Gli industriali svelano il bluff del premier: già approvata la stangata

Altro che tagli alle tasse, Unimpresa lancia l'allarme: nel Def di aprile previsto un aumento delle entrate di 104 miliardi in 5 anni. Pressione fiscale al 44,1%. Ecco quanto ci costano le promesse di Renzi

Il mondo produttivo dichiara guerra agli sconti fiscali di Renzi. «Dopo aver annunciato una rivoluzione copernicana sulle tasse - osserva la Cgia di Mestre - il premier ci dica dove troverà le risorse per fare questa operazione, visto che la crescita economica prevista sarà ancora molto contenuta e la situazione dei nostri conti pubblici non ci consentirà di superare la soglia del 3 per cento del rapporto deficit/Pil».

Prima di indicare agli artigiani di Mestre le forme di copertura dello sconto fiscale da 45 miliardi nel triennio, il governo dovrà indicarlo a Bruxelles. Fonti della Commissione, infatti, non commentano Renzi: l'esecutivo comunitario «non è solito commentare annunci» di uno Stato membro, dicono.

Vogliono prima vedere le carte. E nelle carte che Palazzo Chigi dovrà presentare ci sono anche le soluzioni che verranno individuate sul fronte delle clausole di salvaguardia. Vale a dire, degli interventi fiscali garantiti alla Commissione qualora determinati obbiettivi di risparmi di spesa non dovessero essere raggiunti. Secondo la Cgia, ma soprattutto secondo Renato Brunetta, tali clausole dovrebbero ammontare a 16,8 miliardi: un punto di Pil all'anno per il triennio interessato dall'operazione di riduzione fiscale.

È evidente che se queste clausole di salvaguardia (comprese nel tendenziale di finanza pubblica sottoforma di risparmi alla spesa) dovessero scattare, i 45 miliardi promessi da Renzi si ridurrebbero a meno di 30 miliardi. Oppure, l'Italia rischierebbe di superare il «totem» del 3% di deficit in rapporto al Pil.

La circostanza che il premier non abbia coinvolto direttamente il ministro dell'Economia nell'operazione viene confermato dalle indiscrezioni sulle coperture finanziarie ipotizzate. Simili indiscrezioni possono filtrare solo da Palazzo Chigi. All'Economia nessuno penserebbe mai di ipotizzare una copertura (anche parziale) dello sconto fiscale attraverso il maggior gettito determinato da una crescita più robusta del Pil: la Ragioneria generale dello Stato non ha mai ammesso simili forme di coperture in passato. Ed ancora. L'attuale vertice del ministero difficilmente accetterebbe di andare a Bruxelles ad annunciare che l'Italia, pur di avviare la manovra fiscale, non rispetterà gli obbiettivi di deficit previsti. Il pareggio di bilancio, infatti, è previsto nel 2018.

«Con stupore prendiamo atto della promessa di Renzi che parla di un taglio delle tasse da 45 miliardi, tuttavia i numeri del governo vanno in direzione di una stangata fiscale», ha commentato il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi. Il Def dello scorso aprile prevede nel periodo 2015-2019 un aumento delle entrate di 104 miliardi, mentre la pressione fiscale salirebbe al 44,1% del Pil l'anno prossimo dal 43,5% del 2015. Si tratta di stime che inglobano le clausole di salvaguardia (Iva, accise e tagli ai bonus fiscali) e gli effetti del bonus da 80 euro.

La prossima legge di Stabilità, oltre a definire la copertura delle clausole di salvaguardia, dovrà spiegare a Bruxelles per quale motivo il governo non abbia ancora immesso nell'economia del Paese i 70 miliardi di mancati rimborsi della Pubblica amministrazione.

