Gli italiani vivono nel terrore: "Il reato di clandestinità resti"

Un sondaggio choc svela le paure degli italiani: il 67% teme di subire un attentato e il 32% crede che il Giubileo sia a rischio. E il 47% è contrario all'abolizione del reato di clandestinità

Gli italiani vivono nel terrore. Non solo non dormono sonni tranquilli, ma nemmeno si sentono liberi di girare. Un sondaggio Ixè, realizzato in esclusiva per Agorà, svela tutte le paura di un popolo in balia dell'immigrazione clandestina e del fondamentalismo islamico. Il 67% degli italiani teme attentati legati al terrorismo di matrice islamica in Italia nel 2016. Solo una settimana fa la percentuale era al 65%. A fronte di questi timori il 47% degli intervistati da Ixè si dice contrario all'abolizione del reato di immigrazione clandestina, ipotesi avanzata in questi giorni dal premier Matteo Renzi.

Rispondendo al question time sulla depenalizzazione del reato di clandestinità, il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha spiegato che non sarà un "rinvio sine die" dal momento che il governo avverte "l'esigenza di intervenire rapidamente su tema". "È sopravvenuta l'esigenza di ulteriori approfondimenti - ha spiegato il Guardasigilli - in considerazione della necessità di confrontarsi con il complesso degli strumenti volti ad affrontare il problema dell'immigrazione e, in particolare, con il potenziamento delle misure espulsive dei soggetti non legittimati alla permanenza nel nostro Paese". In realtà Renzi temeva (a ragione) che depenalizzando il reato di immigrazione clandestina, come invece ha fatto per la coltivazione della cannabis e la guida senza patente, avrebbe bruciato altri consensi. Nelle ultime settimane sia il premier sia il Pd sono in caduta libera nei sondaggi. E, in vista delle comunali di maggio, il diktat di Renzi è di contenere l'emorragia.

Annunci

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 15/01/2016 - 10:21

Immigrazione clandestina che avviene, peraltro, alla luce del giorno e con tutta l'officialità della nostra Marina Militare. Promossa al rango di scafista legalizzato da un governo di traditori.

tulapadula

Ven, 15/01/2016 - 10:27

... quindi il 53% degli italiani è a favore del l'abolizione. Bene. Basta vedere il bicchiere mezzo pieno e non siamo poi cosi un paese di baluba.

vince50_19

Ven, 15/01/2016 - 10:29

Esiste in Francia, Germania, Inghilterra: non si capisce perché prendersela con il precedente governo che ha messo solamente multe, quando all'oggi abbiamo la creme de la creme di una vantata superiorità morale (del piffero) al governo, che si occupa di temi non urgenti e dal sapore prettamente ideologico, che non si preoccupa come dovrebbe degli italiani indigenti, poverissimi, che pensa a mettere al sicuro gli amici banchieri, della scarsa sicurezza etc. mentre enl tema della clandestinità quasi quasi fa spallucce e/o se ne "accorge" quando i buoi sono scappati dalle stalle. E ci mette mano in periodo di campagna elettorale. Ma va là!

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Ven, 15/01/2016 - 10:30

Il reato d'immigrazione resti ma che sia reso effettivamente efficacie perchè come è adesso ingorga i tribunali senza sortire alcun effetto essendo prevista un'ammenda che nessun clandestino pagherà mai.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 15/01/2016 - 10:33

"Il 67% degli italiani teme attentati legati al terrorismo di matrice islamica in Italia nel 2016,ed il 47% degli intervistati si dice contrario all'abolizione del reato di immigrazione clandestina"....Numeri ancora troppo bassi!!!Alla maggioranza degli italiani(uomini,donne et similia...),le "cose" vanno bene come vanno e come andranno in prospettiva,sopratutto quando si tratterà di confermare con un VOTO quanto dichiarato,in occasione di questo sondaggio!!!

scarface

Ven, 15/01/2016 - 10:39

Poveri pdioti. Siete solo dei poveri illusi. I voti che non raccogliete più dagli operai non li raccoglierete neppure dalle zecche di importazione. Andranno tutti al partito dei "fratelli musulmani".

