I vu' cumprà evadono impuniti e i negozi chiudono per multe

L'ira del titolare di una nota pescheria: "Hanno messo i sigilli per 4 scontrini non battuti da pochi euro". Il comandante dei vigili è impotente sugli abusivi: "Ci servono più uomini"

Quattro scontrini. Per finire nei guai basta poco: un poker di errori nell'arco di anni e anni di pezzi di carta battuti regolarmente. Guai grossi. Perché se il negoziante, magari in perfetta buonafede, infila una collana di quattro errori, ecco scattare il cappio... Chiusura del locale per qualche giorno, sigilli, divieto assoluto di entrare anche solo ad accendere un frigorifero. Lo Stato, qui in Riviera fa sul serio. E punzecchia ferocemente i commercianti che vendono i loro prodotti ai milanesi con seconda casa incorporata. C'è qualcosa che stride, qualcosa che non quadra, forse un meccanismo autolesionistico, perché se il Budello, la strada dello struscio che attraversa tutto il borgo, ha la più alta concentrazione di mete per lo shopping dell'intera Liguria, le spiagge sono invece il cortile di casa dei vù cumprà. Ce ne sono a centinaia, arrivano da Genova, battono gli arenili come nemmeno i russi a Stalingrado. Ombrellone per ombrellone, assediano i turisti per tutto il giorno. E cosi l'economia della contraffazione e del nero vince su quella legale e raffinata dei bar, delle panetterie che sfornano le focaccine, delle pescherie ben frequentate, dei ristoranti alla moda. Non è un naufragio ma è una lotta impari.

Per carità, i vigili fanno la loro parte, sequestrano e organizzano blitz sulla sabbia, ma per uno che viene messo fuori gioco ce ne sono altri cento che sfuggono. «Noi quest'anno siamo partiti con un'azione robusta di prevenzione del fenomeno – spiega al Giornale il comandante della polizia municipale Francesco Parrella – ma gli organici sono quelli che sono: siamo diciassette più cinque stagionali, i nostri numeri sono in discesa e invece il contesto richiederebbe più forze in campo». Insomma, i vigili mostrano i muscoli, ma per stroncare questa industria che cammina sul falso e la slealtà ci vorrebbe ben altro. «Sappiamo – prosegue Parrella – che esiste una centrale, una sorta di magazzino generale che rifornisce gli abusivi della riviera di Ponente come di quella di Levante, ma certo non possono essere i vigili di Alassio a condurre l'inchiesta».

Sulla spiaggia si gioca a guardia e ladri, dietro, sul Budello e sull'Aurelia, si usa la mano pesante. «Noi ci siamo dimenticati di battere quattro scontrini in otto anni – racconta tutto d'un fiato Federico Tessitore della prestigiosa pescheria La boutique del mare - e la Guardia di Finanza è stata implacabile: ci ha imposto la chiusura per quattro-cinque giorni all'inizio di marzo». Pausa. Tessitore previene ogni possibile obiezione: «No, guardi, non siamo ladri o evasori. Quattro scontrini in otto anni cosa sono? Fra l'altro gli ultimi due incidenti ci sono capitati nel giro di una settimana. Il primo è successo a me: l'orario di chiusura era passato da un pezzo, mi sono completamente dimenticato di battere lo scontrino e il cliente è stato controllato all'uscita dalle Fiamme gialle. Poi è accaduto a mia mamma: c'era un caos incredibile, una signora ha pagato ed è corsa fuori, mia mamma ha lasciato perdere. Stiamo parlando rispettivamente di cinque e venti euro, o giù, di lì, scusi ma sono briciole sul nostro volume d'affari». Niente da fare: i finanzieri hanno calato la scure: chiusura e sigilli all'inizio di marzo 2015. «Abbiamo provato in tutti i modi – prosegue Tessitore – ad attenuare l'impatto della punizione. Abbiamo chiesto, quantomeno, di spostare la chiusura a febbraio, subito dopo i lavori di ristrutturazione della pescheria, ma non c'è stata alcuna possibilità di cambiare almeno le date. Io in otto anni non avevo mai chiuso, mai. Nemmeno un giorno di ferie e questa situazione ha provocato un danno importante. Noi serviamo i privati e i ristoranti e chi glielo va a spiegare al ristoratore che tu sei fuori uso per quattro scontrini? Ho passato giorni e giorni a chiedere scusa a destra e sinistra, ma qualche cliente l'ho perso».

