Instagram, svolta Boldrini: "Dialogherò di persona"

La presidente della Camera: "Su Instagram difficilmente ci si trovano messaggi di odio"

Una decisione nel segno della fermezza, quella di rendere pubbliche e, soprattutto, di denunciare le offese che viaggiano sulla Rete, e una decisione nel segno del dialogo più diretto con gli utenti dei social interessati, invece, al confronto. Anche nel dissenso, ma nel rispetto reciproco. La prima è già ampiamente nota, la seconda Laura Boldrini la annuncia nel corso dell'iniziativa messa in campo oggi da Instagram in occasione della Giornata mondiale della gentilezza.

"Ho deciso che, per quanto possibile, risponderò personalmente ai messaggi su Instagram, se c'è un confronto comunque rispettoso pur nelle differenze", ha dichiarato la presidente della Camera. Che proprio a Instagram riconosce infatti il ruolo di "social più gentile, perché è il luogo in cui le persone tengono a dare il meglio di sé, a dimostrare di sapere fermare l'attimo, di immaginare anche ciò che c'è oltre l'immagine che fermano con lo scatto". Insomma, "difficilmente ci si trovano messaggi di odio", e ad ogni modo in quel caso il suggerimento nel rapporto tra giovani e mondo dei social è sempre quello di "non controbattere mai con odio all'odio, per quello c'è la legge". E infatti, annota la terza carica dello Stato, "da quando ho deciso di denunciare, i leoni da tastiera sono diventati conigli, perchè hanno capito che c'è poco da scherzare".

Commenti

rebella123

Lun, 13/11/2017 - 19:19

E' apparsa la foto di questo soggetto che ODIA gli italiani BENE un punto in piu in percentuale per Salvini per cio che rigurda quel che dice NON INTERESSA A NESSUNO

Celcap

Lun, 13/11/2017 - 19:47

Risponde ai commenti. Ne ha di tempo a disposizioni visto che non fa niente da mani a sera tranne parlare di antifascismo, ius soli, accoglienza, ong. Per rispondere a tutti i commenti che sicuramente leggeri non saranno dovrà impegnarsi a fondo

Giorgio Colomba

Lun, 13/11/2017 - 19:48

La presidentA non si rende ancora conto di essere ai titoli di coda.

leopard73

Mar, 14/11/2017 - 09:31

SENTI CHI PARLA! MA CHI TI ASCOLTA.