La lettera di Tria all'Europa: ​"La manovra non cambia"

Il governo adesso sfida Bruxelles. Nella risposta alla Commissione ribaditi gli obiettivi su deficit e debito

Il governo non fa passi indietro. Nonostante la durissima lettera ricevuta dall'Europa in cui sostanzialmente viene smontata la manovra dell'esecutivo, il ministro del Tesoro, Giovanni Tria risponde alla missiva di Moscovici confermando tutta la linea della legge di Bilancio che verrà portata avanti dall'esecutivo. La lettera inviata a Bruxelles con le risposte ai rilievi dell'Unione Europea è abbastanza chiara: nessuna retromarcia. "Il Ministro Tria - viene sottolineato nella missiva - ribadisce il quadro macroeconomico contenuto nel DPB e i termini della politica economica del governo, finalizzata a stimolare crescita per favorire la riduzione del debito pubblico. Un sostegno importante alla crescita economica è atteso dal rilancio degli investimenti, sia pubblici che privati che in capitale umano, e dalle riforme strutturali che il governo intende mettere in atto".

Il titolare di via XX Settembre esprime tutta la sua fiducia per il futuro e non teme le altalene dei mercati e dello spread: "Il Governo è fiducioso che la manovra di bilancio non esponga a rischi la stabilità finanziaria nè degli altri paesi membri dell’Unione Europea". A questo punto il tesoro rivendiaca anche la devizione portata avanti nel Def dal patto di Satbilità, una delle principali accuse di Bruxelles: "Il governo è cosciente di aver scelto un'impostazione della politica di bilancio non in linea con le norme applicative del patto di stabilità è crescita. E' stata una decisione difficile ma necessaria alla luce del persistente ritardo nel recuperare i livelli di Pil pre crisi e delle drammatiche condizioni economiche in cui si trovano gli strati più svantaggiati della popolazione". Infine sul fatto che la manovra non sia allineata con le regole Ue, la risposta di Tria è chiara: "Una decisione difficile ma necessaria alla luce del persistente ritardo nel recuperare i livelli di Pil pre-crisi e delle drammatiche condizioni economiche in cui si trovano gli strati più svantaggiati della società italiana". Insomma l'esecutivo ribadisce le stime su deficit e debito indicate a Bruxelles nelle scorse settimane. Il braccio di ferro dunque non è affatto chiuso...

Commenti

antonio54

Lun, 22/10/2018 - 12:37

Bene così. Tiriamo fuori un po' di orgoglio italico e smettiamola di essere lo zerbino dell'intero Pianeta...

contravento

Lun, 22/10/2018 - 12:39

BENE COSI, ANZI AVREI AUMENTATO IL DEFICIT ESCLUSIVAMENTE PER LA CRESCITA.

schiacciarayban

Lun, 22/10/2018 - 12:40

Il bello di questa manovra è che si tratta di una manovrina che va sicuramente nel senso opposto allo sviluppo, quindi nel senso sbagliato, ma è comunque una manovrina ridicola che non produrrà alcun effetto. Quindi per una manovrina inutile, ci becchiamo comunque gli strali di mezzo mondo. Un risultato che solo un gruppo di dilettanti poteve ottenere.

schiacciarayban

Lun, 22/10/2018 - 12:42

Mi viene il dubbio che nemmeno Tria capisca una cippa di economia, oppure è semplicemente ricattato dai due fenomeni. Che delusione!

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Lun, 22/10/2018 - 12:46

Orgogliosissimo. Conte in conferenza stampa e` eccellente.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Lun, 22/10/2018 - 12:53

Questo Governo "è davvero forte.Via la sudditanza agli sfascitori dell'Italia.

Gianni11

Lun, 22/10/2018 - 13:17

Bravissimi! VIVA L'ITALIA! E l'ue all'inferno.

