Italia sempre più isolata: la Ue ci chiede due manovre

Dombrovskis: correzione dei conti nel 2019 e 2020 I ministri finanziari per la linea dura. Merkel media

P oco tempo, ma non per presentare nuove interpretazioni dei dati macro come vorrebbe il ministro dell’Economia Giovanni Tria. Piuttosto per mettere in campo una manovra correttiva. Le lancette dell’orologio della procedura di infrazione non si sono fermate come sperava l’esecutivo Conte. Ieri si è riunito l’Eurogruppo (vertice dei ministri finanziari dell’area euro) che non aveva all’ordine del giorno la sanzione contro Roma. Ma il caso Italia è in cima all’agenda di tutte le istituzioni e dei paesi Ue. I ministri che sono sfilati al Lussemburgo hanno quasi tutti chiarito di stare dalla parte di chi chiede rigore all’Italia. Persino il rappresentante dell’esecutivo francese Bruno Le Maire ha detto che l’Italia dovrebbe prendere «misure appropriate». Parigi di solito è dalla parte dell’Italia. Oggi il premier Giuseppe Conte al vertice euromediterraneo di Malta vedrà il presidente francese Emmanuel Macron e cercherà di portare Parigi sulle sue posizioni. Il ministro tedesco Olaf Scholz ha difeso «le regole». La Germania, insieme alla Spagna, spinge, in realtà, per un’intesa con Roma. Contrari i Paesi nordici della cosiddetta nuova Lega anseatica, in primo luogo l’Olanda, ma anche l’Austria, il cui governo dovrebbe essere politicamente vicino ai gialloverdi. La Commissione per ora sposa la linea dura. Il vicepresidente Valdis Dombrovskis ha incontrato Tria e ha chiesto esplicitamente una manovra. In Italia «è necessaria una correzione notevole», sia quest’anno sia il prossimo. «È nell’interesse dell’Italia», ha spiegato dopo il faccia a faccia con il ministro. Appena un po’ più disponibile il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, che oggi Tria vedrà per una bilaterale. «Sono necessari nuovi fatti, nuove cifre, dati per il 2019 e il 2020, non bastano le intenzioni». In ogni caso i ministri finanziari dell’Eurozona, ai quali spetta l’ultima parola l’8 luglio, appoggeranno la decisione della Commissione. Quindi l’avvio della procedura di infrazione. Mario Centeno, presidente dell’Eurogruppo (il coordinamento permanente dei ministri finanziari dell’Eurozona) ha messo l’accento sul rispetto degli accordi «per i quali il governo italiano si è impegnato alla fine dell'anno scorso». Il riferimento è all’accordo di dicembre tra Tria e la commissione Europea. Quindi per tutte le istituzioni europee serve una manovra nel 2019 e anche nel 2020, nel rispetto degli accordi (in sostanza, l’aumento dell’Iva per 23,1 miliardi di euro). Ieri il ministro dell’Economia non ha parlato direttamente. Il vicepremier Luigi Di Maio ha ribadito che «di manovre correttive non se ne fanno». E questa è al momento la linea di Tria. L’obiettivo resta quello di portare il deficit nominale dal 2,4% stimato al 2,1% grazie ai risparmi di Reddito di cittadinanza, Quota 100 e alle entrate Iva maggiori rispetto alle attese. La carta da giocare con l’Europa è portare il saldo strutturale (cioè al netto degli effetti del ciclo economico, che è ancora negativo) a più 0,2%. Meno dello 0,6% dei patti, ma meglio del meno 0,4% del Def. Sul 2020 la partita è aperta. Tria ieri ha smentito i media che hanno riportato un suo «no» alla flat tax cara alla Lega di Matteo Salvini. Per il ministro la riforma fiscale è fattibile, a patto che sia coperta. Con la sterilizzazione dell’Iva il conto è di 40 miliardi.

