L'Europa spaccata sulla Siria. Solo Macron e May in guerra

Germania e Italia escludono un intervento armato ma garantiranno un sostegno logistico alle operazioni

Ogni ora potrebbe essere quella in cui si decide se i missili americani colpiranno gli obiettivi siriani. Ma non è detto che sia quella fine del mondo che viene profetizzata dalla maggior parte dei media. È vero, Donald Trump grida, twitta risoluzioni che andrebbero presentate con giacca e cravatta, minaccia, usa espressioni poco fini all'orecchio educato dei giornalisti e degli intellettuali europei. Ma su questo piove un giudizio politico esagerato e minaccioso, poco elaborato, e quindi, in una parola, molto conformista. L'Europa si muove con più cautela ma capisce che Trump ha ragione quando minaccia di colpire Assad: la Germania resta fedele al suo storico ritegno post seconda guerra mondiale, e la Merkel promette solo di «segnalare» l'uso di armi chimiche, ma Macron, anche se ancora non ha deciso, lascia pensare che al solito la Francia mobiliterà l'esercito, e Theresa May ha spostato due suoi sottomarini verso la Siria. L'Italia senza governo condanna l'uso di armi chimiche, ma non si schiera sulla falsariga di Berlino.

Nice (carini), new (nuovi), smart (intelligenti), i missili annunciati che «arriveranno in Siria» contro «quell'animale che usa il gas per uccidere» sono già in realtà da quelle parti. L'avvertimento alla Russia fa sentire sull'orlo di una crisi bellica mai vista e gli animi eccitati danno del pazzo a Donald Trump. Ma non è affatto pazzo: se esaminiamo le sue decisioni, in 16 mesi ha rovesciato la politica di Obama, ma non ha rovesciato l'ordine mondiale in senso bellicistico. La guerra c'era, la presenza russa e iraniana l'hanno resa fatale perché Assad è peggiore dell'immaginabile, e per necessità ambedue lo sostengono. Trump annuncia una reazione degli Usa e dei loro alleati contro un dittatore che oltre ad aver fatto fuori centinaia di migliaia di persone, ha fatto uso di un'arma abbietta, che non solo uccide, ma uccide fra tormenti anche bambini e neonati. Duma è stata «liberata» col gas, Assad e i suoi festeggiano per le strade la strage. Trump da presidente della più grande potenza mondiale, prende responsabilità dell'uso del gas. Contesta alla Russia il suo sostegno ad Assad, segnala la sua insofferenza per le alleanze strette con lui e critica la Turchia, che ha appena partecipato a un summit di spartizione.

Come ha scritto il famoso storico militare Victor Davis Hanson viviamo, per Trump, in due mondi: quello fattuale, e quello dell'ansia e delle fantasie zelote, come del resto tipico dell'antiamericanismo. Se si pensa a quel che è stato il mondo in questi anni, il conflitto lo domina: sei guerre mediorientali, 20 anni di terrorismo palestinese che si sviluppa in terrorismi di ogni genere fino alla guerra islamista dell'Isis, l'11 settembre, i genocidi del Rwanda, della Cambogia, dei Balcani, le minacce nucleari di Pakistan e Corea del Nord, la marea degli immigrati che ha distrutto i confini europei, la guerra russa in Ucraina e in Crimea. Trump si è trovato in un mondo terremotato, e ha agito: l'Isis è distrutto, la Nato è meglio finanziata, i sauditi stanno riformandosi, Israele è tornato un alleato. Il mondo non rischia affatto di prendere fuoco più che al tempo di Obama: semmai sia la Nord Corea sia l'Iran, i due Paesi più pericolosi, ci pensano due volte prima di giocare pesante.

Se Trump usa i suoi missili contro Assad, starà attento a evitare obiettivi russi. Quanto all'Iran, la variante israeliana gioca per suo conto: nel giorno della memoria della Shoah, Netanyahu ha ribadito che il popolo ebraico non accetta che un Paese che giura la sua distruzione sieda sui suoi confini e costruisca le sue strutture per la guerra. Anche Israele, se gli iraniani dovessero rispondere come promesso all'attacco all'aeroporto T4 in Siria, starà attento, agendo, a evitare i soldati russi di stanza in Siria. È difficile immaginare che Assad come Saddam Hussein nel '91 risponderà a un attacco americano colpendo Israele. Se dovesse accadere, Assad sa che ha concluso la sua carriera.