Se Renzi onorasse il debito verso le pmi, il contributo alla crescita potrebbe essere più rilevante e meno sospettabile di fini elettorali come il taglio dell'Irpef annunciato per il 2018. Bisognerà quindi aspettare la Nota di aggiornamento del Def a settembre.

di Gian Maria De Francesco

Roma

Commenti

unosolo

Lun, 20/07/2015 - 15:12

allora non abbiamo capito che sono solo chiacchiere da bar , propaganda per stare al governo fino al 18 , le promesse sono infondate , sappiamo che il debito sale per lo spreco incondizionato dello Stato anzi viene continuamente aumentato e per mantenere parte delle cavolate sparse ai quattro venti deve per forza mandare almeno 500,000 persone alle dirette dipendenze dello Stato o province, regioni e comuni oltre le consociate e per fare questo mancano i miliardi oltre ai lavoratori del PIL , quindi alzerà ancora la pressione fiscale ma invece di scendere la IRPEF deve salire anche al livello basso , è promessa da marinaio non esistono coperture per una delle sue sparate elettorali.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 20/07/2015 - 17:20

ecco qua! il metodo della sinistra, tasse, tasse, tasse, tasse! altre tasse per coprire i tagli delle tasse, togli uno e ne rimetti un altro! ecco il sistema della sinistra! tanto chi è che paga? tutto il popolo: a loro non importa se il popolo è di destra, o sinistra o di centro! a loro interessa che noi dobbiamo dare i soldi allo stato, magari gli stessi soldi che riserviamo per i nostri figli! complimenti a chi ci ha creduto alla sinistra.... fate pena!!!

Rossana Rossi

Lun, 20/07/2015 - 17:21

Altro piatto servito ai babbei sinistr..zi......altro che taglio alle tasse, cos'altro deve fare questo cxxxxxo per dimostrare quello che è? Mah!

19gig50

Lun, 20/07/2015 - 17:25

Purtroppo i malati di protagonismo non sanno quello che dicono, per loro l'importante che se ne parli.

Ettore41

Lun, 20/07/2015 - 17:27

Se taglia le tasse non potra' regalare i soldi ai falsi invalidi, ai fancazzisti, ai centri sociali etc. Non puo' farlo perche' perderebbe il consenso dei buonisti che fanno i generosi con i soldi degli altri.

magnum357

Lun, 20/07/2015 - 17:27

Il ceto medio è stato distrutto proprio grazie alle politiche dei sinistri andati al governo con un golpe di Napolitano nel 2011 !!! Da allora è stato solo un autentico disastro e il peggio deve ancora venire con la distruzione di quel poco che è rimasto per far spazio ad una immigrazione selvaggia !!!!!!! Del turismo non frega più a nessuno del governo perchè preferiscono importare immigrati da mantenere alle spalle degli italiani !!! VERGOGNA BASTARDI

Ritratto di Riky65

Riky65

Lun, 20/07/2015 - 17:28

Quando non erogherà più gli ottanta euro ...allora un uragano si abbatterà su di lui , e speriamo anche su questa europa della Bce!

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 20/07/2015 - 17:30

Qualcuno si ricorda cosa ho postato ieri sull'argomento della riduzione delle tasse per 50 miliardi??? Se NO RIPETO, TUTTI GLI ASINI CI CREDONO!!! Ecco il risultato. Saludos dal Nicaragua.

Ritratto di falso96

falso96

Lun, 20/07/2015 - 17:30

Ogni volta che renzi pronuncia la parola tagli ..... mi tocco.....

thelonesomewolf97

Lun, 20/07/2015 - 17:33

PINOCCHIETTO, SEI CARTA CONOSCIUTA!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 20/07/2015 - 17:33

Ma questo è out. Ma cosa crede di giocare con il monopoli?? La smetta di fare il cxxxxxo e prenderci in giro. Vada veramente a giocare al monopoli.

Tarantasio.1111

Lun, 20/07/2015 - 17:36

Quest'uomo è stato messo lì...perché è una faccia di latta, questo ci racconta balle mentre lui, e i suoi amici comunisti si arricchiscono ogni giorno di più...a loro non importa che il paese vada alla deriva, tanto alle loro famiglie non mancherà mai nulla...dignità a parte.