Insomma, il far–west e il Grande fratello fiscale si fronteggiano a pochi metri di distanza. Risultato: chi rispetta le regole viene penalizzato.

E la lotta agli abusivi è ancora indietro: «Da anni mi batto perché i controlli siano effettuati da pattuglie miste – racconta Marco Melgrati, sindaco forzista dal 2001 al 2010 - lo Stato dovrebbe battere il pugno sul tavolo e schierare sul campo carabinieri, polizia, capitaneria, vigili. Tutti insieme. Ma questo obiettivo è ancora molto lontano». E le due Alassio continuano a convivere.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Sab, 27/06/2015 - 08:57

avete votato PD???? e adesso pagate!

Ritratto di flordluna

flordluna

Sab, 27/06/2015 - 09:03

buongiorno! Ormai l'italia e' preda dell'abusivismo piu' sfrenato: dal governetto autoproclamatosi ai clandestini liberi di operare ovunque e comunque! La gente si lamenta, ma non fa nulla per cambiare o che siano diventati abusivi anche gli italiani? Comunque, sia sulle spiagge che ai semafori c'e' un martellamento ad uomo.. ma la colpa non e' ne' di zingari ne' di clandestini.. ma degli imbecilli che frignano e poi o fanno l'elemosina o comprano cenci o borse contraffatte ! se nessuno facesse elemosina o comprasse qualcosa ... sparirebbero ! That's Italy !!!

Dako

Sab, 27/06/2015 - 09:26

@ giangol 08:57 Anche se non ci fosse il PD al governo nulla dico nulla cambierebbe, perchè in questo paese di m.... nulla cambia se non in peggio siamo diventati un letamaio - lo SCHIFO di questa Europa di cui apparteniamo "solo geograficamente" ma non per tutto il resto.

Ritratto di depil

depil

Sab, 27/06/2015 - 09:43

servono più uomini??? Non credo , io credo che vi serva un briciolo di onestà

Ritratto di bettytudor

bettytudor

Sab, 27/06/2015 - 09:47

Gli stabilimenti balneari sono diventati un tormento, una vera schifezza. Mi chiedo perche` pagare ombrellone e sdraio a prezzi salati quando i gestori non ti proteggono dall'assalto continuo di venditori di cianfrusaglie tossiche e pseudomassaggiatori che ogni 5 minuti invadono il tuo ombrellone con le loro mercanzie pressandoti all'acquisto, interrompendo qualsiasi cosa tu stia facendo in quell momento, parlare, mangiare, leggere, dormire, non importa, ogni 5 minuti c'e` una pesante intrusione in quello spazio che hai scelto e pagato per rilassarti e goderti il sole e il mare dopo un anno di duro lavoro. Meglio disertare questi posti, anche perche` sospetto che gli abusivi siano d'accordo con i gestori i quali forse prendono una percentuale.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 27/06/2015 - 10:05

Dietro i vù cumprà c'è un'evasione fiscale,nazionale e locale, che definirla mostruosa è minimizzare,che farla riemergere anche in modo parziale aumenterebbe il pil di almeno il 20% e relative imposte.La riviera romagnola,Toscanae Lazio,unite da essere amministrate da giunte rosse,vivono aspettando l'obolo centrale.I vigili urbanicon le loro multe a strascico agl'automobilisti,non trovano il tempo di fare da polizia annonaria sulle spiagge e per le strade.La PS ed i CC,oramai deputati a rincorrere i clandestini che poi torneranno liberi per un cavillo dei magistrati rossi,ne hanno le balle piene. Si devono tagliare i trasferimenti dal centro verso la periferia per costringerli ad amministrare e meglio.I Marino,i Rossi, i Renzi-no locali,DEVONO assumersi le loro responsabilità politico-economiche e non battere sempre cassa.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Sab, 27/06/2015 - 10:12

