I soldi per i poveri? Spesi per mega attici. E c'è un'Affittopoli anche in Vaticano

Scandalo in Vaticano. Il libro Avarizia fa i conti in tasca al patrimonio milionario della Chiesa. Rivelando lussi sfrenati, privilegi assurdi e spese pazze. Che il Papa combatte

Le carte che svelano ricchezza, scandali e segreti della Chiesa di Francesco. Soldi raccolti per i bambini malati utilizzati invece per il mega attico del cardinale Tarcisio Bertone; immobili di proprietà del Vaticano, a Roma, per 4 miliardi di euro. Affittati a «raccomandati e vip» per poche centinaia di euro. Un elicottero utilizzato da Bertone costato 24mila euro per trasportarlo da Roma in Basilicata; e 41mila tessere vaticane regalate ad amici per comprare sigarette e benzina a prezzi più bassi: «Oggi vendiamo benzina, sigarette e vestiti tax free, incassando 60 milioni l'anno». C'è tutto questo nel libro «Avarizia», scritto dal giornalista dell' Espresso Emiliano Fittipaldi, in uscita il 5 novembre per Feltrinelli Editore.

«Francesco deve sapere che la Fondazione del Bambin Gesù, nata per raccogliere le offerte per i piccoli malati, ha pagato parte dei lavori fatti nella nuova casa del cardinale Tarcisio Bertone - scrive il giornalista riportando il colloquio con un monsignore -, il Papa deve sapere che il Vaticano possiede case, a Roma, che valgono quattro miliardi di euro. Dentro non ci sono rifugiati, come vorrebbe il Papa, ma un sacco di raccomandati e vip che pagano affitti ridicoli».

Fittipaldi pubblica documenti inediti e interni al Vaticano, provenienti dalle stanze vaticane, report di revisori chiamati da Francesco per fare luce su conti e transazioni finanziarie, lettere e bilanci dei singoli dicasteri. Ne esce fuori una fotografia delle Sacre Stanze davvero torbida. Cardinali e funzionari che effettuano spese pazze e da capogiro, soldi sottratti dall'obolo di San Pietro, ovvero le offerte dei fedeli da destinare ai più poveri nel mondo, per spese personali, postulatori che si fanno strapagare per «creare un santo».

«Ho scoperto che sono stati spesi fondi destinati alla beneficenza per rifare la casa di cardinali - afferma Fittipaldi - e che è stato utilizzato un elicottero da 24mila euro da Bertone per recarsi in Basilicata».

Per l'autore del volume, che esce proprio nei giorni del caso «Vatileaks bis» che ha portato all'arresto di due persone, la nomina del cardinale George Pell alla guida della Segreteria per l'Economia, è «totalmente sbagliata». «Il cardinale è chiamato da molti testimoni dentro a una inchiesta governativa in Australia con l'accusa di aver protetto sacerdoti pedofili - prosegue il giornalista dell' Espresso - e questo lo si sapeva già prima della sua nomina a prefetto della Segreteria».

Anche sul porporato australiano emergono cifre da capogiro nel bilancio dei primi sei mesi di attività. «Pell ha speso per lui e i suoi amici, tra stipendi e vestiti su misura, mezzo milione di euro in sei mesi. Sottolavelli da 4.600 euro, uno stipendio da 15mila euro netti al mese per il segretario Danny Casey».

Nella sua operazione di pulizia e di riforma della Curia verso una Chiesa povera per i poveri, in questa lotta allo sfarzo e agli sprechi, Papa Francesco si trova isolato. «Da quando Bergoglio si è insediato - afferma Fittipaldi - c'è tutta la parte italiana della Curia che viaggia contro di lui. Ci sono spesso lotte intestine tra cardinali, ma le resistenze non mancano neanche dai Paesi stranieri. Un progetto di riforma così radicale non è ben visto dagli statunitensi e dalle chiese africane. La riforma è lenta, il Papa ha delle resistenze enormi, non solamente da un punto di vista dottrinario ma anche e soprattutto finanziario. La chiesa povera e per i poveri non piace a tutti i cardinali. E in questo il Papa è solo».

Nel volume c'è anche un passaggio sullo Ior, che «non è stato ancora ripulito - sostiene Fittipaldi - e che dentro il Torrione si nascondono ancora clienti abusivi».

Non finisce solamente Bertone nel mirino dell'inchiesta dell'autore di «Avarizia». «Ci sono un mucchio di cardinali che vivono in appartamenti da 400, 500, 600 metri quadrati. Più attico e terrazzo panoramico», accusa il giornalista, che diffonde i bilanci anche dell'ospedale di Padre Pio - che possiede «37 tra palazzi e immobili per un valore stimato di 190 milioni di euro» - e dei salesiani che «investono in società in Lussemburgo».

