare che l'islam ha come scopo di sottomettere l'intero globo. E dal momento che il loro credo gli impedisce qualsiasi progresso cercheranno di sottomettere la luna, giove marte ecc. Proprio come si comporta il cancro, uccide il corpo che lo ospita per poi cercarne altri. Aboliamo le cure anticancro e cominciamo a discutere con con I virus. Bravo Feltri un mussulmano ragiona esattamente come lei

Giovy99

Lun, 15/09/2014 - 13:31

GUERRA = SOLDI (vendita armi, ricostruzione postbellica) + NWO

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 15/09/2014 - 13:38

come sempre, la sinistra fa danni! in questo caso è Obama a fare danni: ha provocato le rivolte arabe, ha spostato gli equilibri mondiali, per cosa? per provocare morti? provocare guerre? no, sbaglia. quando si provoca una guerra, è come giocare con l'antrace: se si rompe la provetta, tanti saluti a mezzo mondo....

Ritratto di Manieri

Manieri

Lun, 15/09/2014 - 13:48

Un altro articolo sciocco dopo quello dell'orso. Che sta accadendo a Feltri? Si è converetito al bergoglianesimo?

giottin

Lun, 15/09/2014 - 13:49

Benissimo, bell'articolo, però caro Vittorio ci vuoi spiegare come si combatte contro codesti tagliatori di gole che ormai ci hanno invaso, lo so che non bisognava farli entrare, però ora che ci sono che facciamo?

luna serra

Lun, 15/09/2014 - 13:53

perché l'America vuole dominare il MONDO nelle NAZIONI CHE HANNO RICCHEZZA tutto qui, basti vedere cosa hanno fatto con la Libia adesso siamo nel caos, non Interviene in Uganda,Sierra Leone Burundi,Etiopia Eritrea li non c'è ricchezza quindi non interviene per PORTARE DEMOCRAZIA il bello che noi gli crediamo distinti saluti

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 15/09/2014 - 13:53

@Fab73 - Sono già intervenuto precedentemente menzionando la dichiarazione di Balfour dove i Sionisti tedeschi si erano accordati segretamente con gli inglesi, guidati dal primo ministro David Lloyd George. Va ricordato che nel 1917, i britannici erano perdenti contro i prussiani in quanto circondati e messi in ginocchio dai loro U-boat che affondavano qualsiasi bastimento in entrata nel Regno Unito. L'accordo prevedeva di far intervenire gli USA nel primo conflitto mondiale. L'allora presidente statunitense era, infatti, un ebreo sefardita: Woodrow Wilson. L'affondamento del Lusitania (malgrado gli avvertimenti pubblicati quotidianamente sul New York Times di non imbarcarsi per l'Europa da parte dell'ambasciata prussiana negli USA) marcò l'entrata in guerra degli USA creando il primo grande pretesto storico per partecipare ad un conflitto. La guerra era fino ad allora, esclusivamente un conflitto europeo e non mondiale. Gli altarini vennero scoperti al trattato di Versailles nel 1919 dove i Sionisti erano presenti, malgrado non rappresentassero nessun paese. In quella occasione ricordarono agli inglesi di fare fede al loro accordo dato che la Palestina era sotto mandato inglese. In famiglia ho un docente universitario di Storia e le assicuro che sono informato benissimo sui fatti che però di rado si trovano sui libri. Non mi meraviglia che Lei crede sia tutto un frutto di un complotto. Ma si sa, i complotti 'non esistono' infatti quelli denunciati dal presidente J.F. Kennedy, che portarono alla sua morte, è mera fantasia... vero? Intanto però lui dopo aver pronunciato un certo discorso morì. Che strano... La invito ad informarsi a fondo sulla questione e ad ascoltare il discorso del senatore statunitense, se il Suo inglese glie lo consente. Saluti e buona giornata. Italia (sempre meno) Nostra.

Ritratto di spectrum

spectrum

Lun, 15/09/2014 - 13:55

Rispondo ad alcune domande del giornale. Si parla di politci del tempo della prima guerra come "scemi". E' possibile che i plitici siano sempre scemi mentre intelligentoni i giornalisti e il poplino ? No. La prima guerra mondiale la apri' l'austria-ungheria, l'italia entro' in guerra perche' sarebbe stata altrimenti invetabilmente conquistata, e anche ovviamente, a questo punto, per ambizioni territoriali. Nessuno si aspettava una guerra logorante di trincea. Si diceva che l'italia sarebbe arrivata a vienna in qualche mese. E cosi' sarebbe effettivamente stato, perche il fronte austriaco a inizio guerra era quasi del tutto sguarnito, vedi presa di cividale, grado, monfalcone senza sparare un colpo. La vittoria in qualche mese era effettivamente possibile, lo dicono le testimonianze austriache. Poi, la storia racconta che per incompetenza/inesperienza di guerra degli ufficiali italiani, si e' avanzati lentissimamente, con paura, e questo ha consentito all'austria-ungheria di rinforzare le linee. Il finale lo sappiamo. Quindi, i politici non erano degli idioti, avevano fatto delle valutazioni, come potrebbero farle anche quelli di oggi. Unica differenza positiva, Cadorna e il Re erano non stupidi ma carnefici senza rispetto per la vita. I politici di oggi in questo sono migliori.

Ritratto di marco.aliaslosciccos

marco.aliaslosciccos

Lun, 15/09/2014 - 13:56

Feltri, fa il ragionamento del senno di poi, tira le conclusioni di due guerre mondiali che non sono servite, specialmente quella del 1915/18, per annettersi un "cosiddetto" territorio ritenuto italiano. Fu possibile con il versamento di sangue anche da parte dei meridionali, costretti a combattere una guerra ritenuta non propria, visto che i padri di questi ragazzi vennero precedentemente massacrati dai savojardi nei 10 anni di lotta partigiana 1861/71 per annettersi l'intero Sud, poi sappiamo quale infame destino ha subito questa parte d'Italia. La prima guerra mondiale fu una vittoria di Pirro; persino i soldati facevano fatica a comprendere gli ordini e comunicare tra loro, in quanto la lingua italiana per l'80% era sconosciuta, si parlava solo in dialetto. Però Feltri dimentica che l'ordine mondiale, cambiò a favore dei vincitori, quindi non solo "un pezzo diterra", ma anche le autodeterminazioni di popoli che erano considerati coloni dagli austrougarici. No, non sono daccordo. L'Islam è stato sempre un pericolo. Senza andare per le lunghe, il Corano ordina a ogni credente di convertire con qualsiasi mezzo, compreso la violenza e la guerra chiunque non sia musulmano. E per la verità non vorrei vedere le nostre donne ridotte a zerbini, come oggetto di piacimento e divertimento... non vorrei vedermi inginocchiato in qualche moschea con il culo all'aria e vie dicendo. Sia la guerra contro questi criminali da portare in un tribunale speciale e impiccarli.

Palermitano

Lun, 15/09/2014 - 13:56

LA NUOVA GUERRA E' L'ENNESIMA FOLLIA DI UN'AMERIKA E DI UN OCCIDENTE IN STATO DI GUERRA PERMANENTE, CHE CERCANO SEMPRE NUOVI NEMICI E NUOVI CAPRI ESPIATORI, CHE DESTABILIZZANO MEZZO MONDO E COLONIZZANO MEZZO MONDO! FUORI L'ITALIA DALLA NATO!

Palermitano

Lun, 15/09/2014 - 13:59

LA GUERRA CREA SOLO DISTRUZIONE, MORTE, TERRORISMO, CARESTIE, POVERTA', LUTTI, PROFUGHI, IMMIGRAZIONE. LA GUERRA E' LA CAUSA DI TUTTI I MALI, E' LA SPORCIZIA DEL MONDO, ALTRO CHE L'IGIENE DEL MONDO!

Fradi

Lun, 15/09/2014 - 14:00

E' la prima volta che dissento da Feltri. Non so se non ho capito niente io o se Feltri incominci ad invecchiare. Brutte cose entrambe.