Non è una novità, da questi "non governanti" ci si deve aspettare di tutto, logicamente in senso negativo. Devono dirmi, cosa hanno fatto di buono negli ultimi anni.

beowulfagate

Sab, 27/06/2015 - 10:15

No,caro sig.Parrella,non servono più vigili urbani.Ci vogliono meno (magari anche nessuno) stranieri rompicoglioni.Scommettiamo che sulla spiaggia di Capalbio i vu cumprà non ci sono?

paolo1944

Sab, 27/06/2015 - 10:23

Si' d'accordo, gran parte della colpa è della sinistra, che ideologicamente non sopporta il lavoro libero e autonomo, perché non clientelare e meno controllabile. Ma sui guasti gravi degli ultimi anni io farei un nome, a lettere maiuscole: GRAZIE,TREMONTI per aver tradito al 90% il mandato elettorale dei tuoi elettori.

Ritratto di Riccardo_1960

Riccardo_1960

Sab, 27/06/2015 - 10:27

Punto primo,se ci sono vuol dire che le spiagge sono piene di buonisti che gli danno retta.Basterebbe mandarli a quel paese come faccio io. secondo, se la gente piace comprare cose tossiche ,false, e ciarpame vario,quelli continueranno ad invadere le nostre spiagge. Bisogna smettere di comperare e mandarli tutti a quel paese. Riccardo da Milano

fafner

Sab, 27/06/2015 - 10:33

C'è qualche codicillo che vieta ai finanzieri di andare a con trollare se anche i vù cumprà emettono gli scontrini ?

Raoul Pontalti

Sab, 27/06/2015 - 10:35

Ma non si deve vedere solo l'aspetto sanzionatorio nella chiusura della pescheria: se il pescivendolo omette di battere lo scontrino addirittura quattro volte di fila e per pochi euro significa chiaramente che siamo in presenza di una patologia nervosa che può consistere in una neuropatia del n. radiale o del plesso brachiale o addirittura encefalica per ischemia relativa e pertanto il prescrivere alcuni giorni di riposo mediante la chiusura forzata dell'esercizio commerciale serve a preservare la salute dell'imprenditore oltre che i futuri introiti dell'erario. Il sindaco dispone della polizia locale senza dover dipendere dallo Stato: può inviarla a controllare gli abusivi anziché sguinzagliarla per dare la caccia agli automobilisti...

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Sab, 27/06/2015 - 10:37

Il progetto è chiaro: gli italiani devono farsi da parte e lasciare campo libero alle risorse. Ma si, compriamo tranquillamente gli articoli dagli abusivi, d'altronde devono pur vivere anche loro! Avremo dei cessi di prodotti che però sembrano autentici e noi facciamo un figurone con pochi euro! Eh vabbè, però ci pagheranno le pensioni! Ah si, e con che cosa se non pagano 1 euro di tasse e la sanità ce l'hanno completamente gratuita grazie alle nostre di tasse? VOTA CATTOCOMUNISTA. E' una pubblicità regresso!

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Sab, 27/06/2015 - 10:42

In periodi di crisi i soldi pubblici sono quelli che sono e quindi come si fa a pretendere di rinforzare personale e strutture delle forze dell'Ordine se dobbiamo mantenere il business dell'"accoglienza"! Dobbiamo scegliere secondo precise proirità. Adesso la priorità è il magna magna.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Sab, 27/06/2015 - 10:53

Fino a pochi mesi fa mia moglie gestiva l'unico bar tabaccheria presente in un paesino di 2.000 anime a qualche chilometro da Udine. Nell'autunno dello scorso anno, nel giro di 1 mese e mezzo (dicesi unmeseemezzo, ha subìto nell'ordine le seguenti ispezioni e verifiche: 1)Ispezione dell'ASS; 2) Ispezione della Guardia di Finanza; 3) Verifica dell'ASS circa l'ottemperanza alle prescrizioni effettuate in precedenza; 4) Verifica da parte della SIAE sui mezzi di riproduzione; 5) Ispezione degli ispettori dei Monopòli di Stato. Lavorate gente, lavorate che in italia ci sono 3.300.000 di statali e decine di migliaia di clandestini da mantenere!

