L'accusa choc del vescovo: uccide l'uomo, non il sisma

Ai funerali di Stato finiscono nel mirino amministratori e politici. Renzi promette: "Ricostruiremo, i soldi ci sono"

Centinaia di palloncini bianchi si alzano in volo verso il cielo gonfio di pioggia, uno per ognuna delle 242 vittime di Amatrice e di Accumuli, e la fine del funerale è anche l'inizio di una fase nuova per la città Sabina, piegata dal terremoto, che saluta i suoi figli tra le lacrime, al tramonto. «Non basteranno giorni. Ci vorranno anni», ammonisce il vescovo di Rieti Domenico Pompili nella sua omelia. Si riferisce alla ricostruzione del paese, che dovrà evitare «querelle politiche» e «sciacallaggi» per restituire alla vita «la bellezza di cui siamo custodi». Ma anche alla ferita profonda che il sisma (o meglio le «opere dell'uomo», ricorda ancora il vescovo, perché «Dio non può essere un capro espiatorio») ha inferto a questa piccola comunità.

Amatrice vuole rialzarsi, come testimoniano i ragazzi con le magliette «posso farlo, voglio farlo, lo faccio», come ripete il sindaco Sergio Pirozzi prima, durante e dopo la cerimonia, come promettono le autorità schierate in chiesa in piedi, tra la folla - Sergio Mattarella, Matteo Renzi (che promette «il paese lo ricostruiamo pezzo per pezzo, i soldi ci sono»), Pietro Grasso, Laura Boldrini, il sindaco di Roma Virginia Raggi - e come ripetono i tanti sfollati, alcuni feriti, che hanno voluto essere in questa tenda alzata in poche ore tra le rovine per l'ultimo saluto alle tante vittime del sisma.

Molti restano fuori, qualcuno si lamenta perché «dentro c'è il palazzo e gli amatriciani sono fuori, sotto la pioggia», altri apprezzano che le autorità siano comunque qui dopo il braccio di ferro per riportare ad Amatrice i funerali. La città vuole tornare viva, Ma quell'elenco che ha aperto le esequie, quegli otto minuti di nomi scanditi uno dopo l'altro nel silenzio, per il paese più che nomi sono amici, parenti, il fornaio, il parrucchiere e «quello che faceva il miele», dice ancora il sindaco con gli occhi lucidi. E le decine di bare davanti all'altare montato sulle macerie sono ognuna una cicatrice difficile da rimarginare.

Lucia, vestita di nero, ferita, seduta immobile tra le bare dei suoi figli Franco e Anna, di 23 e 21 anni: le lacrime che non sa versare per la sua tragedia le piange un gruppo di scout dietro l'altare. Lei è stata salvata dall'ex marito, infermiere, che poi ha tirato fuori dalle macerie i due ragazzi senza vita. Accanto a quel dolore silenzioso i singhiozzi disperati intorno ad altre due bare - quelle della piccola Caterina e di sua madre Sabrina - di figli e familiari che non sanno darsi pace, accarezzano un cuscino con la foto della bimba, quasi si stendono sulle due casse, cercando di abbracciarle, gridando «mamma».

Per loro è difficile pensare al futuro, anche se il vescovo ricorda ai politici che «disertare questi luoghi sarebbe come ucciderli una seconda volta». E per qualcuno il futuro non c'è più, come per la famiglia Ianni: padre, madre e i piccoli Ivan e Veralu, tre anni lui, cinque mesi lei, uccisi tutti dal terremoto e ora qui, uno accanto all'altro, dentro una bara, circondati dai nonni, sotto lo sguardo costernato di Mattarella e di tutto il paese.

Non basteranno giorni, ci vorranno anni. Eppure la voglia, la tenacia di un paese che orgogliosamente si definisce «di pastori», promette di voler ripartire. Con la memoria delle sue cicatrici, di una tragedia che segna, Certo non colpa di Dio, ripete il vescovo, perché i terremoti esistevano già quando l'uomo non c'era. La colpa, continua Pompili, non è nemmeno del «destino, della sfortuna o della coincidenza impressionante delle circostanze». Le responsabilità, se ci sono, sono questione umana, e altri uomini dovranno indagarle.