Rossana Rossi

Ven, 15/01/2016 - 11:02

Ancora troppo pochi......ci sono ancora troppi italioti che continuano a sostenere quella vergogna abusiva che è lo pseudo-governo pd e tutte le porcherie che sta facendo...........

carvan1234

Ven, 15/01/2016 - 11:07

Ma smettiamola con questi titoli ! Abbiamo già, in campo internazionale, la reputazione di essere dei gran fifoni, non esageriamo, tanto per creare malcontento. Io non vivo affatto nel terrore, e come me tutti quelli che conosco

amedeov

Ven, 15/01/2016 - 11:11

Il reato di clandestinità,così come è ora strutturato,non serve a niente.Chi è il clandestino che paga una sanzione amministrativa di migliaia di euro?E poi chi sono i clandestini le persone che vengono imbarcate sulle nostre navi e sbarcate nei porti d'Italia?Ma se li andiamo a prendere noi perchè sono clandestini se entrano in Italia con il nostro permesso? Al contrario se un clandestino commette un reato,ESPULSIONE senza se e senza ma e se ripreso carcere con certezza della pena.

INGVDI

Ven, 15/01/2016 - 11:16

Il 67% vive nella paura? E' vero. Paura causata dalla criminale industria dell'invasione di clandestini voluta da Renzi & C.. E' necessario aggiungere che un'altro 67% vota PD, M5S,SEL, NCD, partiti artefici e favorevoli all'immigrazione incontrollata e clandestina. Contraddizioni tipiche del popolo italiano.

Ritratto di Chichi

Chichi

Ven, 15/01/2016 - 11:20

C'era bisogno di sondaggi? Nessuno vuole che qualcuno gli entri in casa a propria insaputa e senza dire: «Permesso»? Questo vale anche per la casa comune, che è il territorio nazionale. Quando i suoi confini sono violati in maniera così massiccia e sfacciata, lo stiamo costatando tutti, anche lo spazio vitale di ciascuno, la propria abitazione, diventa la biblica vigna senza siepe, in cui scorrazza ogni sorta di animali selvatici. Il problema sono i zero-dem: loro calcolano solo quanti voti possono guadagnare e, in base a tale calcolo, fanno e disfano leggi e governi. Peggio! I loro calcoli sono quasi sempre sbagliati. Purtroppo la loro ideologia e la loro mentalità sono talmente vecchie che non imparano più nemmeno dai propri errori. Nascono vecchi, come un noto «rottamatore», il quale sta velocissimamente diventando un rottame.

coccolino

Ven, 15/01/2016 - 11:27

.....tanto, è un reato non punito.....

maurizio50

Ven, 15/01/2016 - 11:40

Qui non si tratta di vivere o meno nel terrore. I governanti decidano una volta per tutte nel senso di garantire ai cittadini sicurezza e legalità.Diversamente lo dicano chiaramente di non essere in grado di dare sufficienti garanzie e pertanto si riconosca al cittadino il diritto all'autodifesa nei confronti dei delinquenti, di qualunque razza o lingua o religione, che imperversano nelle nostre strade. Non è infatti possibile pretendere che il cittadino subisca ogni giorno aggressioni di ogni tipo e pure pretendere che lo stesso non reagisca in attesa di una giustizia dello Stato che in nessun modo arriverà!!!!

MEFEL68

Ven, 15/01/2016 - 11:42

@@@ carvan1234 - Se tu sei uno che non teme il pericolo, non puoi pretendere che anche gli altri siano altrettanto coraggiosi. Quindi è bene che il reato resti. Evidentemente ti facevano più paura le cene eleganti fatte in privato che le violenze fatte in pubblico.

giosafat

Ven, 15/01/2016 - 11:44

Reato o non reato in tutto il resto del mondo chi si presenta alla frontiera da 'clandestino' viene semplicemente respinto. Solo dopo i dovuti accertamenti e con le dovute cautele viene concesso l'ingresso ma 'alla prima che mi fai ti licenzio e te ne vai'. Ogni altro dircorso è mera fuffa....

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 15/01/2016 - 11:46

A prescindere da ogni altra considerazione. Ma il reato di immigrazione clandestina come aiuterebbe a limitare l'ingresso in Italia dei migranti e, soprattutto, a cosa servirebbe nella prevenzione di attentati?