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 27/06/2015 - 10:56

Io con gli stabilimenti balneari invasi da "vu cumpra" ho chiuso. Abbiamo le città invase da venditori abusivi impuniti che vendono di tutto e se un vigile urbano fa il suo dovere rischia di essere picchiato. Sono anche queste situazioni che rendono l' italieta il paese dei balocchi. Nelle città e spiagge europee queste situazioni non vengono tollerate in italieta tanto buonina SI.

Jimisong007

Sab, 27/06/2015 - 10:57

Se le autorità vanno a passeggio per negozi a controllare scontrini è naturale che non hanno risorse per contrastare il totale abusivismo.

Linucs

Sab, 27/06/2015 - 11:10

Lo "stato" non fa sul serio; lo "stato" è la puttana dei comunisti e delle varie associazioni benefiche che evidentemente hanno buon materiale per ricattare ("tu zei razista! noi rovina tua cariera...")

palllino.

Sab, 27/06/2015 - 11:09

PER CARITÀ. Lungi da me difendere l'abusivismo commerciale iche va combattuto in tutti modi,se non altro per il fatto chedietro di se nasconde affari di organizzazioni malavitose..credo sia abbastanza riduttivo portate il problema ad un confronto tra il vu compra ed aziende il cui il fatturato supera spesso le centinaia di migliaia di euro...Il fatto è' che secondo me comunque vi sono troppe discrepanze tra valori dichiarati e tenori di vita e soprattutto valutazioni aziendali..provate ad affacciarvi all'acquisto di uno stabilimento balneare..milioni di euro!!!e poi date un occhiata al bilancio dell' azienda e vi accorgerete che qualcosa non va..

LudovicoDedominicis

Sab, 27/06/2015 - 11:12

BALLE! Ho acquistato un cappello in spiaggia e il venditore (del Bangladesh) mi ha rilasciato regolare ricevuta. Ho preso un taxi a Milano e il tassista milanese ha fatto di tutto per non rilasciarmi ricevuta.

Ritratto di AlleXpert

Anonimo (non verificato)

vince50

Sab, 27/06/2015 - 11:24

Sig.Roul Pontalti mi permetta,cortesemente cerchi di volare un po più basso,se mai dovesse cadere non vorrei si facesse male.In alcuni casi non fare qualche scontrino consente NON di arricchirsi,ma bensì miseramente sopravvivere.Non si difende certo l'illegalità,ma alcune volte si tratta "necessariamente" di legittima difesa considerata per'altro illegale.

pilandi

Sab, 27/06/2015 - 11:37

quattro scontrini non battuti implica che ci siano stati quattro controlli tutti positivi, significa che nella realtà gli scontrini non battuti ma non controllati statisticamente sono stati molti di più. Quindi quanti controlli positivi si devono avere per sanzionare? 50? Per cortesia... E riguardo agli ambulanti basta non comprare ed il problema si risolve da solo...se c'è offerta vuol dire che c'è richiesta.

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 27/06/2015 - 11:45

Come sempre, dobbiamo ringraziare questo governo di me..a e i deficienti che votano PD.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di frank60

frank60

Sab, 27/06/2015 - 12:03

Semplice...se la gente non compra niente (visto che è anche vietato)i vu cumprà non ci sarebbero....fino a che c'è richiesta...c'è l'offerta....

swiller

Sab, 27/06/2015 - 12:06

La politica del cxxxxxxe da pontassieve

davidebravo

Sab, 27/06/2015 - 12:08

Il vero problema sono quelli che comprano dai vucumpra irregolari, poi magari vanno in pescheria e non chiedono lo scontrino, e dopo si lamentano di questa invasione. Bisogna sensibilizzare le persone, mettere più cartelli che invitano a non partecipare a questa malvivenza, perché fino a quando ci sarà un acquirente sarà inevitabile l'arrivo di un venditore.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 27/06/2015 - 13:09

Esatto....votato pd? ora pagare, soffrire e muti.....

mariolino50

Sab, 27/06/2015 - 14:54

IO non ci compro nulla, ma dire che fanno concorrenza ai negozi di marca è una bufala, io frequento spesso Firenze, e sò quanto costano le borse di Gucci e roba simile, sono due mondi impenetrabili, chi compra quelle dei negri non lo fanno nemmeno entrare nel negozio, e chi compra nel negozio vuole l'originale, e lo paga 3000 euro, e non 10 o 20. Li manderei via solo perchè mi rompono parecchio, ma danno fastidio al massimo a qualche bancarella, e già basta anche quello, ma di sicuro no alle griff da signori.

baio57

Sab, 27/06/2015 - 16:46

Leggendo i commenti dei cocomeriotas (pochi ad onor del vero) ,si evince che il loro grado di ottusità mentale può raggiungere livelli inimmaginabili . Che Allah abbia pietà di loro.

