I taglialingue

I musulmani chiedono, l'Ordine dei giornalisti esegue: Magdi Allam come la Fallaci, a processo per le idee espresse sul «Giornale»

Tutti voi conoscete Magdi Cristiano Allam. Da anni collabora con Il Giornale , dopo essere stato commentatore di La Repubblica e vicedirettore del Corriere della Sera . Il suo impegno civile nella difesa dei valori dell'Occidente è andato oltre il giornalismo, ha attraversato la politica (eurodeputato) e la saggistica. Parliamo di un intellettuale di altissimo livello sul cui capo pende più di una condanna a morte emessa dai capi dei gruppi terroristici islamici di mezzo mondo. Da undici anni vive sotto scorta di primo livello. Cioè non ha vita normale. La sua colpa? Aver puntato il dito contro i principi illiberali e sanguinari dell'islam, aver messo in guardia l'Occidente da una apertura indiscriminata a un mondo, quello islamico, nel quale i confini tra fede, attività politica e terroristica sono ancora molto, troppo labili. E non ultimo ha la colpa di essersi convertito al cristianesimo. Fu Papa Ratzinger in persona, cosa rarissima, a battezzarlo e cresimarlo come riconoscimento a un uomo che tanto ha dato nella difesa della cristianità.

Ciò che per il Papa teologo sono meriti assoluti, per l'Ordine dei giornalisti italiani sono invece colpe gravissime. Gli articoli che Magdi Cristiano ha scritto su questo giornale - direi delle profezie alla luce di quanto sta accadendo in questi giorni - sono stati considerati dagli zelanti colleghi del nostro gran giurì una «violazione all'obbligo di esercitare la professione con dignità e decoro», che «hanno compromesso la dignità dell'ordine professionale» e «incrinato il rapporto di fiducia tra stampa e lettori». Il capo di accusa è agghiacciante e inedito: islamofobia.

Magdi Cristiano dovrà presentarsi a breve davanti a questo tribunale del popolo e rischia la radiazione su esposto del presidente dell'Associazione degli islamici italiani, il cui avvocato sui loro siti già festeggia la vittoria.

Detto che le idee di Magdi Cristiano coincidono con le nostre e io come direttore mi assumo tutta la responsabilità di averle pubblicate. Detto che siamo orgogliosi di avere Magdi tra i nostri collaboratori e che lo invitiamo a continuare la sua battaglia di libertà e giustizia sulle nostre pagine. Detto che se l'Occidente avesse dato retta alle voci disperate di Oriana Fallaci e Magdi Cristiano tante sofferenze sarebbero state risparmiate a noi e ai milioni di schiavi dell'integralismo islamico. Detto tutto questo mi chiedo come sia possibile che in Italia, nel 2014, un gruppo di giornalisti si permetta di processare le idee di un collega che, per le sue idee, è stato condannato a morte da quello stesso mondo che non essendo riuscito - fino ad ora - ad averne la testa sanguinante oggi ripiega su quella professionale. E noi pronti ad offrirla su un piatto d'argento. Perché ormai siamo servi, vigliacchi e senza spina dorsale, come scriveva Oriana. Ma non tutti. Non Magdi, non noi, non voi lettori de Il Giornale . Le censure e i patiboli non ci hanno mai intimidito. Figuriamoci adesso e su questo tema. L'islam assassino può esserne certo.

Commenti

Gioa

Gio, 28/08/2014 - 15:40

ALESSANDRO PURA SEMPLICE VERITA'.....COMMENTIAMO TUTTO E COMMENTIAMO ORA: GIORANLISTI IPOCRITI, GIORNALISTI SQUALLIDI, GIORNALISTI OPPORTUNISTI ECC... SIAMO NEL 2014 L'ITALIA E' SULL'ORLO DELLO SBANDO.....ALESSANDRO, E' GRAZIE A GENTE COME MAGDI, COME VOI CHE LO SOSTENETE, COME NOI COMMENTATORI CHE VOGLIAMO SEMPRE E COMUNQUE CHE LA VERITA' CONTINUI AD ESSERE SOLO VERITA'...CHE TUTTI COLORO CHE VOGLIANO VERITA' CHE POSSANO LIBERAMENTE OTTENERLA... ALESSANDRO, CONCLUDO, IL MIO COMMENTO, COMUNICANDO ALL'ORDINE DEI GIORNALISTI CHE STANNO CONDANNANDO CHI CI PORTA ALLA RIPRESA:.....VERGOGNATEVIiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii....L'EMPATIA, DOVE L'AVETE MESSA?...SE ANCORA L'AVETE TIRATELA FUORI. I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI? SCRIVETELI PER I BUGIARDI...MAGDI DA PROCESSARE?....VERGOGNATEVIiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii. L'ITALIA CHE NESSUNO VUOLE COMPRESI VOI CHE ACCUSATE MAGDI!!.