MEFEL68

Ven, 15/01/2016 - 11:52

@@@@ caravan1234 - Forse non sai che in Europa il reato di clandestinità esiste(puoi documentarti). Perciò, visto che siamo in buona compagnia, non c'è pericolo che in campo internazionale passiamo per fifoni. Inoltre, considerato che altrove questo reato c'è, non ti sembra d'obbligo all'inearci all'Europa, visto che è stato proprio il PD che ci ha costretto ad aderire e che ogniqualvolta gli fa comodo ci rifila il solito ritornello che dice: "E' l'Europa che ci obbliga...dobbiamo alliearci...l'Europa ci bacchetta perchè..." e così via. Quindi, rivedi le tue posizioni e convinci anche i tuoi kompagni.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 15/01/2016 - 11:53

gattofilippo: come a dire "voglio la botte piena e la moglie ubriaca".

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 15/01/2016 - 12:05

@amedeov:...certo,è tutta una FARSA!!!...Ho vissuto per anni in un PAESE(scritto maiuscolo appositamente),dove se un "clandestino" era "beccato"(non "accolto"-"prelevato",perchè allora tecnicamente non lo è...),veniva sbattuto in galera,"fino a quando non si ricordava nome e cognome,paese di provenienza,indirizzo,etc.etc."...Poi informavano l'Ambasciata del soggetto,che quando sarebbero arrivati i SOLDI,per il rimpatrio dello stesso,lo avrebbero spedito...."VOLERE E' POTERE"....tutto il resto è aria fritta!!!!

kayak65

Ven, 15/01/2016 - 12:22

sono convinto che il restante 53% cambiera' idea solo quando avverranno fatti gravi come parigi o londra. l'italiano menefreghista ha bisogno di uno schiaffo pesante prima di svegliarsi

Ritratto di Ulrico

Ulrico

Ven, 15/01/2016 - 12:30

Omar El Mukhtar - Se avessero un minimo di giudizio, dovrebbero semplicemente fare una norma che autorizza gli organi di polizia, senza alcun passaggio giudiziario, espellere i clandestini. Come? Volendo il modo si potrebbe trovare e potrebbe risultare pure risolutivo del problema

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Ven, 15/01/2016 - 12:32

i sondaggi sono manipolabili quindi non affidabili .... non credo che sia soltanto il 47% che non voglia l'abolizione del reato di clandestinità !!! che non va abolito ma rinnovato con qualcosa di più rapido e immediato !!! tipo " sei senza documenti ? torni a casa ..... sei di un paese dove non c'è nessuna guerra ? torni indietro ..... sei un delinquente ? torni a casa tua ecc ecc......

MEFEL68

Ven, 15/01/2016 - 12:36

@@@ Omar El Katarr - A cooosa servirebbee? Servirebbe ad arrestare e poi ad espellere chi si macchia di questo reato. Quindi a scoraggiare l'invasione senza controllo. Rischiare la vita per poi essere arrestati e rimpatriati renderebbe inutile l'impresa. Poi, a prescindere da ogni altra considerazione, come dici tu, aboliamo anche i reati di omicidio e rapina perchè non servono a niente, visto che ogni giorno ci sono 3/4 omicidi e rapine. Se una legge viene applicata veramente e con severità SERVE, SERVE, SERVE. Provare per credere, diceva una pubblicità.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Ven, 15/01/2016 - 12:42

I Capo della Polizia, la magistratura, il governo (?), hanno affermato che il reato di immigrazione intasa la loro operativita', allora depenalizziamo i furti le rapine, gli stupri, le evasioni, la mafia,la sacra corona unita, la gamorra e la ndrangheta.CHE BELLO COSI POSSONO STARE SEMPRE AL BAR O IN FERIE.CERTO PER GIUSTIFICARE I LORO FALLIMENTI DI STRON...TE NE DICONO.CHE GLIENE FREGA DL POPOLO.

agosvac

Ven, 15/01/2016 - 12:49

Il reato di clandestinità deve restare perché è presente in tutto il mondo civile. Guai se non ci fosse!!! Significherebbe rinunciare alla propria sovranità territoriale. Leggo in altre parti che il signor chaouki,emerito esponente del Pd, sostiene che i clandestini non sono criminali, potrebbe essere finché restano entro i confini del proprio paese,, ma se entrano in uno stato diverso dal loro senza adeguati permessi sono, di fatto criminali!!!!!

