Via libera al dl povertà: arriva il "reddito di inclusione"

Al governo la delega di adottare una misura per contrastre la povertà. Gentiloni: "Un passo verso le famiglie in difficoltà"

"È un passo avanti per venire incontro alle famiglie in difficoltà". Il premier Paolo Gentiloni saluta con entusiasmo il via libera del Senato al disegno di legge delega sul contrasto alla poverta che è stato approvato con 131 voti favorevoli, 71 contrari e 21 astenuti. All'interno della nuova legge c'è anche il cosiddetto "reddito di inclusione" che mira a contrastare le sacche di povertà nel Paese.

"Questo strumento - ha commentato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti - è il pilastro fondamentale del Piano nazionale per la lotta alla povertà e colma un vuoto che ci vedeva come l'unico Paese, insieme alla Grecia, privo di una misura strutturale di contrasto alla povertà". Il provvedimento, che ha un finanziamento da 1,2 miliardi di euro per il 2017, delega il governo a adottare una misura nazionale di contrasto della povertà e dell'esclusione sociale. Il "reddito di inclusione" sarà condizionata "alla prova dei mezzi, effettuata attraverso l'indicatore della situazione economica equivalente (Isee)". Con questo provvedimento il governo è delegato anche a riordinare le prestazioni di natura assistenziale di contrasto della povertà (escluse quelle agli anziani, a sostegno della genitorialità e legate alla condizione di disabilità e invalidità). Viene previsto poi un intervento per il rafforzamento del coordinamento degli interventi in materia di servizi sociali per garantire in tutto il territorio nazionale i livelli essenziali delle prestazioni.

Chi può richiederlo

Il testo originario del provvedimento prevedeva la destinazione prioritaria ai nuclei familiari con figli minorenni e successivamente ai soggetti con maggiore difficoltà di inserimento e di ricollocazione nel mercato del lavoro. Questa scala di priorità (necessaria perché le risorse stanziate non sono sufficienti a coprire tutte le persone in stato di povertà) è stato meglio definita e maggiormente articolata. Questa la nuova scala di priorità (con sempre al centro la famiglia): i nuclei familiari con figli minori o con disabilità grave o con donne in stato di gravidanza accertata o con persone di età superiore a 55 anni in stato di disoccupazione.

La portata dell'assegno

La delega non precisa né a quanto dovrà ammontare il sostegno né dà indicazioni sulla soglia di povertà. Si è stabilito, comunque, che "nella definizione del beneficio si tiene conto della condizione economica del nucleo familiare e della sua relazione con una soglia di riferimento per l'individuazione della condizione di povertà". In sostanza, viene spiegato, con questa specifica il governo dovrà individuare il quantitativo economico della misura che sarà erogata e che spetterà al destinatario tenendo conto della sua situazione economica. Per esempio, se l'esecutivo deciderà di fissare la misura in 400 euro e un possibile destinatario ha un reddito, sempre calcolato in base all'Isee, di 350 euro il sussidio ammonterà a 50 euro.

Immigrati residenti in Italia

Per beneficiare della misura occorrerà un "requisito di durata minima della residenza sul territorio nazionale nel rispetto dell'ordinamento dell'Unione europea". La misura è, infatti, destinata anche alle persone che non hanno cittadinanza italiana, in rispetto alle norme dell'Unione europea. Non potranno, invece, usufruire della "reddito di inclusione" gli italiani residenti in pianta stabile all'estero.

I dubbi sui rifinanziamenti

Le nuove risorse di finanziamento del Piano nazionale per la lotta alla povertà sono "eventuali". Quest'ultima specifica è stata inserita in aula, già alla Camera, recependo una condizione della commissione Bilancio. Questa previsione è stata al centro di un duro confronto tra maggioranza e opposizioni durante l'iter a Montecitorio. Secondo il Pd, non si mette in discussione l'ulteriore finanziamento della misura, ma è dovuta solo al fatto che, per il finanziamento, serva l'emanazione di provvedimenti normativi ad hoc, questa sì eventuale. Secondo le opposizioni, invece, con l'aggiunta si mette in discussione la possibilità che il Piano sia rifinanziato.

