I generali sfiduciano la Trenta. La protesta corre sul web

Il malcontento contro il ministro della Difesa è diffuso nelle Forze armate. Le critiche: "È nelle mani di Di Maio"

Il malcontento tra i militari cresce. Le esternazioni del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, in seguito all'apertura di un'istruttoria nei confronti del generale Paolo Riccò, che lo scorso 25 aprile aveva abbandonato la cerimonia della festa della Liberazione a Viterbo in seguito agli attacchi dell'Anpi, non sono piaciute né alla base né ai vertici delle Forze armate. Sui social la polemica si è scatenata, tanto che è stato creato un gruppo, che conta oltre 4.400 iscritti, dal nome «Io sto con il generale Paolo Riccò».

Il fatto è che il ministro, nel corso del suo anno di mandato, ha fatto un sacco di promesse, ma ne ha mantenute poche, a partire da quelle sul riordino delle carriere, tanto che un delegato Cocer ha dovuto fare, nel silenzio più assoluto della Difesa, 40 giorni di sciopero della fame per avere le rassicurazioni del caso dal premier Giuseppe Conte.

I militari sono abituati all'obbedienza, al rispetto dell'istituzione, per cui se sono arrivati a questo punto è perché davvero non ne possono più dell'agire dei 5 stelle. Tutto passa per la piattaforma Rousseau, con decisioni che cadono dall'alto. «La Trenta - racconta un ufficiale - è una brava persona, ma è nelle mani di Di Maio e dei pentastellati. Non ha un suo vero potere decisionale. Il problema non è lei, ma i suoi più stretti collaboratori, che ci chiediamo: sono stati scelti dal ministro o da qualcun altro?». A far infuriare ancora di più sono i recenti attacchi al ministro dell'Interno, Matteo Salvini, i cui consensi sono in crescita anche in ambito Forze armate. Il vicepremier non manca ogni volta di avere premura per le divise e questo piace ai militari, che si sentono, invece, con i 5 Stelle, in mano a dilettanti allo sbaraglio. E il malcontento tocca davvero tutti i livelli, malgrado le apparenze.

Il generale di brigata in ausiliaria Vincenzo Liguori ha scritto ieri su Facebook, dopo che la Trenta ha cancellato un suo commento: «Lei parla tanto di trasparenza, ma applica la censura nella peggiore forma di bolscevica memoria! Il mio pensiero non offendeva nessuno ed era riferito agli aspetti tecnici delle procedure di accertamento da lei poste in essere e reclamizzate. La sua reazione avvilisce qualsiasi tentativo di dialogo, riducendolo al mero o ti schieri con e mi ossequi o ti cancello! Questa non è democrazia».

Il tenente Alessandro Scano, del reggimento Lanceri di Montebello, ferito nel 1993 nei combattimenti di Mogadiscio, non usa mezzi termini sulla vicenda del generale Riccò e si chiede quale sia «l'opportunità, data la gravità e la risonanza mediatica, di verifiche e accertamenti che sono legittimi e previsti dalla legge. Ma anche circa l'opportunità da parte di esponenti dell'attuale governo di pubblicare i propri giudizi sui social». Ricordando il curriculum di Riccò, specifica: «Per noi, la sofferenza e il valore sul campo, non hanno colore. Chiariscano i politici, nei loro ambiti parlamentari e non nelle cerimonie ufficiali, le loro differenze e soprattutto le loro contraddizioni senza riversare la loro bile ideologica su di noi, sulle nostre famiglie e, peggio, sui nostri caduti». E conclude: «Noi siamo già tutti con Paolo Riccò».

Il generale Marco Bertolini, ex comandante del Comando operativo di vertice interforze, candidato alle Europee per Fdi, avanza critiche: «Si sta trasformano una vicenda spiacevole, che poteva essere sbrigata con un encomio solenne all'interessato, in un assist per chi sta cercando di distruggere le Forze Armate; che non sono proprietà del ministro, né della coalizione di governo, ma di tutti gli italiani».

Commenti

Giorgio5819

Lun, 06/05/2019 - 10:25

..30... questa , al massimo, arriva a 15...

ClioBer

Lun, 06/05/2019 - 10:25

Trenta? Scuola "Link Campus", uguale a covo di "obbedienti". Ma Di Maio, pronto a formalizzarsi su tutto, anche su peccatucci veniali e sciocchezze, non fa una piega.

ClioBer

Lun, 06/05/2019 - 10:27

Ho dimenticato: «Anch'io sto con il generale Paolo Riccò».