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 15/01/2016 - 12:56

Si continua a prendere per i fondelli la gente. Ma come si può parlare di "immigrati clandestini", quando siamo noi che andiamo a prenderli dalle sponde libiche per portarceli a casa ed assisterli amorevolmente a spese nostre. Viene spontaneo chiedere ai nostri governanti "Scusi, ma lei è scemo?". E' una semplice domanda. Almeno non prendeteci per il cu...quello.

agosvac

Ven, 15/01/2016 - 12:56

Tanto per chiarire le cose, c'è da dire che quelli che dovrebbero mettere in atto il reato di clandestinità cioè punire chi entra nel nostro paese senza alcuna autorizzazione, quindi la magistratura, se ne frega allegramente di questo reato!!! Il problema a questo punto non è il reato di clandestinità ma costringere chi di dovere ad applicarlo.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 15/01/2016 - 12:58

Uno che vota pd non dira' mai che ha paura. Se la tiene. Non si va contro i diktat del partito comunista. Aspettiamo che i loro compari islamici frughino sotto le gonne delle compagne poi vedremo.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Ven, 15/01/2016 - 13:11

Il reato di clandestinità deve rimanere e deve essere integrato da provvedimento obbligatorio di espulsione immediata dal territorio nazionale a spese degli stessi clandestini. Per i clandestini che delinquono pene severe da scontare mediante lavori pesanti di pubblica utilità.

umberto nordio

Ven, 15/01/2016 - 13:20

E' giusto che il reato resti ma sarebbe anche giusto che venisse anche attuato espellendo immediatamente il responsabile .La magistratura pelandrona si fa scudo di cavilli e sciocchezze per non metterlo in esecuzione.

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 15/01/2016 - 13:36

Ma se siamo noi ad andarli a prendere !!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 15/01/2016 - 14:12

@venanziolupo.....la maggior parte degli italiani è "buonista",poi abbiamo il "vaticano",che soffia,predica nello stesso senso....e quando votano(o non votano),i numeri sono ancora peggio!!!

peter46

Ven, 15/01/2016 - 14:31

Zagovian...vogliamo completare l'analisi e la conclusione 'condivisibile' di ---amedeov---,[e anche per ricordare a --vince50_19--che l'incompetenza del duo Maroni-Alfano(diamine non è che Alfano sia diventato solo 'ORA' incompetente,mentre finchè era sotto l'ombrello berlusconiano era competente,dato che non risulta che sia stato ri-iscritto all'università in quegli anni,o sì?)]ha permesso alla 'lobby degli avvocati',maggioritaria nel cdx e molto più preparata dei berlusconi e berlusconidi improvvisatisi statisti,di far sottostare ai loro interessi con la scrittura di 'questa' legge da cui deriva il reato di clandestinità che permette solo alla loro casta di 'incassare' a-gratis come difesa d'ufficio di ogni clandestino non meno di 500 euro a processo(1).

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Ven, 15/01/2016 - 15:05

Uno dei "reati" più commessi, derisi, inapplicati e pertanto stupidi, della legislazione italiana.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 15/01/2016 - 15:34

Si caro peter46 14e31 è vero quanto scrivi, ma è altrettanto vero che è la Turco/Napolitano (non di certo fatta da un governo Berlusconi) che consente al ritenuto NON aver diritto di asilo e quindi come tale CLANDESTINO, di fare ricorso (PAGATO DA NOI) fino al terzo grado di giudizio e rimanersene in Italia a FANNULLEGGIARE, RUBARE, SPACCIARE o VUCUMPRARE ecc, oppure addirittura di SPARIRE IN UN LIMBO dove non si riesce piu a IDENTIFICARLO.Hai capito o devo farti un disegnino!!! Pax vobiscum.

