I dubbi degli avvocati: "La pistola di Varriale, le telefonate ai ragazzi"

Capra, il legale di Finnegan Lee: «Il processo sarà lungo. Pure la Procura non ha certezze»

Roma Lo scippo a Trastevere, lo scambio di telefonate fra Brugiatelli e gli americani. L'appuntamento per la restituzione della borsa. Eppoi quell'arma, la calibro 9 di ordinanza tolta al carabiniere Andrea Varriale subito dopo i fatti e messa in sicurezza. Perché se non ha sparato un solo colpo? A quali accertamenti sarà sottoposta? «Il processo ci sarà e in quella sede cercheremo di chiarire ogni cosa. La condanna? Tutto da vedere». L'avvocato Roberto Capra, difensore di Finnegan Lee Elder, dice a il Giornale di non essere affatto convinto di ciò che è accaduto tra piazza Gioacchino Belli, via Cardinale Merry Del Val (il luogo della vendita di aspirina al posto della droga), piazza Mastai e l'incrocio maledetto. Quello tra via Federico Cesi e via Pietro Cossa, dove il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega ha perso la vita, trafitto ai fianchi e al cuore da un lungo coltello militare. «Non è ancora chiaro alla stessa Procura - continua l'avvocato Capra - cos'è accaduto esattamente a Trastevere, quante persone sono state coinvolte nella storia, e quello che è effettivamente successo all'incontro per lo scambio soldi-borsello. La Procura sta ancora acquisendo dati. Da parte nostra stiamo valutando come gestire questo processo che si preannuncia molto lungo. Per il momento aspettiamo di chiarire vari aspetti. Un punto chiave della storia? La pistola di Varriale. Ma non è il solo. Quante telefonate sono state fatte tra le parti? Chi c'era, effettivamente, a Trastevere?».

Sergio Brugiatelli, l'uomo che non vende droga ma fa da broker per gli spacciatori, a chi ha fatto la prima telefonata dopo il furto dello zaino? Qual è il traffico del suo cellulare, un vecchio Nokia in grado di inviare solo sms e memorizzare qualche centinaio di numeri telefonici, nella notte fra il 25 e il 26 luglio? Brugiatelli ha davvero chiamato i due americani (in possesso del suo telefono) come ha raccontato prima al 112, poi ai carabinieri? Decine gli interrogativi cui ancora non è stata data una risposta. «Crediamo sia giunto il momento di fare una pausa - prosegue il difensore del 19enne Elder - magari di un paio di giorni. La prossima settimana ci saranno vari accertamenti tecnici, per noi è importante capire tutte le fasi della drammatica vicenda».

Intanto ieri mattina il padre di Finnegan, Ethan Elder, ha avuto un colloquio per la seconda volta con il figlio in carcere. Nessun commento. Il ragazzo avrebbe spiegato ai compagni di Regina Coeli, quelli che conoscono l'inglese, che non è affatto un cattivo soggetto. Un violento sempre pronto ad attaccar briga. «Quella sera volevamo solo divertirci. Non credevamo finisse così» avrebbe detto Finnegan agli altri detenuti. Una storia cominciata con la voglia di qualche tiro di coca e finita in un lago di sangue. A terra un giovane carabiniere intervenuto per sventare un'estorsione. Cosa conteneva effettivamente il borsello di Brugiatelli? Un vecchio cellulare dal contenuto prezioso, secondo una pista che porta al mondo dei pusher trasteverini. Una «saponetta» senza valore apparente, ma ricca di numeri di telefono. Tanto da non temere l'arrivo dei carabinieri nonostante poco prima Brugiatelli avesse fatto incontrare lo studente in cerca di sballo con lo spacciatore Italo Pompei.

Varriale, il compagno di Cerciello, è stato ascoltato di nuovo in Procura assieme ad altri carabinieri. I quattro fuori servizio che hanno assistito alla vendita di droga?