Ritratto di akamai66

akamai66

Lun, 06/05/2019 - 10:32

Se si avesse la pazienza di indagare ci si renderebbe conto che l’elettorato 5* proviene in grande maggioranza: dalla sinistra antagonista, dall’ ex IdV, dalla protesta Cobas, no TAV e dal PD, tutta gente che appartiene a nuclei famigliari che negli anni di piombo andavano nei cortei a gridare col pugno alzato «Fascista, basco nero, il tuo posto è il cimitero», «Attento poliziotto, è arrivata la compagna P38».

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 06/05/2019 - 10:38

Nulla contro le donne, ma non le vedo quali Ministro della Difesa. Ho indossato le stellette in altri tempi, é vero, ma non lo dico per maschilismo, bensì per logica.

Trefebbraio

Lun, 06/05/2019 - 10:43

Questa è pilotata a distanza, è un drone. Una persona sana e pensante non potrebbe scendere al di sotto della soglia minima. Si stanno scavando buche un po dappertutto, nel prosieguo della tradizione politica italiana. Speriamo che cambi, che cambi in fretta, che cambi in meglio.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 06/05/2019 - 10:51

Questa è la versione bruna del suo predecessore. Stesso naso pronunciato, identico charme, identico Q.I.

ginobernard

Lun, 06/05/2019 - 10:51

beh si può sempre riciclare in una ong ... visto che la parola accoglienza le piace. Scherzi a parte ... ognuno deve fare il suo mestiere se no viene fuori una gran porcata. Possibile che non ci sia un ammiraglio autenticamente nazionalista da promuovere a Ministro ? se no facciamo che far entrare cani e porci e chiudiamo baracca e burattini.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 06/05/2019 - 10:51

Prima o poi il redde rationem arriva quando una persona non dimostra sufficienti attitudini alle esigenze di un ministero importante come quello della difesa. Mi piacerebbe dire "mettete dei fiori nei vostri cannoni" (Giganti, per chi se li ricorda), se fossimo in un contesto "unico al mondo". Non lo siamo ergo bispogna quanto meno adattarsi.

Luigi Farinelli

Lun, 06/05/2019 - 10:52

Ecco dove portano le quote rosa, ideologicamente ancorate alla certezza che il mondo sia giusto solo se allinea lo stesso numero, fra uomini e donne, di spazzini (pardon: "operatori ecologici") e di uscieri; di ingegneri e di soldati da prima linea. Con la Difesa poi, da sempre odiata dal sinistrume antropologicamente e culturalmente superiore (a meno che i suoi rappresentanti non cantino "bella ciao" durante i raduni di "partigiani") si tratta di tutelare e gestire "cose di guerra": ORRORE! Per questo il Ministero della Difesa è stato spesso affidato (non solo in Italia ma nel progressismificio europeo) alle donne, meglio se di estrazione pacifista e incinte. Tra l'altro, così hanno anche la possibilità di imporre le ideologie femministe in un mondo da sempre "maschilista": e ti pare poco?

diesonne

Lun, 06/05/2019 - 10:55

diesonne il capo delle forze armate è IL PRSIDENTE DELLA REPUBBLICA:INTERVENGA E RICHIAMINALL'ORDINE CHI DI DOVERE

Gilgamesh1000

Lun, 06/05/2019 - 10:56

Figura del cavolo Trenta. Dettata solo ed esclusivamente dall'arroganza e presunzione. Tipico dei 5S che riescono ad essere molto peggio di Renzi.

zingozongo

Lun, 06/05/2019 - 10:58

ma e vero che l esercito italiano e l unico al mondo dove il numero di graduati e piu grande del numero di soldati semplici ? e allora che la spending review si faccia pure tra le divise va la...

MASSIMOFIRENZE63

Lun, 06/05/2019 - 10:59

Io sono militare da 30 anni e dico questo. Dal punto di vista umano il Generale Riccò ha fatto bene ma dal punto di vista militare ha sbagliato perché disobbedito ad un ordine che era quello di presenziare alla cerimonia fino alla fine. Sta di fatto che quello dell'ANPI se le poteva anche risparmiare le sue critiche alle FF.AA., anche perché esse rappresentano l'Italia e quindi offendendo le FF.AA. costui ha offeso anche l'Italia stessa.

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Lun, 06/05/2019 - 11:00

Mi piacerebbe leggere che il Capo dello Stato, nonchè Comandante Supremo delle Forze Armate, ha fatto un intervento mediatico via TV, radio e giornali, per criticare l'operato del Ministro della Difesa e per pretendere delle scuse ufficiali per il Generale Paolo Riccò che ha onorato il suo giuramento e la Patria. Ma è fantascienza! In realtà, come tutti abbiamo constatato, c'è solo il SILENZIO ... un imbarazzato silenzio che dimostra quanto siano chiaramente di parte certi discorsi del C.d.S. quando criticò l'operato del Ministro dell'Interno in occasione della vicenda "Diciotti".