roberto del stabile

Ven, 15/01/2016 - 15:53

resti il reato e si faccia in modo di far rispettare le leggi italiane e chi commette il reato va punito con l'espulsione immediata senza possibilita' di ricorsi altrimenti sono solo costi di avvocati e tribunali che paghiamo noi.si faccia come in svizzera che agli immigrati viene imposta una tassa per l'accoglienza e relativi costi.altro che paghette ed affitti pagati:

venco

Ven, 15/01/2016 - 16:03

In Italia siamo vittime della nostra libertà e democrazia allargata ingiustamente a gente venuta illegalmente, e che non merita quel che gli diamo.

carpa1

Ven, 15/01/2016 - 16:17

Non è che viviamo nel terrore, ci mancherebbe altro! Però ne abbiamo pieni i cocomeri di tutti questi clandestini. Si impone quindi di bloccare immediatamente nuovi arrivi, istituendo severi controlli nei paesi di origine per definire chi ha diritto ad un'accoglienza decente (e non questo finto buonismo che crea solo situazioni deleterie per tutti, cittadini ed ospiti) e chi invece deve essere lasciato nei paesi di provenienza. Per coloro che ormai sono sul nostro territorio, eliminare quei rotoli di carta igienica prestampati su cui è riportato l'ordine di espulsione ed utilizziamo quei quattrini per imbarcarli su navi che li vadano a scaricare in prossimità delle coste libiche visto che da lì provengono.

Mr Blonde

Ven, 15/01/2016 - 16:31

quindi immagino il profugo/clandestino che fugge dai tagliagole, dalla miseria e povertà, affronta un viaggio in mare dove al 50% non arriva, una volta sbarcato lo arrestano e lo condannano: a una multa? viene da ridere, al carcere? magari! sarebbe forse il primo posto caldo dove sta da mesi e dove mangia pasti regolari

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 15/01/2016 - 17:00

Buongiorno Mr Blonde il PROFUGO VERO si rivolge al consolato Italiano del suo paese, con documenti che possono dimostrare la veridicita di quanto afferma,si fa prendere le impronte da le sue generalita VERE ed una volta arrivato dovrebbe essere internato in un CAMPO PROFUGHI, NON negli Hotel,e li rimanere SOTTO PROTEZIONE dell'esercito del paese OSPITANTE in attesa che gli venga riconosciuto (se ne ha il diritto) lo STATUS. Tutti gli altri che NON vogliono farsi prendere le impronte, che non vogliono dichiarare le proprie generalita o le danno FALSE. NON sono PROFUGHI ma SFRUTTATORI che vogliono INFILARSI CLANDESTINAMENTE tra i PROFUGHI. Tutto il resto è NOOOIAAA!! Cantava il Califfo. Pax vobiscum.

peter46

Ven, 15/01/2016 - 17:02

Hernando 45...carissimo.Ora che sei 'arrivato' così in alto,nel ...tobiscum,insomma,non fermarti alle apparenze...dopo i due 'turchi' non bisognava comportarsi,all'arrivo dei 'nostri',s'intende,da 'ascari':ecco,per 'incompetenza'(mi dai ragione,vero?)non si è voluto superare il 'turchismo'.Perchè i 'competenti',normalmente provvedono a 'cassare' l'incompetenza altrui(e ne hanno avuto di tempo e di...presenze in parlamento da rivoltare l'Italia come un calzino,o no?):ti risulta che sia stato fatto?Scegli tranquillo:incompetenza o interesse:io penso entrambe.Il disegnino...mandaglielo a Maroni,va.NB:I Tosiani ieri con la legge sulle moschee in veneto vi hanno ...stracciati.Lui ha avuto le palle,non certo voi.NB:se non riesci a comprendermi(già successo,ricordi?)non posso 'imboccarti'...anche.

Raoul Pontalti

Ven, 15/01/2016 - 17:14

Sul reato di clandestinità: a) non è vero che l'hanno tutti i paesi cd civili, in quelli che l'hanno non vige l'obbligatorietà dell'azione penale, cosicché le autorità possono scegliere se applicare la norma penale o ricorrere all'espulsione per via amministrativa; b) in Italia vige l'obbligatorietà della legge penale e quindi teoricamente ogni clandestino è passibile di processo penale peraltro dinanzi a giudice di pace con intasamento di quegli uffici giudiziari; c) la sanzione è pecuniaria e non detentiva e allora è preferibile depenalizzare, irrogare la sanzione pecuniaria per via amministrativa risparmiando la procedura penale che comporta anche gli oneri per l'avvocato d'ufficio e il diritto del clandestino di restare in Italia per difendersi nel processo; d) depenalizzare il reato di clandestinità comporta sanzione amministrativa più rapida ed efficace: l'espulsione immediata.