Palermitano

Lun, 15/09/2014 - 14:00

L'ITALIA RIPUDIA LA GUERRA! E' SCRITTO NELLA COSTITUZIONE. LA PACE E' UN DOVERE MORALE, RELIGIOSO, POLITICO, CULTURALE, GIURIDICO, CIVILE.... L'ITALIA LA SMETTA DI ESSERE ASSERVITA ALLA NATO E ALL'AMERICA, DIVENTI UN PAESE NEUTRALE E VERAMENTE PACIFISTA!

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Lun, 15/09/2014 - 14:04

Se si osserva quello che ha fatto l'administrazione Obama, quello che sta faccendo, e quello che dice che farà, ci si rende conto che i yankees sono in confusione mentale totale. Essendo totalmente isolati oramai dai paesi che contano, lasciate stare l'illusione che l'europa conti ancora qualcosa sul schacchiere mondiale, si stanno fregando i vecchi alleati. cio'è noi! Ci stanno fottendo di brutto e per ommertà e servilismo accettiamo. I sinistronzi hanno veramente toccato il fondo con il loro Totall Yankee Support!!

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Lun, 15/09/2014 - 14:05

@Fab73, che chiede ulteriori spiegazioni al commento di Italianostra Lun, 15/09/2014 - 12:43. Specificamente chiede se "quindi il Lusitania fu affondato da un sottomarino "sionista". Chiariamo, per chi non lo sa, che'laffondamento del Lusitania "induce" USA ad entrare in guerra. Tale fatto cambia l'andamento, che era nero per l'imperio inglese. Come sia stata affondata il Lusitania è motivo di dibattito. La destra lo vede come una operazione false flag. Cioè, una specia di auto-attentato di cui USA ha buoni precedenti; (vedi -1- la bomba scoppiata nella nave USA Maine in un porto cubano, da tale evento sorge la "risposta" USA che finisce con l'ultima colonia spagnola nel Nuovo Mondo; -2- la sceneggiata del golfo di Tomkin in Vietnam, che "genera" la guerra in Vietnam, ecc. Specificamente nel caso del Lusitania, vi erano le avvisaglie, (a) la stampa anericana, che era filotedesca fino a qualche mese prima, incomincia a battere contro la Germania preparando il terreno per entrare in guerra accanto a UK; (b) un rapporto dei servizi segreti USA al Presidente Wilson (che non era ebreo, ma come tanti presidenti americani era manovrato dalle lobby che contano) in cui si parlava di intenti tedeschi di coagulare sforzi di rivolta nel sud USA contro il governo centrale. La cosa più strana è che la Germania avrebbe fatto queste cose - innemicarsi gli USA allargando il fronte dei suoi nemici, in quel momento storico in cui stava vincendo, dalla serie: i tedeschi erano scemi.

Fab73

Lun, 15/09/2014 - 14:06

mortimermouse, come al solito eviti le pastiglie, poi scrivi a vanvera e fai figure di cacca. La guerra in Iraq (tanto per informazione, l'ISIS è da quelle parti) la fece Bush. Ti ricordi di chi era amico? Chi fu l'unico leader (si fa per dire) europeo ad appoggiare l'invasione? Dai ti aiuto: è il tuo idolo. Lo sai chi ha finanziato l'ISIS? I sauditi. Lo sai con chi fa affari la famiglia Bush? Dai, ci puoi arrivare anche tu. L'hai vista la foto di Al Baghdadi con Cheney? (sempre che tu sappia chi sono i due...). Dammi retta: scrivi solo "sinistronzi" e "comunisti mafiosi", sono comunque cazzate, ma almeno non certifichi il fatto di essere un minorato. Ciao

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 15/09/2014 - 14:06

Fab73 - ecco la prima parte del discorso di Freedman (ebreo apostata tra l'altro). Si cerchi il resto e buon ascolto. http://youtu.be/Ry37mKMh04U

buri

Lun, 15/09/2014 - 14:13

Egr, Sig. Feltri, generalmente sono in pieno accordo con lei, ma questa volta mi permetto di dissentire. La prima guerra mondiale fu combattuto in nome della Patria (parola quasi eliminata dal vocabolario. col pretesto di essere fascista) da migliaia di giovani motivati dal patriottismo, che sia servita a poco, ha probabilmente ragione, ma provvisoriamente ha impedito l'egemonia tedesca sul continente, ci ha riprovato, senza successo, Hitler nel 1939, ed ora ci sta riuscendo la Merkel con l'arma dell'economia fianziaria e non solo e moi babbei, nel sacro nome dell'europa ed anche dell'euro, le andiamo dietro felici e contenti (non mi riferisco al popolo, ma alle alte cariche dello stato. yipo il presidente della repub)blica) correndo verso la distruzione della nostra economia, e la miseria, distruggendo tutto quello che col sudore e farica abbiamo costruito nelli anni 50 e 60,

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 15/09/2014 - 14:24

Palermitano, l'occidente è il luogo della scienza e del progresso. Se aspetta i suoi idoli col cavolo che la sua aspettativa di vita sarebbe di oltre novant'anni. Si creperebbe come durante il meraviglioso tempo di maometto, a sessanta se va di lusso se non prima di pestilenza, lebbra o fame. Ma basta col buon selvaggio, che sono incapaci di uscire dal medioevo a causa di una religione oscurantista. Il Bagdadi ha decretato che tutto ciò che serve all'uomo è nel corano quindi, tutto lo scibile umano annullato. Libri bruciati perchè inutili o blasfemi, vietata la musica e culi al vento. Ma si rende conto per chi parteggia?

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Lun, 15/09/2014 - 14:25

Questo è il problema con l'italia! Leggendo molti commenti ci si accorge che si perde tempo a discutere del passato (la storia), non ci si occupa del presente e non si ha idee sul cosa fare per il futuro!! Paese di nostalgici e professori! Tuttologhi e sapientoni!! Guerra e guerra! Punto! Tutti hanno ragione e torto! Tutto e sporco!!! E sopratutto, tutto e valido come in amore!! No? Andate a vedervi "L'obama deception" poi dita la vostra!! Chi se ne frega di quello che è successo 70/100 anni fà. Me ne frego di quello che hanno fatto o come hanno vissuto i miei antennati, chi si interessa di questo sono solo persone inutili alla società! Bevetevi un "ombra" e continuate a fare le comari, ed aspettate che i yankees vi mandono al fronte o che i Fratelli Mussulmani vengono a tagliarvi la testa!

rickard

Lun, 15/09/2014 - 14:26

Ma siamo sicuri che non c'è qualcuno dietro le quinte che le guerre le vuole e le organizza? E noi poveri scemi crediamo che siano giuste o sbagliate, mentre sono soltanto utili a poche decine di persone di cui non conosciamo neanche il nome.

Fab73

Lun, 15/09/2014 - 14:29

Italia Nostra: Woodrow Wiilson un ebreo sefardita!!??!! Sono un po' preoccupato per gli studenti del suo parente: Wilson era di orini scozzesi, la famiglia proveniva dall'Irlanda del Nord e il padre era un reverendo presbiteriano. Il Lusitania fu affondato nel maggio del '15, gli Stati Uniti entrarono in guerra nell'aprile del '17: Sti sionisti devono essere lenti nell'organizzare le cose. Herztl tentò di andare alla conferenza di Versailles, ma non fu ammesso agli incontri ufficiali. Riguardo a Kennedy l'omicidio fu quasi sicuramente un complotto, solo che anche qui i "sionisti" non c'entrano proprio niente. Secondo me se prova con le parole "mafia". "viet-nam", "baia dei porci", "cia", "destra radicale" potrebbe andarci più vicino. Non ho detto che i complotti non esistono. Ho detto che la fissa del copmplotto "pluto-giudaico-massonico" è semplicemente una scemenza (e glielo ripeto). Quella di Wilson ebreo è bellissima!!! fa ridere quasi quanto i Protocolli dei Savi di Sion (o la donazione di Costantino), che temo il suo parente usi come testo in classe... Saluti

Pinozzo

Lun, 15/09/2014 - 14:30

Feltri ormai e' andato in dolce, butta li' stupidaggini a vanvera senza un filo logico. Brutta cosa la vecchiaia. Italia nostra, Wilson un ebreo sefardita? Ma non le tremano i muri in casa quando scrive delle cosi' apocalittiche str***ate? Wilson era figlio di protestanti irlandesi. Dove l'ha letta questa ca**ta, sul volume secondo dei protocolli dei savi di sion?