Italiano_medio

Lun, 06/05/2019 - 11:06

INADEGUATA. Dimissioni.

SeverinoCicerchia

Lun, 06/05/2019 - 11:07

bah.. stiamo dipingendo un mondo surreale nel quale le forze armate sarebbero giustificate a metter in dubbio il potere delle istituzioni perchè stan antipatici i 5s legalmente eletti. mi vado a comprar il topolino, che mi diverte di più, e se fossi un generale mi offenderei

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Lun, 06/05/2019 - 11:09

Per il suo movimento l'importante è che non sia "coinvolta" e che di quello di cui si occupa non ne capisca nulla.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 06/05/2019 - 11:19

questa è una figura che non capisce un cassio di politica..

gianrico45

Lun, 06/05/2019 - 11:25

Un ministro della difesa che invece di difenderlo che mette sotto inchiesta l'esercito.Bisognerebbe capire chi glielo ha suggerito.

VittorioMar

Lun, 06/05/2019 - 11:25

..e il Capo Supremo delle FORZE ARMATE cosa dice ??..sono fatti loro...che me frega !!

Ritratto di Gisvelto

Gisvelto

Lun, 06/05/2019 - 11:26

Al Ministero della Difesa dovrebbe andare il più alto in carica di tutte le Forze Armate.

Ritratto di ..£iTaGlianoV€ro

..£iTaGlianoV€ro

Lun, 06/05/2019 - 11:29

la trenta? si sfiducia da sola

gianrico45

Lun, 06/05/2019 - 11:30

Eccesso di legittima difesa viene sempre ipotizzato, ma rapina con sequestro di persona viene poco ipotizzato

Una-mattina-mi-...

Lun, 06/05/2019 - 11:32

ALTRO CHE "DIFESA", LA TRENTA DI FATTO HA INVENTATO UN NUOVO MINISTERO: QUELLO DELL'OFFESA

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Lun, 06/05/2019 - 11:34

quando si dice:la persona sbagliata al posto sbagliato.conquiste dei grilli ah honorem

ginobernard

Lun, 06/05/2019 - 11:51

la cosa positiva è che sappiamo adesso che è di fatto in quota ai 5 stelle. A questo punto mi chiedo la Lega quanti ministri abbia ... Salvini a parte. Tanto per poterne giudicare l'operato e decidere il prossimo voto a fine mese.

ermejodermonno

Lun, 06/05/2019 - 11:56

"USI OBBEDIR TACENDO E TACENDO MORIR" CHI MI CAPISCE ALZI LA MAO, LO SO SIAMO IN MOLTI ANCORA HA CAPIRE IL SIGNIFICATO , E ALLORA GRIDATE CON ME"""" VIVA LE FORZE ARMATE, VIVA L'ESERCITO ITALIANO E TUTTI QUELLI CHE FACENDONE PARTE CI FANNO DORMIRE PIU' TRANQUILLI , VIVA I NOSTRI MORTI PER IL TRICOLORE , VIVA CHI NON HA PAURA DI CITARE IL VERSI DELLA POESIA "NON PASSA LO STRANIERO" ORA NON SI STUDIA PIU' MA NOI SAPPIAMO ANCORA CHE " I PIAVE MORMORO' " NON PASSA LO STARNIERO " PER NOI CIO' HA ANCORA ENORME VALORE . wwww L'ITALIA E GLI ITALIANI , QUELLI VERI QUELLI CHE LA AMANO.

LucaLiv

Lun, 06/05/2019 - 12:00

La cosa strana, anzi normale, in un paese in decadenza come il nostro, è che siano i Generali in pensione a parlare e non i colleghi in servizio attivo del Generale Riccò. A buon intenditor poche parole! Prima la carriera, poi i principi, la dignità e il cameratismo. Per questo un Capitano della Riserva in Italia può tranquillamente essere Ministro della Difesa.

Franz Canadese

Lun, 06/05/2019 - 12:03

Senza dubbio: sto con Ricco'.

investigator13

Lun, 06/05/2019 - 12:05

il governo scontenta pure i generali. Attenzione costoro non ci pensano due volte per un colpo di Stato militare e farlo saltare. Visto la situazione generale tutt'altro che rasserenante colpa un governo totalmente incapace e assente di risolvere pure la situazione libica come se il problema non ci riguardasse e al-Serrai in cerca d'aiuto dall'Italia per fermare Haftar la ns. difesa potrebbe prendere l'Iniziativa di agire non sarebbe male. Non tutto il male vien per nuocere.