Commenti

cangurino

Ven, 13/04/2018 - 08:56

chiedo alla giornalista, dove ha trovato le prove che l'attacco chimico sia partito da Assad? Ha letto che anche i guerriglieri possiedono armi chimiche? Ha compreso che Assad, già vincitore sul campo, non aveva alcun bisogno di usare le armi chimiche su donne e bambini? Ha letto chi per primo ha chiesto una commissione (non gli USA!)? Forse si basa sulle affermazioni di Macron? Non le sembrano IDENTICHE a quelle (fake o fuck news) annunciate all'universo mondo sulle armi di Assad? Forse meglio documentarsi, prima di scrivere oppure, se le informazioni che abbiamo sono le stesse, mantenere maggior obbiettività e lasciare il dubbio su chi sia il responsabile dell'attacco. Grazie

scarface

Ven, 13/04/2018 - 09:06

"Se dovesse accadere, Assad sa che ha concluso la sua carriera ?" Fiammetta: Non condivido il contenuto (questo non è significativo) e neppure la forma grammaticale (dovresti scrivere "avrebbe", "ha" è un errore grave). Voto complessivo: 4.

VittorioMar

Ven, 13/04/2018 - 09:10

...I SOTTOMARINI BRITANNICI HANNO LA "LICENZA DI CORSA" ??...ANCHE I RUSSI !!

ClaudioSaggini

Ven, 13/04/2018 - 09:14

Occorre che l'Unione degli Stati Europei fermino questo duo Anglo/francese sempre pronti a mostrare muscoli contro stati male disarmati. Pronti a mal consigliare il "capo bastone d'oltre oceano" e a fare un'altra "frittata" come quella Libica e Irakena. Poi si lamentano se qualche loro connazionale di origine di quelle terre martoriate perde la testa e noi Italiani a subire i profughi che abbandonano quelle terre rese invivibili. ClaudioSaggini

nova

Ven, 13/04/2018 - 09:18

Sono sempre loro - come nel 1914 e 1939 - a dichiarare guerra e a portarci nell'abisso: le potenze coloniali UK, Francia ed USA oggi diventate neo-coloniali, le quali stanno allestendo basi militari a tutto spiano: in Costa d'Avorio (Francia) dopo aver installato al potere con un bagno di sangue il fantoccio Ouattara, in Ghana (USA) e Dubai (UK).

Ritratto di mircea69

mircea69

Ven, 13/04/2018 - 09:20

Non devono neanche dare sostegno logistico e soprattutto devono mettere un veto sui profughi di guerra. Fanno la guerra loro se li beccano loro!

kytra1936

Ven, 13/04/2018 - 09:41

Mio padre è sopravvissuto alla Russia nel 1942 (ma solo perché venne gravemente ferito e rimpatriato per le cure). Nel 43-45 si beccò i bombardamenti alleati ed i nazisti. Ma quando mi raccontava le sue traversie, non mi ha mai detto che ci fossero spedizioni di Siriani in soccorso degli italiani bombardati e senza casa, oppure deportati nei lager. Invece noi adesso, con tutti i problemi che abbiamo, dovremmo rischiare una guerra per loro. La lezione della Libia non è bastata ed i nostri governanti si accodano di nuovo supinamente ai diktat di chi ci ha già fregato una volta, anzi due perché le armi di distruzione di massa di Saddam poi non esistevano, anzi tre per i danni alle nostre aziende dalle sanzioni alla Russia, anzi quattro....., ecc......... Ma un minimo di palle sti "grandi statisti" ce l'hanno ?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 13/04/2018 - 09:43

questo buffone di gringo resterà solo,sta già facendo retromarcia questo pagliaccio.

Renee59

Ven, 13/04/2018 - 10:29

UN'ALTRA BOLDRINI.