Ritratto di sitten

sitten

Sab, 27/06/2015 - 17:15

Io, non ho conosciuto il Fascismo, ma quando sento e leggo le stupidaggine che si dicono contro quella dittatura (dittatura ad acqua di rosa)mi girano veramente le balle. Quella dittatura, era rispettata nel mondo, perché aveva degli uomini con le palle, non gli omuncoli di oggi. Bata guardare la stramaledetta mummia e i suoi compagni ladroni.

giovaneitalia

Sab, 27/06/2015 - 17:19

Ma signori...l´avete scoperto oggi? Spero che i vu´ cumpra´ o semplicemente gli immigrati, invadono letteralmente questa estate tutte le spiagge della Toscana, della Romagna e dell´Umbria, così poi vediamo se i loro governatori del PD, sempre favorevoli all´immigrazione, accettano che le loro spiagge e i loro clienti, vengano infastiditi ogni momento. Gente della Toscana, Romagna, Umbria ecc. ecc.. continuate a votare a sinistra ma poi non lamentatevi.

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Sab, 27/06/2015 - 17:51

Leggo alcuni commenti in cui si accusa pesantemente il commerciante e lo si esorta ad essere onesto. Bene io personalmente invito il commerciante in questione a chiudere definitivamente la sua attività e a vendere tutti i suoi beni diventando a tutti gli effetti nullatenente, dopodichè può vendere ABUSIVAMENTE le stessi merci che vendeva prima (questa volta guadagnandoci). Dalle mie parti si dice che quando il nemico è troppo forte bisogna allearsi ad esso.

Raoul Pontalti

Sab, 27/06/2015 - 17:58

Le spiagge dell'Umbria...sì giovaneitalia che ancora non hai studiato geografia, ma sul Tevere o sul Trasimeno...

aldoroma

Sab, 27/06/2015 - 19:36

forse non avete capito noi italiani dobbiamo solo e sempre pagare, a loro invece viene concesso di fare tutto e di avere sanità, e case popolari insomma tutto GRATIS.

Raoul Pontalti

Sab, 27/06/2015 - 20:04

unpaesemigliore (per ladri e truffatori) guarda che la vendita di prodotti ittici freschi può farsi anche in forma ambulante ma solo con appositi "autonegozi" sottoposti a controlli sanitari e fiscali più stringenti che non le strutture fisse. Vendere pesce al di fuori delle strutture ammesse comporta sanzioni (anche per ragioni di ordine sanitario) più pesanti nella pratica che spacciare droga...In altri termini: vendere alimenti non è la stessa cosa che vendere cianfrusaglie sulle spiagge.

zen39

Sab, 27/06/2015 - 20:06

E i Caf pretendono documentazioni di 10 anni fa relative a detrazioni pluriennali su dichiarazioni effettuate presso gli stessi. La paura è tanta che non si fidano nemmeno di loro e a sua volta anche l'Agenzia delle Entrate non si fida di loro. Ma tutta questa burocrazia creata ad arte da centinaia di anni si è consolidata nel tempo che ormai è diventata un potere che nessuno riesce a scardinare. Il NWO vuole togliere di mezzo il contante con la scusa di combattere l'evasione, e di costringere ad utilizzare solo la carta di credito. Risultato ti possono chiudere i rubinetti come e quando vogliono mandando in rovina tutti quelli che si ribellano. Avete capito ora ?

