La lettera per Bruxelles: "Lotta contro gli evasori? Le stime sono prudenti"

Gualtieri firma la lettera per Bruxelles sulla manovra e rivede le stime al ribasso sul pilastro della legge di Bilancio: la lotta contro gli evasori

Il governo corre ai ripari. Il ministro del Tesoro, Roberto Gualtieri, ha risposto alla lettera arrivata da Bruxelles in cui venivano evidenziati tutti i punti critici della manovra. Come detto il messaggio dell'Europa ha messo in discussione i parametri indicati nella bozza della manovra per il raggiungimento di un obiettivo chiaro: la riduzione del debito. E così proprio il titolare del Mef ha voluto tranquillizzate la Commissione definendo come "prudenti" le stime del Tesoro: "Il governo italiano evidenzia nella sua lettera di risposta all’Unione europea che tutte le stime contenute nel Dpd sono abbastanza prudenti e che non abbiamo quantificato il gettito che potrebbe derivare dalle operazioni del piano per la promozione dei pagamenti digitali. Il nostro obiettivo - si legge nella lettera scritta dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri - è di superare di gran lunga le stime sia in termini di controllo della spesa, sia di tax compliance".

Poi lo stesso Gualtieri entra nel merito dei provvedimenti e ribadisce che la manovra sarà declinata sulla lotta all'evasione: "La legge di Bilancio includerà misure per aumentare la tax compliance e combattere l’evasione che aumenterà i proventi di circa lo 0,2% del Pil in ognuno dei prossimi tre anni". Sul fronte Quota 100 (tema caldissimo nel braccio di ferro sulla manovra), il titolare del Tesoro ha ribadito che la riforma previdenziale rimarrà inalterata fino a scadenza, prevista per il 2021. Gualtieri ha sottolineato che le richieste sono inferiori alle aspettative e ha ribadito che cambiare le regole in corso potrebbe essere dannoso. Infine nella lettera inviata a Bruxelles viene affrontato anche il tema dello spread che secondo il Tesoro potrebbe ridursi ancora con l'avvio dei provvedimenti inseriti in manovra.

Commenti

Gatto Giotto

Gio, 24/10/2019 - 11:39

Sto tizio occupa la sua poltrona solo grazie a qualche spintarella avuta da qualche amicizia altolocata. Assolutamente impreparato, è buono solo a prendere ordini e ad abbassare il capo per dire sempre di sì.

agosvac

Gio, 24/10/2019 - 12:18

Gualtieri dovrebbe sapere benissimo che lo spread non è un parametro attendibile perché , essendo calcolato sui titoli già emessi, è soggetto a manovre speculative che niente hanno a che vedere col reale tasso di interessi. Tutti i titoli già emessi hanno cedola fissa che dura per la durata dei titoli anche se lo spread dovesse arrivare a 5 mila. Il tasso dei titoli da emettere non dipende dallo spread ma dalla differenza tra offerta e richiesta: se la richiesta è solida , i tassi restano bassi. Finora in Italia la richiesta ha sempre superato, e di molto, l'offerta.

rudyger

Gio, 24/10/2019 - 12:50

" le stime sono prudenti" ...azzo ! ma chi ti ha dato la laurea, la Bocconi ?

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 24/10/2019 - 12:53

Gualtieri sei proprio un IGNORANTE. Non hai ancora capito che il MIAO, "Il Gatto Miao" non vuole interferire contro i piccoli INVASORI, ma solo contro coloro che evadono oltre Centomila Euro. Per quale motivo mister Finanziere? Perché il GATTO MIAO, non vuole andare contro i FRATELLI del SUD che evadono (LAVORANDO IN NERO) dai 16 ai 18 MILIARDI l'anno. Questo è il PROBLEMINO, del Gatto MIAO, salvare il suo POPOLO da cui PROVIENE.

