Italiani ed ex benestanti in fila all'emporio solidale

Al market della Caritas spesa gratis

dal nostro inviato a Cesano Boscone (Mi)

Trentacinque punti vanno via in fretta. L'olio, extravergine, la pasta, di qualità, i sughi, gli stessi della grande distribuzione: il carrello è tutto quel che resta del benessere di un tempo. Franco Moreschi ha 53 anni e all'Emporio della Solidarietà si presenta una volta al mese. Un tour veloce fra gli scaffali, più che decorosi, e l'angoscia di non poter superare quel numero. Moreschi è un ingegnere elettronico, i suoi conti li sa fare benissimo e se si dovesse pescare una faccia come icona della grande crisi, la sua, intagliata nel dolore come una statua di montagna, sarebbe perfetta. «Ero un manager da 180mila euro l'anno, lavoravo per una grande multinazionale dell'elettronica, vivevo benissimo, con mia moglie e i due figli». Nel 2007 inizia la discesa che ben presto diventa un precipizio: «Mi hanno offerto una buonuscita di 35mila euro, ho investito parte dei miei risparmi in una pelletteria che però è naufragata. Mi sono separato, tutto è andato storto, nel giro di qualche anno ho perso quel che avevo».

Oggi l'ingegnere che parla l'inglese come l'italiano, mette insieme con enorme fatica non più di 400 euro. E si descrive a flash con immagini durissime: «Lavo i morti, 25 euro a cadavere, con una mano impugno la spugna, con l'altra tengo il sacchetto per vomitare. Ma penso a mia figlia e stringo i denti». Si fatica a credere a una storia cosi cupa: una caduta verticale, uno schianto negli abissi della povertà, nuova ma crudele. La conclusione non è a lieto fine: «Il 31 dicembre perdo anche la casa e vado ad abitare in macchina, nella piazza di Cusago». A pochi chilometri da qui, in un lembo dell'hinterland milanese.

«L'ingegner Moreschi - spiega Enzo Del Fraro, responsabile dell'Emporio - è uno dei nostri 2mila clienti». Non pochi in un bacino di 50mila abitanti che va da Cesano Boscone a Trezzano sul Naviglio. Il punto è che quasi 400 famiglie sulle 800 che qui hanno trovato un'ancora in mezzo alle tempeste sono italiane. «Persone - prosegue Del Fraro - fra i 45 e i 54 anni che hanno perso il lavoro, madri sole con i figli e poi anziani single. Sono poveri che ogni giorno diventano sempre più poveri, sprofondano nell'indigenza senza immaginare un domani migliore. Un disastro sociale che si allarga sempre di più».

La Caritas ambrosiana, senza perdersi in analisi astratte e convegni fra professoroni, è corsa ai ripari e l'anno scorso ha creato questo supermercato che vale più di tanti ammortizzatori sociali sbandierati dal governo. O meglio, la diocesi ha ascoltato la voce di don Massimo Mapelli, senza retorica prete di strada, vicino agli ultimi che solo ieri non erano in fondo alla scala, ma stavano più in alto, nella comoda imbottitura del ceto medio. Quello che faceva i sacrifici, ma aveva la casa di proprietà e magari pure un appoggio al mare, santificava le vacanze, andava a mangiare la pizza. «Io non ci penso proprio - racconta Luciana, una bella ragazza di 33 anni- a sedermi al ristorante. Due anni fa era normale, ma poi sono rimasta incinta e il mio compagno, informatico, ha perso il posto. Devo campare con due bambini e le mie sole forze: sono impiegata e prendo 1.200 euro al mese, ma ne pago 700 solo di affitto». L'Emporio, gestito dalla cooperativa Ies, è una benedizione: «Ho 65 punti al mese che mi garantiscono un potere di acquisto di 120 euro. Dal caffè ai pannolini. La salvezza per la mia bambina». E per la dignità di una donna che resta attaccata a quel briciolo di normalità.