Commenti

gneo58

Mer, 31/08/2016 - 08:32

verissimo

Marco-G

Mer, 31/08/2016 - 08:43

Ogni volta la Chiesa ribadisce un concetto logoro ed insensato: le cose belle della vita sono un dono dell'onnipotente, le cose brutte e dolorose sono una colpa di noi essere umani. La religione è una forma di lucida schizofrenia.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 31/08/2016 - 08:44

Il Vescovo non ha fatto nessuna accusa ha solo stigmatizzato quello che è avvenuto nella realtà ... caro popolo italico fattene una ragione.

linoalo1

Mer, 31/08/2016 - 08:48

Parole,parole,sempre tante parole!!!Ed anche Caxxate che il Vescovo poteva rispamiarci!!!!Tipo:uccide più l'uomo che il Sisma!!!Ragionateci sopra e vi renderete conto dell'enorme Caxxata che il Vescovo ha detto!!!!Mandatelo a fare il Parroco in un Paesino Italiano Sperduto,con Poche Anime,mi raccomabdo!!!!

Polgab

Mer, 31/08/2016 - 08:54

Nei momenti più triste per l'uomo, la Chiesa arriva per dare delle lezioni. Questa religione ha rincretinito tutti noi, ha per secoli combattuto la scienza e a fatto di questo paese il crogiolo di tutte i lati più oscuri e brutti dell'uomo. Non è un caso se il paese più cattolico d'Europa è anche il più amorale con la sua mafia, la sua corruzione, la sua perversione, il suo menefreghismo, la sua politica fognaria fatto di intrallazzi e stupide ideologie che tramortiscono il popolo e lo rende avvezzo all'indifferenza totale ( leggere "Sotto i Piedi una Terra").

INGVDI

Mer, 31/08/2016 - 09:06

Affermazione stupida, quella del vescovo, come "dov'era Dio ....".Frasi ad effetto che sono comprensibili se dette da chi subisce e da chi non crede,inaccettabili da prelati.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 31/08/2016 - 09:09

Sono d'accordo che l'uomo ci mette del suo ma se qualcuno si è salvato gli altri chi li ha fatti morire???

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 31/08/2016 - 09:23

Più che choc è la realtà.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 31/08/2016 - 09:24

Quale shock? (Scrivetelo così non alla francese). È vero, sono le case che ci cadono addosso che ci ammazzano non la terra che trema.

edo1969

Mer, 31/08/2016 - 09:29

Il Vescovo ha pienamente ragione! In Giappone o California lo stesso terremoto avrebbe causato al più una vittima d'infarto. Si può e si deve costruire antisismico. E non raccontiamoci la storia dello stile medievale ecc. Si possono fare disegni e facciate che rispettino il patrimonio e lo stile centritalico. Ma in Italia non si è mai fatto né si farà stavolta, punto. Siamo un Paese di buffoni.

Ritratto di ...£aCa$ta...

...£aCa$ta...

Mer, 31/08/2016 - 09:31

"Certo non è colpa di Dio perché i terremoti esistevano già quando l'uomo non c'era", il ragionamento non fa una grinza

Beaufou

Mer, 31/08/2016 - 09:31

Macchè accusa choc, questa è ignoranza pura e semplice. Che il terremoto uccida, indipendentemente da cosa facciano gli uomini, lo si sapeva da un pezzo, tanto che la chiesa invoca da sempre "a flagello terraemotus, libera nos Domine". Che poi l'uomo abbia anche qualche responsabilità sua, è pure vero. Ma mi sa che neanche Pompili riesca a fugare i dubbi sull'imperscrutabilità dei destini umani, che credo ci porteremo appresso tutta la vita...

madboy

Mer, 31/08/2016 - 09:36

In televisione giorni fa , un esperto in terremoti aveva detto una " catalanata" il terremoto non uccide, uccidono i manufatti che con esso vengono giù . PLAGIO del mitico vescovo!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 31/08/2016 - 09:36

Ma questo è lo stesso che si chiedeva "Dove era Dio?"?. Siamo veramente in buone mani.

ex d.c.