vince50_19

Lun, 20/07/2015 - 17:38

Stando a questi fatti, se veri, mi torna in mente una puntata di Ballarò del 2009 in cui Pannella, rispondendo a Franceschini che lo sfotteva dicendogli che era lui sempre in televisione, l'esponente radicale gli rispose piccato:"Hai la faccia come il @@@@" .. In questo caso si può assimilare quel ragionamento piuttosto "verace" del Marco nazionale a questa faccenda che, sempre che sia vera, fa sul serio venire il vomito. Un ballista senza ritegno l'ometto di Rignano, spudorato più che mai!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 20/07/2015 - 17:39

Ce ne accorgeremo presto dove tirerà fuori i soldi per le sue promesse preelettorali. Con la imminente andata in onda dei nuovi estimi catastali e il ricalcolo delle pensioni più volte auspicato da Tito Boeri. Altro genio bocconiano piazzato, da Renzi, all'INPS per alleggerire le tasche dei pensionati.

Ernestinho

Lun, 20/07/2015 - 17:39

E' chiaro, la trappola è dietro l'angolo! Vedi: aumento della tassa sulle seconde case,aumento dell'IVA ecc. Ma da un tipo come il ns. amato "renzino" che, insieme al "padoan", qualche tempo ha affermato che le tasse sono diminuite, chi concederebbe fiducia? Lui sa fare il "giocoliere", dicendo una cosa e pensando la cosa opposta. Per dirla alla maniera degli indiani, parla con "lingua biforcuta"! Totò direbbe: "Ma mi faccia il piacere"!

linoalo1

Lun, 20/07/2015 - 17:46

Non poteva essere diversamente!!!Il trucco,ci doveva essere per forza!!Loro,l'Armata Brancaleone di Sinistrati,non hanno la minima fantasia!!!!Per loro,esistono solo le Tasse!!!!E noi,avremo un Robin Hood che ci salverà!!!!

Mano-gialla

Lun, 20/07/2015 - 17:47

renzi non lai ancora capito che non e tuo mestiere io di tutte le figuracce che ai fatto al posto tuo me ne sarei andato dietro il giappone e ci rimarrei a vita lascia perdere

leo_polemico

Lun, 20/07/2015 - 17:49

Vanna Marchi, alias Pinocchio, ovvero Matteo Renzi: non ci voleva molto a capire che le promesse stavolta erano troppo grandi e quindi "non credibili". Forse forse ci avevano creduto solo le migliori "lingue leccanti" del bigoncio dei "giornalisti" adoranti il primo ministro e segretario. Ma forse solo perchè gli era stato "consigliato" dal direttore, assieme all'articolo osannante.

Felice48

Lun, 20/07/2015 - 17:50

Mai ne usciremo. Finchè non saranno toccati pesantemente, ma proprio pesante, chi ha redditi che possono sopportare questo andazzo andrà sempre così. Vedete la massa che si può permettere ciò che per la povera gente non riesce nemmeno a sognare.

lamwolf

Lun, 20/07/2015 - 17:52

Non avevo dubbi di Pinocchio 2 la vendetta ma poi perché fino a questo punto non è stato solo tasse? E un chiacchierone e basta!

marcogd

Lun, 20/07/2015 - 17:52

Bene, questo è il 184esimo titolo che "svela un bluff" di Renzi. Ottimo. E dunque? che facciamo? attendiamo il 185esimo? e poi il 186esimo?

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 20/07/2015 - 17:54

La pressione fiscale è già insostenibile e lo diventerà ancora di più perché questa politica e la PA non sono in grado di ridurre le spese pazze e gli sprechi, compresi quelli dei migranti, inoltre non vogliono rinunciare ai privilegi di cui godono. Fino a quando un dipendente pubblico in generale guadagnerà più di un lavoratore privato che produce mercato per conto terzi e ricchezza per le casse dello stato il sistema attuale non può reggere ed allora si ricorre a nuove tasse. Questa è la storia del potere sinistroide in Italia. Non dimentichiamo che il ceto medio oltre i ventottomila Euro gode già di un prelievo Irpef del 38% e se a questo prelievo si sommano i contributi previdenziali, quelli degli enti locali ed i costi dei servizi primari rimane ben poco per mangiare. Renzi non tirare troppo la corda .............

vale.1958

Lun, 20/07/2015 - 17:57

Non vale nemmeno piu' la pena fare commenti su un NULLA come RENZI...aspettiamo che lo facciano fuori dalla politica velocemente e pronti ad istaurare una festa naIonale!!