Tommy40

Lun, 06/05/2019 - 12:15

Si può sempre cambiare il ministro non adatto al suo lavoro.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/05/2019 - 12:25

Ma si vede da lontano che la Trenta non ha le caratteristiche psico-attitudinali per l'arte militare.. Almeno la Pinotti brillava per le battaglie del talamo, ma questa é una bigotta...

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 06/05/2019 - 12:33

Io sto con le Forze Armate. Ma chi è questa dilettante che pretende di rivoluzionare un Esercito come quello Italiano che, nonostante la ristrettezza di mezzi, è universalmente riconosciuto come uno dei migliori al mondo sia a livello organizzativo che operativo?

HappyFuture

Lun, 06/05/2019 - 12:33

Che noia!

APG

Lun, 06/05/2019 - 12:34

Io sto con il generale Riccò !

oracolodidelfo

Lun, 06/05/2019 - 12:35

Urge che Forze dell'Ordine e Generali alzino la testa per adempiere pienamente alla loro funzione e cioè proteggerci dai delinquenti e dagli invasori. Amen!

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 06/05/2019 - 12:35

akamai66 Purtroppo questo è tristemente vero! Ecco perché da una caduta di governo mi attendo solo un drammatico peggioramento della situazione, col potere in mano ai grillonzi insieme ai loro amici naturali di sinistra.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 06/05/2019 - 12:39

@diesonne Chi dovrebbe intervenire? Aspetta e spera! Lui è in perfetta sintonia con il sinistrume anti-militarista e sedicente antifascista.

Santippe

Lun, 06/05/2019 - 12:41

Così il Generale di brigata VINCENZO LIGUORI :"ti schieri con me e mi ossequi o ti cancello! Questa non è democrazia". Caro Generale, i 5Stelle hanno un concetto perverso di democrazia, risalente a Rousseau, la famigerata " democrazia diretta" dell'uno vale uno, che, se applicata, porterebbe in breve tempo alla più feroce dittatura. Rendiamoci conto che questi signori pentastellati sono un pericolo enorme per la Nazione.

Giorgio5819

Lun, 06/05/2019 - 12:58

@oracolodidelfo 12:32 "Urge che Forze dell'Ordine e Generali alzino la testa per adempiere pienamente alla loro funzione e cioè proteggerci dai delinquenti e dagli invasori. Amen! "...e da chi protegge e sostiene delinquenti e invasori !

agosvac

Lun, 06/05/2019 - 12:58

A proposito di questa triste vicenda risulta "assordante" il silenzio di Mattarella che è il comandante supremo di TUTTE le Forze Armate italiane.

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Lun, 06/05/2019 - 13:23

voci di corridoio sostengono che il malumore provenga dagli stessi che si erano lamentati di salvini

TitoPullo

Lun, 06/05/2019 - 13:31

Un'incompetente nelle mani di un'altro incompetente!!

un_infiltrato

Lun, 06/05/2019 - 13:53

...."sta nelle mani di di maio" che, a sua volta, sta nelle mani di un'agenzia di marchetting che gli mette in bocca il "da dirsi" e il "da farsi". Peggio di così?

GUGLIELMO.DONATONE

Lun, 06/05/2019 - 13:56

Credo che da deplorare non sia la Signora Trenta, bensì la pletora di esperti generaloni e ammiragli che la circonda e la consiglia.

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 06/05/2019 - 14:06

"Ha fatto un sacco di promesse, ma ne ha mantenute poche". Scusate, di quale esponente del Governo stiamo parlando esattamente?

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Lun, 06/05/2019 - 16:29

NON SONO TRA GLI ISCRITTI PRO GEN. RICCO' HA FATTO BENE AD ANDARSENE IO DA EX MILITARE NON FACCIO ADUNATE NE SFILATE DOVE SONO PRESENTI CONFALONI O STRISCIONI DELL'A.N.P.I.

Rudy

Ven, 16/08/2019 - 13:41

Il M5S avrà tutti i difetti di questo mondo, ma certo non si può sognare di cambiare la politica della Difesa se UE e ONU non vogliono. Quello che il Ministro ha fatto corrisponde perfettamente alla linea mondialista delle due grandi orgnizzazioni, che ovunque operano per smobilitare gli eserciti nazionali. E' invece probabile che sia il contrario: ONU e UE decidono le politiche della Difesa e il M5S fa proprie le loro decisioni. Questa visione del pollaio italiano è molto corta; ci sono in gioco interessi che vanno ben oltre l'ambito nazionale.