Mer, 31/08/2016 - 09:39

Si tratta di avvenimenti naturali. I nuovi edifici possono essere costruiti con tecniche antisismiche ma adeguare i vecchi, o addirittura antichi, è praticamente impossibile. Certamente il Cardinale non poteva condannare il Signore per quanto è avvenuto ma poteva tacere

qualunquista?

Mer, 31/08/2016 - 09:43

Scusi Eminenza, ma fino all'altro giorno Lei dove abitava?

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Mer, 31/08/2016 - 09:44

Chi non ha peccato scagli la prima pietra.

Giulio42

Mer, 31/08/2016 - 09:46

Tranquilli a quelli non ne frega niente delle parole del Vescovo. Il dio denaro comanda ovunque, una congrega di politici, imprenditori, e faccendieri si stanno impunemente spartendo l'Italia. Però mi chiedo, perché la chiesa non scomunica questi personaggi? Non risolverebbe il problema ma perlomeno si farebbe qualcosa.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 31/08/2016 - 09:46

Il Pompili ha avuto gioco facile, trattandosi di terremoto e case crollate, a dire che è colpa dell'uomo. In caso di tsunami, cosa si sarebbe inventato? Che barba quelli che si comportano da geco e si arrampicano sugli specchi! Sekhmet.

CACCAVALE

Mer, 31/08/2016 - 09:48

Si, per non associare sempre le disgrazie naturali all' "impotenza" della Chiesa

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Mer, 31/08/2016 - 09:49

Parole che stanno bene in bocca ad un laico ignorante, non ad un prelato che dovrebbe conoscere la dottrina. Ma si rivela un evoluzionista "...quando l'uomo era un grumo di cellule..", ed un ecologista "uccidono le opere dell'uomo". La Chiesa del XIII secolo ad Amatrice era opera dell'uomo che uccide ?

Ritratto di pipporm

pipporm

Mer, 31/08/2016 - 10:29

Due Vescovi, due scuole di pensiero. Giovanni D'Ercole, il fatalista (Dio dove stai?), Domenico Pompili un'accusa precisa all'operato dell'uomo e alle responsabilità dei politici

giolio

Mer, 31/08/2016 - 10:39

i preti studiano teologia ....ed è .....per questo che hanno per ogni disgrazia una risposta

Nonmimandanessuno

Mer, 31/08/2016 - 10:46

Quando crollano le chiese colpa loro quindi. O del sacrestano?

gneo58

Mer, 31/08/2016 - 11:00

per linoalo1 - lasciando stare le vecchie costruzioni che va da se' che sarebbero venute giu' per le piu' recenti va da se che se fossero state costruite a regola e con un minimo di lungimiranza sarebbero ancora in piedi - se faccio un impasto di 3/1 puo' andare bene se lo faccio di 2/1 e' molto meglio, se per le case usassi il 425 invece del solito 325 o similare sarebbero piu' robuste, in ogni caso negli ultimi anni soluzioni antisismiche ce ne sono state e ce ne sono anche di piu' nuove ma non si usano, i soldi devono andare in "altre tasche" e poi ci sono i sub-appalti dei sub-appalti e via dicendo (che se fossero eliminati sarebbe un gran bene per tutti) ma che dire inutile spiegarlo a lei che tanto anche se prova a ragionare non riesce a vedere pu' in la' del suo naso (piccolo piccolo). Il prelato ha detto una cosa vera - nel mondo il 90% delle morti e' dovuta all'uomo. Provi a pensare ogni tanto prima di esprimersi, forse fara' pu' bella figura.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 31/08/2016 - 11:11

Ritento. In caso di tsunami, dove sta la colpa dell'uomo? Sekhmet.

ArturoRollo

Mer, 31/08/2016 - 11:19

Uno che a quell'eta' si veste in quella maniera ,con palandrana viola e gonnellone, con quel buffo copricapo a forma di retro coda d'insetto e gira con un bastone ricurvo...beh, dovrebbe essere considerato per logica: un pazzoide !! Concludo: Il Clero - non solo nostrano - nell'appellare gli Dei continuano ad appelarli al "Singolare": Dio.... c'e' un unico Dio !". Poi pero', Sia Cristiani , Musulmani che Ebrei si ammazzano tra di loro arrogandosi la "Verita' Assoluta". Pazzia pura...pericolsa pazzia da tenere lontano dalle scuole. E lontani anche dal mio deretano !