Ritratto di angie14

angie14

Lun, 22/10/2018 - 13:24

orgogliosa di essere italiana.....FINALMENTE!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 22/10/2018 - 13:28

schiacciarayban - le manovre dei comunisti abusivi nei 7 anni precedenti erano molto peggio, soldi regalati alle banche, ai migranti, niente sviluppo, debito d i400 miliardi. Eppure non ti eri inalberato. Fazioso o de'mente?

Mborsa

Lun, 22/10/2018 - 13:40

Spread: l'Italia paga interessi sui titoli di stato 0,3% più degli Stati uniti. Riduzione delle tasse: non è possibile una riduzione generalizzata quando tanti contribuenti sono incapienti. Disavanzo: si fa con i tassi bassi. Regole UE: lo 0,8% di disavanzo era stato scritto dal governo precedente, che prevedeva di andare a casa. Inflazione: nel prossimo triennio in Ue è probabile un aumento sia per il tapering che per l'allineamento ai tassi mondiali. La manovra prevista dal governo non è sbagliata, se il governo sarà realmente capace di metterla in opera.

Robertin

Lun, 22/10/2018 - 13:51

incoscienti

Ritratto di Mariopp

Mariopp

Lun, 22/10/2018 - 14:03

Vedo un sacco di commmenti contro l'UE. Il problema è che, se l'UE cede e ci lascia andare avanti, ci ritroviamo faccia a faccia con i mercati ai quali dobbiamo chiedere i soldi (questa manovra è a debito). I mercati ci faranno semplicemente neri (investitori italiani ed esteri, senza eccezione). L'unica speranza è che la UE ci fermi, così i nostri politici salvano pure la faccia ("volevamo fare i fantastici ma non ci hanno lasciato ...").

nonnoaldo

Lun, 22/10/2018 - 14:13

Un principio elementare dice che prima di spendere occorre produrre le risorse necessarie. Questa è smaccatamente una manovra esclusivamente elettorale pro 5s, che, senza il reddito in questione, rischiano di perdere il 70% dell'elettorato. Non vedo traccia di politiche serie e concrete pro crescita, anzi si manifestano segni evidenti di problemi crescenti per le PMI, che le banche continuano a privare sempre più di risorse finanziarie indispensabili per effettuare investimenti. Non saranno certo una decina di partecipate che risolveranno il problema del PIL, semprechè la politica grillina non porti anche loro al disastro.

schiacciarayban

Lun, 22/10/2018 - 14:15

Giglies - Vedrai coma sarà forte quando ci buttano fuori dall'Europa! Forse non ce ne rendiamo conte ma esiste già un piano per cacciare Italia, Grecia e Portogallo. Siamo in buona compagnia come vedete.

miki017

Lun, 22/10/2018 - 14:17

Bene così. la ricetta UE (austerità totale ), pedissequamente applicata da tal fenomeno Monti, ha solamente aggravato lo stato, la crisi del Paese...... .. ora, si prova di fare al contrario ...perchè no? ....(quasi) siamo sulle montagne russe quanto a rischio, .. ma, sperare che ci vada fatta bene, è un opzione , una scommessa direi al 50 % (o forse dippiù)! . voglio vedere chi si permette di "strozzare" l'Italia e cacciarci fuori dall'UE, dopo che ci hanno dissanguato , impuniti (come sempre,dopo la Caduta di Roma!) borseggiando le nostre ricchezze!: imprese floride, opere d'arte! per anni Questo Governo, spero sia anche il Governo del riscatto e dell'orgoglio nazionale !!

schiacciarayban

Lun, 22/10/2018 - 14:33

Leonida55 - Con sta storia dei soldi regalati alle banche avete rotto, le banche tengono insieme le economie, purtroppo, questo è il sistema, e comunque a sentire voi sembra che per 10 anni i governi non abbiano fatto altro che regalare soldi alle banche. I casi sono due, o siete ignoranti o siete in malafede. Comunque siete un disco rotto!

contravento

Lun, 22/10/2018 - 14:40

LE REGOLE SI CAMBIANO NON SONO ETERNE. L'UOMO STESSO E IN CONTINUA EVOLUZIONE COME TUTTO L'UNIVERSO.

contravento

Lun, 22/10/2018 - 14:43

COMUNQUE SIA QUELLI DELL'EUROPA HANNO ROTTO.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 22/10/2018 - 15:42

schiacciarayban noi in Europa non avremmo mai dovuto entrarci. Primo perchè per entrare in Europa abbiamo dovuto fare un debito, secondo perchè i nostri parametri non lo permettevano. Quindi l'ingresso in Europa è stato falsato fin dall'inizio, e questi sono i risultati.