Trifus

Ven, 15/01/2016 - 17:34

amedeov non va mica bene sa? Mi ha anticipato la battuta. In soldoni lei ha perfettamente ragione, li andiamo a prendere sulle coste libiche e poi li condanniamo per il reato di clandestinità, è semplicemente demenziale. Sarebbe già una grossa conquista se almeno smettessimo di andarli a prendere. Per me l'unica cosa che andrebbe abolita è questo governo, ma non si può. Purtroppo.

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 15/01/2016 - 17:38

Il clandestino è un fuorilegge e come tale va sanzionato penalmente e non con il buffetto sulla guancia. Sgovernanti, siete una massa di BUFFONI e SCRITERIATI.

peter46

Ven, 15/01/2016 - 17:45

Pontalti...solo per comprendere e non per 'contraddirla'.Ma davanti al giudice di pace si va come se uno entrasse a casa propria o ci si trova con dentro anche qualche avvocato difensore?E chi lo paga l'avvocato per lo 'scomodo'?Il clandestino nullatenente a cui viene 'elargita' anche la 'tessera telefonica',qualche onlus caritatevole papalina,qualche soccorso islamico.....Così,senza presunzione e solo per...capire.Sempre in gamba,comunque.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 15/01/2016 - 17:50

Caro Peter 46 nel mio postato delle 15e34 non l'ho scritto per "paura" di superare i FATIDICI 1000 caratteri e dover ricominciare. Ma in altri miei postati precedenti su questo argomento (la Turco Napolitano) ho gia piu volte scritto che quando siamo ritornati al governo nel 2001 abbiamo fatto lo sbaglio di non ELIMINARLA!! Quindi ho gia RECITATO il MEA CULPA!! Cosa devo fare di piu?? COSPARGERMI IL CAPO DI CENERE??? Saludos dal Nicaragua.

linoalo1

Ven, 15/01/2016 - 17:57

Tanto,per questo Regime,tutto quello che ha fatto il CentroDestra va abolito per definizione,giusto o non giusto che sia!!!!Figurati poi,il Reato di Clandestinità!!!Loro,i Sinistrati,difendono a spada tratta gli Immigrati,non solo per i voti,ma,soprattutto,per dispetto al CentriDestra!!!!

Raoul Pontalti

Ven, 15/01/2016 - 18:11

peter46 Ti rispondo riportando la realtà effettuale. I clandestini, che pure possono invocare il processo per starsene in Italia a spese del contribuente anziché essere "immediatamente" espulsi (previo riconoscimento che da noi chissà perché può durare 18 mesi anziché 18 minuti), di norma non si presentano al processo che procede per contumacia ma con tanto di avvocato di ufficio. La condanna è inevitabile, il clandestino è irreperibile e comunque insolvente, il costo della sentenza (il giudice di pace è pagato a cottimo ossia per sentenze emesse) e dell'avvocato d'ufficio è a carico del pantalone contribuente. Ricordo che la pena edittale si riduce ad un'ammenda, ossia trattasi di pena pecuniaria e non detentiva e pertanto non spaventa certi i clandestini che in Italia fanno solo transito. Meglio dunque abolire siffatto reato e punire amministrativamente anche con l'espulsione.

MEFEL68

Ven, 15/01/2016 - 18:13

Tuttologo Pontalti: E chi non paga? Un giorno di carcere ogni 10 euro dovuti e poi l'espulsione VERA. Va bene così? O spera in una finta legge che lasci tutto come sta? Può illuminarmi/ci?