Commenti

oracolodidelfo

Sab, 03/08/2019 - 09:44

Ho detto, da subito, che non credo una parola di quanto ci hanno detto sin'ora. Mario Cerciello Rega, agnello scarificale.

momomomo

Sab, 03/08/2019 - 09:54

..."...Pure la Procura non ha certezze..."... Vuoi vedere che, alla fine, trattasi di un banale atto di suicidio assistito...!?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 03/08/2019 - 10:07

Omicidio? Si fa presto a dire... Già che ci siamo, sentiamo pure la vedova. A questo punto la difesa sosterrà la tesi del suicidio alla luce di dissapori insanabili esplosi durante la luna di miele. E tante scuse al presunto omicida.

killkoms

Sab, 03/08/2019 - 10:11

gli avvocati la buttano in cagnara e basta!alla fine di sarà suicidato?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 03/08/2019 - 10:13

stanno cercando di distruggere la credibilità dei carabinieri. questo lo fanno solo quelli di sinistra, compreso il M5S :-) A proposito... e salvini che fa? non fa nulla per impedire gli alleati di attaccare i carabinieri? :-) oh ma guarda caso.... HERNANDO45 ne sai qualcosa tu? :-) o preferisci che il TUO idolo continui a fare lo stupido con il M5S e distruggere il centrodestra? :-)

Ernestinho

Sab, 03/08/2019 - 10:16

Capra, capra, capra! Giustamente il povero Carabiniere si è pugnalato da solo! I due "agnellini" stavano là solo per divertimento!

vince50

Sab, 03/08/2019 - 10:19

L'Amerikano ha confessato di averlo ammazzato?,scherzava dai su chissà che sarà stato.In ogni caso se ci fossero dubbi,facciamogli tante doverose scuse in modo che possa fare il turista in serenità.

FedericoMarini

Sab, 03/08/2019 - 10:28

Il carabiniere deve essere un lupo, un lupo buono, non un’agnello.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 03/08/2019 - 11:04

Undici, dico undici, coltellate. Alla schiena. Ci vuol tempo e determinazione per infliggerle....

blackbird

Sab, 03/08/2019 - 11:07

Qui finisce come con Amanda: assolti e rimborsati! Il carabiniere? In realtà non c'è nessun carabiniere morto, si è reso irreperibile, tanto che la sua arma è ancora in caserma. La confessione? Estorta a botte: torturati! Ma scherziamo? Se non fosse una tragedia ci sarebbe da ridere!

bernardo47

Sab, 03/08/2019 - 11:23

Certo che di fronte a un assassino reo confesso e alle prove ed evidenze acquisite, cercare di buttarla in cacciata,è da sciocchi e quegli avvocati....lo fanno. Ma il morto purtroppo vi è e le 11 pugnalate pure e accompagnata da una confessione .......il resto è misera fuffa,,.l

caren

Sab, 03/08/2019 - 11:39

Resta il fatto che il lupo buono, ci ha rimesso la pelle, caro FedericoMarini. Comunque, tutta questa tiritera, attorno a questo caso, è diventata stucchevole. Chissà come andrà a finire.

rasna

Sab, 03/08/2019 - 12:16

Si sta indagando su fatti esterni alla fattispecie in essere. Cosa importa se il derubato fosse uno spacciatore o un paladino della moralità,? cosa importa se il ViceBrigadiere avesse la pistola o meno? cosa importa cosa abbiano fatto i ragazzi prima dell’omicidio? niente. il fatto importante è che il disgraziato abbia pugnalato un Carabiniere uccidendolo (non credo che su questo ci siano dubbi). Il contorno semmai può fare emergere altri reati aggiuntivi ma non cambia di una virgola questo brutale omicidio. Volte liberarvi al più presto di almeno uno degli americani? Mandate via quello che non ha accoltellato nessuno. Al massimo, per lui, il tutto sarà derubricato al mero favoreggiamento e perciò è inutile tenerlo dentro. Ce ne sono di peggio, in giro. Ma per favore concentriamoci solo sull’accoltellamento e andiamo avanti con quello. Tutto il resto è fuffa.

kennedy99

Sab, 03/08/2019 - 12:53

ma questo caro avvocato capra è pagato dal signor elder ho dallo stato italiano. chiedere è lecito.

bernardo47

Sab, 03/08/2019 - 12:58

un morto con 11 pugnalate ricevute da un reo confesso! il resto solo misera fuffa!