Raoul Pontalti

Gio, 28/08/2014 - 16:07

Sommo Direttore sei così sicuro che le cavolate sull'Eurabia e sulle (false) decapitazioni dei cristiani in Iraq siano un servigio alla verità e contribuiscano ad evitare la perpetrazione di delitti su base religiosa?

marcus57

Gio, 28/08/2014 - 16:15

Se dovessero condannarlo sarà un martire. Comunque in quell'assurda eventualità mi auguro che il Giornale sappia portare avanti una battaglia di civiltà dura e senza paura. Siamo veramente a rischio in questo paese di assistere da qui a una ventina di anni alla distruzione della nostra società per l'ignavia di troppi italiani, nati e vissuti nel calcolo e nell'opportunismo del momento. Bisogna saper guardare molto più in la nel tempo perché chi odia l'Occidente ha un visione temporale ben diversa dalla nastra. Nel 1453 conquistarono la seconda Roma, Costantinopoli: ora tocca alla prima. Molti giornalisti poi sono dei mercenari. Nei talk show a sfondo politico si parla stancamente delle promesse di Renzi ma di quanto sta succedendo a poca distanza da noi in Libia, sulle nostre coste e nelle nostre città, con l'invasione di individui completamente alieni al nostro modo di vivere, tutto tacce. Che non esista un Islam moderato ed uno militante nettamente separati è poi reso evidento dall'attacco, con il mezzo per ora qui da noi più appropriato, ossia fare ricorso ai giudici, ad uno dei suoi più coraggiosi antagonisti: Magdi Cristianp Allan.

Ritratto di Scassa

Scassa

Gio, 28/08/2014 - 16:19

scassa giovedì 28 agosto 2014 Marcia potenza della morte nera ,peste del 2000 ,sparsa a piene mani dalla sinistra ,in combutta conl'islam,i preti venduti ,giornali da WC,direttori da discarica,e ordine dei giornalisti da Gestapo ,,e tutti venduti per denaro..........sono riusciti,oltre che a cannibalizzare il paese ,anche a far dimettere unPapa che li aveva inquadrati per ciò che valgono ......peggio di un cancro metastatizzato !!!!!!!!!!!!!!!!!scassa.

Mario Mauro

Gio, 28/08/2014 - 16:27

Caro Pontalti, non credo che il direttore ne sia così sicuro come del resto neanch'io. Siete in troppi, ormai, ad essere sordi.

m.nanni

Gio, 28/08/2014 - 16:27

vogliono punire Magdi per colpire Il Giornale. ROVESCIAMOLI addosso l'operazione disastro Mare Mostrum; FI che fa? striscia ancora con i bolscevichi che vogliono imbavagliarci tutti. Magdi, tira dritto senza farti intimorire da chi ha preso il potere abusivamente e utilizzato toghe bavose per steecchire l'avversario. VIVA LA LIBERTA'! D I F E N D I A M O L A ADESSO, perchè domani sarà troppo tardi. p.s. però Magdi deve denuncare subito, penalmente questo tribunale dell'Ordine; per calunnia, sapendolo innocente, poichè Magdi se la prende con la perte violenta e illiberale dell'Islam, che si nasconde anche tra i milioni di mussulmani moderati, e per abuso di potere contro costoro che fanno abuso del potere che la legge conferisce al medesimo Ordine; che non è quello di imbavagliare la libertà di espressione, quindi di difenderla, e non quella di imbavagliarla.

gedeone@libero.it

Gio, 28/08/2014 - 16:29

Il Giornale, come sempre dalla sua fondazione, baluardo contro gli ipocriti traditori della Patria, i kattokomunisti. Sono fiero di essere un lettore di questa testata sin dal suo primo numero. Lunga vita a Il Giornale!

