I figli di Craxi: "Borrelli? Tangentopoli fu un colpo di Stato"

Tra le reazioni nel mondo politico alla morte dell'ex capo del pool di Mani Pulite, Francesco Saverio Borrelli, spiccano quelle dei figli di Bettino Craxi. Stefania: "Protagonista di una stagione infausta". Bobo: "Il suo un colpo di stato"

La morte a 89 anni del giudice Francesco Saverio Borrelli, il capo del pool di Mani Pulite che legò a sé la lunga e tormentata stagione di Tangentopoli, non poteva lasciare indifferente il mondo politico. Nelle ore successive alla scomparsa dell'ex procuratore aggiunto del Tribunale di Milano, sono fioccati i commenti di alcuni dei protagonisti - diretti o indiretti - della stagione che ha visto il più forte scontro tra politica e giustizia della storia repubblicana. Tra le voci più importanti quelle dei figli di Bettino Craxi, Bobo e Stefania. Fu proprio l'inchiesta di Mani Pulite a sancire la fine dell'esperienza politica dello storico segretario del Psi, coinvolto nelle indagini condotte da Di Pietro, Colombo, Davigo e Boccassini, coordinate proprio da Borrelli.

Stefania Craxi: "Fu il protagonista di una stagione infausta"

"Con lui viene a mancare uno dei protagonisti principali di una stagione infausta della nostra storia repubblicana". Così Stefania Craxi, parlamentare di Forza Italia e vicepresidente della Commissione Affari esteri del Senato, sul giudice Borrelli. "A dispetto di molte comparse del tempo, compresi taluni suoi compagni magistrati assurti ad eroi e gettatasi nell'agone politico ed alla ricerca di incarichi pubblici, Borrelli scelse con coerenza di vestire solo e sempre la toga e nei recenti anni", il commento della figlia dell'ex leader del Psi.

E ancora: "Pur sempre con reticenza ed omissioni, Borrelli ebbe ad avanzare alcune riflessioni amare sugli effetti prodotti dalle inchieste di Mani pulite. Il tempo, come sempre, pronuncerà parole di verità. Ma la sua dipartita - prosegue la senatrice - porta con sé molti segreti e molti 'detto non detto' che, nonostante il lavoro della storia, resteranno probabilmente celati. Nel momento del dolore e della sofferenza, il silenzio è il rispetto sono pertanto dovuti all'uomo e alla famiglia".

Bobo Craxi: "Borrelli punta di diamante di un colpo di Stato"

Altrettanto velenoso il commento del fratello Bobo Craxi, che ha definito Borrelli "un protagonista della storia di questo Paese. È stato espressione di una funzione di scardinamento delle forze che governavano all'epoca, dopo di che negli anni successivi ha riflettuto sul disastro compiuto. Negli ultimi anni, in un libro, Borrelli dichiarò che 'non valeva la pena di buttare all'aria il mondo precedente per cascare poi in quello attuale'. Insomma, si rese conto da solo del disastro che combinarono", aggiunge Craxi.

"L'Italia uscita da Tangentopoli - conclude l'esponente del Psi - è peggiore di quella che c'era prima. Fu una delle punte di diamante di quello che io considero un colpo di Stato, il sovvertimento di un organo dello Stato da parte di un altro. Dopo di che pace all'anima sua".

Il ricordo di Sgarbi e Cicchitto

Non solo i fratelli Craxi. A commentare la scomparsa di Borrelli, tra gli altri, anche Vittorio Sgarbi e Fabrizio Cicchitto. Ad Adnkronos, il critico d'arte ha detto che Borrelli "È stato popolarissimo, un uomo di straordinaria intelligenza e cultura, l'anti Di Pietro. Anzi, stava a Di Pietro come la Treccani sta a Topolino. Eppure si è fatto sconfiggere proprio da Topolino. Borrelli - aggiunge Sgarbi - è stato un uomo intelligentissimo, coltissimo, grande melomane, che però ha la responsabilità della distruzione della civiltà politica democratica rappresentata dai partiti". Mentre per l'ex deputato e senatore di Forza Italia e Pdl, "Borrelli fu il leader della magistratura italiana nel periodo di Mani Pulite ma fu anche largamente condizionato dal suo vice D'Ambrosio che difese in modo assai abile le posizioni del Pci-Pds, che pure era coinvolto nel sistema di Tangentopoli come pure gli altri partiti".