Happy1937

Lun, 22/10/2018 - 15:44

Sarebbe opportuno che questo Tria cominciasse a guardarsi allo specchio la mattina quando si fa la barba.

Ritratto di DuduNakamura

DuduNakamura

Lun, 22/10/2018 - 15:56

SCHIENA DRITTA !!! A 90° ci siamo stati per troppo tempo !!!

schiacciarayban

Lun, 22/10/2018 - 17:31

Laudness - Hai detto la caxxata delle 15:42. Innanzitutto noi siamo stati tra i fondatori dell'Europa quindi nessuno ci ha costretto, e poi, di quali parametri stai parlando? In secondo luogo pensa dove potremmo essere adesso se continuavano con la nostra bella inflazione tra il 10 e il 20%. L'Europa ci ha salvati economicamente, altro che storie! Certo, potevamo spuntare forse un cambio lira-euro più vantaggioso, ma comunque la cresta sugli euro l'hanno fatta i soliti furbastri Italiani, non l'Europa!

Pigi

Lun, 22/10/2018 - 17:51

A me pare tutto una bolla di sapone mediatica in cui l'economia c'entra poco. Lo spread tende a scendere, perché l'economia italiana ha buoni indici? E arriva subito una dichiarazione di Junk-er che dà il cambio a MoscaWc, poi arrivano le riserve austriache e lo spread riparte, sicuramente con scambi infinitesimali. Testa sulle spalle e stavolta toccherà a loro essere pelati.

vincentvalentster

Lun, 22/10/2018 - 18:51

Bravo, così i signori Moscovici, Dombrowskis e Junker si convinceranno sempre di più che ce ne freghiamo dei loro suggerimenti ed ammonimenti, le altre due agenzia di rating non saranno affatto tenere nei nostri confronti, lo spread supererà i 400 punti e tutti noi andiamo a gambe all'aria

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 22/10/2018 - 19:12

@schiacciarayban - ignorante dallo a te stesso. Troppo comodo a dire avete rotto, voi avete rotto i maroni all'Italia intera. Dove sono i 20 miliardi per MPS? I 4 Per Etruria? I 4 per Vicenza? E vieni a dire che avete rotto? E i 5 miliardi per i clansdestini (più 5 per l'indotto, vedi scuola, salute, ecc) non li conti? O siete in malafede o siete bastardi. Facciamo tutti e due? Vuoi ancora negare la faccenda? Ed è una sola delle porcherie che avete fatto. E il debito di 400 miliardi in 7 anni? Le manovre al deficit/pil al 3 % ? Non ricordi niente? Rompiamo solo? Si, vi romperemo, ma il c..o, schifosi comunisti. Taci pagliaccio.

Sabino GALLO

Mar, 23/10/2018 - 00:16

Il Ministro Tria (cioè il Governo) afferma : "La manovra non cambia!" ; Juncker (cioè l'Europa) ha da tempo anticipato la "bocciatura" . Una "parte" degli italiani (cioè i "fessi") si chiede : " E noi"?. Poi c'è il "popolo sovrano" , che parla inutilmente, perché ha sempre ragione ! Ma nessuno lo conosce !

SeverinoCicerchia

Mar, 23/10/2018 - 00:57

Europa approva solo se si danno soldi a banche o migranti e se si sfascia il welfare, così da far lavorar le banche. Se si danno soldi agli italiani nisba. Via da questa europa, a razzo