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Mer, 04/11/2015 - 08:35

Papa Francesco, se ce la fa ha mandare tutti quei falsi INTONACATI che con la loro ARROGANZA approfittano dalla povera gente vivendo nelle ricchezze e negli agi, di coloro che poi predicano di essere umili e caritatevoli. SE LI SMASCHERA TUTTI, PENSO CHE LA POPOLAZIONE ITALIANA LA PROPORR

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 04/11/2015 - 08:46

Ciò che mi stupisce di più è che ci siano ancora tanti "fedeli" disposti a credere ancora che il Vaticano,con ricchezze cosi immense da far impallidire gli sceicchi arabi,sia una entità umile e devota verso i poveri e gli indifesi, quando invece,come ogni casta, è perennemente infestata da intrighi,malaffare e giochi di potere (e quattrini) quando non altre porcherie. Invito pertanto preti e sacerdoti vari (che resuscitano solo in occasione del 730 a chiedere l'8/1000) a non infastidirci sotto natale a girare casa per casa con benedizioni farlocche (di benedetto da loro c'e solo la pecunia).....con la scusa della solidarietà. Con le vostre ricchezze potreste sfamare una bella fetta d'Africa. Politica e Vaticano sono l'oppio dei popoli,sempre e comunque sfruttati e sopraffatti.

Un idealista

Mer, 04/11/2015 - 09:00

Corruzione si, ma non a questo livello. Una cosa del genere non me la sarei mai aspettata. E adesso come se la caverà Bergoglio, il buonista pronto a dire: "Date!" "Fate!" "Sacrificatevi!" "Accogliete tutti anche se sono malvagi, perché sono fratelli!" Adesso Bergoglio ha la possibilità di mostrare chi è veramente (il che non significa che il suo buonismo all'eccesso diventi corretto).

Altaj

Mer, 04/11/2015 - 09:01

Bergoglio chi lo ha eletto ? Esattamente tutti questi cardinali che spendono e spandono alla faccia dei poveri. Ma lui li combatte, dice il giornalista. C´é qualcuno che ci crede ? Molti di noi alle favole hanno smesso di credere da tempo.

robytopy

Mer, 04/11/2015 - 09:04

non c'è bisogno di libri per sapere quel che succede e quel che è il Vaticano: il più grande partito italiano e forse del mondo che sfrutta l' ingenuità dei popoli per fare business. La religione è tutt' altra cosa di quella rappresentata dalla Chiesa.

ziobeppe1951

Mer, 04/11/2015 - 09:14

Questi, sono duemila anni che ci prendono x il kulo

vince50

Mer, 04/11/2015 - 09:17

Mi domando in che cosa sta la novità,soltanto un minorato mentale potrebbe pensare il contrario.Però si sa che buoni Italioti ci stupiamo dell'ovvio,si aspetta l'uragano per capire che non c'è il sole.

Fjr

Mer, 04/11/2015 - 09:19

Ormai la chiesa è' solo una S.p.a, con i cardinali nel CdA e il Papa come amministratore delegato, tanto vale iscriversi a Scientology, tanto santone più' santone meno, oppure diventare buddisti, altro che San Francesco che si era liberato di tutti i suoi averi per vivere in povertà'

Dordolio

Mer, 04/11/2015 - 09:21

Comprerò il libro anche se controvoglia: finanziare gente che gravita nell'orbita de L'Espresso mi infastidisce moltissimo. Ma voglio saperne di più. La Chiesa attuale è detestabile sotto infiniti aspetti. Ma un mondo - quello dei Salesiani in particolare - lo degnavo di stima. Sapere che si affida anch'esso a speculazioni finanziarie (Lussemburgo) mi disturba. E se la cosa mi viene dimostrata vera voglio sbatterla in faccia a chi di quel mondo fa parte, e ce l'ho proprio sotto casa. Perchè l'ha fatto anche coi soldi miei. Che ritenevo destinati MOLTO altrove....

Un idealista

Mer, 04/11/2015 - 09:23

Queste cose le ha apprese Bergoglio da Vatileaks? Non le conosceva prima? Se sì, non si vergogna? non si dimette? Bergoglio, metti da parte il tuo buonismo da strapazzo e inizia a usare buon senso, se proprio vuoi continuare a mantenere lo scranno ignorando gli insegnamenti di Cristo!

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 04/11/2015 - 09:28

Che ci fossero grossi interessi economici in Vaticano era noto. Non ne partecipavano i due papi precedenti per evidenti motivi: il papa santo perché travagliato da una lunghissima malattia progressiva, di cui approfittò la curia; l’altro perché era solo un teologo, lontano dagli interessi veniali, talché fu travolto ed indotto alla grande rinuncia. Poi è arrivato Francesco, molto sveglio, che sta cercando di riportare le sue pecore nel recinto, però ha il difetto di credere possibile un colloquio con la grande religione “sorella”, che invece da tempo si sta muovendo per faci fuori ed imporci la legge coranica. Il Cristianesimo ha 2000 anni, è la religione più diffusa nel mondo, ma è malato nella sua classe dirigente, di varie malattie, di cui quella “economica” è solo la più evidente, ma non la peggiore. Il futuro non è da noi ipotizzabile, ma è nelle mani di Dio.