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 31/08/2016 - 11:37

Chissà per quale strana ragione nei momenti di dolore e tragedia, quando l'unica cosa da fare sarebbe il rispetto per i morti ed il silenzio, tutti si sentono in dovere di parlare. E più parlano e più sciocchezze dicono; vescovi compresi. Mistero.

elgar

Mer, 31/08/2016 - 11:41

Quindi i morti bisogna ascriverli all'uomo e non al sisma. E se il sisma non c'entra niente perchè in quello dell'Aquila hanno subito condanne chi lo previde e non chi costruì "male"? Se poi dice "Dov'era Dio?" proprio lui... che dovrebbe convincere gli altri fedeli stiamo a posto. Queste parole stanno bene a chi dubita non ad un uomo di fede.

Klotz1960

Mer, 31/08/2016 - 12:02

Ma certo, terremoti frane maremoti tsunami siccita' carestie epidemie e malattie sono doni di Dio che non uccidono......anzi sono colpa dell'uomo!! Ma cosa abbiamo fatto per avere vescovi cosi' immaturi e negativi?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 31/08/2016 - 12:46

edo 1969 sinceramente non capisco maremoti terremoti eruzioni vulcaniche sono tutte opere dell'uomo.Mentre se in un condominio muoiono 100 persone per il terremoto se se ne salvano 2 è miracolo del buon Dio,ma allora le altre chi le ha lasciate morire,non poteva salvarle tutte evitando il terremoto,che per quanto mi riguarda non è opera dell'uomo.

Eraldusik

Mer, 31/08/2016 - 12:48

Intanto lui ha avuto il suo momento di notorietà!

GVO

Mer, 31/08/2016 - 13:12

signor Vescovo cambi mestiere....!!

dakia

Mer, 31/08/2016 - 13:42

@ ILVILLACASTELLANO. No questo non era quello che ha chiesto dov'era Dio, è uno più studioso, con i piedi ben piantati sulla terra e il pensiero verso Dio e l'umanità. Lo ha nascosto Bagnasco nonostante alla CEI lo avesse trovato già lì.

beale

Mer, 31/08/2016 - 13:48

riepiloghiamo: il vescovo di rieti chiama fuori il padreterno e dà la colpa all'uomo; le procure, cui si è aggiunto Cantone, aprono fascicoli; i politici con i burocrati esecrano. tutti saldamente legati al proprio posto. per quanto tempo ancora costoro abuseranno della pazienza degli individui? nel frattempo, non ci resta che.....pagare

altair1956

Mer, 31/08/2016 - 13:49

Ha ragione il vescovo, è che alcuni di questi uomini sono preti, vescovi e cardinali (con il campanile crollato e 4 morti come la mettiamo ?).

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 31/08/2016 - 14:06

Non c'è dubbio, più passa il tempo, più si sentono certe dichiarazioni di autorità e personaggi pubblici, e più mi convinco di un sospetto che nutro da anni. Visti gli strani effetti riscontrabili ogni giorno, deve esserci in circolazione un pericoloso virus sconosciuto che sta mandando in pappa il cervello della gente. I più colpiti sono quelli che occupano alti incarichi civili e religiosi. Più alti sono gli incarichi e più il virus è aggressivo. Speriamo che trovino presto un antidoto o un vaccino, altrimenti siamo spacciati. O fermiamo il virus o cambiamo le autorità.

Ritratto di Civis

Civis

Mer, 31/08/2016 - 14:07

Una comunanza fra i due vescovi c'è : ambedue dicono di non contare sulla Provvidenza divina. Ma mi sembra, da molti commenti, che c'è chi ci creda ancora.

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 31/08/2016 - 14:30

Ha ragione al 100%...solo gli stupidi non lo capiscono...

mcm3

Mer, 31/08/2016 - 14:44

Non mi sembra che abbia detto stupidagini o menzogne,

gedeone@libero.it

Mer, 31/08/2016 - 14:57

Che pena questi Vescovi, in che mani sono i fedeli. E' veramente l'ora delle tenebre...