ANTONIO1956

Gio, 28/08/2014 - 16:40

L'ordine dei giornalisti va abolito semplicemente e definitivamente. Non è possibile che un organismo del genere sia sempre e comunque contro i liberi giornalisti e le libere idee cioè quelle che non sono di sinistra e politicamente corrette. Basta ... eliminarlo!

Eziotort

Gio, 28/08/2014 - 16:44

Due cose non quadrano in questo articolo: 1 che il direttore se la prenda con l'ordine dei giornalisti che lo sospese per i noti fatti 2 che Allam venga paragonato alla Fallaci in una sorta di nuova crociata è giusto vendere un soldato semplice per un generale, magari lo motiva un pò a dare sempre il meglio ma culturalmente e giornalisticamente il sig. Allam Cristiano e Oriana Fallaci sono due persone completamente diverse, in tutto, anche nell'onestà intellettuale utilizzata ad affrontare e criticare il problema dell'estremismo islamico. Caro direttore, capisco la sua necessità di ergersi a paladino di crociate e di annoverare tra le sue fila tutti coloro vengono richiamati dall'ordine che la sospese con tanto di ammenda, ma farlo pavoneggiando in vetrina una figura superiore come la Fallaci è alquanto sgradevole. Grazie

onurb

Gio, 28/08/2014 - 16:54

Tra i commentatori c'è qualcuno che ritiene false le decapitazioni. Magari è tra coloro che credono che Elvis Presley sia ancora vivo, o che le Twin Towers siano state abbattute dalla CIA.

gian paolo cardelli

Gio, 28/08/2014 - 17:50

Exiotort, il punto è uno solo: le affermazioni di Allam sull'Islam citate nell'articolo sono tali da meritare censura, secondo lei? perchè forse non se n'è accorto, ma il fatto in oggetto è questo, non le intenzioni ne il valore comparato di Allam con chiunque altro...

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 28/08/2014 - 19:02

Meno male che c'è Raoul Pontalti, il quale a breve ci spiegherà nel dettaglio quante sono state sinora le decapitazioni in quanto decapitazioni (ovviamente tutte false). – (2°invio)

CALISESI MAURO

Ven, 29/08/2014 - 05:37

Bravo Sallusti. Chiaro e conciso. Finalmente un bell'articolo e una bella presa di posizione. Sara' una nottata lunga, dolorosa e feroce,poi faremo i conti.

Canaglia

Ven, 29/08/2014 - 08:17

Grande direttore, l'Italia purtroppo è pro-islam e pagheremo care queste scelte assurde. La frase che sintetizza tutto è di ricordarsi che "NON ESISTE UN ISLAM MODERATO". Questi sono tagliatori di teste con "usanze" non compatibili con la democrazia.

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 29/08/2014 - 09:40

Sono stanco. Stanchissimo. Non fisicamente ma, peggio, moralmente. Non so più a chi dirlo e come dirlo, per farmi capire. Cassandro anno domini 2011. Stiamo facendo finta di combattere contro questo o quello ma la verità di fondo è che il PDL è responsabile della inettitudine di questo governo e di quelli che l'hanno preceduto dopo il Novembre 2011. Cosa si sperava, che i governi di sinistra potessero opporsi meglio del centrodestra contro la massiccia invasione che premeva alle nostre porte? Che potesse (sempre la sinistra) trovare il bandolo per sbrogliare la matassa della disoccupazione creando opportunità di lavoro ed incentivare la crescita riducendo la spesa e gli sprechi? Che potesse (idem) ridurre la pressione fiscale e rilanciare l'economia incentivando l'edilizia? Che potesse (") ridurre lo strozzinaggio sugli immobili? Io lo dissi già all'epoca, non più quante volte (Cassandro...), ma se qualcuno ha pensato quello che ho esposto e che poi si è verificato all'incontrario, beh, non ho parole...

