Italicum, il verdetto della Consulta arriverà domani 25 gennaio

Il verdetto della Corte Costituzionale potrebbe arrivare nella giornata di domani: giudici in camera di consiglio

Secondo quanto si apprende da ambienti della Consulta, la sentenza della Corte costituzionale sulla legittimità dell'Italicum arriverà domani in tarda mattinata tra le 12:00 e l'una. I giudici delle leggi sono attualmente riuniti in camera di consiglio. Dopo gli interventi dell'avvocatura dello Stato si è conclusa l'udienza pubblica davanti alla Corte costituzionale in merito ai ricorsi presentati contro l'Italicum. I giudici delle leggi sono ora riuniti in camera di consiglio.

Al termine dei due interventi, in assenza di repliche come già determinato, il presidente Grossi ha dichiarato chiusa la seduta pubblica e ha chimato i giudici costituzionali a riunirsi in camera di consiglio, per la decisione finale, che si svolgerà a porte chiuse. La sentenza si avrà entro la giornata di domani. Per le motivazioni della Corte Costituzionale, si dovrà invece attendere
almeno un mese.

Commenti
Ritratto di dido

Anonimo (non verificato)

Ritratto di dido

Anonimo (non verificato)

Ritratto di dido

Anonimo (non verificato)

Ritratto di dido

Anonimo (non verificato)

Ritratto di dido

Anonimo (non verificato)

Ritratto di dido

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Gasparesesto

Mar, 24/01/2017 - 18:39

Se la prendono comoda gli inciucisti . . forse perchè dieci di Loro da buoni Vassalli sono agli ordini di Re Giorgio !

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 24/01/2017 - 18:56

Meno male che dopo otto mesi di pensate si decideranno in fretta. Quanti rilievi di incostituzionalità verranno mossi? Non meno di due. Quindi la modifica della costituzione è stata bocciata a furor di popolo e la legge elettorale seguirà a ruota. Per il resto che cosa ha fatto Renzi? Tante, tante chiacchiere: un vero disastro. Ora lo caccino anche dal PD, nel loro interesse più che nostro.

Iacobellig

Mar, 24/01/2017 - 19:05

E GIÀ LAVORANO TROPPO! SI STANCANO, MA NON PER INTASCARE I QUATTRINI IMMERITATAMENTE. IL PRIMO: AMATO! UNO SCHIFO TUTTO ITALIANO.

Ritratto di niki 75

niki 75

Mar, 24/01/2017 - 19:43

Per un cittadino operoso, che in qualsivoglia campo e a qualsiasi livello, si impegna con lena e sollecitudine per portare a termine il proprio compito, è incomprensibile la flemma e la lentezza di alcuni fondamentali organismi dello Stato.

frabelli1

Mar, 24/01/2017 - 19:51

Con calma, mi raccomando, non c'è fretta, ormai per gli italiani il voto è solo opzionale, tanto chi deve governarci lo decidono gli altri, poi i risultati si vedono

giovanni235

Mar, 24/01/2017 - 20:04

Non sarebbe meglio,dopo una giornata faticosissima,lasciarli riposare almeno in paio di giorni nei loro sarcofagi?Dal 4 ottobre al 24 gennaio:e non è bastato!!!

beale

Mar, 24/01/2017 - 21:23

al compimento del 65° anno d'età, fuori dalle balle tutti. unica concessione, un ruolo onorario senza "onorari".un piccolo atto di democrazia.

VittorioMar

Mar, 24/01/2017 - 21:49

....devono trovare un "CAVILLO" giuridico di DECIDERE DI NON DECIDERE e ,come il gioco dell'oca,ritornare tutto al Parlamento.!!..non troveranno un accordo in tempi brevi visto le scadenze di Incontri ISTITUZIONALI ..poi c'è l'Estate..poi c'è la legge di Bilancio e... forse al capolinea ...senza una Legge Elettorale e si ricomincia.....!!!

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 24/01/2017 - 22:48

Perchè correre ?...come diceva renzi appena eletto da napolitano....qui non si corre...qui per fare le cose bene occorre prendere il tempo giusto...fino alla fine della legislature ...in modo da prendere anche il vitalizio...che fretta c'è? e poi mi devono spiegare cosa c...o abbiamo votato a fare il 4 dicembre!

Ritratto di pippo48

pippo48

Mar, 24/01/2017 - 23:47

Magistrati, politici tutti .....guardatevi un po di messaggini che girano tra noi italiani, gente civile,in merito a voi ed ai vostri delitti di stato, non per ultimo le vittime dei terremotati e delle slavina. Incominciate a tremare ed a fare le valigie. E' un consiglio.......