Commenti
Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 15/12/2016 - 12:29

Ci fosse un generale dei carabinieri degno della divisa che indossa andrebbe a Montecitorio con un regimento in assetto di guerra e dovrebbe internare tutta quella marma

ziobeppe1951

Gio, 15/12/2016 - 12:32

Sono gli italiani i veri profughi ...in casa loro...i colorati sono fankazzisti mangiapane a tradimento

VittorioMar

Gio, 15/12/2016 - 12:33

..queste sono le TRISTI VERITA' nascoste che non si vogliono VEDERE SENTIRE e di cui non si ama PARLARE!!!.....e che l'ISTAT ha sempre CELATO per non INDISPETTIRE il GOVERNO!!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 15/12/2016 - 12:33

Ci stiamo avvicinando al punto di non ritorno, le rivoluzioni scoppiano quando il popolo non ha più nulla da perdere. La rivoluzione francese é scoppiata proprio per questo. La casta nobile oggi é quella politica, poco cambia soprattutto non cambia la GHIGLIOTTINA. Occhio gente che ci siamo quasi.

Ritratto di San_Giorgio

San_Giorgio

Gio, 15/12/2016 - 12:36

Per carità, la solidarietà ci sta tutta. Ma io 180.000 euro li metto via in 18 anni di lavoro... e mi ritengo fortunato. E giro con un'Alfa con i sedili scassati, di 14 anni, per metterli via. Questo guadagnava 180.000 euro l'anno. Mettiamo che non abbia sempre guadagnato quella cifra. Mettiamo che ne abbia guadagnati 100.000 nei 5 anni precedenti (non passi da 30.000 a 180.000 in un anno, non in Italia) Fanno quasi 700.000 euro in 5/6 anni, e non ha più niente??? Bella la vita quando Berta fila, eh? Ma cosa le hanno insegnato i genitori? Erano gli anni 80 e 90 e la pacchia nel nord Italia sembrava non dovesse finire mai, vero? Provo molta più compassione per un operaio.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Gio, 15/12/2016 - 12:36

... capito perché ci sono tanti politicanti con "talento & passione" che cercano un movimento o un partito per riuscire a campare? Sono posti di sopravvivenza, la politica viene dopo il primo stipendio e la speranza d'avere una pensione senza il versamento dei contributi. Se non arriva "uno" che sbatte i pugni sul tavolo per mettere le cose a posto andremo sempre peggio ....

27Adriano

Gio, 15/12/2016 - 12:43

Realtà agghiaccianti. Sono convinto che il primo bisognoso potrebbe essere il vicino di casa e abbiamo il dovere di aiutarlo. Inventarsi altri bisognosi, vuol dire disprezzare gli Italiani, significa sputare in faccia ai nostri poveri. E' perfettamente falso definire gli invasori clandestini "Migranti"! P.S. Censore, ieri mi hai eliminato tutti i commenti!!

Altoviti

Gio, 15/12/2016 - 12:45

L'Italia non ha bisogno di andare a prendere i poveri nel mondo, ne ha fin troppi a casa propria. Continuiamo a svendere le nostre aziende, ad importare problemi e criminalità dall'estero, ad eleggere politici farlocchi di sinistra, continuate a sinistra a rallegrarvi quando Silvio Berlusconi è ostacolato, lui che è stato l'unico che abbia fatto qualcosa PER l'Italia in questi ultimli anni menttre tutti remavano contro di essa, Napolitano in primis. Continuate, continuate... Continuate così e vedrete dove finiranno gli italiani.

killkoms

Gio, 15/12/2016 - 12:46

e poi il quaquaraqua fiorentino si è lamentato del "disprezzo" manifestatogli dagli italiani!con una crisi che ha messo in ginocchio milioni di italiani,vai a raccattare in mare migliaia di pseudo rifugiati africani da foraggiare a 35 € al giorno a testa!

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Gio, 15/12/2016 - 12:46

Mentre il Parlamento 1000 parassiti, per tacere degli altri, capeggiati da un ultranovantenne rimbambito e avido come Scrooge, che percepisce vitalizi e prebende che potrebbero mantenere diecimila famiglie, pensano ai propri interessi e si godono una vita fatta di agi, lussi, sicurezza del domani, viaggi gratis, aerei gratis, telefoni e canone gratis, mutui agevolati, case in regalo, corsi di aggiornamento e istruzione gratis, pensione dopo tre anni, buonuscite milionarie, corsie preferenziali, auto blu...

