Clandestini, Frontex è più dura di noi: "Subito a casa o in cella fino a 18 mesi"

L'agenzia sposa le tesi di legalità del centrodestra: "L'arresto è un diritto". È la certificazione del fallimento della formula buonista scelta con i Cie

Gli immigrati irregolari vanno arrestati e se non fosse possibile rispedirli il prima possibile a casa, possono restare detenuti per 18 mesi. Non lo dice uno scatenato leghista, ma Fabrice Leggeri, il direttore esecutivo di Frontex, l'agenzia europea per il controllo dei confini in prima linea nell'emergenza immigrazione. In una breve intervista al quotidiano tedesco Bild , il francese, che guida Frontex da gennaio, ha anche annunciato che dall'inizio dell'anno «sono stati registrati 800mila ingressi irregolari alle frontiere della Ue». Un aumento del 250% rispetto agli arrivi dei migranti nello stesso periodo del 2014.

La sferzata, però, è arrivata sui clandestini. Leggeri, senza peli sulla lingua, ha dichiarato: «Chi è entrato irregolarmente e non ha diritto all'asilo, deve rapidamente essere ricondotto nel proprio Paese. Per poter agire in tal senso, sono necessari dispositivi di accoglienza, nei quali dovranno poter essere detenuti in caso di necessità». In Italia esiste l'esperienza fallimentare dei Cie, i centri di accoglienza ed espulsione, invisi alla sinistra dura e pura. Il capo di Frontex sottolinea, che «secondo il diritto europeo, è possibile trattenere in stato di arresto gli immigrati irregolari fino a 18 mesi, per aver tempo di organizzare il rimpatrio. I singoli Paesi dovrebbero conseguentemente applicare questo diritto». In Italia ne tratteniamo sempre meno e per novanta giorni. Nella gran parte dei casi identifichiamo l'irregolare consegnandogli una specie di foglio di via nella vana speranza che se ne vada da solo.

I Cie in funzione sono cinque, ma secondo dati della Polizia di Stato del 2013 gli immigrati irregolari trattenuti erano 6.016. Meno della metà, ovvero 2.749, è stata effettivamente rimpatriata. Il numero complessivo dei clandestini rimandati a casa attraverso i Cie nel 2013 risultava essere lo 0,9% del totale degli immigrati irregolari che si stima fossero presenti sul territorio italiano.

Leggeri, numeri alla mano dell'«invasione» migratoria, avverte che «i Paesi della Ue devono prepararsi ad affrontare una situazione molto difficile nei prossimi mesi. Ho paura che non abbiamo ancora raggiunto il picco».

Ieri il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, ha rivelato che quest'anno sono arrivati a casa nostra 141mila migranti con 942 sbarchi, il 10% in meno rispetto allo stesso periodo del 2014. Le maggiori percentuali per nazionalità sono per il 27% eritrei, il 14% nigeriani, l'8% somali, il 6% sudanesi e il 5% siriani. Somali e siriani fuggono da una guerra e hanno diritto all'asilo, ma risultano in netta minoranza. Per i nigeriani dipende da quali regioni del loro paese arrivano. La guerriglia dei tagliagole di Boko Haram è limitata al Nord Est del Paese. In Sudan la situazione è relativamente normalizzata e gli eritrei fuggono da un sistema dispotico, ma non da un conflitto come quello siriano. Nel rimanente 40% di arrivi si annidano un gran numero di clandestini, che dovrebbero venir «arrestati» come sostiene il capo di Frontex e rispediti a casa.

Nel frattempo sul fronte balcanico si sta aprendo una nuova rotta che arriva dritta in Friuli-Venezia Giulia. La polizia croata ha fermato un gruppo di curdi che dalla Grecia sono passati per l'Albania, il Montenegro e la Bosnia. Dalle mappe con il tragitto da seguire che avevano quando sono stati intercettati a Plitvice, le prossime tappe erano Fiume e Trieste. Per poi proseguire verso l'Austria attraverso il confine di Tarvisio evitando la rotta slovena totalmente ingolfata.

Commenti
Ritratto di Civis

Civis

Gio, 05/11/2015 - 08:47

L'Italia va sanzionata duramente per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e le va tolto il comando della flotta multinazionale di Triton il cui obiettivo di controllo della frontiera mediterranea dell'Europa è stato stravolto nell'esatto opposto.

momomomo

Gio, 05/11/2015 - 08:54

Con tutte le ...azzate che sparano, son finiti per crederci pure loro! Buffoni.....

marcomasiero

Gio, 05/11/2015 - 09:05

ALLELUJA !!! ... ma tanto qui in Italia vigerà il buonismo dei soliti magistrati e kattokomunistoidi

angelovf

Gio, 05/11/2015 - 09:06

Avete dimenticato i pakistani che c'è una vera invasione e sono anche i più fondamentalisti, a chi si aspetta a fermarli in strada? E con loro anche altre etnie che non hanno guerre in casa loro. È un vero schifo, questa è un governo che non esiste, viva il governo che fu.....

erie51

Gio, 05/11/2015 - 09:13

anche se scappano da guerra non li da il permesso di venire qui in Italia ed non comportarsi come dovuto,Italia non e il paradiso dove possono fare ed disfare cio che vogliano.ed una volta ogni tanto quando accolti fa piacere anche ad non sentire le loro lamentelle .un simplice GRAZIE non e di certo chiesto troppo!!!!!