Commenti

Reip

Ven, 14/06/2019 - 08:30

Prima o poi la situazione diverra’ insostenibile.. L’Italia non ha i numeri, indipendentemente dal Governi di destra o di sinistra, di poter restare in Europa senza continui salassi fiscali a danno dei gia’ tartassati cittadini... Tanto vale affrontare la realta’ di una Italiaexit che presto diverra’ l’unica soluzione! Meglio organizzare prima l’uscita dall’euro che dopo...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 14/06/2019 - 08:42

e presto vi renderete conto che salvini sarà quasi certamente costretto a varare una finanziaria di lacrime e sangue , e subito dopo dimettersi per fare la figura di uno che le ha tentate tutte per evitare le tasse....:-)

AmilcareTafazzi

Ven, 14/06/2019 - 08:46

Con una potremmo risolvere tutto : andandocene

HappyFuture

Ven, 14/06/2019 - 08:49

BBBUUUUMMMM

VittorioMar

Ven, 14/06/2019 - 09:00

..URGENTE ITALEXIT DA UE !!...e RITORNO ALLA VECCHIA E CARA LIRA !!

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Ven, 14/06/2019 - 09:25

Grazie Salvini e Di Maio di portarci dritti dritti a fare la fine della Grecia. Tra un po' saranno gli italiani a partire con i barconi verso l'Africa.

lillo44

Ven, 14/06/2019 - 09:35

.....a mio parer l'Unione Europea non deve chiedere manovre al nostro Paese in quanto ci porterebbe ad un maggiore impoverimento!! Lasci lavorare l'Italia e il nostro Governo in pace se vuole rivedere la crescita del nostro Paese il quale non ha e non ha avuto mai bisogno di Professori, visto quello che è accaduta negli ultimi venti anni: con l'Austerity non si potrà mai crescere, che ne dicano i Commissari Europei||

moichiodi

Ven, 14/06/2019 - 09:42

I soldi necessari 4, miliardi, ci sono. Vengono dai non spesi per il reddito di cittadinanza e quota 100. Però non bisogna favoleggiare almeno per questo anno di flat tax e altri aiuti sociali.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 14/06/2019 - 10:26

Reip - 08:30 Vero. Piuttosto che farci rosolare soprattutto per colpe precedenti questo governo (che nel suo primo anno ha fatto un debito di circa 25 mld di euro), visto che dal 2011 al maggio 2018 è salito dal 116% al 132,2% (dal 1900 a 2334 mld di euro) e la commissione non ha fiatato come oggi, meglio uscirsene per non farci depredare da "consigli a base di rigore e di tasse alla greca" (OLTRE AVERCI ALLEGGERITO PER LA CRISI GRECA DI OLTRE 40MLD DI EURO FINITI NELLE CASSE DI BANCHE FRANCO TEDESCHE IN CRISI). Se non diminuiscono le tasse, si incrementa il lavoro, si snellisce la burocrazia etc. la gente tira i remi in barca e il pil non aumenta. La troika vorrebbe "occuparsi" del patrimonio degli italiani: la risposta? Il classico gesto dell'ombrello.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 14/06/2019 - 10:33

@Reip Non sarei così pessimista. Ha sicuramente ragione finchè al governo ci sarà una forza politica (Lega) che, non appena insediata in un certo Consiglio Regionale (Sardegna), il primo atto che compie è il ripristino dei vitalizi per i consiglieri. Pacchia cominciata!

Popi46

Ven, 14/06/2019 - 10:36

Cose che succedono a imbonitori che promettono a destra e manca miracoli che non sono in grado di fare e a tutti quei cittadini italiani “ingenui” che ci hanno creduto

nerinaneri

Ven, 14/06/2019 - 10:47

...la grecia è ancora nell'ue nonostante tutto...

Mr Blonde

Ven, 14/06/2019 - 11:12

Siamo come quello che lanciato da un grattacielo ad ogni piano ricorda a sè stesso "finora tutto bene"; se si vuole (o deve scegliete voi insigni economisti) uscire dall'euro lo si dica chiaramente e lo si faccia senza tentennamenti, con un patrimoniale monstre che rimetta le cose apposto, taglando sanità sussidi vari redditi di fannulanza pensioni e quant'altro ci avvicini ad un paese serio. Poi possiamo ripartire senza vincoli e legami anche con i sesterzi

Ritratto di massacrato

massacrato

Ven, 14/06/2019 - 11:13

Forse qualcuno si ricorderà del primo tentativo di collaborazione europea con quello che veniva definito lo SME (serpente monetario europeo). Noi non lo reggemmo. Poi il serpente diventò lucertola e poi sparì. Oggi siamo sulla stessa falsariga e l'agonia dura già da troppo tempo: meglio amputare una gamba o morir di cancrena? Non esistono PIU' vie d'uscita, e tantomeno con 'sti DIVERSAMENTE competenti GIALLO-verdi. Rassegnamoci e facciamo le valige.

