"L'Albania è più avanti di noi". Adesso Boeri bacchetta gli italiani

L'archistar a Tirana per il nuovo piano regolatore della città: "L’Albania è più avanti di noi". E avverte: "Dovremmo imparare da loro"

Stefano Boeri bacchetta l'Italia e gli italiani. "L’Albania è più avanti di noi - dice l'archistar alla Stampa - dovremmo imparare". Un'affermazione netta che farà sicuramente discutere.

Da un anno di lavoro a Tirana, una "città senza piazze e catasto", l'ex assessore al Comune di Milano sale sul piedistallo e critica duramente il Belpaese. A Tirana è andato per mettere a punto il nuovo piano regolatore della città. E ora si sente in dovere di tirare le orecchie all'Italia e agli italiani: "L’Albania è più avanti di noi - spiega - dovremmo imparare da loro". E racconta come "l'Albania sia un pezzo di Italia oltre Adriatico... con una modernizzazione scongelata dopo cinquant'anni ma con una classe dirigente giovane, colta e cosmopolita. Il premier è un'artista che ha vissuto a Parigi, il sindaco è laureato in filosofia, il suo vice in sociologia...".

Nell'intervista alla Stampa, Boeri parla dell'investimento sulle aree metropolitane e dei progetti di riqualificazione. Progetti che avanzano velocemente. "Dopo l’Expo anche Milano ha una grande occasione, ma preferisce autocelebrarsi", bacchetta l'archistar invitando l'intero sistema Italia a fare di più.

Commenti

venco

Dom, 15/01/2017 - 13:06

Opportunista, sicuramente lo pagano bene, tutto qui.

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 15/01/2017 - 13:26

Ovvio. Gli albanesi peggiori ce li siamo cuccati tutti noi !

ceppo

Dom, 15/01/2017 - 13:39

parti invertite, anni fa avevano tentato l'invasione su quel peschereccio stracolmo di gente illusa da un paese conosciuto esclusivamente per corrispondenza tv, ovvero paese delle meraviglie! oggi probabilmente si riterranno fortunati e saranno riconoscenti a chi li ha costretti a tornare in albania

umbe65it

Dom, 15/01/2017 - 13:45

Bravo boeri, vai in albania a costruire il prossimo bosco verticale. A Milano uno basta e avanza.

umbe65it

Dom, 15/01/2017 - 13:54

Dimenticavo; buona fortuna agli Albanesi che comunque non si meriterebbero delle altre sperimentazioni simili a quelle di altri "artisti" dall'immensa tessera che si sono prodotti in spettacolari esempi di architettura come scampia e lo zen ( tutte le minuscole sono volute )

moshe

Dom, 15/01/2017 - 13:59

"L'Albania è più avanti di noi" ... ... ... certo, tutti i delinquenti li ha fatti sbarcare in Italia!

maurizio50

Dom, 15/01/2017 - 14:04

Una cosa è certa: in Albania si sono liberati dai cattocomunisti che, invece, a Milano imperversano comunque. il sig. Boeri l'ha capito ma non ha il fegato per dirlo a chiare lettere!!!!

Tuthankamon

Dom, 15/01/2017 - 14:50

Per essere più avanti di noi ci vuole poco. L'Albania è passata dal comunismo in salsa mista cino-yugoslava (un'arretratezza spaventosa) a un'era quasi post-moderna. Ora eviterei di "correre troppo avanti", perchè ci sono molti problemi che covano sotto la cenere. Tuttavia è tragico vedere lo "stato della città Roma" e mettersi a confronto con realtà ... frizzanti come Tirana ed altrove!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 15/01/2017 - 16:19

La i comunisti li hanno cacciati, gli italioti li hanno portati al governo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 15/01/2017 - 19:10

Beh, adesso non esageriamo.

MOSTARDELLIS

Lun, 16/01/2017 - 00:49

Evidentemente lì non hanno il Pd, non hanno Renzi, non hanno Alfano, non hanno avuto Napolitano e Scalfari, non hanno la Cirinnà, non hanno Vendola, non hanno Crozza, Santoro, non hanno la RAI e non hanno l'immigrazione. Vi pare poco?

Raoul Pontalti

Lun, 16/01/2017 - 02:59

Tirana una città senza piazze e catasto? Le hanno tutte ostruite le piazze? Io ricordo la piazza intitolata a Giorgio Castriota Skanderbeg così grande chi vi potrebbero atterrare gli aerei da turismo (eventualmente spostando il monumento equestre o abbattendo una fila di alberelli) e tante altre piazze nonché parchi e giardini pubblici. Sul catasto: esisteva sicuramente prima della guerra e gestito dagli italiani anche prima dell'annessione e dal 2012 è in corso, sempre curata dagli italiani, la digitalizzazione del catasto, ma forse a Tirana non l'hanno ancora completata la digitalizzazione. Ma l'assessore 'mbriago si è infilato in qualche bettola del centro antico di Valona anziché di Tirana con vicoli larghi meno di due metri e con lo slargo sufficiente per girare il carretto previo sganciamento dell'asino?

Giorgino_Riccardino

Lun, 16/01/2017 - 10:01

L'architetto Boeri dice "modernizzazione scongelata da 50 anni". Dovrebbe specificare che negli ultimi 50 anni il Paese è stato oppresso dalla dittatura "comunista" che aveva portato il Paese alla fame e senza libertà.

pensaepoiagisci

Lun, 16/01/2017 - 10:57

rimandiamo tutti gli albanesi a casa loro..visto che in albania si sta meglio che in italia

grazia2202

Lun, 16/01/2017 - 16:12

grazie a tuo fratello . ma a che serve la rappresentanza a palazzo wedekind a piazza colonna a roma a 600.000 euro all'anno di affitto con i palazzi all'Eur. quanti sono i dirigenti inps . perchè con i fondi INPS ci paghiamo i migranti. ah Boeri come tuo fratello e Alfano siete nati con il fiorello.