Chattanooga

Mer, 31/08/2016 - 15:03

Dio non si tenta. Erigere fragili costruzioni su suolo instabile e sperare che la casa non ci crolli mai sulla testa equivale a gettarsi da un aereo senza paracadute e sperare che Dio ci salvi miracolosamente in qualche modo prima che ci sfracelliamo al suolo. La misericordia di Dio va aiutata con la speranza e con la preghiera, ma anche col buon senso. Tutte cose che chi legge il Vangelo conosce benissimo, ma che sono ignorate da chi il Vangelo lo snobba perchè ritiene di essere "più avanti".

Ritratto di alex274

alex274

Mer, 31/08/2016 - 16:18

Affermazione ridicola, indimostrabile. Stupefacente che sia pronunciata da un alto prelato. Evidentemente non si rende conto di quello che ha detto.

gianrico45

Mer, 31/08/2016 - 16:24

Per la chiesa l'uomo è peccatore a prescindere,pertanto prendiamoci anche questa.Però l'alto prelato deve sapere che quando l'uomo non aveva i grattacieli e le case in cemento armato come oggi,i terremoti facevano più morti.

roberto zanella

Mer, 31/08/2016 - 16:44

Gli unici che non l'hanno capito sono , purtroppo , Sallusti , Giordano , Feltri e Chiocci , un minimo di autocritica non è possibile? Come mai stavano su una faglia senza aver messo in protezione le abitazioni ? Io abito nell'alto Piemonte , in zona a rischio nullo , e che la Regione ha classificato 4 , molto basso . Ho ampliato casa e ho dovuto fare gli intterventi per quel rischio sismico , con gabbie di ferro nei muri ect. Lo fatto io pagandomi il dovuto e non lo hanno fatto tutti quei cittadini ? E adesso che si fa , ci sarà un aumento delle tasse per rifasrgli la casa antissismica e allora io sono il più fesso caro Mario Giordano e tutti gli altri colleghi ?

gianniud

Mer, 31/08/2016 - 16:51

Come può un ateo dare la colpa a Dio? Io sono ateo, pertanto confermo che il vescovo ha ragione. Essendo ateo non mi dà fastidio l'omelia del vescovo, come non mi dà fastidio il crocefisso nelle scuole, come non mi dà fastidio l'ora di religione. Anzi, ben venga il crocefisso, visto che la maggioranza degli italiani è credente.

gianniud

Mer, 31/08/2016 - 16:55

Tozzi: "In Giappone e in California ci sarebbe stata solo un po' di paura" Hanno un'altro dio? Ma dai... Forse hanno altri politici... Ha ragione quindi il vescovo!

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 31/08/2016 - 17:04

Eh no, egregio vescovo, lei si deve decidere. Quando le cose vanno bene è il buon D*o che ci irrora della sua benevolenza, quando vanno male è colpa degli uomini. Ma il terremoto è un fatto generato dall'umanità ? No certamente, si tratta di un fatto naturale oppure di un volere divino, come sostennero i suoi antenati co-fideisti nel 1600. Certo la negligenza umana ha dato un bel soccorso ma il fatto in se stesso o è naturale o per comando "dall'alto".

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 31/08/2016 - 17:05

1) ennesimo smacco ai deliri di onnipotenza dell'uomo, di cui la natura se ne sbatte 2) i cataclismi sempre ci saranno e faranno vittime. Neanche Gesù Cristo si è scomposto davanti a questo fatto. Si preoccupò piuttosto che la gente si convertisse, per non morire di morte eterna 3) la condizione agonizzante e disperata dell'uomo neopagano fa rabbrividire. Totalmente in balìa della propria superbia e del proprio orgoglio, non ha l'umiltà di riconoscere la domanda trascendente che imperiosamente si impone davanti a questi fatti, evidenziando la totale insufficienza della "fede" positivista.

luciano32

Mer, 31/08/2016 - 17:06

Questo vescovo ha perso un occasione di tacere, infatti i terremoti in Asia in M:O: in USA in Giappone sono tutti dovuti all'uomo. Certi preti dovrebbero parlarci di carita di fede e della vita eterna invece di fare i mezzi poitic

erasmetto

Mer, 31/08/2016 - 17:09

Chattanoga, tu dove abiti.....? Credi che la tua casa sia sicura...? Povero illuso. Dipende solo dall intensita' del sisma ... e tutto puo venir giu' . Anche s.pietro a Roma.