Fab73

Lun, 15/09/2014 - 14:36

Italia Nostra: Woodrow Wiilson un ebreo sefardita!!??!! Sono un po' preoccupato per gli studenti del suo parente: Wilson era di orini scozzesi, la famiglia proveniva dall'Irlanda del Nord e il padre era un reverendo presbiteriano. Il Lusitania fu affondato nel maggio del '15, gli Stati Uniti entrarono in guerra nell'aprile del '17: Sti sionisti devono essere lenti nell'organizzare le cose. Herztl tentò di andare alla conferenza di Versailles, ma non fu ammesso agli incontri ufficiali. Riguardo a Kennedy l'omicidio fu quasi sicuramente un complotto, solo che anche qui i "sionisti" non c'entrano proprio niente. Secondo me se prova con le parole "mafia". "viet-nam", "baia dei porci", "cia", "destra radicale" potrebbe andarci più vicino. Non ho detto che i complotti non esistono. Ho detto che la fissa del copmplotto "pluto-giudaico-massonico" è semplicemente una scemenza (e glielo ripeto). Quella di Wilson ebreo è bellissima!!! fa ridere quasi quanto i Protocolli dei Savi di Sion (o la donazione di Costantino), che temo il suo parente usi come testo in classe... Saluti

alberto_his

Lun, 15/09/2014 - 14:42

@Fab73: non è McCain quello in foto con il presunto Califfo? Cheney è quello che preannuncia il prossimo inside job (nucleare) al quale AB ha fatto eco.

Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 15/09/2014 - 14:45

Invito tutti coloro che sono contrari a quanto dichiarato dal Dr. Feltri ad arruolarsi insieme ai loro figli e nipoti oggi stesso per andare a combattere l' ISIS sul terreno come volontari ! A mio parere il problema islamico è stato attivato dallo stesso occidente ( vedesi Afganistan, Iraq, Libia, Siria ) in chiave anche anti-russa ( dottrina Mackinder ) soprattutto in Siria. Afferma Guillaume Faye « L’immigrazione di massa in Europa (soprattutto dell’Ovest) sotto la bandiera dell’islam sta progressivamente trascinando verso una guerra civile etnica. L’incapacità dell’Europa di arginare l’immigrazione invasiva proveniente dal Maghreb e dall’Africa continentale in esplosione demografica porterà inevitabilmente ad un conflitto maggiore. La presenza in Europa di molte masse forti di manovalanza giovane, d’origine arabo-musulmana, sempre più islamizzate, con una minoranza formata militarmente che vogliono portare alla jihad le sommosse insurrezioniste e di terrorismo, sarà il fattore scatenante di una spirale incontrollabile. » Un problema cruciale è che l’immigrazione di massa in Europa ci sta progressivamente trascinando verso una guerra civile etnica. L’incapacità dell’Europa di arginare l’immigrazione invasiva proveniente dal Maghreb e dall’Africa continentale in esplosione demografica porterà inevitabilmente ad un conflitto maggiore. Le masse d’origine arabo-musulmana, sempre più islamizzate, con una minoranza formata militarmente che vogliono portare alla jihad le sommosse insurrezioniste e di terrorismo, sarà il fattore scatenante di una spirale incontrollabile. La causa fondamentale di questa situazione è l’implacabile realtà demografica : 1-frontiere aperte da 40 anni 2-differenziale di fecondità e 3-totale sostituzione progressiva della popolazione. Questi fatti sociali maggiori sono totalmente occultati dai grandi esperti del politicamente corretto (intellettuali, politici, ecc) che pavoneggiano sugli schermi televisivi per rassicurare e mentire. L’ «integrazione » non ha soltanto fallito, è stata​...​ impossibile fin dall’inizio. Tacitomostrò la guerra civile, è astiosa, spietata, intensa, estrema. Aristotele ha dimostrato che ogni Città multietnica, multiculturale, eterogenea è destinata alla fine alla guerra civile, all’anarchia e al dispotismo per provare a rincollare i pezzi. Si integrano solo dei vicini etno-culturali e ancora, in debolissimo numero. L’oligarchia dell' Occidente politica e mediatica invece ha fatto passare l’immigrazione della popolazione per una chance dove​....​ il buon senso indica - orwellianamente - una catastrofe. Gli USA ed i suoi servitori dell' eurozona in dodici anni non sono riusciti a domare quattro pecorai analfabeti di montagna e una decina di giardinieri di fiori ( d'oppio ). Almeno impediamo a chi ci vuol distruggere con l' utero o con le bombe di "immigrare" in Europa e di fare i c...i loro qui da noi !

Fab73

Lun, 15/09/2014 - 14:45

a-tifoso. l'affondamento del Lusitania fu semplicemente una conseguenza del cambio di stretgia tedesco: prima le navi neutrali veniva avvicinate dagli U-Boote per "controllarle". Dall'Aprile del '15 la Germania (e non la Prussia, come scrive sbagliando Italia Nostra). Il Lusitania fu solo una delle tante navi neutrali affondate dai sottomarini del reich. Fece molto rumore perchè carico di cittadini americani, ma direttamente non causò proprio nulla (tant'è che gli USA entrarono in guerra due anni dopo). Al momento dell'arrivo delle truppe USA il massimo sforzo bellico tedesco era già esaurito (si ricorda il "miracolo" della Marna?). La presenza delle truppe statunitensi accelerò solo la caduta di un paese che era comunque ormai allo stremo.

Ritratto di marco.aliaslosciccos

marco.aliaslosciccos

Lun, 15/09/2014 - 14:47

Feltri, sta diventando vecchio, preso dal buonismo e dal daltonismo confondendo i colori specialmente il rosso. Figurt!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 15/09/2014 - 14:51

@ a-tifoso concordo con quello che scrive. Al momento dell'accaduto W. Wilson non era ebreo in quanto, come molti altri, convertitosi al cristianesimo. Rimase però il maggiore sostenitore a favore degli ebrei, questo è noto.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 15/09/2014 - 14:51

@ a-tifoso concordo con quello che scrive. Al momento dell'accaduto W. Wilson non era ebreo in quanto, come molti altri, convertitosi al cristianesimo. Rimase però il maggiore sostenitore a favore degli ebrei, questo è noto.

thelonesomewolf97

Lun, 15/09/2014 - 14:52

Attento Feltri: mio nonno era uno di quegli "imbecilli" (come dice lei), morto a pochi giorni dalla fine della guerra, lasciando una vedova e tre figli piccoli. A 33 anni... Credo che ogni morto meriti rispetto, fermo restando il ripudio per la guerra.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 14:57

@Italia nostra: google, interrogato a riguardo di Woodrow Wilson, risponde che molti siti web riportano tutti la stessa informazione: "Of Woodrow Wilson the famous Dr. H.J. Boldt wrote as follows: "Woodrow Wilson was a Sephardic Jew...The name of his parents was Wohlson ‑‑ a German‑Jewish name; they came from Germany, and went to England where they were known as Mr. and Mrs. Wolfson and when they landed here in America they called themselves Wilson.". Io non so chi sia questo "famous Dr. H.J. Boldt". Google, interrogato a riguardo, risponde solo citando lo stesso brano, in una sorta di cortocircuito ricorsivo. Dal che mi par di poter dire che, al massimo, W.W. potesse avere antenati ebrei. Da li a dire che W.W. fosse un ebreo sefardita mi pare un doppio salto mortale carpiato che possono fare solo persone dotate di forte sprezzo del ridicolo. A meno che, sto pensando adesso, anche Google faccia parte del complotto PGM..... chissà..... viviamo in un mondo complicato....

gamma

Lun, 15/09/2014 - 15:01

Non è che Obama, il quale anzi ha il grave difetto della indecisione e della confusione, stia facendo guerra all'Isis, ma il contrario. E' stata proprio la riluttanza di Obama ad intervenire subito, quando ancora l'Isis era agli inizi, a rendere necessario l'intervento di ora. Ma ora l'Isis ha un territorio vasto come l'intera Gran Bretagna. Non possiamo, un giorno piangere per i cristiani perseguitati e il giorno dopo piangere perchè si va in guerra contro i persecutori. Occorre decidersi.