@ollel63

Gio, 15/12/2016 - 12:50

Ma in questa Italia dei sinistrati alla napolitano e degli indegni suoi sodali e successori continuano ab divorare risorse a quattro ganasce solo i comunisti strafalcioneggianti ... ultima la ministra della pubblica istruzione (sarebbe stata bocciata anche ad un esame per biella) .... e anche per questo Mattarella gli italiani non meritano di tornare finalmente al voto. Massa di ignoranti distruttori della nazione e dei suoi cittadini. Ma quando si svegliera' questo popolo di buoi con anello al naso?

pensaepoiagisci

Gio, 15/12/2016 - 12:52

ma i politici che gestiscono l'italia..le sanno queste cose?

piazzapulita52

Gio, 15/12/2016 - 12:53

Globalizzazione, abbattimento delle frontiere, UE ed euro, voluta invasione da parte dell'elite dei clandestini parassiti vagabondi africani! Questi i risultati che hanno portato gli italiani (in particolare!) nel baratro della povertà, del degrado, dell'insicurezza e quant'altro!

Altoviti

Gio, 15/12/2016 - 13:13

A "siredicorinto", non ci andranno mai i carabinieri, ormai il governo ha piazzatto tutta gente che sta agli ordini della casta. È al popolo stesso di darsi una scrollata da dosso ed andare ad assediare i palazzi del potere per esigere delle elezioni e che i governanti non eletti vengano internati come dice Lei.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/12/2016 - 13:41

@27Adriano - io invece ti quoto in pieno, tutto il commento, anche se gli altri te li hanno censurati. Sottoscrivo ogni parola, la pensiamo all'unisono.

Altoviti

Gio, 15/12/2016 - 13:59

A "San_Giorgio". Forse Lei si è mai chiesto quante tasse pagava sul suo stipendio e quanto alla fine gli rimaneva veramente in tasca: alla fine non tantissimo di più rispetto ad un operaio, poi se deve gli alimenti alle moglie, e la casa forse non l'aveva finita di pagare oppure viveva in affitto e lì sono guai seri.

lilli58

Gio, 15/12/2016 - 14:00

l'Italia e l'Europa si salveranno solo quando capiranno che essere di destra non vuol dire essere fascista!

soldellavvenire

Gio, 15/12/2016 - 14:07

perché non pubblicate anche la storia di quello che con soldi di non si sa che provenienza ha fondato un impero? son queste le storie edificanti mica quelle dei falliti che sono riusciti a vivere a malapena con 180mila io un anno così campo 50 dei vostri anni

angelo1951

Gio, 15/12/2016 - 14:35

Ma se ci sono tanti ciarlatani che, dopo essersi infilati nella politica, blaterano di sviluppo e aumento della ricchezza itagliona! Dove vivete per pubblicare queste tristi notizie? Siete i "gufi" indicati dal quaraquaquà senza parola e quindi senza onore?

Ritratto di Peppino1952

Peppino1952

Gio, 15/12/2016 - 14:40

Ma che Italia è questa? C'è qualcosa, ed anche più, che non funziona. Si stanno distruggendo moralmente e fisicamente i cittadini. Altro che ceto medio e benestante. Qui si è tirata una linea di sopravvivenza ed un pò tutti siamo sotto. Son finiti gli anni 90. Ormai non ci sono soldi che bastano per pagare le tasse ed i servizi. Una volta se entrava 100, 25 andavano a risparmio, 55 a tasse e bollette e 20 per vivere decentemente anche con cinema e ristorante al sabato. Cari politici grazie, grazie di cuore. Ma come evinco dall'articolo, le persone che una volta stavano bene se non benissimo non si faranno calpestare la dignità. Verrà il giorno in cui si rimetteranno le cose a posto. E tutti lor signori che della politica hanno fatto una fonte di guadagno e non una missione finiranno nel giusto posto.

aldoroma

Gio, 15/12/2016 - 14:44

gli Italiani fanno la fame, mentre i clandestini in albergo a gratis... cosa aspettiamo ancora???

Il giusto

Gio, 15/12/2016 - 14:44

Azz... deve esserci un errore nelle date...l'ingegnere parla di problemi iniziati nel 2007!Ma fino al 2012 eravamo un paese felice e ricchissimo...

giovauriem

Gio, 15/12/2016 - 14:55

italiani alla mensa della caratis , ma ad un patto , devono mangiare prima gli stranieri poi se resta , mangiano gli italiani , i nostri connazionali vadano al ristorante , non facciamo incazzare la boldrini . p.s. io ce l'ho con quelli italiani che sopportano questa violenza(per che di questo si tratta) senza difendersi , a me una cosa del genere non potrebbe mai capitare , saprei bene io come difendermi , alla violenza si risponde sempre con violenza superiore a quella ricevuta se non vuoi soccombere .