compitese

Sab, 03/08/2019 - 13:12

Cerciello Rega è morto e su questo non ci piove, ma sulla dinamica i carabinieri non la raccontano giusta!

pasquino38

Sab, 03/08/2019 - 13:39

Ci saranno anche molte cose da chiarire, ma c'è una certezza: 11 coltellate, alcune inferte fino al manico! Tutte queste altre chiacchere sono soltanto la 12^ coltellata profetizzata dal Comandante generale dell'Arma! Ho anche letto che il "giovane americano" è stato trovato in carcere "molto provato". Purtroppo, invece, il carabiniere è MOLTO MORTO. Basta, un po' di rispetto!!!

Ritratto di Bar_Abba

Bar_Abba

Sab, 03/08/2019 - 14:05

Scommetto qualcosa che alla fine il povero Cerciello non era armato perché non era in servizio quella sera, e che i suoi amici carabinieri lo hanno fatto andare con loro, e poi visto che è morto hanno cercato di far passare che era in servizio sia per fargli avere ciò che spetta a chi cade mentre fa il suo dovere, sia per proteggere se stessi dalle conseguenze di aver mandato a incontrare dei criminali uno che non era in servizio... Il solito pasticci all'italiana, tutto a fin di bene, ma il solito pasticcio all'italiana.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 03/08/2019 - 14:31

capra,capra cerca di continuare..

pasquinomaicontento

Sab, 03/08/2019 - 14:55

...è già la seconda vorta in una settimana che all'assassino gli è stato concesso un altro colloquio co' paparino...quanno a un italiano nun jabbàsteno un par de mesi...se tutto va bene.Stavo rifrettènno sulla dinamica dell'assassinio, ma l'artro carabiniere era armato, o pure a lui era senza pistola, perchè pesava troppo...ma poi mica la devono tenè in mano,comunque se l'artro carabiniere che era armato e ha avuto paura de caccià l'arma e sparà, pe' difenne il suo amico...detto fra noi,ma forte, in maniera de sentìllo tutti,è un pusillanime,un codardo, un quaquaraquà, come lo definirebbe Leonardo Sciascia...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 03/08/2019 - 14:58

Allora io faccio una rapina ma do i sodi ad un complice poi ammazzo un carabiniere. Visto che le cose, sono due fatti a parte, ma siccome non si viene alla luce chi ha preso i soldi della rapina, finisce che mi liberano senza tenere conto dell'assassinio? Cominciate a chiudere la vicenda delle coltellate, dandogli come condanna l'ergastolo, poi con calma continuate con il resto. Ma ora la tirano alla lunga con altre cose, per non incriminarlo? Si chiude un caso e se ne apre un'altra, a mio avviso.

Dordolio

Sab, 03/08/2019 - 15:23

I due americani mi sembrano "cattivi nell'anima" e hanno ammazzato un carabiniere "buono nell'anima". Non ci piove, direi. Ma il contesto mi lascia perplesso. I due si aspettavano dei pusher che stavano ricattando, non certo un agente. Arriva uno in borghese che si qualifica come carabiniere. E si arriva allo scontro fisico. Rifletto: io non ho MAI visto il tesserino di un carabiniere. Come è? Di fronte ad un'uniforme e ad una macchina "istituzionale" mi metto sull'attenti. Ma altrimenti potrebbero anche mostrarmi una tessera fedeltà di un supermercato appena un po' ritoccata... Ad una fiera specializzata tempo fa te le facevano sui due piedi lì sul posto. Personalizzate. Ad uso promozionale. Su può fare qualsiasi cosa di questi tempi. Non assolvo nessuno, si intende. Ma molte cose non mi paiono chiare.

killkoms

Sab, 03/08/2019 - 15:44

r-abba,un carabiniere è sempre in servizio!

Ritratto di navajo

navajo

Sab, 03/08/2019 - 17:33

E' proprio dei difensori, quando non hanno altro a cui attaccarsi, oltre al tram, buttarla in caciara.

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Sab, 03/08/2019 - 17:51

Ringraziate il signor Salvini detto cicciofelpa se la faranno franca!