luigirossi

Ven, 14/06/2019 - 11:26

Una bella una tantum sulle grandi fortune,una bella IMU sugli edifici di proprieta' di banche,assicurazioni,giornaloni,grandi aziende mediatiche e non come Mediaset eFiat,una bella IMU sulle case da 5000 al mq.I soldi ci sono,eccome.

fgerna

Ven, 14/06/2019 - 11:32

Da noi vogliono 20 miliardi per finanziare il carrozzone Europa non gliene diamo ecco la manovra, li dialaricca Olanda che è un paradiso fiscale e ci fa anche querra

Libertà75

Ven, 14/06/2019 - 11:34

@angelolibero sei l'unico che prova nostalgia verso una classe politica che sceglieva di sottrarre i risparmi per salvare gli amici banchieri... fortuna che esiste la democrazia

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Ven, 14/06/2019 - 11:49

La UE ci chiede due manovre: a) autodissanguarci, poi: b) autoimpiccarci togliendoci definitivamente di torno.

Una-mattina-mi-...

Ven, 14/06/2019 - 12:08

NUMERI DATI A CASO, PARAMETRI ARBITRARI, COME ULTIMATUM-PRETESTO PER L'INIZIO DELLE OSTILITA'. SE NON E' GUERRA QUESTA...

morello

Ven, 14/06/2019 - 12:20

E sia chiaro a tutti gli italiani ed in particolare ai leghisti che l'eventuale procedura di infrazione non sarà decisa dai burocrati della UE come vuol far credere Salvini , ma dai ministri economici dei paesi aderenti ed il deserto intorno al nostro paese creato dal vicepremier , certo non ci sarà d'aiuto

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Ven, 14/06/2019 - 12:23

@Libertà75 ... le tue sono chiacchiere da bar. Questo governo ti prende per i fondelli e non te ne accorgi. Dalla parte dei poveri, dei pensionati, delle imprese, dei lavoratori, diamo tutto a tutti, anche se siamo già drammaticamente indebitati. L'importante è portare a casa voti e consenso. Ma ci credi veramente che così vi sarà una ripresa economica? La realtà è che chi i soldi già li ha li tiene e li terrà nel cassetto perchè le grosse e nere nubi all'orizzonte parlano chiaro ... tempesta!

Lucmar

Ven, 14/06/2019 - 12:38

Noi chiediamo alla UE di chiudere il becco.

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Ven, 14/06/2019 - 12:43

E perché non tre...? Ma andate a lavorare (nei campi o in fabbrica).

Ritratto di Mona

Mona

Ven, 14/06/2019 - 12:48

La prima cosa che suggererei a questo governo è di fare prima di parlare or rispondere. Cosa fare? 1. Fare rientrare tutto le riserve aurifici di banca Italia in Italia; la Germania e la Francia lo hanno fatto, il nostro( sarà nostro solo se rientra in Italia) oro è a Londra e negli USA. 2. Implementare i minibot ( Borghi) e incominciare a parlare dei maxibot italiani. 3. Fare come la Germania che dice sanzioni, ma fa venire in gas Russo direttamente in Germania... Facciamo sanzione solo a quello che NON ci conviene economicamente come lo fanno Germania, Polonia e Ungheria. 3. Mettiamo qualche idea Berlusconiana in atto...troppo lungo per scrivere il tutto.

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Ven, 14/06/2019 - 13:04

Tante imprese non riescono ad avere i pagamenbti dallo nostro Stato per i loro lavori. E' ora che ci adeghiamo alle richieste.