m.nanni

Mer, 31/08/2016 - 17:14

Il vescovo avrebbe fatto meglio a starsi zitto. perchè la natura è spietata.

portuense

Mer, 31/08/2016 - 17:19

non c'era bisogno di dirlo, l'avevo gia' sentito dai geologi, ma chi è che scrive... montagna assassina, mare assassino, etc... sono certi giornalisti che......

tempeste54

Mer, 31/08/2016 - 17:26

Più che uno choc a me pare che il vescovo abbia scoperto l'acqua calda.

Holmert

Mer, 31/08/2016 - 17:28

Tornando sul detto del vescovo, mi vien fatto di dire che quella sua frase, che tanto ha colpito l'assemblea che ascoltava, dandogli piena ragione,ha del surreale, è avulsa dalla realtà. Il terremoto fa vittime in lungo ed in largo, in tutto il mondo. In Cile ha fatto un'ecatombe, in Giappone si balla e se non fa danni il terremoto ci pensa lo tsunami etc. E che dire dei tornado? Spazzano case e tutto come fuscelli e fanno vittime e gli uragani? La furia della natura non la controlla l'uomo,caro presule,la governa Dio,secondo il suo credo.Per i pagani erano gli dei: Nettuno,Giove,Vulcano etc. Quello che fa specie e che tutti si sono schierati dalla parte del presule.Come dire che solo le autorità possono dire cxzzxte grosse come macigni e tutti clap,clap,clap. Ricordate Petrolini...nemmeno fiatava il dux e tutti applaudivano. Ma come siamo bravi,noi pecoroni.

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Mer, 31/08/2016 - 17:29

Espressione dovuta al caldo.

edo1969

Mer, 31/08/2016 - 17:45

gianniverde, non hai capito quanto ho scritto? Alla faccia! prova a rileggere il tuo commento: sembra scritto da un bambino di 3 anni. Comunque ripeto il mio in forma di domanda: perchè in giappone la stessa intensità avrebbe fatto zero vittime e da noi 300? quella del "patrimonio architettonico culturale" italiano è una scusa. Oppure diciamolo chiaro che in nome della bella architettura sacrifichiamo migliaia di vite umane

edo1969

Mer, 31/08/2016 - 17:56

sekhmet, noi popolino evitiamo dibattiti teologico-filosofici: anche per questo terremoto le colpe ci sono eccome: di chi mangia su costruzioni antisismiche che invece non lo sono, della politica che 50 anni dopo il belice e 35 dopo l'irpinia ancora non impone di mettere in sicurezza VERA le case dgli italiani. E sono colpe umane anzi.. italiche

un_infiltrato

Mer, 31/08/2016 - 18:02

Quando accadono i terremoti, le parole dei politici (leggi:politicanti) mi fanno vomitare. E così pure le loro facce, quelle finte espressioni di circostanza.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 31/08/2016 - 18:20

----------l'espressione di sua eminenza è giustificata dal fatto che lui non corre di questi pericoli---essendosi fatto edificare il suo modestissimo 500 metri quadri vista "cuppolone" direttamente da un ingegnere nippo-californiano----marameo a tutti -andate a messa e versate l'obolo che mi devo rifare il bagno------

mezzalunapiena

Mer, 31/08/2016 - 18:23

leggendo i nomi di mattarella,renzi,grasso e la boldrini sono sufficienti per non credere a una sola promessa fatta alle popolazioni colpite dal terremoto

Ritratto di napoliso

napoliso

Mer, 31/08/2016 - 18:24

...Questo insigne luminare cattolico la fatta fuori dal vasoooo.

asalvadore@gmail.com

Mer, 31/08/2016 - 19:08

Aveva ragione Epicuro. Se ammettiamo che Dio esista ma che del mondo non gli importi niente, secondo il vescovo, allora che ci stanno a fare tutti questi preti che balbettano sciocchezze tutto il tempo. Tra parentesi, terremoti nel mare e Tsunami seguente, come quello di Messina che si portó via ben novantacinquemila vite, sono secondo questo vescovo, che gioca a scarica barrile, opera dell'uomo e non del suo dio onnipotente. Ma tutto ció é una prova che per essere scemo puoi anche diventare vescovo.