Commenti
Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 20/07/2019 - 22:52

E' morto un faraone. NON SI PUBBLICANO COMMENTI. VIVA L'ITAIA DEI FARAONI. 22,51 - 20.7.2019

Celcap

Sab, 20/07/2019 - 22:54

Un articolo surreale per i protagonisti e quello che dicono. Passi per la figlia Stefania Craxi ma per Bobo sono parole incomprensibili che lui dica che è stato un colpo di stato di Borrelli (ed è vero) non può farlo. Uno che si è presentato con il Pd (adesso è nel psi ma prima no) partito che ha sempre difeso la campagna pubblicitaria di mani pulite legata a doppio filo con la sinistra che guarda caso non è stata coinvolta seppure era dentro fino al collo, ripeto uno che si presenta con il Pd non può dire che è stato un golpe quello di Borrelli va contro tutti i principi del partito con il quale era fino a qualche tempo fa. Ripeto passi per Stefania che per lo meno può dire quello che pensa anche il suo partito ma Bobo faceva più bella figura se stava zitto.

Ritratto di Sniper

Sniper

Sab, 20/07/2019 - 22:55

Avete fatto bene a bloccare i commenti a questo articolo. Sarebbero volati sputi. "Le colpe dei padri non ricadano sui figli" si dice, ma qui i figli sono funzionali alle malefatte del padre, condannato in via definitiva, e morto da latitante internazionale, sottrattosi alla Giustizia del proprio Paese, e rifugiatosi dal compare Ben Ali, dittatore della Tunisia, dove non c'era trattato di estradizione. FATELI TACERE! P.S. C'era un bottino?

killkoms

Sab, 20/07/2019 - 22:55

non avrebbero tanto tor to!

ex d.c.

Sab, 20/07/2019 - 23:14

Da allora i colpi di stato di sono succeduti ed ora siamo nel caos

Blueray

Sab, 20/07/2019 - 23:16

Non valeva la pena buttare all'aria tutto per ritrovarsi nella situazione attuale. Certo che no, ma allora cos'erano come i 4 amici al bar che volevano cambiare il mondo, destinati a qualche cosa in più che a una donna e ad un impiego in banca....?

brob67

Sab, 20/07/2019 - 23:19

Con Craxi è morta la speranza di una Italia libera e democratica. Peccato che molti ancora non lo abbiano capito

Totonno58

Sab, 20/07/2019 - 23:58

Ancora parlano?

peter46

Dom, 21/07/2019 - 00:56

Bobo..."Borrelli in un libro ha dichiarato che 'non valeva la pena buttare all'aria il mondo precedente per cascare poi in quello attuale'"...e chi se l'aspettava che la pulizia morale di un partito come l'MSI venisse messa a servizio,SDOGANANDO Berlusconi e i 'resti dell'andazzo corruttivo precedente,egr.mauriziogiuntoli,da parte delle m s che guidavano allora, morto Almirante che in vita MAI si sarebbe 'accompagnato' con simile etnia,di coloro che,ancora rincorsi da mani pulite,ne erano stati correi?Come mai le prime file di quei partiti sono state 'azzerate' e le terze ne hanno 'ripreso' il potere sostituendo solo il nome del partito d'appartenenza?

Klotz1960

Dom, 21/07/2019 - 02:22

E' ovvio che fu una sorta di colpo di Stato. Bobo ha perfettamente ragione.

Ritratto di depil

depil

Dom, 21/07/2019 - 06:07

ma Bobo Craxi con quale coraggio apre la bocca?????

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 21/07/2019 - 07:01

@Sniper: Si è solamente adeguato, come hanno fatto i tuoi compagnucci "partigiani" dopo il '45. Chi in Cecoslovacchia, chi nell'URSS, chi in Ungheria...

Ritratto di Tipperary

Tipperary

Dom, 21/07/2019 - 07:24

R.I.P. Non è che sia cambiata granche’ la magistratura in questi anni. È sotto gli occhi di tutti.Molto orientata politicamente , tanto da far eleggere un magistrato prima in un partito e poi vice presidente del CSM, intoccabile, immune dal rispondere a errori.

oracolodidelfo

Dom, 21/07/2019 - 07:36

Perchè non avete parlato di complotto quanto fu orchestrato quello ai danni di Berlusconi? Il coraggio delle lepri!