Mannik

Sab, 03/08/2019 - 17:52

@mortimermouse - Ma che boiate scrive? Ha preso un colpo di sole o è sempre così fuori?

d'annunzianof

Sab, 03/08/2019 - 18:30

Attendo fiducioso la prossima, imminente, classica gran figura di mxxxa che i nostri solertissimi, efficentissimi, magistrati italici, hyper-garantisti, ci faranni fare di fronte a tutto il mondo. Grazie

Holmert

Sab, 03/08/2019 - 18:31

Va a finire che questo poveraccio di brigadiere, lo ha ucciso Mandrake. Nemmeno di fronte ad un reo confesso si è convinti. Chissà cosa cercano? Quello che lo ha accoltellato ed è scappato? Va a finire che l'avvocato porterà la tesi che la confessione non veritiera è stata estorta con la violenza. Ma roba da matti. Che casino che è diventata questa nazione.

Libero 38

Sab, 03/08/2019 - 18:31

Non e' la prima volta che gli avvocati cercano di trovare l'ago nel pagliaio per difendere i loro assistiti.Ma in questo caso ci vedo troppe cose che non tornano.Dopo il caso di perugia e quello Cucchi l'operato dei carabinieri fa venire qualche dubbio.

Kucio

Sab, 03/08/2019 - 18:35

Beh se un bravo ragazzo dei nostri andasse negli States giriandio con un coltellaccio in cerca di sballo e poi uccidesse un Loro Agente....poi vediamo cosa succederebbe

newman

Sab, 03/08/2019 - 18:53

Bisogna essere prudenti dopo le dichiarazioni dell'azzeccagarbugli! L'unico fatto che "sembra" indubitabile é che il povero Cerciello sia morto. Ucciso? Mah ... é tutto da chiarire. Da chi? Mah ... Dal suo mandante? Questo poi no. Sarebbe prematuro affermarlo. Bisogna aver fiducia nella giustizia italiana. Autoincriminazione avvenuta in un momento di delirio per lo shock subito nel vedere un uomo morire accanto a lui, forse suicida. Finnegan dichiara di aver compiuto lui il delitto. Dichiarazione da prendersi cum granu salis: ... un ragazzo sconvolto, emozionalmente instabile, straniero per di piú, forse migrante, quindi non punibile, anche se avesse realmente compiuto quest'atto, prodotto della sua fantasia sconvolta, di un corto circuito della corteccia cerebrale. Sapienza di ... Capra.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 03/08/2019 - 18:58

Ci ho provato ben 2 volte a risponderti Andrea 10e13, ma non sono stato pubblicato AMEN.

zen39

Sab, 03/08/2019 - 19:05

Cosa ancora si vuole sapere di fronte ad un assassinio di tale gravità con un reo confesso. Cosa si vuole dimostrare. Si vogliono creare retroscena,curiosità ed altre str....varie per intorpidire le acque tipico atteggiamento di alcuni difensori che per recuperare la clientela persa si buttano nelle cause rendendole più complesse di quanto siano. Si Cercano ancora delle attenuanti per chi ha sferrato undici coltellate. Ma che in razza di paese stiamo vivendo !

Dordolio

Sab, 03/08/2019 - 19:17

Legionecristiana spero lei si renda conto che l'idiozia che ha scritto equivale a dire "Se ci sarà un terremoto in Cile la colpa sarà tutta di Salvini!". Quando dal monte dei pegni le ridaranno il cervello, ce lo faccia sapere.

elhombredegoma1

Sab, 03/08/2019 - 20:33

https://www.thenational.ae/uae/courts/uae-police-warn-over-rise-of-fake-officers-1.893979

elhombredegoma1

Sab, 03/08/2019 - 20:43

E io aspetto che qualcuno sollwvi il problema delle false forze dell' ordine. Un tesserino e' facilmente falsificabile. Operazioni sotto copertura? Bene. Per raccogliere prove, per registrare o filmare malviventi, per conoscere un fenomeno. Ma non per limitare la liberta' di privati cittadini in un luogo pubblico. O addirittura aggredirli. E poi se i presunti criminali da arrestare sono 2 , di poliziotti se ne mandano 10, ma in uniforme. O 2 in borgese e 8 in uniforme.