Ritratto di marystip

marystip

Mer, 31/08/2016 - 19:43

Tra il vescovo di Ascoli e quello di Rieti hanno fatto a gara a chi le sparava più grosse. Parole senza alcun senso stupidaggini urlate per mettersi in mostra. Adesso la chiesa pretenderà pure che lo Stato (cioè noi) gli ricostruisca le chiese crollate. Con tutti i soldi che fanno col commercio dei c.d. profughi sarebbe il colmo.

Linucs

Mer, 31/08/2016 - 19:47

Chi se ne frega se ci sono i soldi, se poi li regalate alla camorra?

beale

Mer, 31/08/2016 - 20:33

@edo1969: e nessuno si dimette.procuratori, Cantone, ministri e sottosegretari, sindaci, funzionari ministeriali e comunali, comandanti di stazione carabinieri. l'Italia sembra una nazione autogestita; tutti hanno altro da fare, fino alle tragedie.

cicikov

Mer, 31/08/2016 - 20:55

una vera chocchezza

vernunftigo

Mer, 31/08/2016 - 23:40

L'uomo può errare per omissione di misure di difesa, quando possibili (ma non è facile mettera in totale sicurezza borghi storici costruiti con mattoni portanti, salvo raderli al suolo e rifarli) e non attuate. Ma dire che i terremoti, come tutte le altre catastrofi naturali, non uccidono, è una grande sciocchezza. I vescovi dovrebbero capire che la loro posizione, di preminenza tra coloro che sentono il bisogno di affidarsi alla religione, per conforto, comporta che debbano avere rispetto per loro e non li autorizza a dire assurditá.

Ritratto di Carletto60

Carletto60

Mer, 31/08/2016 - 23:45

Secondo la Chiesa dovremmo vivere ancora nelle caverne???

astarte

Mer, 31/08/2016 - 23:46

Sì, prova a essere dove il sisma spacca la terra e poi mi dici di chi è la colpa... E poi anche con i metodi antisismici riduci i danni, certo, ma mica li annulli. Incapacità pura di accettare che nella vita e nel cosmo esiste un male, perlomeno, male dal punto di vista dell'uomo, del quale alla natura non importa in fico secco, come aveva già capito Leopardi, che forse il vescovo ha dimenticato o non ha mai trovato il tempo di leggere.

emigrato1978

Gio, 01/09/2016 - 02:20

Marco-G Sono d'accordo. L'unica correzione secondo me è "lucida" per me dovrebbe leggersi "opportunistica"

Ritratto di Situation

Situation

Gio, 01/09/2016 - 06:44

altra frase insensata e sputata in piazza dal crociato di turno. Solito linguaggio da interpretare partendo dal concetto ci credi o no. Come la messa in latino. Peggio dei ☭☭☭

Ritratto di marystip

marystip

Gio, 01/09/2016 - 06:49

A quel fesso del Vescovo di Rieti (degno prelato di cotanto squallido, ignorante papa) ditegli che s'è spaccata una montagna per 5 km.

Holmert

Gio, 01/09/2016 - 07:25

C'è gente de coccio,che continua ad acclamare il vescovo di Rieti, per quanto ha detto. Ebbene: in epoca non tanto remota,mettiamo per esempio, primi dell'ottocento, vi sono stati terremoti disastrosi con migliaia di vittime. Allora non si conoscevano le tecniche di costruzione con cemento armato e catene varie,si prendevano massi dalle montagne con carri trainati da buoi e si costruiva con malta d'epoca. Di chi la colpa dei morti? Cosa avrebbe detto il presule? Poi l'uomo si è ingegnato con la sua scienza a trovare rimedi ed ha inventato il cemento, le costruzioni in cemento armato etc. In ultima analisi l'uomo non è il killer che dice il presule,ma colui che cerca di difendersi dalle calamità che manda il Cielo. Se poi , l'uomo non rispetta i canoni scientifici delle costruzioni che gli vengono affidate,quello è un lestofante che va punito senza il perdono che presuli ed affini predicano. Ergo, il presule si è chiesto se lui chiede il perdono per i lestofanti?