Cheyenne

Ven, 13/04/2018 - 10:30

may e macron due personaggi inutili e uincapaci come i nostri e pericolosissimi

oracolodidelfo

Ven, 13/04/2018 - 10:53

cangurino 8,56 - sono d'accordo. In quanto alla Fiammetta si informi e si occupi di come Israele tratta i palestinesi (dei quali non sono sostenitrice) Smettetela di considerarvi il "popolo eletto"...."eletto" in quali elezioni? Al cospetto di Dio non esiste un popolo eletto ma tutti lo sono. Sono i menzogneri, farisei ed ipocriti Falsi Profeti che parlano di predilezioni e supremazie, per dominare il resto del genere umano!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 13/04/2018 - 10:54

Probabilmente la mamma lo ha consigliato male,macron svegliati.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 13/04/2018 - 10:55

SONO ANCORA IN TREPIDANTE ATTESA CHE MICRON MI FACCIA PARTECIPE DELLE "PROVE" CHE HA RACCOLTO!!!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Ven, 13/04/2018 - 11:12

la Nirenstein non si rende conto che i suoi articoli aumentano l'antipatia verso Israele e gli Ebrei anche da parte di chi, in passato, ha sempre visto Israele con simpatia? se sta zitta è parecchio meglio

maelstrom

Ven, 13/04/2018 - 11:15

Mi spiace, ma questa volta Fiamma Nirenstein, della quale spesso condivido ciò che scrive, si presta - consapevolmente o meno - a fare da altoparlante al governo di Israele (che per inciso continua a bombardare la Siria in violazione di qualsiasi norma di diritto internazionale) che considera Assad, e di conseguenza gli iraniani, un pericolo mortale. Di conseguenza (la questione dovrebbe essere irrilevante laddove ci si pronunci sull'attuale atteggiamento del governo americano), la sua analisi sulle minacce di Trump è viziata da evidenti pregiudizi e manca di obiettività. A parte il fatto che non vi è una sola prova evidente sull'utilizzo di armi chimiche da parte di Assad (sarebbe un folle a ricorrervi adesso che ha praticamente vinto la guerra) e, anzi, si tratta di un giochetto utilizzato sin troppe volte, gli americani non hanno alcun diritto di bombardare un paese il cui governo è legittimo, in mancanza persino di una risoluzione ONU che li "autorizzi" all'uso della forza.

chebarba

Ven, 13/04/2018 - 11:16

E' un vizio i francesi faranno lo stesso casino che hanno creato in Libia, per poi venir fuori che Sarkò era colluso con Gheddafi...

marcopg

Ven, 13/04/2018 - 11:17

Assad è peggiore dell'immaginabile ?? Il fatto che lei sia sempre ad ogni costo con gli Israeliani, non l 'ha autorizza a dire falsità. le ricordo che in Siria, convivevano pacificamente piu' religioni, prima del regime change provocato da Obama. Quelli che sono venuti dopo i cd ribelli moderati per l'occidente in realtà erano sanguinari terroristi che tagliavano le teste, a uomini donne e bambini sciti. E' immaginabile preferire coloro ad Assad???

VittorioMar

Ven, 13/04/2018 - 11:22

..CHE FALSI CHE SONO !!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 13/04/2018 - 11:26

La May non si è ancora accorta che il pessimo Obama non conta più nulla. Infatti quando il capo dei Democrats esibiva "le prove" delle armi chimiche, esse avevano le etichette stampate in caratteri non cirillici, dunque erano prodotte in occidente. Dunque Obama è un impostore e La vispa Theresa col Maccherone sono due sono babbei. La stessa regina Elisabetta non desidera il sanguinario capo dell'Isis e delle primavere arabe al Royal wedding e, pur di toglierselo dai piedi, non invitava neanche Trump, che ben ha capito l'imbarazzo reale.

Italiano_medio

Ven, 13/04/2018 - 11:36

Macron fa affari miliardari con gli Arabi e ovviamente li aiuta nella guerra, e i soliti coxxxxxx italioti non partecipano e si dovranno sorbire i profughi senza guadagnarci nulla. Solita minestra, meglio espatriare ....

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Ven, 13/04/2018 - 12:00

Consiglio alla Signora Nirenstein di meditare le considerazioni di uno dei più stretti collaboratori del Presidente Putin, Vladislav Surkov, che ha delineato gli scenari futuri della Russia, della sua geopolitica e della sua politica militare, anche nei confronti di Israele. Non è tranquillizzante prendere atto di ciò che sta cambiando nelle stanze del Cremlino ed è inquietante che proprio un collaboratore di Putin annunci cambiamenti inerenti ai rapporti internazionali. Volenti o nolenti, al netto delle buffonate belliciste di queste ore, prepariamoci a cambiamenti profondi a livello internazionale e a guerre che nasceranno come funghi, ovunque. Ora, anche l'orso russo ha capito che urgono guerre per procura e questo non fa dormire sonni tranquilli a Netanyahu, ai Saud e agli occupanti del Rimland.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Ven, 13/04/2018 - 12:22