A.B.N.

Lun, 15/09/2014 - 15:01

ALERAMO ma ti rendi conto di cosa scrivi? Per avere Trieste italiana valeva la pena massacrare milioni di persone? Ma sei solo ignorante o proprio un criminale senza vergogna? Se ci fossi stato tu sotto quei cumuli di morti per niente, oppure tuo figlio, parleresti in modo tanto idiota?

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 15:03

A me pare che si stiano pericolosamente ignorando una serie di fattori essenziali che con l'ISLAM non hanno niente a che fare. Partiamo da una considerazione di base: i giovani, in ogni tempo, ad ogni latitudine, hanno bisogno di un'idea forte che consenta loro di sentirsi "diversi" ed in opposizione alla cultura dei padri, alla cultura del loro tempo. E' nella natura stessa dei giovani di sempre quella di avere una "rivoluzione" a cui aderire. I giovani, o quanto meno una parte non irrilevante di essi, hanno bisogno di trovare una propria identità forte e antagonista. Chi mastica di psicologia conosce il concetto di "uccidere il padre". E ogni epoca ha i suoi giovani e le sue rivoluzioni, le sue idee forti che offrono loro la possibilità per essere antagonisti rispetto all'ambiente che li circonda. E, più forte l'attrito, meglio è. Nel secolo scorso grandi ideologie di destra e di sinistra hanno offerto ai giovani questa opportunità di essere "altro". Ed anche allora i genitori, gli adulti, i "grandi" erano sconvolti dalle scelte dei figli che ai loro occhi sembravano (e forse erano) alieni. Chi ha superato i 60anni ricorda, per averli vissuti o solo visti, i grandi sconvolgimenti che hanno ribaltato gli equilibri familiari e sociali di allora. Non è che oggi, in assenza di qualsiasi altra ideologia forte, i giovani abbiano molti punti di attrazione. Se ci fate caso, viviamo un momento di totale assenza di valori che possano offrire ai giovani una alternativa ideale fortemente coinvolgente, totalizzante. Al contrario, se uno si guarda intorno, se guardiamo alle nostre città, ai modelli televisivi, cinematografici, alla vita disordinata di tanti giovani di oggi, si vede un deserto demoralizzante. I programmi TV offorno uno spaccato allucinante di quel che oggi sembra "importante": sesso senza regole, fame di denaro e di oggetti materiali inutili, ingiustizie sociali che sembrano insanabili, politica fuori controllo. Come stupirsi, allora, se la naturale aspirazione di alcuni giovani, quelli che da che mondo è mondo cercano idee forti e totalizzanti, si rivolge all'unica idea che oggi sembra proporsi loro? Un'idea che sembra opporsi, con forza, con violenza, a tutto quanto di marcio vedono intorno a loro? A me pare che questa corsa all'ISLAM non sia poi così difficile da capire. Nasce dal vuoto culturale e morale che permea oggi la nostra società, dall'assenza di alternative ideologiche. Tanti hanno salutato con gioia la fine della guerra fredda e la morte delle ideologie. E non hanno pensato che l'assenza di ideologie "nostrane", basate sull'aspirazione ad un diverso assetto sociale comunque nato dalla nostra cultura europea, avrebbe aperto la porta ad altre ideologie molto meno compatibili con la nostra cultura. Come pensiamo di reagire a tutto questo? Cosa abbiamo da offire, oggi, ai giovani che iniziano a guardare all'ISLAM come ad una possibile soluzione ai mali del mondo? Il vero problema non è l'ISLAM. Il vero problema è il nostro vuoto morale ed ideale. E da li occorre partire.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 15/09/2014 - 15:04

@Fab73 - la Germania viene costituita dall'unione degli stati tedeschi nel 1871 ma rimane sotto la leadership della Prussia fino al Novembre 1918. La Prussia cessa di esistere nel 1932 infatti è ufficialmente abolita nel 1947. Inoltre non si entra in guerra dall'oggi al domani, ma si preparano gradualmente. Inoltre Wilson cercava di essere rieletto mantenendo la promessa di neutralità. Per questo non intervenne immediatamente. Legga qui... http://www.threeworldwars.com/world-war-1/ww1-2.htm. Alla fine però, gli USA dichiararono guerra nel 1917 al l'impero Austro-Ungarico.

edo1969

Lun, 15/09/2014 - 15:05

Parole sacrosante contro tutte le guerre, sig. Feltri. Il mondo intero ha ancora nella propria memoria i massacri di milioni di innocenti avvenuti nelle due Guerre Mondiali, che anzichè mondiali potrebbero benissimo chiamarsi "europee", nel senso che partirono dall'Europa, da noi. Tale memoria fa parte di noi, abbiamo studiato a scuola le due guerre, abbiamo letto libri, articoli, visti tanti film e tanti di noi anche sentito testimonianze dirette. Non possiamo ignorarle tanto le abbiamo dentro di noi. Pero' torniamo ai nostri giorni, mi permetta: anche lei converrà che a questo punto ci "deve" almeno un prossimo articolo che faccia i conti con l'attualità (purtroppo) e ci dia il suo parere su come risolvere il problema Isis. Oppure che dimostri che tale problema non sussiste, o che possiamo ignorarlo. O che ce lo dobbiamo tenere com'è perchè abbiamo colpa anche noi se oggi esiste l'Isis con i suoi sgozzatori, violentatori di ragazzine, massacratori di cristiani e non, "matti di Allah" e via dicendo. Scelga lei, noi siamo solo suoi lettori.

Fab73

Lun, 15/09/2014 - 15:07

alberto_his ha ragione! Mi scuso, ho confuso un repubblicano con l'atro.Saranno state le risate per "Woodrow Wilson Ebreo Sefardita". Chiedo ancora scusa.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 15/09/2014 - 15:08

@ Willy Wonker - capisco e comprendo in parte la sua frustrazione, ma la storia spesso si ripete. Se sapessimo leggerla attentamente, si potrebbero evitare tanti disastri.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 15:08

@squalotigre 13:02. Provo a ricapitolare: lei è cattolico credente, ma comunque si ispira a quei Papi di altri tempi che invece di porgere l'altra guancia credevano nella forza delle armi. A me pare che quei Papi fossero poco, molto poco coerenti con il messaggio di pace e amore del vangelo. Ma non posso entrare con gli scarponi in casa d'altri, per cui me li tolgo, li lascio sull'uscio, e accetto il suo punto di vista. Ognuno vive la sua religione come preferisce. Poi mi dice che dobbiamo lottare contro chi ci vuole convertire a forza (hm, mi pare che qualcosa del genere sia stato fatto dalle armate cattoliche in sud-america e altrove, ma forse mi sbaglio) e costringerci a recitare le preghiere cinque volte al giorno, inginocchiati verso la Mecca. Mah, chissà, forse ha ragione lei, e forse un giorno anche l'Italia rischia di diventare musulmana. Ma allora, ripeto la domanda, cosa dobbiamo fare? Togliere dalla costituzione l'articolo 3 ("Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.) ? Tutto si può fare, ma al momento non vedo un movimento di opinione e politico orientato in questa direzione. E una volta cambiata la costituzione, introducendo un qualche correttivo anti-islamico, che si fa? Si deportano gli islamici nostrani come fecero gli USA con gli americani di origine giapponese? Lo chiedo, ancora una volta, senza malizia ed ironia. Tanto per capire, passando dalle enunciazioni di pancia alle pianificazioni di testa, come secondo lei andrebbe gestito questo problema. Su una cosa la vorrei correggere: essere laico non vuol dire fregarsene se gli islamici impongono la loro legge ai cattolici. Anzi! Un laico non vuole nessuna costrizione, nessuna forzatura, ne da parte dei musulmani, neanche da parte dei cattolici. Da laico mi opporrei con molta forza a qualsiasi evoluzione confessionale della nostra società, qualunque sia la confessione.

Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 15/09/2014 - 15:19

Se gli USAvogliono proprio bombardare che lo facciano con gli obbiettivi giusti. Lo fecero con Hiroshima e Nagasaki possono farlo con tutte quelle capitali anche religiose del medio oriente che finanziano il terrorismo. La finiamo una volta per tutte ! avremo petrolio a volontà, potremo reimbarcare tutti coloro che non desiderano "convertirsi" al sistema occidentale, saranno talmente esterefatti ed umiliati che ritorneranno ad allevare cammelli senza rompere qui !

alberto_his

Lun, 15/09/2014 - 15:30

@Fab73: nessun problema, temevo solo di essermi perso qualcosa di interessante io.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 15/09/2014 - 15:33

Svevus, tutto vero, tutto reale. Ma chi porta avanti questa politica suicida? I CATTOCOMUNISTI e sinistre tutte. Questi sono la testa di ponte dell'invasione islamica cominciando da baffetto che organizzò la caduta del Kosovo in mano islamiche. Basta leggersi gli interventi di cert'uni per capire il grado di odio masochista contro l'occidente e noi.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 15:35

Una domanda ai sostenitori della guerra totale all'Islam: in questa guerra, dobbiamo colpire anche i paesi della Lega Araba che hanno aderito alla lotta contro l'ISIS? Bombardiamo anche l'Egitto? Così, tanto per sapere.... cito: (ANSA) - IL CAIRO, 8 SET - I Paesi della Lega Araba hanno raggiunto un accordo per "fronteggiare" compatti i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) attivi in Iraq come in Siria. Lo ha annunciato il segretario generale dell'organizzazione panaraba, Nabil al-Arabi, a conclusione di una riunione a livello di ministri degli Esteri al Cairo. "I ministri degli Esteri dei Paesi arabi - ha detto - si sono messi d'accordo per assumere tutte le misure necessarie a fronteggiare i gruppi terroristici, incluso" l'Isis.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 15/09/2014 - 15:39

salrandazzo, basta semplicemente dichiarare la religione islamica incostituzionale perchè antitetica ai valori occidentali. Ne basta uno solo. Non riconoscono la parità fra uomo e donna. Se vuole inoltrarsi nell'assurdo di legga i diritti dell'uomo in versione islamica che hanno contrapposto a quelli occidentali perchè troppo imperniati sul singolo. Loro ragionano per comunità/religione che prevale sui diritti dell'individuo.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 15/09/2014 - 15:41

Svevus, e non solo. Quei fanatici vivono di simboli. Vaporizza la Mecca e non hanno più punti di riferimento ribadendo anche che, tutto sommato, dio lo ha permesso, ergo, non è con loro.

Pinozzo

Lun, 15/09/2014 - 15:47

salrandazzo, concordo con lei, a parte che anch'io su questo Boldt trovo sempre la citazione di questa frase, e a parte che su wiki viene spiegato come invece sia di famiglia protestante proveniente dall'irlanda, se mai credessimo a questo Boldt cioe' che viene da degli ebrei tedeschi, beh sarebbe un ebreo ashkenazi, non sefardita. A riprova che l'informazione e' una palla, che Boldt (se e' mai esistito) e' un ciarlatano, e che italianostra e' nella migliore delle ipotesi un boccalone ignorante (quando parla di Prussia, sarebbe come dire che noi siamo entrati in guerra non come italia ma come regno di savoia).

Ritratto di marcopedroni

marcopedroni

Lun, 15/09/2014 - 15:57

A Feltri piace fare l'ingenuo per trovare interessanti spunti di scrittura. Feltri lei sa che la lobby americana della guerra è molto più potente di Obama. Si può praticamente dire che il presidente americano, chicchessia, è un suo uomo.

untergas

Lun, 15/09/2014 - 16:04

Grazie signor Feltri, molto bene. Lei ha coraggiosamente( e lo si vede da alcuni commenti) ben inquadrato la realtà della prima guerra mondiale. Oltre 600.000 uomini morti e 1 milioni di storpi per un'unità forzata che nessuno, in quelle terre, reclamava(se non una sparuta e invisa alla popolazione, minoranza di ricchi intellettuali). Un artifizio massonico di cui si può vedere, ora, la misera risultanza. Un vero e proprio crimine contro l'umanità per il quale, coloro che dovevano essere processati come criminali, finirono invece sugli allori della retorica nazionale. Finalmente un esempio di obiettività storica da parte di un giornalista di dx.

Dani55

Lun, 15/09/2014 - 16:09

Feltri ha ragione soprattuto se consideriamo che a parte qualche risultato modestissimo con la guerra contro i Talibani, ottenuto anche al prezzo di "trattare" con una parte di essi, le altre imprese mediorientali sono state l'inizio della fine, l'Iraq che era un paese certo non democratico ma evoluto e benestante, è ripiombato nel caos e nelle guerre tribali e di religione, la Libia meglio non parlarne, una guerra civile perpetua. Non sarebbe affatto strano se anche un eventuale spedizione contro l'ISIS finirebbe per far risuscitare altre forze estremiste e terroriste da qualche altra parte. E se invece la soluzione ottimale fosse lasciare questi popoli alla loro storia? magari intervenendo - come dice il Papa - in modo limitato e solo nell'eventualità di dover proteggere minoranze perseguitate, ma senza alterare i rapporti di forza militari fra le varie entità in lotta. Anche se Feltri non lo dice, l'Europa prima di approdare all'assetto attuale è passata per secoli di guerre di religione, guerre civili e guerre mondiali, sperimentando livelli di violenza che al confronto i seguaci del califfato sembrano boy scout. Fra queste la Grande Guerra è stata la più sanguinaria e disumana, per il numero di soldati morti in rapporto alla limitatezza dei fronti di guerra e ed in virtù del fatto vergognoso e mai abbastanza ricordato che che le dinastie reali in lotta erano quasi tutte imparentate fra loro.