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Dom, 21/07/2019 - 08:06

@Sniper. Non so perchè siano stati bloccati ma posso dire che due miei commenti, postati ieri pomeriggio e riportanti semplicemente un pezzo di un'intervista televisiva a Di Pietro ,non sono mai stati pubblicati. Mi chiedo: perchè mettete degli articoli dicendo di commentarli e poi,in assenza di commenti anormali, ne postate solo 4. Non fate più questi articoli se non sapete gestire neanche la favola di Biancaneve. Grazie

VittorioMar

Dom, 21/07/2019 - 08:13

..quello fù veramente un ALTRO COLPO DI STATO...organizzato in USA ed effettuato dalla Procura di Milano,supportata VIGLIACCAMENTE dai media e giornaloni ASSERVITI(ancora oggi),la SCUSA FURONO LE TANGENTI al PSI (ma CHE TUTTI PRENDEVANO) il VERO MOTIVO è che gli USA si vollero vendicare dello SCHIAFFO MORALE POLITICO E MILITARE PER I FATTI DI "SIGONELLA"..che nessuno OSA MENZIONARE !!....non difendo CRAXI ma difese l'ONORE del PAESE !!..e la storia si vorrebbe ripetere con SALVINI...altri TEMPI altri UOMINI...!!

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Dom, 21/07/2019 - 08:30

...il colpo di stato c'e' stato ECCOME,ordito dalla sinistra con alcune compiacenze anche della Democrazia(ex)Cristiana per gettare l'Italia nel caos,e poi "essere salvata" dalla Sinistra. Borrelli e stato un soldato liggio al "dovere" ma SERVITORE DI UN SOLO PARTITO.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 21/07/2019 - 08:34

Certo che fu un colpo di Stato, organizzato, diretto ed usufruito dalla sinistra allora rappresentata dal PCI. Non volevano un concorrente come il PSI che avrebbe potuto metterli nell'angolo, ormai affievolitisi i calori insurrezionali tanto cari e a senso unico da parte comunista. I magistrati popi indagarono solo gli vversari e non il PCI, che riceveva finanziamenti dall'URSS. Se gli altri ricevevano soldi dagli USA, illegale quanto si voglia, li prendevano da alleati, mentre il PCI da avversari dichiarati. Indegna pantomima nonostante tardivi pentimenti da chi pretende avere Mani Pulite o aver rappresentato Giudici Super Partes.

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Dom, 21/07/2019 - 08:34

... Gherardo Colombo: "Sollevammo il velo, ma Tangentopoli non è mai finita" Certamente,se si guarda con un occhio solo,e da buoni maggiordomi non si guardava nella sinistra e SOPRATTUTTO NELLA MAGISTRATURA!

Valvo Vittorio

Dom, 21/07/2019 - 08:44

Il comunismo nato in Unione Sovietica è caduto per implosione il che la dice lunga su quali basi, era fondato! Le dittature cadono al cessare della vita del dittatore perché tutto il potere è accentrato su di lui! Le socialdemocrazie sono relegate presso popoli nordici, ma sparite quasi del tutto presso i popoli mediterranei! Le corruzioni nel mondo continuano imperterrite a esistere! In Italia un comico ha formato un'accozzaglia di adepti usufruendo dell'informatica! Craxi asseriva di essere stato trascinato nell'illecito dai suoi adepti. La scelta di Craxi di non sottostare alla "giustizia" è condivisa vista l'agire burlesco dei pentastellati!

buonaparte

Dom, 21/07/2019 - 10:27

questa è storia ;vorrei ricordare che con i soldi della russia avuti materialmente dal kgb il pci italiano nel dopo guerra costrui una scuola a frattocchie dove insegnavano come vincere i concorsi e poter cosi infiltrare nelle amministrazioni in italia uomini fidati del pci . infiltrarono gente nella magistratura, sanità,regioni, ministeri e ecc. le procure piu infiltrate da gente venuta fuori da questa scuola dove si facevano i saluti con il pugno e si cantava bella ciao erano milano e bologna. MEDITATE

peter46

Dom, 21/07/2019 - 12:18

VEROPartigiano...certo ognuno può pensarla come crede e farsi le s mentali che meglio crede,ma....è quel 'nero' finale che stona dato che solo gli stupratori 'abbronzati' nero-marocco possono gloriarsi di essere stati 'partigiani liberatori' al servizio francoangloamericano.Tu lo sei?