Ritratto di nando49

nando49

Ven, 15/01/2016 - 18:23

Il reato di clandestinità è concepito in modo errato.Intanto c'è la sanzione pecuniaria che nessuno è in grado di pagare,e quindi va tolta.Poi per l'espulsione ci vuole la firma del ministro Alfano.Invece bisogna snellire le procedure di espulsione togliendo tutti i cavilli a cui si possono attaccare chi delinque o non si integra.Infine basterebbe la firma sul decreto di espulsione di un questore o al massimo del prefetto,il tutto in 48 ore.Così forse ci libereremmo di buona parte della delinquenza.

Anonimo (non verificato)

alfonso cucitro

Ven, 15/01/2016 - 18:59

Oltre al danno la beffa.Non solo si vanno a prendere fino a casa loro ma si aprono le porte anche che vengono per conto proprio.Invece di depennare il reato di clandestinità bisogna invece applicarlo ancora più ristrettamente espellendo tutta questa feccia parassita e rimandarla nei loro luoghi di origine.

peter46

Ven, 15/01/2016 - 19:45

hernando45...quando 'risulto' incomprensibile ricorda che è solo per non 'affondarvi' fino in fondo...il coltello nella piaga.Nè voi nè gli alleati potrete mai ergervi a 'difensori' di alcunchè.Certamente che da sx è arrivato 'tante volte' di 'molto peggio'...ma il 'peggio' c'è stato lo stesso a cdx ed il 'molto'non vi/ci assolve:ecco perchè qualcuno(tanti)devono ormai portare il cagnolino ai giardinetti invece di 'rompere' tutti i santi giorni.Orietta da Vespa l'ha 'stracciato' per share...e senza cantare "finchè la barca va..."figuriamoci alle prossime elezioni...se ci fosse stato il (2).......un caro saluto.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 15/01/2016 - 20:54

Ulrico: "il modo si potrebbe trovare". Ma finora nessuno, in nessun paese del mondo l'ha trovato. Hai qualche idea?

Raoul Pontalti

Ven, 15/01/2016 - 22:03

Lo ripeto fino alla nausea: norme penali che in realtà non puniscono restano grida manzoniane e per giunta costose. Un processo penale richiede il giudice terzo e un avvocato, la sanzione amministrativa non richiede giudice (è lo stesso dipendente del ministero dell'interno che accerta e sanziona, così come il poliziotto municipale per la sosta vietata ad es.) né avvocato ed è più sollecita e non prevede sospensione dell'espulsione in attesa degli esiti dell'eventuale ricorso. Il reato di clandestinità fu previsto in modo errato come prodromico per ulteriori sanzioni penali (si pensi alla cd aggravante di clandestinità per vari reati comuni) peraltro dichiarate poi incostituzionali o cassate dalla Corte di Giustizia europea. E' dunque un'aberrazione giuridica che deve essere epsunta dall'ordinamento e sostituita da più efficaci sanzioni amministrative.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 16/01/2016 - 00:51

Per capire esattamente come si sentono gli italiani bisognerebbe che i giornalisti facessero una inchiesta a livello nazionale presso i settori, commerciale ed industriale, che si occupano di sistemi di sicurezza. SAREBBE L'UNICO SISTEMA PER TASTARE IL POLSO DELLA SITUAZIONE DI ALLARME VISSUTA REALMENTE IN ITALIA.

vincitore49

Sab, 16/01/2016 - 05:06

nel campo internazionale siamo conisciuti come un governo ti tutti i colori, ossia un governo di fessi. Prima di tutto l'elemosina incomincia in Italia, avere tanti Italiani che vivono al bordo della strada non si accetta. Gente che prova a vivere con meno di 200 euro e poi il resto dei rifugiati vengono pagati di piu' e poi gli danno anche il telefonino pagato. Il governo pieno di dePUTTANI e senatori fanno come al solito il magna-magna. Povera Italia, saremo come la Grecia fra' poco. Buona fortuna a tutti

rokko

Sab, 16/01/2016 - 08:20

hernando45 continui a ripetere ad ogni post che la Turco Napolitano avrebbe introdotto la possibilità di ricorrere fino al terzo grado per chi viene espulso. Ebbene, è falso e ti invito a verificare, non c'è traccia di ciò che scrivi in quella legge. La possibilità di ricorrere fino al terzo grado è arrivata con la trasformazione della clandestinità in reato penale. Possibilità peraltro del tutto teorica, visto che in genere i clandestini si danno alla macchia non affrontano di certo il processo penale.