Commenti
Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Gio, 09/03/2017 - 13:36

Siccome io sono uno di quelli che li deve, ma non li vuole, mantenere farò tutto il possibile per lavorare meno del meno.

Ritratto di Mike0

Mike0

Gio, 09/03/2017 - 13:39

Ennesima putt....a assistenzialista del governo di regime comunista, che anziché favorire il lavoro, abbassare il debito pubblico, migliorare lo spread, ecc. diminuendo spese statali e tasse, fa l'esatto contrario con soldi a gente tenuta senza lavorare e reperiti creando i problemi di cui sopra. Sembra la gestione di un centro sociale invece che quella di uno stato (con la "s" minuscola)

Tuvok

Gio, 09/03/2017 - 14:00

“IMMIGRATI residenti in Italia: Per beneficiare della misura occorrerà un "requisito di durata minima della residenza sul territorio nazionale nel rispetto dell'ordinamento dell'Unione europea". Ecco che ci siamo arrivati, perchè non lo chiamano REDDITO DI IMMIGRAZIONE che facciamo prima? Infatti chi sono i più poveri e prolifici? Gli immINgrati? Risposta esatta!!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 09/03/2017 - 14:05

POVERI ITALIANI CHE NON VI RIBELLATE MAI, VI DISTRUGGERÀ' QUESTO REGIME COMUNISTA-MASSONE. POVERI IDIOTI

moshe

Gio, 09/03/2017 - 14:37

le arabe sono tutte in stato di gravidanza ...

moshe

Gio, 09/03/2017 - 14:38

altri soldi agli stranieri !

MEFEL68

Gio, 09/03/2017 - 15:06

Se in Italia ci sono tanti poveri, vuol dire che il governo non governa bene. A meno che...questo provvedimento è rivolto solo a mantenere gli stranieri. Ma una volta, fra i titoli necessari per rientrare in una graduatoria, non c'era quello di "essere cittadino italiano"? Se i nostri Partigiani avessero potuto prevedere in che mani sarebbe finita l'Italia, sicuramente non avrebbero dato la loro vita. Questa sinistra, non ha rispetto neanche per loro.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 09/03/2017 - 15:09

poi, se non voti per il governo, te lo tolgono. l'animo umano è insondabile, c'è ancora gente che vota PD....

glasnost

Gio, 09/03/2017 - 15:13

Quelli che prenderanno (anno,anno,anno....) 'sti soldi sono abbligati a partecipare alle manifestazioni del PD??? ed anche a prenderne la tessera?? Perché in tal caso io non li voglio.

giusto1910

Gio, 09/03/2017 - 15:17

Non c'é limite alla malafede della sinistra. Gentiloni é peggio dei suoi predecessori. La cosiddetta "lotta alla povertà" darà ancora di più a quegli stranieri che vivono lavorando in nero dichiarando di essere poveri. Quanti controlli sulla situazione patrimoniale degli stranieri nei loro Paesi di origine che richiedono aiuti sociali in Italia vengono effettuati? N E S S U N O. Il governo Gentiloni vuole solo distribuire soldi per avere sostegno elettorale in cambio. Ci sono, sotto gli occhi di tutti, situazioni paradossali. Basta andare a vedere il parco macchine nei posteggi delle case popolari. Aiutare i veri poveri é una priorità. Dare soldi ai finti poveri é un crimine.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 09/03/2017 - 15:55

Soldi che prendete da..? debito pubblico che si ingrossa, a carico di quelli che arriveranno dopo? Ne saranno beneficiari tutti gli italiani, ah, no, solo clandestini. Bravi, scelta da veri comunisti. Non potete sperperare i soldi che gli italiani hanno versato sputando sangue per regalarli a destra e manca a gente che neppure dovrebbe stare sul suolo italico. Un giorno non molto lontano ci sarà la resa dei conti.