Happy1937

Sab, 27/06/2015 - 20:06

Sono cose che succedono quando un Paese è "sgovernato" da una manica di imbecilli.

giovaneitalia

Sab, 27/06/2015 - 21:11

Raoul Pontalti...mi correggo...parlavo delle Marche....anche loro Komusti e sinistroidi no! Oppure anche tu 6 di quello´area dato che ti 6 risentito????

giovaneitalia

Sab, 27/06/2015 - 21:14

Sempre x Raoul Pontalti...bravo a correggere e a fare il professore di sinistra...valido Kompagno....ciucciatevi i vu´ cumpra´ e ringraziate la Boldrini. Ahahahahahhaha..

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 28/06/2015 - 00:34

I negozianti tartassati così stupidamente dalla finanza dovrebbero fare centinaia di esposti CONTRO QUEI FINANZIERI CHE NON VANNO IN SPIAGGIA A CONTROLLARE I VUCUMPRÀ. I magistrati non potranno continuare ad ignorarli, specialmente se si contesterà l'omissione di atti d'ufficio. LA FINANZA HA IL DOVERE DI INTERVENIRE CONTRO LE VENDITE ABUSIVE DEI VUCUMPRÀ.

pilandi

Dom, 28/06/2015 - 08:01

sitten se non l'hai conosciuto evita di parlarne o di fare paragoni. Parla di ciò che conosci

pilandi

Dom, 28/06/2015 - 08:03

Ma quanto potrà mai rubare allo stato un vu cumprà? Voi parlate che votate il più grande mariuolo della storia della repubblica?...(vale per berlusconi, renzi o salvini)

pilandi

Dom, 28/06/2015 - 08:05

bingo bongo e secondo te al comune conviene di più fare multe a strascico o correre dietro a quattro poveracci?

pilandi

Dom, 28/06/2015 - 08:07

giorgio.peire hanno promesso che restituivano i soldi dell' IMU?

Ritratto di luigin54

luigin54

Dom, 28/06/2015 - 08:57

QUESTO E' IL RISULTATO DELLA ATTUALE SINISTRA ROVINATA DA PRODI E company E' DIVENTATO UN PARTITO DI IMBECILLI DEMOPIRLA.E CHI LI HA VOTATI SONO PIU' IMBECILLI DI LORO.

buri

Dom, 28/06/2015 - 11:24

nessuna sorpresa, siamo in Italia, è la normalità

Joe Larius

Dom, 28/06/2015 - 11:26

Signor Pontalti, anche se ho imparato a leggere 85 anni fa, sta scritto "quattro scontrini in otto anni" e non "quattro volte di fila", con conseguenti dotte valutazioni encefalico-ischemiche, come evidentemente si evince dal suo moderno modo di leggere. Mi permetto di proporre al signor Tessitore di subappaltare il suo negozio ad un "vu cumprà". Può così evitare di comperare i rotoli di carta per stampare gli scontrini e le varie organizzazioni di controllo di evitarne uno.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Dom, 28/06/2015 - 11:50

TROPPO POCO!!!!!! Dovrebbero farvi CHIUDERE in eterno!!!!!! Così la prossima volta, quando andrete a votare, ci penserete due volte prima di votare PD (P-artito D-eidelinquenti)!!!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 28/06/2015 - 11:58

Le istituzioni dicono di non riuscire a fare quello che non fanno. Fermare i vucumpra è impossibile ma i magazzini da cui esce la roba hanno grandi vetrine in vie normalissime di grandi città come Lecce, roma, Bologna, Firenze, Milano...

titina

Dom, 28/06/2015 - 12:03

ma quale concorrenza? Questi vendono straccetti e cianfrusaglie!

Lucas1963

Dom, 28/06/2015 - 18:12

Inutile lamentarsi se poi ogni estate al mare c'è il tutto esaurito. Cominciate ad andare all'estero, nella vicina croazia e in spagna si paga molto meno che da noi e vi garantisco che i vu cumprà non osano nemmeno lontanamente infastidire i turisti, sennò son manganellate! (Croazia, Estate 2015).

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 28/06/2015 - 23:22

# pilandi 08:03 Come molti suoi compagnucci trinariciuti abituati a belare solo insulti QUEL TAL GRANDE MARIUOLO PAGA CENTINAIA DI MIGLIAIA DI EURO DI TASSE ANCHE PER MENTECATTI COME LEI.