Ernestinho

Lun, 20/07/2015 - 17:58

E chi gli darebbe i soldi, la Merkel? Povero allocco!

Royfree

Lun, 20/07/2015 - 18:02

Buffon..buffoon..alè..alè. Stato despota con premier idiota. Di meglio non si poteva fare.

Ritratto di ...N€UROlandia.

...N€UROlandia.

Lun, 20/07/2015 - 18:11

il PINOCCHIETTO quando parla va interpretato, quando dice che abbassa le tasse STATESERENI che sarà l'opposto contrario...CREDIBILITA' N.P.

onurb

Lun, 20/07/2015 - 18:14

Memphis35. Boeri è l'uomo di paglia di Renzi. Quest'ultimo, non avendo il coraggio di manifestare apertamente i propri piani per timore di prendersi pomodori e uova, manda avanti il primo. La tecnica è sempre la stessa: si lancia il sasso nello stagno e i media ne incominciano a parlare, facendo le ipotesi più pessimistiche. Il popolo bue in questo modo incomincia ad abituarsi all'idea che qualcosa verrà fatto e quando si arriva alla realizzazione, meno drastica delle ipotesi pessimistiche, i fessi, sempre noi, ci fregheremo le mani dalla contentezza perché ci poteva andare peggio.

Ritratto di emarco54

emarco54

Lun, 20/07/2015 - 18:18

un povero buffone che ogni sacrosanto giorno spara qualche cazzata. Non gli crede più nessuno. Provate a togliere l'audio quando lo vedete alla tele: un divertimento, sembra un deficiente , solo smorfie . E non alzate l'audio, non serve

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 20/07/2015 - 18:20

ma non c'è un idiota di sinistra che difende la sinistra? tutti ad attaccare berlusconi! ma quando berlusconi proponeva di ridurre le tasse, voi, idioti di sinistra, dov'eravate? :-) e ora ve ne state zitti? patetici... :-)

Anonimo (non verificato)

roliboni258

Lun, 20/07/2015 - 18:31

oltre essere un buffone la mia paura e' che non stia bene con la testa,che sia malato cosi' diventa pericoloso,bisogna fermarlo subito

Ritratto di Zione

Zione

Lun, 20/07/2015 - 18:32

Attenzione POPOLO, che quel Cialtronaccio di Renzi ha la Criminale intenzione di VENDERE qualche Regione di questa martoriata Nazione alla Germania; malgrado i Fiumi di SANGUE versati dai nostri Padri, e con tutti quelli che ci Abitano in quelle SACRE Terre; e afferma che L'Italia non dovrà fare la fine della Grecia; ma per sua Somma INFAMIA e a disprezzo di tanta Povera GENTE Affamata, dichiara pure che per la “sua” Famiglia, non gli bastano affatto i 50.000 (solo ?) Euro al mese che incassa e siccome non vuole essere POVERO, lui non ci sta, perchè: “quello che ho io ho ottenuto, lo devo solo ai miei sforzi e alle mie Capacità (di Truffatore ...) e quindi adesso mi GODO i frutti del mio Lavoro“ e per questo si è messo in testa di “Guadagnare” almeno CENTOMILA Euro al Mese. Come Compagno, fa grandemente SCHIFO; lui, quel Degenerato partito di Usurpanti LADRONI che rappresenta e i loro Compari del fetentissimo GIUDICIUME che li protegge.

FRANGIUS

Lun, 20/07/2015 - 20:21

MA PERCHE'? C'E' PER CASO QUALCHE PERSONA CHE RAGIONA CON LA SUA TESTA CHE CREDE ANCORA A QUESTO BUFFONE,NOMINATO DAL GOLPISTA NAPOLITANO E CHE CI COPRE DI RIDICOLO DI FRONTE AL MONDO INTERO?QUESTO E' DEGNO COLLEGA SBRUFFONE DI TSIPRAS.

zucca100

Lun, 20/07/2015 - 21:39

Mortimermouse, invece di vomitare i soliti insulti contro chi non la pensa come te, prova a immaginare che una riduzione delle tasse farebbe comodo a tutti. Silvio non c'è l'ha fatta, nessuno c'è l'ha fatta e ovviamente mi dispiace. E allora perché non sperare che ci riesca renzi?