rokko

Sab, 16/01/2016 - 08:28

Questo sondaggio dimostra che il 47 per cento degli italiani non ci capisce nulla dell'argomento. Forse prima di fargli la domanda occorrerebbe dargli qualche rudimento, del tipo espulsione=sanzione amministrativa, reato penale di clandestinità+obbligatorietà azione penale+sanzione solo amministrativa=decine di migliaia di processi inutili a persone che non si trovano, ecc. ecc.

rokko

Sab, 16/01/2016 - 08:32

Chi scrive che tutta Europa ha il reato penale di clandestinità scrive minchiate. Ce l'hanno pochi paesi (es il Regno Unito) e quei pochi che ce l'hanno non hanno l'obbligatorietà dell'azione penale e le espulsioni le effettuano per via amministrativa, non per via penale. Invito a verificare le affermazioni

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 16/01/2016 - 16:55

Carissimo ROKKO vai a cercare (NON su WILKIPEDIA che è l'enciclopedia ROSSA)chi ha ISTITUITO il CIR (Centro Italiano Rifugiati) che s'incarica di DIFENDERE con gli studi legali di due principi del foro quali, Anton Giulio Lana e Andrea Saccucci, poi RISCRIVIMI!!!! Pax vobiscum.

rokko

Lun, 18/01/2016 - 03:45

hernando45 non so cosa devo cercare, nel tuo post manca il soggetto. Poi cosa c'entra con la turco napolitano? Vatti a leggere la legge e riscrivimi tu.

vince50_19

Lun, 18/01/2016 - 14:10

peter46 - Se ha qualcosa di dire la dica DIRETTAMENTE a me, egregio dottore, anche se sa benissimo che io non gioco a guelfi contro ghibellini da tempo. E quando legge quello che scrivo lo legga tutto cortesemente, non solo quello che le conviene per il vizietto predetto che non perde neanche sotto tortura. Non vorrei ripeterle per l'ennesima volta che non ho predilezioni per i suoi incubi politici. Ma veniamo al sodo: non c'è ora il miglior governo possibile che può rimediare? Va bene se scrivo così per accontentarla? Vediamo casa sarà capace di fare, visto che Renzi si è fermato su questa legge (paura di contraccolpi elettorali?) e che questi reati esistono anche in forma penale in altri stati europei. Questo mi interessa, il resto delle solite inutili litanie pro o contro SB le lascio a lei e ai suoi sodali.

peter46

Lun, 18/01/2016 - 23:03

vince50_19...sul 'direttamente' potrebbe avere anche ragione,ma giacchè non c'era da vincere un bel niente(guelfi e ghibellini)ho solamente voluto partecipare anche lei sull'argomento in questione(perchè di quello si parlava senza 'scantonamenti' non in tema)e sul quale era intervenuto 'meravigliato'del perchè ci si meravigliava del fatto che il prec gov Berlusconi aveva 'inasprito' la legge ...mettendo solamente multe.Normalmente quel 'reato' dovrebbe,come per le nazioni nominate,prevedere espulsioni dirette,non multe....che intasano le preture:solo gl'incompetenti o gl'interessati lo scrivono in legge:come da mio commento delle 14:31.NB:Mi sono laureato...sui 'marciapiedi'della vita,grazie per il dott,comunque.

vince50_19

Ven, 22/01/2016 - 17:42

peter46- HO RAGIONE! Non potrebbe avere. Allora, poiché lei sa bene come la penso, eviti di perder tempo a sciorinare il suo solito deliquio da guelfi contro ghibellini per me inutile. Ho pure precisato: ora abbiamo "quelli in gamba al governo", no? E che fanno dopo una legge per altro poco efficace fatta dal suo incubo? Aria fritta, almeno fino ad ora, solo ping pong. Il dottore l'ho scritto non per ironia: c'è gente che ci tiene. Che poi sia laureato sul marciapiedi della vita beh, nulla contro. Ho passato moltissimo tempo della mia vita per nulla seduto dietro una scrivania a scaldar sedie. Adesso, dopo 40anni e rotti, la scaldo volentieri.