Una-mattina-mi-...

Gio, 09/03/2017 - 16:15

SCOPO DEL GOVERNO ESTENDERE IL BONUS A TUTTA LA POPOLAZIONE, PREVIO IMPOVERIMENTO GENERALIZZATO

luca123

Gio, 09/03/2017 - 16:44

Finalmente la sinistra fa la politica della vera sinistra!!Queste sono le cose che mi piace vedere .Non le solite ciance sulle politiche del lavoro che vanno a favore delle aziende.Qui c'è gente che muore di fame.Bisogna intervenire subito.E poche chiacchere il lavoro non c'è per tutti,Punto.

titostagno

Gio, 09/03/2017 - 16:47

..è una cosa scandalosa !! mentre ci sono piu di 4 milioni di italiani in povertà danno le mance elettorali !! gli stranieri poi secondo me non dovrebbero rientrare in nessun beneficio sociale fino a quando non saranno nati e cresciuti in italia, ne case popolari ne niente altro,ne case popolari ne esenzioni tiket ne asili ne niente altro, se li devono pagare, perchè questi mandano a scuola i figli senza pagare rubando il posto a un italiano, e poi mandano i soldi che prendono al loro paese !!!

luca123

Gio, 09/03/2017 - 16:50

Io sono della vecchia generazione ,quella del lavoro sicuro e infatti ho un lavoro sicuro prossimo alla pensione.Ma ho due figli laureati e disoccupati che lavorano qualche ogni tanto.Vedo quanto si danno da fare ma purtroppo il lavoro non c'è ,si avviliscono e sono disperati.Lo stato ha fallito con le politiche del lavoro,ha rubato a destra e sinistra.Questi sono i risultati.Tocca a lui aiutare chi è in poverta è un suo dovere.L'unico modo che vedo è mantenerli,non ne vedo altro

luca123

Gio, 09/03/2017 - 16:54

Forse non tutti l'hanno capito ma noi siamo uno stato assistenzialista perchè non sappiamo fare altro.Abbiamo provato a fare politiche sul lavoro ma senza risutati. Quindi è giusto assistere chi ha bisogno.Anche Berlusconi sta già pensando a misure per la poverta. Ha capito che non c'è altra strada.La gente vuole questo.

unz

Gio, 09/03/2017 - 17:17

pietra tombale sulle possobilità del paese. Sempre più unione sovietica 2.0

unz

Gio, 09/03/2017 - 17:18

è tutto scritto, l'europa morirà

SILVIOS

Gio, 09/03/2017 - 17:23

Voglio proprio vedere se se potrò usufruire visto che ho 55 anni, Italiano, inoccupato e senza reddito.

nomen-omen

Gio, 09/03/2017 - 18:03

Bravi... Cosi' gli immigrati a reddito zero, passando davanti agli italiani che lavorano in graduatoria, oltre a casa popolare, sanità e asili gratis avranno anche un vitalizio assicurato. Avvisate subito "Bello Figo" che ci fa un nuovo disco e una nuova tournee.

sparviero51

Gio, 09/03/2017 - 18:26

ENNESIMO ATTO DI REDISTRIBUZIONE DELLA MISERIA . QUANDO SAREMO TUTTI POVERI VOGLIO VEDERE DOVE PRENDERANNO I SOLDI . QUESTO È COMUNISMO TAROCCATO !!!