Ritratto di Walhall

Walhall

Gio, 24/10/2019 - 12:59

Gualtieri è uno storico, certamente una brava persona, ma non un economista. Sa che questa manovra avrà effetti limitati sull'evasione e più benifici per il settore finanziario, con un decremento progressivo del potere d'acquisto del ceto medio-basso e relativi consumi. Una mano andava messa laddove le spese superflue non vengono mai intaccate: il plesso pubblico. In Germania abbiamo Altmaier che sembra migliore di Schäuble, uno come Gualtieri se lo mangia a colazione perché parla con i numeri, non con la retorica. In Italia vengono occupati ministeri da persone non provenienti dal settore specifico, poco competenti o per nulla, solo per accomodare i bigs maggiorenti, come fu con Monti, e i risultati sono palpabili. Una economia lasciata in "addizione" non farà che perdere la patria podestà della Nazione.

mozzafiato

Gio, 24/10/2019 - 13:02

Stamane la notizia primaria da sbattere in prima pagina dei giornali di sinistra e associate agenzie di stampa E' L'OK ANNUNCIATO, ALLA MIRACOLOSA MANOVRA DEL GOVERNO DA PARTE DELLA UE AMICA . Come se la gente perbene, avesse avuto qualche dubbio in tema ! Questa manovra nella realtà costruita quasi interamente a debito, OLTRE A NON RISPETTARE I PARAMETRI UE, NON HA ASSOLUTAMENTE ALCUN ELEMENTO CHE CONTENGA CIO' CHE SERVIREBBE PER SMUOVERE IL PAESE DALLA PALUDE DELLA STAGNAZIONE. Ma questa miserabile UE, se ne sbatte alla grande: L'importante é avere in Italia un governo reiteratamente appecoronato ai suoi piedi: nulla di meglio di questi pezzenti falliti capaci MIRACOLOSAMENTE di tagliare 24 miliardi, REGALANDO UN PO' DI TUTTO A TUTTI MA SENZA UN BENCHE' MINIMO PENSIERO RIVOLTO A CHI PRODUCE RICCHEZZA VERA !

QuasarX

Gio, 24/10/2019 - 14:14

Se io Europa ricevessi una risposta cosi' m'inca@@@@ei; mettiamo qualcuno che sa quello che fa almeno all'economia?

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 24/10/2019 - 14:17

"Lotta contro gli evasori? Le stime sono prudenti". Le stime sono prudenti e fanno benissimo perchè la lotta all'evasione non è affatto certa per ora solo promesse poco affidabili e di scarso peso.

flip

Gio, 24/10/2019 - 15:32

sino a quando esisteranno le "mazzette (ai politici) ci sarà sempre l'evasione". IL MARCIUME E LO SCHIFO, E' 'PROPRIO NELLA "POLITICA" A TUTTI I LIVELLI! (dall'uscere al ministro-nzo)

flip

Gio, 24/10/2019 - 15:44

"l'evasione" non è solo giro di denaro (e con questa teoria) si perseguita e si tortura il popolo ma è anche (e sopratutto) falso in bilancio. non credo ci sia un bilancio di qualsiasi partito o sindacato o ente che sia vero e reale! ("le tasse" non le vogliono pagare neanche loro!)

flip

Gio, 24/10/2019 - 15:51

c'è gente al "governo" che percepisce 240 mila eutro lorde al mese (quasi 3 mln anno) (probabilmente esentasse) ed a noi vengono a rompere i zebedei se non ci fanno uno scontrino?

flip

Gio, 24/10/2019 - 16:28

ma perchè ci sono degli ignoranti e saccenti individui al MEF e non ci mettono persone che gli "fumano e ci capiscano? Facciamo "semore" la figura dei polli, Oppure vogliono fare i furbi senza esserne capaci?

investigator13

Gio, 24/10/2019 - 18:11

per agosvac costui è professore di storia che è rimasto a ciao bella ciao

Popi46

Ven, 25/10/2019 - 06:12

In Italia, la lotta agli evasori è un vasto programma, pari alla lotta alla Mafia.... lotta,lotta, è mezzo secolo che si lotta, e si lotta,eh,come si lotta, e con grandi risultati....