Blueray

Gio, 05/11/2015 - 09:25

Era ora! Ci voleva tanto?

routier

Gio, 05/11/2015 - 09:34

Lo dice Frontex, quindi tutti zitti: è legittimo. Lo avesse detto Salvini sarebbe stato tacciato di razzismo, fascismo, nazismo e tutti gli "ismi" possibili. In Italia, il ridicolo fa il paio col patetico!

Happy1937

Gio, 05/11/2015 - 10:01

Meglio voli charter per riportare velocemente all'origine chi non ha veramente diritto all'asilo.

gigetto50

Gio, 05/11/2015 - 10:21

.....il 10% in meno dello scorso anno? Ma come fa Alfano solamente a pensare che gli italiani, cattocomunisti a parte e sostenitori di questo governo cattocomunista, possano credere a simili baggianate?

smoker

Gio, 05/11/2015 - 10:23

Routier : concordo. Aggiungo che l'Italia deposita i clandestini nei Cie dai quali fuggono quando vogliono , restando irregolarmente sul territorio e rendendosi irreperibili. Risultato dell'abolizione del reato di immigrazione clandestina.Capisco che le carceri erano piene ed andavano vuotate per motivi economici , ma i cie ci costano ugualmente ed , in più , non servono ad un accidente se non mantenere una quantità di nullafacenti.

linoalo1

Gio, 05/11/2015 - 10:46

Cosa mai succede????Qualcuno comoncia ad usare il cervello????Adesso,i Sinistrati cosa faranno??Si adegueranno all'Europa o,finalmente,capiranno l'Utilità di restare in Europa????

epc

Gio, 05/11/2015 - 10:46

Meglio i RESPINGIMENTI, senza se e senza ma, come fa, ad esempio, l'Australia.....

giovanni PERINCIOLO

Gio, 05/11/2015 - 10:50

Chissà se madama sboldrina é stata messa alm corrente!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 05/11/2015 - 10:57

Frontex più dura!!!??Piu dura di che, delle leghe coop! Ma figuriamoci, qui esiste la dittatura e se deve essere così come l'hanno gestita, sarà così, altro che Frontex ....e retros.

honhil

Gio, 05/11/2015 - 11:15

“Nel rimanente 40% di arrivi si annidano un gran numero di clandestini, che dovrebbero venir «arrestati» come sostiene il capo di Frontex e rispediti a casa.”. Invece, Alfano l’africanizzatore ha stivato la maggior parte di questi invasori in Sicilia e, con la scusa di facilitarne l’integrazione, in unità abitative per niente idonee. E a farne le spese sono le famiglie italiane che hanno avuto azzerato dalle prefetture i loro diritti a favore di persone con le quali neppure le forze dell’ordine vogliono avere a che fare.

tonipier

Gio, 05/11/2015 - 11:21

" NOVARA DI NOTTE.. LO SPETTRO DELLA PAURA?" Siamo nel centro della criminalità in assoluto?..te li trovi di notte, tre, quattro di questi energumeni, con martelli, picconi alla mano, mentre fanno razzia su tutto quello che trovano di mano,non parliamo di macchine rovinate,la gente non va nemmeno più a fare denuncia, dicono, non vale la pena denunciarli, solo fastidio, dopo due ore sono già fuori......due macchine notturne che girano della polizia con due agenti,(ALMENO IN TRE) per non farsi massacrare, non possono difendersi, non possono sparare, sono inermi di fronte a questo sciacallaggio notturno...rischiano di brutto..i grandi capi.. dove si imboscano? i grandi marpioni come mai non reagiscono a questo sopruso aperto difendendo la categoria?...

vince50_19

Gio, 05/11/2015 - 11:24

Vedremo se è vero o una "sparata a ciel sereno".

erie51

Gio, 05/11/2015 - 11:24

Allora 18 mesi di carcere e poi?? Liberi di andare dove vogliano

Ritratto di Civis

Civis

Gio, 05/11/2015 - 12:00

W Orban, che dopo 40 anni di dura omologazione comunista internazionalista cerca di evitare un'altra omologazione, multirazziale senza regole, al suo popolo che ha bisogno di ritrovarsi come Nazione e crescere.

epc

Gio, 05/11/2015 - 12:17

Meglio i RESPINGIMENTI, senza se e senza ma!