Duka

Gio, 09/03/2017 - 18:49

Reddito d'inclusione oppure meglio scrivere : reddito d'illusione?

onurb

Gio, 09/03/2017 - 18:55

L'ISEE è lo strumento che finora è servito agli abbienti per dimostrare di avere diritto all'abitazione pubblica, a pagare tasse ridotte per i figli universitari. Penso che servirà anche per percepire il reddito di inclusione. Tanto l'Italia è il paese che regala pensioni di invalidità: si può regalare anche l'inclusione, come nell'ambra.

onurb

Gio, 09/03/2017 - 19:04

luca123. La sinistra è anche quella che ci sta riempiendo di clandestini da mantenere con spese dell'ordine dei 4 Mld a carico dei contribuenti. Lei dice bene: non c'è lavoro. Mi domando, allora, perché c@@@o dobbiamo spendere tanti soldi per stranieri che nulla hanno a che fare con la nostra cultura, quando abbiamo milioni di Italiani nella povertà e che vi rimarranno fintantoché lo stato continuerà a elargire regalie, anziché fare le politiche che tanti altri stati hanno dimostrato essere le uniche che producono crescita economica e benessere generalizzato?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 09/03/2017 - 19:16

@luca123 - anch' io ho una figlia laureata che ha famiglia da mantenere e non trova uno spezzone di lavoro, niente m aproprio niente. ma se mi dovessi attaccare alla sinistra, posso attaccarmi al tram. Dove sono queste politiche che dici tu di sinistra? Ringrazia che sei statale e finora hai fatto bella vita, lavorando sicuramente meno di altri e prendendo più di loro. Ricordati che quello che ti hanno promesso non vanno ai tuoi figli, ma andranno ai ciondoloni che girano nelle città pagati da noi, e se voti a sinistra, significa che l'hai coluto anche tu. Però non lamentarti, altrimenti sei poco credibile.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 09/03/2017 - 19:20

Ennesima porcheria razzista verso gli italiani, è infatti chiaro che la stragrande maggioranza degli aiuti andranno a rom, africani, albanesi e rumeni. Ma il PD stavolta ha passato il limite, quale italiano potrà ancora votarlo senza vergognarsi?

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Gio, 09/03/2017 - 20:00

Uno stato è come una famiglia. Se una famiglia non è autosufficiente ha bisogno che qualcuno dei componenti esca di casa e porti ricchezza al suo interno. A questo servono gli imprenditori che fanno affari con l'estero...ma qui, da noi, i sinistrati hanno fatto di tutto per farli scappare definitivamente: a casa è rimasta solo la moglie casalinga con due pargoli da mantenere...che futuro può favere una famiglia simile?

Ritratto di Mary_22

Mary_22

Gio, 09/03/2017 - 20:02

Hanno inventato il vitalizio per gli immigrati.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 09/03/2017 - 22:05

@luca123 - continua a votare a sinistra, poi non lamentarti se i tuoi figli non trovano lavoro. Prega che a te pagano lo stipendio, perchè statale, perchè la tua sinistra paga solo voi che date loro il voto, gli altri senza lavoro? Se ne sbattono i cojones. Cerca di capirlo. Quando lo capirai, cambierai voto. Se no, non lamentarti, taci per favore, ci sono milioni che hanno da lamentarsi prima di te, proprio per colpa dei fenomeni che tu hai votato.

luca123

Ven, 10/03/2017 - 02:44

@Leonida55 io sono insegnante prendo 1400 euri dopo 20 anni di supplenze in giro per l'talia sono 3 anni che sono di ruolo,ho due figli da mantenere mia moglie non lavora.Che dici sono fortunato?

portuense

Ven, 10/03/2017 - 07:48

LUCA 123, il lavoro si crea abbassando le tasse, abbassando l'iva, meno contrasti sindacali e fare si che i capitali stranieri trovino conveniente investire in italia. poi noi italiani e la stragrande maggioranza di politici e sindacalisti che predicano bene ma razzolano male, hanno costosissime auto straniere con danno all'occupazione, con danno alla bilancia dei pagamenti, se non si compra cio' che facciamo è inutile sbraitare contro la disoccupazione giovanile.....

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Ven, 10/03/2017 - 08:44

Lo stipendio per i nostri conquistatori!