Massimo Bocci

Lun, 15/09/2014 - 16:15

xFab73.....il compagnuccio con tavernello di merende COOP, storico?? Del marxismo- leninismo-coop??? Quando il Presidente Eletto Bush 2, decise di finire (con una coalizione di paesi Arabi, i soliti che si guardano bene di accettare una collaborazione con un inetto abbronzato),il figlio decise di finire SBAGLIANDO!!!,quello che aveva lasciato a mezzo suo padre Busch Senior,(per l'invasione del Kuwait), e mettere fine a una politica del terrore che metteva allora in forse l'OCCIDENTE E I SUOI INTERESSI (cosa che a lei da ANTI OCCIDENTALE METICCIATO certo non interessa) e i suoi paesi amici dell'area, questo per consentire a quell'area, strategica ALLORA!!, di affrancarsi dal terrorismo Mussulmano,con un atto concreto e sul campo (soldati veri, mezzi veri quelli che dopo la fuga di notte l'abbronzato ha lascito in mani ISIS!!) questo per il pieno appoggio alla democratizzazione del paese Iraq ,un grande sacrificio di vite umane USA, e degli allora alleati, tutto questo oggi VANIFICATO DA UN PAVIDO,INSULSO (colorato Nobel), per le politiche METICCIATE dei suoi padroni, sponsor METICCIATI, un vero Eroe inverso (Re Mida) che da PAVIDO scappa di notte e ritira i soldati da VIGLIACCO, per poi bombardare di giorno da 8000 metri,da VERO EROE!!! Dunque quella iniziata allora poteva essere una svolta per quell'area come lo era stato lex Scià di Persia, (in Iran) che un altro illuminato GOLPIZZATO!!! DA PAVIDO DEMOCRATICO DELLA MINCHIA, presidente Nobel USA (il Nocciolina Carter) che regalò il aese ai democratici fanatici Khomeinisti, spostando l'orologio del RECRESSO IN QUELL'AREA DI 150 anni, li sono nate le metastasi del califfato,di Al Qaeda e oggi degli sgozzatori ISIS (che come altri cancri venivano coccolati e allavati in Francia, nelle gradeur comagnere terroristiche,democratiche???, del cazzo), i soliti a cui nocciolina 2 (l'abbronzato) ha cosentino che da democratici Jihalisti si dotassero di armi nucleari,per distruggere Israele unica democrazia (baluardo!!) sul posto, che ringrazia dunque il pavido (coniglio!!!), di colore, che non doveva tagliare la corda nottetempo, ma rafforzare la sua presenza nel paese, incentivando ogni sforzo anche militare per consolidare la fragile democrazia,mentre lui giulivo, con il cornuto napoleonico, preferiva (dati gli ordini ricevuti) destabilizzare (bombardava ONU umanitariamente) aree già avviate al processo di occidentalizzazione, come la Libia,la Tunisia,l'Egitto,la Siria,la Turchia,Ucraina,Russia ecc. l'abbronzato (ISLAMISTA??) come Attila, dove passa lui, solo MACERIE,MORTI,FONDAMENTALISMO, GOLPE,GUERRE,BOMBARDAMENTI UMANITARI, (non male per un premio Nobel per la pace.....ETERNA!!) riti,medievali, sgozzamenti e sciaria,ecc.ecc.; Con la speranza che la democrazia USA la più grande del mondo sia presto ristabilita con un nuovo presidente vero, (NON DEMOCRATICO METICCIO ETERODIRETTO!!! ) Spero che anche lei la finisca con le falsificatorie ricostruzioni, si ricordi SEMPRE!!!, dove si trova in un grande,giornale democratico in un contesto di LIBERALI!!! VERI!!! Non alla sia casa del popolo,con d'innanzi la rimanenza di mezzo litro di tavernello,una ABITUALE!!!, situazione che la potrebbe autorizzare (IMBRIACO!!!) a definirsi un DEMOCRATICO????........della Minchia!!!

Palermitano

Lun, 15/09/2014 - 16:18

ancora esiste gente che abbocca alla versione ufficiale americana e occidentale sull'iraq? ma non vi sono bastati i falsi dossier sulle inesistenti armi battereologiche di saddam? non vi è bastato il falso incidente del tonchino che diede vita alla brutale guerra del vietnam? ancora abboccate alle veline da washington e tel aviv?

Palermitano

Lun, 15/09/2014 - 16:20

avvertite il signor Galaverna che L'OCCIDENTE E' IL LUOGO DI: COLONIALISMO, NAZISMO, DUE GUERRE MONDIALI, CROCIATE, INQUISIZIONE, ATOMICA CONTRO HIRMOSHIMA E NAGASAKI, STERMINIO DEGLI INDIOS E DEGLI INDIANI D'AMERICA, PEDOFILIA, MAFIA, TURISMO SESSUALE E TANTI ALTRI CRIMINI CONTRO L'UMANITA'....

Giovy99

Lun, 15/09/2014 - 16:24

http://blog.ilgiornale.it/foa/2014/09/12/obama-e-lisis-ecco-quel-che-dovreste-sapere-ma-non-vi-dicono

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 16:28

@Mario Galaverna, interessante... dichiarare la religione islamica anticostituzionale. Ad avere la forza d'urto politica sufficiente si potrebbe anche fare. Al momento però non vedo formazioni politiche di rilievo che siano pronte ad una mossa del genere. Neanche FI, che sarebbe l'unica forza politica di sinistra con un minimo di peso elettorale. Per una mossa del genere occorre rimandare a quando la destra avrà maggior peso elettorale nel nostro paese. Sempre che la destra voglia farsi carico delle istanze anti-islamiche. Ma facciamo un passo avanti, ed immaginiamo che sia stata introdotta la modifica anti-islamica da lei caldeggiata. E poi? che ne facciamo dei pochi o tanti islamici italiani? Non parlo dei clandestini, e neanche di coloro che pur in regola non siano cittadini italiani. Parliamo di coloro che italiani già lo sono, per integrazione o per nascita. Come lei sa, ci sono anche i convertiti (mi scuso se il termine non è tecnicamente quello giusto). A questo punto che si fa? Si deportano? dove? O, come si faceva in USSR, si proibisce semplicemente l'esercizio delle libertà religiose islamiche? SI chiudono le moschee? Ma come dimostra la storia, le religioni resistono sotto traccia. Anzi. Dalla repressione ricevono normalmente nuova e maggior linfa. Allarghiamo un attimo l'orizzonte temporale. Ormai in Italia ci sono un tot di musulmani "regolari", cittadini di nazionalità italiana. Questi a quanto pare hanno una attività demografica piuttosto esuberante, al contrario di noi cattolici che per mille motivi siamo in tal senso piuttosto pigri. Costoro potrebbero poco per volta acquistare un peso politico sostanziale. Che si fa? Li priviamo anche dei diritti politici? Diciamo che se sei di religione musulmana non hai diritto di voto? Hm, interessante.... qualcosa come le leggi razziali del '38. Mi corregga se sbaglio, ma temo che i passi dovrebbero essere questi. O altri? Lei che ne dice?

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 16:32

@Mario Galaverna... Ops.... chiedo scusa... ho scritto "forza politica di sinistra" invece che "...di destra".... Correggo: @Mario Galaverna, interessante... dichiarare la religione islamica anticostituzionale. Ad avere la forza d'urto politica sufficiente si potrebbe anche fare. Al momento però non vedo formazioni politiche di rilievo che siano pronte ad una mossa del genere. Neanche FI, che sarebbe l'unica forza politica di sinistra con un minimo di peso elettorale. Per una mossa del genere occorre rimandare a quando la destra avrà maggior peso elettorale nel nostro paese. Sempre che la destra voglia farsi carico delle istanze anti-islamiche. Ma facciamo un passo avanti, ed immaginiamo che sia stata introdotta la modifica anti-islamica da lei caldeggiata. E poi? che ne facciamo dei pochi o tanti islamici italiani? Non parlo dei clandestini, e neanche di coloro che pur in regola non siano cittadini italiani. Parliamo di coloro che italiani già lo sono, per integrazione o per nascita. Come lei sa, ci sono anche i convertiti (mi scuso se il termine non è tecnicamente quello giusto). A questo punto che si fa? Si deportano? dove? O, come si faceva in USSR, si proibisce semplicemente l'esercizio delle libertà religiose islamiche? SI chiudono le moschee? Ma come dimostra la storia, le religioni resistono sotto traccia. Anzi. Dalla repressione ricevono normalmente nuova e maggior linfa. Allarghiamo un attimo l'orizzonte temporale. Ormai in Italia ci sono un tot di musulmani "regolari", cittadini di nazionalità italiana. Questi a quanto pare hanno una attività demografica piuttosto esuberante, al contrario di noi cattolici che per mille motivi siamo in tal senso piuttosto pigri. Costoro potrebbero poco per volta acquistare un peso politico sostanziale. Che si fa? Li priviamo anche dei diritti politici? Diciamo che se sei di religione musulmana non hai diritto di voto? Hm, interessante.... qualcosa come le leggi razziali del '38. Mi corregga se sbaglio, ma temo che i passi dovrebbero essere questi. O altri? Lei che ne dice?