Un idealista

Mer, 04/11/2015 - 09:30

Alleluia! Sta per iniziare il Rubileo!

Accademico

Mer, 04/11/2015 - 09:33

ah Serè, ah Sartì, non hai capito niente. Questa non è "la chiesa di Francesco", come scrivi tu. Questa è la Chiesa che Francesco - che è un osso duro - intende cambiare. E la cambierà. Hai capito Serè?

Ritratto di enzo33

enzo33

Mer, 04/11/2015 - 09:35

Caro e gentile Papa Francesco, quando Lei si insediò, disse per prima cosa, a proposito dello IOR: la chiesa non è una banca. E allora? vogliamo vedere questo IOR che industria è, qual'è il suo capitale, e se non ha per caso la forza di raddoppiare l'importo della social-card che eroga 40 euro mensili alle famiglie povere? etc, etc.

morghj

Mer, 04/11/2015 - 09:36

Tutto ciò non mi sorprende!!! Sono cose che ho sempre sospettato esistessero, eventualmente questi documenti non fanno altro che confermare che non mi sbagliavo. Allo schifo non c'è mai una fine!!! Certo che i tonti che danno sempre retta a falsi sermoni e ad indistinto buonismo che sconfina troppo spesso nel masochismo, dovrebbero prendersi a sberle.

michetta

Mer, 04/11/2015 - 09:42

Si guardi allo sviluppo politicante dell'Italia e ci si accorgera' che, SEMPRE, c'e' stato opportunismo a dismisura,da parte di chi, interessato a quel mestiere,intendesse governare. Oggi,stiamo a disquisire su un governo vaticanense,che purtroppo incide su di noi poveri mortali Italiani,piu' di quanto dovrebbe, solo perche' sono uscite fuori delle magagne! Ma,tutti i governi, hanno sempre navifato con imbrogli e sempre,a scapito dei poveracci! Che poi sapessero nasconderli,accattivandosi giudici, guardie e guardiani,questa e' un'altra cosa! Ricorderete tutti,il Marchese del Grillo,quando riuscì a far mettere alla gogna,quel povero artigiano ebreo,inviso perche' ebreo,proprio dall'ambaradam di cui sopra? Vedrete che se Bergoglio,si vestira' con i panni del Gesuita,che e',fara' una bella pulizia! Anche se,per noi,quell'ambiente,rimarra' sempre tutto sporco!

Dordolio

Mer, 04/11/2015 - 10:03

Ma certe storie sono solo di oggi? Una vita fa (diciamo oltre mezzo secolo...) parenti romani invitarono la mia famiglia ad andare con loro (con non so quale tresca) in Vaticano a fare acquisti. Oltre alla giustamente famosa farmacia, c'erano incredibili beni di consumo a veri prezzacci. Rammento in particolare una sorta di "burro del Papa" (così soprannominato...) che anche se ero piccolo ricordo tuttora come vera delizia...

Dordolio

Mer, 04/11/2015 - 10:08

Molti anni fa mi capitò per le mani un documento leghista (sì, proprio della Lega....) nel quale si affermava che sarebbe bastato quanto nel bilancio di ALCUNE diocesi (mi pare - vado a memoria - Roma, Milano, Boston e Colonia) per sfamare l'Africa. Non so se sia vero. Spero non sia vero. Facciamo finta che non sia vero. ...oppure no?

ziobeppe1951

Mer, 04/11/2015 - 10:13

Totonno non sguazzare al largo,torna tra noi,dicci dicci

gneo58

Mer, 04/11/2015 - 10:16

Per chi non lo sapesse o non lo avesse ancora capito il vaticano e' lo stato piu' ricco del mondo, e non proporzionalmente al suolo occupato dallo stato. Mettendo tutto assieme si arriva a delle cifre che neppure si possono scrivere o immaginare. E sempre per chi non lo sapesse hanno le mani dappertutto, banche, petrolio, miniere e chi piu' ne ha piu' ne metta. Continuate pure a foraggiarli con 8x1000 ed oboli vari.

Ritratto di tokarev

tokarev

Mer, 04/11/2015 - 10:22

Tutte le religioni, indistintamente, derubano i Popoli...sono nate per questo...oppio...

Ritratto di tokarev

tokarev

Mer, 04/11/2015 - 10:23

ho letto l'articolo su un po' di giornali...vado a vomitare

Giorgio Rubiu

Mer, 04/11/2015 - 10:52

Shakespeare fa dire ad Amleto "C'è del marcio nel regno di Danimarca"; evidentemente c'è un mucchio di marcio anche nell'anticamera del Regno dei Cieli! Sarà questo il Papa che riuscirà a cacciare i mercanti dal tempio almeno per un po'? Visti gli eventi del passato (da Monsignor Cippico a GIovanni Battista Giuffrè noto come "Il Banchiere di Dio"e dal trio Sindona-Calvi-Marchincus) i fatti odierni non stupiscono più di tanto.Chissà quali e quante altre cose non verranno mai a galla!