Ritratto di San_Giorgio

San_Giorgio

Gio, 15/12/2016 - 15:01

Altoviti, lasci perdere... Ho pure sorvolato su una liquidazione da 35 mila euro assolutamente non congrua ad un compenso da 35 mila (a meno che non li guadagnasse da ue anni, cosa che trovo molto strana) Su una cosa le do ragione. Probabilmente il signore è "vittima" di una separazione. Un dramma sul quale bisognerebbe spendere fiumi di inchiostro. Allora bisognerebbe dirla tutta. Vogliamo poi discutere sul fatto che certe professionalità nel mondo anglosassone (e lui parla benissimo l'inglese) sono consideratissime nonostante l'età (che a volte non è nemmeno necessario indicare nel curriculum, come non è richiesta la foto). E costui smette a 47/48 anni e apre una pelletteria. Dai, non prendiamoci in giro Poi, massima solidarietà a chi è in queste condizioni, magari anche con dei bambini. Trovo solo la storia dell'articolo molto inverosimile. Non fare fatica a crederci avesse detto che era un metalmeccanico di 53 anni. Tutto qua.

Ritratto di San_Giorgio

San_Giorgio

Gio, 15/12/2016 - 15:03

Quoto Soldellavvenire. Guadagnare 180 mila euro (anche lordi) l'anno e finire a lavare cadaveri, è qualcosa che non ha logica, che sa di sperpero o di denaro veramente mal gestito.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 15/12/2016 - 15:15

@ San_Giorgio, ti è sfuggito forse un particolare, l'ingegnere ha fatto un errore , da dipendente ha aperto una attività in proprio di pelletteria ed ha perso tutto. Chiunque abbia una partita Iva sa che basta poco, un paio di clienti che non ti pagano, fatture della pubblica amministrazione che non sono pagate anche dopo anni , si chiama rischio di impresa ed oggi come oggi il rischio è altissimo e gli utili scarsi, ecco perchè tanti preferiscono chiudere. Una valanga. Chi è dipendente a queste cose non ci pensa , vede l'artigiano o il piccolo commerciante sempre come un ricco grasso perchè ovviamente evade, poi quando ci prova lui spesso ci lascia le penne. Solidarietà al malcapitato che malgrado qualifiche elevate non trova lavoro.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 15/12/2016 - 15:20

Avvisateli, che possono andare alla LIDEL a mangiare GRATIS, come hanno fatto gli Algerini a Cagliari!!!!lol lol.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 15/12/2016 - 15:32

spesa gratis riservata agli invasori,. gli italiani devono finire in mutande se va bene

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Gio, 15/12/2016 - 15:35

28 ottobre. Anniversario della Marcia su Roma. Giornata di libertà e spirito patrio. Dove sono i combattenti in divisa? Dove?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 15/12/2016 - 16:16

Bei tempi quando i ristoranti erano tutti pieni...

Una-mattina-mi-...

Gio, 15/12/2016 - 16:26

AL vigente GOVERNO, hanno un solo motto: "CHISSENEFREGA: Noi tireremo dritto". A LORO INTERESSANO GLI AFRICANI, da FARCI mantenere IMMERITATAMENTE per anni ad ufo, ecchèscherziamo? GLI ITALIANI? Che si fottano!

Libertà75

Gio, 15/12/2016 - 16:46

@gzorzi, uno psichiatra potrebbe aiutarla.

schiacciarayban

Gio, 15/12/2016 - 17:01

Un ingegnere che sa l'inglese come l'italiano allo spaccio dei poveri, e una ex sindacalista bugiarda e senza titolo di studio come ministro dell'istruzione strapagata da noi. Questa è l'Italia!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/12/2016 - 18:08

A sentire il buffone fiorentino (ma solo per lui e votanti a pecorelle) fino all'altro ieri l'Italia andava bene, soldi, lavoro, grazie a lui c'erano soldi per tutti. Difatti stiamo notando. Basterebbe andare a zonzo in giro per capire la realtà. Gli unici a bighellonare e a ridere in giro sono i clandestini, ai quali tutti è dovuto, casa, bollette, cibo, vestiario, telefonino, schede telefoniche, chi più ne ha più ne metta. Invece ci sono quasi 5 milioni di veri italiani che sono sotto la soglia della povertà, ma lui si era dimenticato. Eccoli qua.