ItalianoAllEstero

Ven, 14/06/2019 - 13:06

Trovo sempre interessanti i commenti che incoraggiano l’uscita dell’Italia prima dall’Euro e poi dall’UE. L’uscita dall’Euro forzerebbe l’Italia immediatamente a collocare circa 350 miliardi Euro di debito sul mercato (per di più denominato con le nuove lire!). Questo perché 350 miliardi di Euro sono i fondi attualmente detenuti dalla BCE. A questo bisogna aggiungere il fatto che gli interessi sul debito Italiano sono tenuti artificialmente bassi dalla BCE, uscendo dall’Euro gli interessi Italiani si adegueranno al mercato e questo comporterà una spesa aggiuntiva di circa 50 miliardi di euro all’anno (valore che è circa 20 volte il costo del reddito di cittadinanza nel 2019). Uscendo dall’UE occorrerà trovare mercati per i 400 miliardi di beni esportati dall’Italia che ora sono esportati grazie all’UE. Insomma, un paese che fa fatica a trovare 4 miliardi di Euro in un anno uscendo dall’UE riuscirebbe a trovare un trilione di Euro in 24 ore.

Ritratto di Walhall

Walhall

Ven, 14/06/2019 - 13:24

Sarebbe assolutamente assurdo inchinarsi a Bruxelles. L'UE si sta "cinesizzando", prima ci indebolisce con l'islam e poi ci conquista con la falce e martello. Sveglia gente, sveglia, è ora di essere alternativi e incominciare a essere liberali, anarchici e progressisti come fanno le sinistre ma al contrario, dobbiamo finirla di cedere a ricatti e intimidazioni da parte di chi ci ridurrà a colonia della Cina. L'Italia deve agire da sola, cambiare alleanze e essere quella opzione contagiosa per gli altri affinché si torni al valore democratico su tradizione europea delle singole nazioni. Altrimenti sarà guerra, una guerra persa.

Libertà75

Ven, 14/06/2019 - 14:09

@angelolibero, prova a rileggere, tu non hai aggiunta nessuna argomentazioni, hai solo sciolinato nefaste profezie. Sei, dal punto di vista razionale, un gradino inferiore a questi politici poiché almeno essi sommano argomentazioni (condivisibili o meno). Intanto ti rimando alla lettura dell'articolo ove si cita un aumento del flusso IVA, cosa che ci suggerisce un aumento dei consumi. Poi tu puoi continuare a deprimerti e se sei contento tu, nessuno vuole disturbarti. Strano è però che come arrivò Renzi disse "questo Paese deve cambiare modo di vedere, essere più ottimista". La cosa brutta della politica è che esistono fan che pensano per quello che gli dicono di pensare.

Reip

Ven, 14/06/2019 - 14:56

@El Presidente... Il “salasso” c’e’ stato con ogni Governo. Inutile prendersela con il Governo di dx o di sx o con qualche Governo tecnico. Puntualmente le tasse aumentano, il deficit non diminuisce, il costo della vita aumenta, la disoccupazione piu’ o meno e’ sempre la stessa. La UE nemica, in primis sull’immigrazione, vuole sempre piu’ soldi. Potete votare chi vi pare! Con o senza il reddito di cittadinanza di di Maio o altre pretese di Salvini, l’Italia rischia il default lo stesso! Ma lo rischerebbe anche se ci fossero gli extraterrestri al Governo! Non abbiamo i numeri per stare in Europa, tanto vale iniziare a ragionare su questo. Avanti cosi di sicuro non si puo’ andare! Abbiamo una delle pressioni fiscali piu’ alte al mondo e un debito pubblico tra i piu’ elevati. La spesa pubblica e’ insostenibile, la produzione e’ ferma e la qualita’ di vita peggiora, infatti giovani e pensionati se possono vanno via! Cosa aspettiamo di ridurci come la Grecia?

killkoms

Ven, 14/06/2019 - 23:30

@italianoall'estero,ci dici dove la germania troverà i fondi per i derivati di db se,nella migliore delle ipotesi,il botto riguardasse solo il 10% degli stessi?

killkoms

Ven, 14/06/2019 - 23:45

@marcello508,la commissione non ha fiatato poiché c'erano gli euro ser vi,mon ty,let ta,renzie genti loni!perché fecero fuori il berlu sca?perché non voleva contribuire al "salvastati" (pro grecia,ma in realtà pro banche tedesche e francesi più esposte verso il debito greco),pro quota!prima di mon ty,lo sai qual'era la nostra esposizione verso il debito greco?2 miliardi!con mon ty lo sai a quanto siamo passati?39 miliardi di €!più della francia che si è fermata a 38!con l'"europide" mon ty,il nostro debito pubblico è cresciuto di oltre 85 miliardi di €!