Giovanmario

Lun, 20/07/2015 - 22:15

vediamo un pò di riassumere: con gli ottanta euro si è comprato il voto alle europee.. e che il risultato ottenuto sia stata la conseguenza di quella elemosina lo dimostra il fatto che alle successive regionali il pd ha fatto flop, con il jobs act ha fatto contenti un pò di impiegati a tempo indeterminato ma fino al 2018, ora tenta di comprarsi il voto alle prossime politiche togliendo l'imu, l'ici, l'irap, l'irpef.. l'imurt...cci tua entro il 2018.. insomma entro il 2018 lui farà una rivoluzione copernicana, cioè ce lo metterà dove non batte il sole.. ma che succederà in realtà nel 2018? ma come.. succederà che le elezioni politiche le vincerà il cdx!

Mobius

Lun, 20/07/2015 - 23:53

Non capisco il perchè di una simile sparata in questo momento. Forse Renzi sente puzza di bruciato; o a ragione o a torto, prevede elezioni anticipate e perciò ha dato una lustrata alla sua immagine. Poi, quando dovrà mantenere l'impegno, tirerà fuori qualche accusa contro i cattivoni Berlusconi e/o Salvini che con i loro sporchi maneggi gli hanno mandato a monte il progetto. Forse i suoi sceneggiatori e scenografi sono già al lavoro.

Pitocco

Mar, 21/07/2015 - 01:19

Ma una volta tanto possiamo dire: chi se ne fotte del patto di stabilità, checcefrega! Cosa potrebbe succedere, che Draghi corre in Italia a farci la guerra? Che l'altro germanico in carrozzella ci vieta di andare a Berlino? Che ci appioppano un'altra multa, 'mbè, allora? Ma che si strafottano tutti e, consiglio alle amministrazioni comunali: sforate a più non posso, spendete i denari "VOSTRI" per gli investimenti pubblici e se qualcuno vi dice che spendete non mantenedo il patto potete rispondere semplicemente: "noi italiani non manteniamo mai i patti".

Duka

Mar, 21/07/2015 - 07:04

MANDIAMOLO VIA SUBITO QUESTO HA UN CERVELLO BITORTO.

vince50_19

Mar, 21/07/2015 - 07:32

Purtroppo hanno ancora davanti un bel po' di tempo per fare altri danni, portare alla disperazione gente che ha sempre lavorato e pagato le tasse (i poveri sono 4,1 milioni, quelli nei "pressi", 4,7 milioni) evitando di tagliare enti inutili foraggiati per le proprie camarille, sprechi a tutti i livelli politici.. Danni continui alle nostra tasche come questa Ue pretende per le proprie ambizioni di potere e che sono « 'a schifezza 'ra schifezza 'ra schifezza 'ra schifezza 'e l'uommene.» (Edoardo De Filippo - L'oro di Napoli).

onurb

Mar, 21/07/2015 - 08:30

zucca100. Chi vive sperando muore ca..ntando. Specialmente se certe speranze sono risposte nei governanti sinistrati.

zucca100

Mar, 21/07/2015 - 09:44

Piaccia o no, l'odiatissimo renzi ha fatto le riforme, tutte ovviamente migliorabili, del lavoro e della scuola. Poi aggiungiamoci il senato (voi non lo volete eliminare?) e anche gli 80 euro. Provate a dare un giudizio senza essere accecati dall'odio

ninoabba

Sab, 08/08/2015 - 16:42

Ma perché vi stupite? Lo conosciamo , con tutte le balle che a raccontato da il primo giorno che si è fatto nominare da re Giorgio , ci sarebbe da scrivere un enciclopedia, più voluminosa tel vocabolario italiano.

Duka

Sab, 19/03/2016 - 11:28

MA DA UN BIDONISTA DI MESTIERE CHE COSA VOLETE PRETENDERE ?