Le Iene all'attacco di Conte: "Trasparente? Portaci quella fattura..."

Antonino Monteleone de Le Iene rivolge un appello al presidente del Consiglio sulla fattura di una difesa del 2002 fatta insieme a Guido Alpa. I due negano di essere statai soci in affari

C'è una fattura che adesso potrebbe far vacillare Giuseppe Conte. Ed è quella che riguarda la difesa dell'Autorità della privacy in un ricorso della Rai, svolta nel 2002 insieme a Guido Alpa. Un rapporto di affari che però il premier e l'avvocato hanno sempre negato, dicendo di aver emesso due fatture separate.

Ma ieri, il programma Le Iene è voluto tornare sulla questione. Antonino Montelone, contattato da AdnKronos, ha poi raccontato la vicenda. Come riporta Il Messaggero, il conduttore ha dichiarato: "Ci eravamo lasciati a ottobre con Conte che diceva che c'erano fatture separate, allora ci siamo rivolti al Garante della privacy chiedendo l'accesso agli atti, ma l'Autorità ci ha risposto a novembre con dieci pagine per motivare il diniego, motivazioni che il nostro avvocato ritiene paradossali. Per questo abbiamo fatto ricorso al Tar. Se si scoprisse che c'è stata una fattura unica, significherebbe che i due erano soci in affari e quindi il concorso da professore ordinario di Conte all'Università di Caserta andrebbe nel cestino perché Alpa era presidente della commissione. L'avvocato Alpa alla nostra richiesta si è opposto, ma Conte, che abbiamo incontrato all'inaugurazione dell'Anno Accademico della Sapienza, ci ha detto che sono state emesse fatture separate. Alla nostra richiesta di mostrarci la sua fattura, però, è sembrato vacillare".

La Iena Antonino ha poi continuato: "Il premier fa il 'furbo' perché dice che la fattura è del 2002, quando invece è stata emessa e pagata nel 2010 e lui deve conservarla per dieci anni. Questa reticenza per noi è sospetta, noi siamo qui e se Conte vuole la fattura può darcela. Sull'altro fronte, quello dell'autorità, il presidente Antonello Soro ci risponde: 'ci vediamo al Tar'. Hanno trasformato la fattura di un avvocato in segreto di Stato. Eppure si tratta di documenti emessi da un ente pubblico. Conte, vuoi essere trasparente al 100%? Allora portaci la fattura. Io sono convinto che il Tar, che si esprimerà a marzo, svelerà tutto, perché se dovesse darci torto, significherebbe stracciare via del tutto la normativa Foia (Freedom of information act del 2016, ndr)".

Commenti

tonipier

Dom, 20/01/2019 - 17:47

" OBBIETIVAMENTE CERCATE UN PELO NELL'UOVO" (questo si chiama disfattismo)

giseppe48

Dom, 20/01/2019 - 19:05

Ma le iene chi cavolo sono?Non le mai viste ha rompere al.pd

cir

Dom, 20/01/2019 - 19:10

quattro pseudo giornalisti da strapazzo , dipendenti di una azienda privata che ordinano ad un Presidente del Consiglio ..portaci quella fattura....

sparviero51

Dom, 20/01/2019 - 20:36

RIGUARDO ,INVECE ,ALL'ALTRA EX JENA ,OGGI PARLAMENTARE GRILLINO . QUANDO PARLA DICE DELLE STRONXATE IMMANI CON LA SICUMERA DI UN DI MAIO PIÙ L'ORACOLO DI DELFI . SE CON LE FREGNACCE POTESSERO CORRERE I TRENI ,CON I 5STELLE L'ALTA VELOCITÀ IN ITALIA NON AVREBBE BISOGNO DI CORRENTE !!!

Luchy

Dom, 20/01/2019 - 20:37

tonipier NO, si chiama trasparenza e disonesta'. Cosa che NON si può permettere un PdelC.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Dom, 20/01/2019 - 20:44

E chi sarebbe sto antonino Montelepre il figlio , nipote o eunuco di quale mafioso , cui il ministro dovrebbe rendergli conto??chi lo ha comandato quale ndrina é a cui appartiene?

Ritratto di garipoli

garipoli

Lun, 21/01/2019 - 06:26

Quando è che le iene manderanno in onda il servizio sugli scontrinni di Renzi? E' già bello pronto ma non lo hanno mai messo in onda! Come mai fanno gli scoop teleguidati? Quale padrone servono?

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 21/01/2019 - 09:37

giseppe48 Dom, 20/01/2019 - 19:05,sono il braccio armato dei sinistroidi in generale e dei pdioti in particolare!!

giseppe48

Lun, 21/01/2019 - 18:20

X Bandog .Questo lo avevo capito allora un bel legno con dei bei groppi (nodi)in testa ai rossi e p IDIOTI