COSA DOVEVAMO ASPETTARCI, CHE L'ITALIA FACESSE PASSI IMPORTANTI? PER CERTE COSE CI VOGLIONO GLI ATTRIBUTI GIUSTI,I NOSTRI CHIACCHIERONI E PAGLIACCI NON LI HANNO.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Ven, 13/04/2018 - 12:40

Articolo sempllcemente VERGOGNOSO, completamente di parte (sionista) e che chiaramente dimostra chi c'e' veramente dietro la tragedia siriana. C'e' bisogno di dire altro? Licenziate la signora Calcoli ai Reni (Nierenstein) o non leggeremo piu' questo Giornale.

lorenzovan

Ven, 13/04/2018 - 12:46

povera fiammetta !!! lei ci prova..ci riprova..ma non convinvce proprio !!! su una cosa siamo d'accordo..Trump non e' pazzo...!!! e' sottomesso ai kippati....il che e' ancora peggio per il presidente della nazione piu' potente del pianeta (speriamo ancora per poco...)

oracolodidelfo

Ven, 13/04/2018 - 13:26

Carlo Rovelli, mi sono sempre chiesta chi ha creato e chi è stato e c'è dietro l'Isis. Sicuramente non il "sottanone" Al Bagdadi...

altair1956

Ven, 13/04/2018 - 13:29

Trump, mandali da soli a bombardare la Siria, così vediamo cosa gli succede.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 13/04/2018 - 13:42

lo credo che se ve vanno mica sono stupidi come questa donna e quel degenerato francese.ClaudioSaggini che dici, a me invece fa piacere che queste due beline prendano una bella lezione così si calmeranno.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 13/04/2018 - 13:44

dr.Strange,secondo te una ebrea come lei non dovrebbe avere simpatia per Israele??

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Ven, 13/04/2018 - 13:45

Gentile Sig.ra Nierestein, capisco perfettamente la sua prospettiva e la sua più che motivabile faziosità, Israele è uno Stato strategico per l'occidente, ma la ragione ci porta ad enucleare conclusioni razionali: che senso avrebbe utilizzare gas letali quando una guerra è ormai vittoriosamente al termine, sapendo che un suo utilizzo potrebbe compromettere la sovranità e lo scettro del potere dello stesso Assad? Da un punto di vista bellico sarebbe assolutamente folle, da quello politico sarebbe suicidio. Assad è certamente un tiranno, ma non così sprovveduto. Sprovveduto è chi da questa vicenda vuole azzardare il rischio di estendere un conflitto su scala mondiale. Personalmente credo che questo gas abbia altre mani...sabotatrici, un pensiero sulle volpi saudite mi vellica la mente. Inoltre penso che se pure Assad fosse rovesciato, questa non sarebbe per Israele garanzia di avere stabilità nella regione date le precedenti esperienze quali Iraq, Egitto e Libia.

venco

Ven, 13/04/2018 - 13:47

dr. Strange 11,12 pieno atto a quanto hai scritto.

lambi65

Ven, 13/04/2018 - 14:28

Io capisco che lei è faziosa perchè fà gli interessi dei suoi connazionali, ma a tutto c'è un limite. Se scrive un articolo, dovrebbe cercare quantomeno di essere più equilibrata o documentarsi meglio, youtube è un ottimo mezzo, quando non vengono rimossi i video su richiesta Israeliana. Perchè non fa un bell'articolo sui soldati isaeliani che sparano sui civili affamati ed assetati di Gaza? Perchè non dice che la Palestina, Gaza, Cisgiordania, sono in enorme campo di concentramento e che gli ebrei hanno superato i maestri in questo? Forse recupererebbe un poco di credibilità come giornalista. La menzogna più forte la griderai più la crederanno (Hitler), non funziona più, lasci perdere.

SPIKE

Ven, 13/04/2018 - 15:27

MA SI PUO' SENTIRE ASSAD...QUI PARLANO TUTTI MA IL VERO PROTAGONISTA.....

Atrio

Ven, 13/04/2018 - 17:38

Il fatto di aver ospitato questa giornalista e aver pubblicato questo articolo mi ha immadiatamente convinto a non acquistare più il Giornale.

Klotz1960

Sab, 14/04/2018 - 03:44

Solito articolo guerrafondaio e sanguinario della Nirenstein. Non aspetta altro che guerra e sangue.