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 15/09/2014 - 16:33

Caro Feltri la guerra e' Idiozia, ma anche la Ue, e' idiozia, anche pagare immigrati irregolari e anonimi mentre l'autoctono strozzato dalle tasse si ammazza e' idiozia, e' idiozia affidare un minore ad una coppia omosessuale quando ce ne sono a bizzeffe etero, e' idiozia l'eterna contrapposozione giovane\vecchio, e' idiozia pagare per la proprieta', e' idiozia far entrare immigrati con malattie e potenzialmente terroristi...sa carao Feltri quanta idiozia c'e nel mondo?? una cosa pero' lei come molti "maturi" italici si "ammorbidisce" sempre piu' e i giovani per il vostro rammollimento se la prendono in saccoccia..un tempo il vecchio rimaneva nelle sue convinzioni e dava esempio, ora si rammollisce e segue il vacuo, il moderno il relativo....

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 15/09/2014 - 16:33

Caro Feltri la guerra e' Idiozia, ma anche la Ue, e' idiozia, anche pagare immigrati irregolari e anonimi mentre l'autoctono strozzato dalle tasse si ammazza e' idiozia, e' idiozia affidare un minore ad una coppia omosessuale quando ce ne sono a bizzeffe etero, e' idiozia l'eterna contrapposozione giovane\vecchio, e' idiozia pagare per la proprieta', e' idiozia far entrare immigrati con malattie e potenzialmente terroristi...sa carao Feltri quanta idiozia c'e nel mondo?? una cosa pero' lei come molti "maturi" italici si "ammorbidisce" sempre piu' e i giovani per il vostro rammollimento se la prendono in saccoccia..un tempo il vecchio rimaneva nelle sue convinzioni e dava esempio, ora si rammollisce e segue il vacuo, il moderno il relativo....

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 16:36

@Mario Galaverna, chiedo scusa, parlando di FI ho scritto involontariamente "forza politica di sinistra" invece che "di destra". Legga così: Mario Galaverna, interessante... dichiarare la religione islamica anticostituzionale. Ad avere la forza d'urto politica sufficiente si potrebbe anche fare. Al momento però non vedo formazioni politiche di rilievo che siano pronte ad una mossa del genere. Neanche FI, che sarebbe l'unica forza politica di destra con un minimo di peso elettorale. Per una mossa del genere occorre rimandare a quando la destra avrà maggior peso elettorale nel nostro paese. Sempre che la destra voglia farsi carico delle istanze anti-islamiche. Ma facciamo un passo avanti, ed immaginiamo che sia stata introdotta la modifica anti-islamica da lei caldeggiata. E poi? che ne facciamo dei pochi o tanti islamici italiani? Non parlo dei clandestini, e neanche di coloro che pur in regola non siano cittadini italiani. Parliamo di coloro che italiani già lo sono, per integrazione o per nascita. Come lei sa, ci sono anche i convertiti (mi scuso se il termine non è tecnicamente quello giusto). A questo punto che si fa? Si deportano? dove? O, come si faceva in USSR, si proibisce semplicemente l'esercizio delle libertà religiose islamiche? SI chiudono le moschee? Ma come dimostra la storia, le religioni resistono sotto traccia. Anzi. Dalla repressione ricevono normalmente nuova e maggior linfa. Allarghiamo un attimo l'orizzonte temporale. Ormai in Italia ci sono un tot di musulmani "regolari", cittadini di nazionalità italiana. Questi a quanto pare hanno una attività demografica piuttosto esuberante, al contrario di noi cattolici che per mille motivi siamo in tal senso piuttosto pigri. Costoro potrebbero poco per volta acquistare un peso politico sostanziale. Che si fa? Li priviamo anche dei diritti politici? Diciamo che se sei di religione musulmana non hai diritto di voto? Hm, interessante.... qualcosa come le leggi razziali del '38. Mi corregga se sbaglio, ma temo che i passi dovrebbero essere questi. O altri? Lei che ne dice?

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 16:43

@Mario Galaverna 15:41. Ma sa che lei è un genio? Accidenti, a pensarci prima era così facile! Una bomba atomica da pochi kilotoni, basta decisamente meno dei 18 chilotoni di Little Boy, e via! Problema risolto. Come una schiera di robots a cui viene spento il server centrale, improvvisamente i musulmani di tutto il mondo si spegneranno, si fermeranno, resteranno con lo sguardo fisso nel vuoto, privi di punti di riferimento. Lo ripeto, lei è un genio assoluto.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 16:47

@rapax (ma che fantasia nei nickname... pochi però che si presentino con nome e cognome...), ma le risulta che in italia si diano figli in adozione a coppie omosessuali? A me non risulta.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 15/09/2014 - 16:49

Palermitano, finchè esiste gente imbelle e cagasotto come lei si è costretti ad inventare balle per reagire al demonio. S'immagini come avrebbero gongolato gli islamici se non ci fosse stata una risposta armata all'11 Settembre. L'Islam RISPETTA e ACCETTA la forza, come ci insegnano gli israeliani. Il corano REGOLA la guerra e prevede la risposta. Se IL NEMICO è troppo forte e non si può sconfiggere si propone una Hudna ma se si DIMOSTRA DEBOLE si è CORANICAMENTE OBBLIGATI ALLA GUERRA DI CONQUISTA. Funziona così quella civiltà assurda e lei, con i suoi sproloqui pseudobuonoidi, incoraggia il Jihad dimostrandosi pavido e già schiavo.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Lun, 15/09/2014 - 16:57

qualcuno dovrebbe ricordare a obama che lui e' un Nobel per la pace. Poteva rifiutare , se avesse voluto. E invece meglio tenersi capra e cavoli.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 15/09/2014 - 16:59

salrandazzo, Basta prendere spunto dall'Islam stesso. Si incoraggia la nascita di una visione italiana dell'Islam più Sufi che takfiro perseguitando i salafiti e i loro imam come istigatori al crimine omicida. Ma finchè per i nostri giudici l' Islam è un'attenuante anche quando scanni tua figlia o ammazzi a martellate tua moglie siamo fritti. Nell'attesa speriamo che da loro sorga un movimento che abolisca o contestualizzi i versetti della spada senza essere ammazzati per apostasia.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Lun, 15/09/2014 - 17:25

@salrandazzo ore 15:03. Complimenti per la sua lucida analisi.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 15/09/2014 - 17:27

"A cent'anni dall'inizio della prima guerra mondiale nessuno ancora ha capito a che cosa sia servita, se non ad ammazzare milioni di persone" ... La popolazione mondiale é oggi a sette miliardi di persone in crescita esponenziale ... La guerra é probabilmente solo un mezzo per costrigere a un ordine elementare la demente crescita della popolazione umana che l´uomo non é ancora non é riuscito a contenere razionalmente.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 17:29

@Mario Galaverna, per abitudine mi piace uscire dal territorio del "si potrebbe fare" per restare su ciò che si può realmente fare. Certo, se avessimo il teletrasporto potremmo mandare tutti i musulmani, o almeno i salafiti (ah, sono quelli gli estremisti? Ho tanto da imparare...) sul primo pianeta abitabile della costellazione di Orione. O magari solo di Proxima Centauri, più a portata di mano. Io non parlo di ciò che si potrebbe fare, ma di ciò che è ragionevole fare qui ed ora, con le forze che ci sono, con gli strumenti che ci sono. Altrimenti rischiano di essere discorsi molto interessanti, ma di pura speculazione. Adatti, come dire, all'ora dell'aperitivo, con un martini molto secco, agitato e non shakerato :))))