Raoul Pontalti

Ven, 29/08/2014 - 11:02

Alla gabbia 14 del canile di Abidjan le notizie pervengono imperfettamente tradotte in idioma canino: precisiamo a beneficio anche dei latranti che mi riferivo alle decapitazioni di cristiani cui aggiungo le crocifissioni di cristiani, quando si trattava invece di islamicissimi soldati di Assad per le decapitazioni e per le crocifissioni di esposizioni post mortem di fucilati per lo più anch'essi islamici.

Ritratto di Loudness

Loudness

Ven, 29/08/2014 - 11:34

Chi non impara dalla storia è costretto a riviverla.

Ritratto di Loudness

Loudness

Ven, 29/08/2014 - 11:40

Raoul Pontalti, lo prenda come suggerimento gratuito. I grappini dovrebbe berseli solo dopo aver postato in questo spazio. Mai prima. Inoltre gradirei ricordarle qualora lo avesse dimenticato o non lo avesse mai saputo, che in Italia esiste il diritto di parola e non il dovere di parola. Specie quando si hanno poche idee e molto ben confuse.

soldellavvenire

Ven, 29/08/2014 - 12:34

suvvia, cosa volete che sia una multa che paga il suo editore coi vostri soldi in confronto all'immenso piacere dell'odio, della grassa goduria dell'insulto, per uno poi che aspira a divenire l'erede della da voi idolatrata fallaci? una medaglia sul petto, un fregio che lo porterà quasi a livello di un sallusti, di un farina, personalitá tra le piú limpide del "firmamento" (certi, firmamento sotto pseudonimo, per pura modestia)

soldellavvenire

Ven, 29/08/2014 - 12:36

e comunque sallustri l'amore lo "propugni" anche se ti hanno "tagliato la lingua", eroe

Raoul Pontalti

Ven, 29/08/2014 - 12:49

Io bevo grappini prima, durante e dopo la scrittura e l'invio dei miei commenti (varianti ammesse: vodka e whiskey) caro Loudness. Colgo l'occasione per precisare che James Foley non è stato sgozzato e decapitato in quanto cattolico, bensì in quanto yankee e sacrificato di suoi compatrioti (leggersi le allucinanti dichiarazioni di Luttwak in merito). Avrò poche idee sul Medio Oriente, ma ben fondate visto che l'ho battuto per tanti anni e quei luoghi che per la maggior parte dei commentatori di questi forum sono puri nomi per me sono realtà viste e vissute.

insubres

Ven, 29/08/2014 - 13:48

prof Pontalti com'è CORTESE ad informarci che Lei sa molto sulla Mesopotamia e limitrofi, non è che l'acqua del Tigri o dell'Eufrate abbiano avuto effetti negativi su di Lei? Mi par di capire che Lei è un Amico della Persia per cui presumo che stia coi Muezzin parli di cosa farebbe Lei per un futuro NON EUROARABICO dove anche l'ateo e lo gnostico possano avere diritti e libertà. C'è un sito al www RAOUL PONTALTI dove si parla di oriente e a volte penso che sia Lei il curatore di tale sito, qualora così non fosse chiedo venia. Mi delucidi. Saluti

INGVDI

Ven, 29/08/2014 - 14:42

Grazie Sallusti. Solidarietà a Magdi Cristiano Allam. Ma ci vorrebbe qualcosa di forte, eclatante da parte dei giornalisti che ancora si sentono liberi: stracciare la tessera di iscrizione all'Ordine.

Raoul Pontalti

Ven, 29/08/2014 - 18:09

Nota riservata per le capre insubriche: ebbene sì come avete trovato sul web sono il presidente dell'associazione culturale Amici della Persia, terra in cui nacque la religione zoroastriana tuttora professata specie nel sud dell'Iran, dove gli Ebrei vivono tranquilli ad es. a Hamedan, la biblica Ecbatana, dove si trova il secondo sito religioso ebraico per importanza dopo il Muro del Pianto: il mausoleo con le tomba di Esther e Mordechai, dove vivono ancora in pace gli Assiri cristiani, dove si trovano chiese e monasteri armeni addirittura restaurati dal governo islamico, quartieri cristiani come quello di Nuova Jolfa a Esfahan, etc. La Persia è stupenda ma pericolosa per le capre insubriche: l'orso iraniano è sempre affamato...