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 15/09/2014 - 17:30

"A cent'anni dall'inizio della prima guerra mondiale nessuno ancora ha capito a che cosa sia servita, se non ad ammazzare milioni di persone" ... La popolazione mondiale é oggi a sette miliardi di persone in crescita esponenziale ... La guerra é probabilmente solo un mezzo per costrigere a un ordine elementare la demente crescita della popolazione umana che l´uomo non é ancora riuscito a contenere razionalmente.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 15/09/2014 - 17:42

PSICOSINISTRONZI, fate pena! impiccatevi :-)

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Lun, 15/09/2014 - 17:42

Italia Nostra! E proprio qui IL PUNTO!!!Serve a niente pensare che io sia frustrato! La storia spesso si ripete? "Se sapessimo leggerla attentamente, si potrebbero evitare tanti disastri". E proprio qui il punto, si legge e discute tanto ma soluzioni? NADA!! Decisioni mene che meno! Gli USA ed l'abbronzato sono quelli che hanno "partorito, nutrito e curato" l'ISIS. Questo nessuno lo può negare! Gli USA nemmeno tentano, solo evitano di parlarne! !Facciamo la guerra"? Certo Intanto loro avranno pocchi casi collaterali nel ipotesi che qualche test calda riesca d'arrivare sul loro territori, ma la vera guerra sarà qui in europa. Qui è il vero camppo di battaglia "la storia dimostra" Che si fotti la storia e questi politici del c...o!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 15/09/2014 - 17:48

salrandazzo. a parte l'ironia sulla bomba atomica gli islamici furono sconfitti a suo tempo con un trucco geniale. Li sepellivano cuciti in pelle di porco impedendo loro di andare in paradiso. Se ben ricordo gli attentati nei bus israeliani finirono quando caricarono contenitori di sangue di maiale che, nell'eventuale esplosione avrebbe contaminato pure il terrorista impedendoli l'accesso alle Uri orgiastiche. S'immagini che il kamikaze islamico indossa molte paia di mutande per preservare il pipino integro sempre per le uri. Quando si parla di islamici dimentichi la razionalità che è figlia dei lumi e copyright occidentale.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 15/09/2014 - 18:21

@willy Wonker - È vero quello che dice, ma purtroppo, Il Giornale a parte, gli altri media non proferiscono parola su tutti questi giochini che l'abbronzato fa (manipolato dall'industrial military complex il quale è sponsorizzato dalle grandi banche di investimento sioniste checché se ne dica il contrario le cose stanno così). E quindi la guerra per l'accaparramento delle risorse rimaste (ed in via di rapida estinzione) sarà devastante. Qualcuno ha deciso che siamo in troppi (e sicuramente lo siamo, soprttutto dopo aver messo in testa alla Cina e all'India che debbono vivere come noi) e che quindi un 3 miliardi di persone dovrebbero 'togliere il disturbo'. Lo so che l'ISIS è stato sponsorizzato dagli USA. Tramite l'Arabia Saudita dapprima ed ora via Qatar. Davano infatti le armi ai Siriani (ribelli) che se non fosse stato per Putin, un altro demonizzato ingiustamente dai media di disinformazione di massa, avrebbero soverchiato il regime di Assad.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 15/09/2014 - 20:53

@Mario Galaverna, bella la cosa del pipino. Ma io non facevo ironia sulla bomba atomica. Beh, magari un po' si, tanto per non appesantire troppo la discussione. Ma il fondo è molto serio. Non sono stato io il primo a parlare di bombe, giusto? E allora porto solo il discorso alle sue logiche, non estreme conseguenze. Le ripeto, usciamo dai discorsi generici del "si potrebbe fare" e parliamo di quel che si può davvero, ma davvero fare. Lei parla di riforme costituzionali e di bombe sulla mecca. Ma in pratica, qui, ora, in italia, e con le forse che ci sono, che fare?

mila

Mar, 16/09/2014 - 04:13

Guardate che la vera guerra alla quale anelano gli Stati Uniti d'America non e' contro l'ISIS. Li' faranno solo qualche bombardamento, Obama dixit. La vera guerra e' contro la Russia.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 16/09/2014 - 04:41

marcotto 73@ condivido in gran parte quanto dici e in particolare dei guerrafondai USA. Solo che stavolta i nemici non sono i giapponesi sulle quattro portaerei nel lontano Pacifico e nemmeno i nazifascisti nella lontana Europa, ma i Cinesi e i russi che di armi e potenza militare ne possiedono almeno quanto gli Amis. Ed il pericolo lo vedo proprio nel fatto che gli americani vivono tuttora nei ricordi dei "bei tempi andati" a cominciare dalla corsa al West e dalle "guerre indiane (leggi sterminio)" dei pellerossa per non parlare dei conflitti mondiali e dell' ultimo in particolare che li ha ingiustamente inorgogliti per una guerra che non vinsero da soli ma con il fondamentale contributo della Russia comunista che distrusse le armate di von Paulus a Stalingrado.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 16/09/2014 - 09:09

salrandazzo anche il suo "nick" non e' male...per quel che mi riguarda si puo' chiamare pinco pallo, ma in un forum..non conta granche' se non ci si conosce di persona...e poi che c'entra col mio intervento?? per le coppie gay parlavo come per il resto dell'idiozia del mondo..in genere..ci sono state guerre SOLO in Italia?

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Mar, 16/09/2014 - 09:22

@Mario Galaverna, l'ironia c'è e non c'è. Un pizzico ce la metto sempre, perché sia chiaro che comunque non ci si deve prendere troppo sul serio, per alleggerire l'atmosfera. Ma sotto la patina di ironia c'è una esigenza reale. Capire se stiamo facendo ipotesi campate in aria, se ci stiamo sfogando, o se stiamo facendo ragionamenti seri. Dire "Vaporizza la Mecca e non hanno più punti di riferimento" può essere un paradosso, ma chiaramente non è praticabile, qui ed ora. Forse perché a me piacciono le discussioni operative, quelle centrate su azioni possibili. Quando leggo che qualcuno scrive: "cacciamoli tutti via" mi vien da sorridere, perché capisco che è solo uno sfogo di pancia, a cervello spento. Perché se uno accende e collega il cervello, si accorge che qui ed oggi, con la nostra situazione politica, "cacciarli via" è del tutto impossibile.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Mar, 16/09/2014 - 09:26

@mortimermouse, come ebbi a dirLe recentemente, "PSICOSINISTRONZI" è una metafora troppo arguta e raffinata per usarla in questo contesto. Come tutte le cose preziose, andrebbe centellinata, meglio se usata in un contesto che sappia apprezzarla. Mi permetto di consigliarLe di usarla fra gli amici Suoi, che certo sanno apprezzare la Sua fine arguzia. Qui, sa, siamo un po' rozzi, certe finezze non le sappiamo apprezzare.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Mar, 16/09/2014 - 11:20

x rapax, in effetti lei ha ragione, ognuno si sceglie il nick che vuole. Io preferisco usare il mio nome e cognome, così, tanto per presentarmi con la mia faccia reale. Come dire "ci metto la faccia". Per quanto riguarda le coppie omosessuali, lei dice "e' idiozia affidare un minore ad una coppia omosessuale", e a me viene in mente che questa cosa in Italia non succede. Giustamente, se anche fosse teoricamente possibile (la legge mi pare che ancora non lo consenta), all'atto pratico per ogni bambino adottabile ci sono talmente tante coppie etero che mi pare difficile che un qualsiasi giudice dotato di un minimo di razionalità possa invece affidare il bimbo ad una coppia omo. Buona giornata.

Ritratto di bussirino

bussirino

Ven, 19/09/2014 - 19:20

Sarebbe ora che l'America si guardasse un poco di piú in casa sua evitando di interessarsi troppo degli altri. Anche l'Ucraina é libera di gestirsi le proprie beghe interna senza intromissioni di altri stati che peggiorano sempre le cose. Basta con il voler decidere sempre tutto su tutti. Siamo stanchi di stati dittatori camuffati da democratici......