Un libro porno per le neomamme

Tra i doni del Comune pure un volume di vignette violente e offensive. Ira delle donne

Milano - Anno domini 2019. Ecco come il progressista Comune di Milano, in prima fila per la difesa dei diritti di tutti e di tutte, dipinge le donne. Sdraiate sul divano e raggianti per chè «oggi sono riuscita ad allacciarmi i pantaloni dell'anno scorso e uno passando mi ha detto bella figa!». O il «bicchiere (è) mezzo vuoto» per una donna dall'aria stralunata e con le borse sotto gli occhi «perché non sono riuscita ad allacciarmi i pantaloni dello scorso anno e ho finito l'idratante». Ma il peggio deve ancora venire: un'immagine che raffigura una donna che viene strangolata da un uomo, che la brandisce con tanto di coltellaccio in mano e sussurra: «È un po' nervoso perché l'ho fatto arrabbiare ma poi gli passa». Chissà che effetto potrebbe fare se finisse nelle mani sbagliate, per esempio, in quelle tumefatte di una donna vittima di violenza da parte del partner. Proprio mentre l'illuminato sindaco Beppe Sala si fa ritrarre in foto per la campagna contro la violenza sulle donne.

Invece è finito nel pacco regalo «Benvenuti nella casa delle coccole» che proprio coccole non sono, ma anzi rappresentano un cazzotto alla sensibilità delle donne: è l'iniziativa che il Comune di Milano organizza da qualche anno a questa parte in collaborazione con Energie sociali Jesorum lab. Si tratta di un dono, che si ritira nelle farmacie, con prodotti per la cura del bebé, pannolini, creme e detergenti, assemblato grazie a sponsor privati, un opuscolo con informazioni pratiche sui servizi offerti dall'amministrazione, uno sconto le proiezioni di film al cinema riservate alle neo mamme con bebè in sala e un libretto. Peccato che invece del classico libro per bambini e famiglie, molto banalmente una favola, nel pacco destinato a una bambina appena nata sia finito «Noi ragazze» di Giuliana Maldini, pittrice, scultrice, autrice di libri per bambini, ma soprattutto umorista. Nel 1978 è la prima donna in Italia a pubblicare un libro di vignette sulla condizione femminile (con prefazione di Natalia Aspesi), ed è tra le migliori autrici della rivista di satira «Strix». Un'autrice molto amata dal Comune di Milano, che ha ospitato una sua mostra allo spazio fumetto Wow!, la presentazione nel 2018 del suo ultimo libro e che appunto adesso lo mette nei pacchi per le neo mamme, che non hanno per nulla apprezzato, pur avendo chiaro che si tratta di satira.

E parliamo di una donna di 36 anni, avvocato: «Sono rimasta sconcertata - racconta - mi sono sentita offesa come donna e non mi piace per nulla l'idea che questo sia il primo libro che riceve mia figlia, per quanto sia evidente che si tratta di vignette umoristiche. A me non hanno fatto ridere per nulla». La donna ha scritto al sindaco Beppe Sala sul suo profilo instagram per comunicare il suo disappunto, «ma il sindaco è troppo occupato e non ha risposto».

Dopo aver postato alcune delle vignette su facebook invece sembra che abbia attirato una maggior attenzione, tanto che la responsabile dei pacchi per i nuovi nati le scrive: «I libri inseriti nel pacco dono - su una media di nascite annuali di 12mila bambini e bambine - sono titoli pensati per le famiglie. Questo in generale. Noi ragazze libro per sensibilizzare sulla condizione femminile è stato inserito per errore, e ce ne scusiamo». Un errore che non si ripara certo con una risata.

Commenti
Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 19/11/2019 - 17:39

Sala è tutta la sua giunta sono fuori dai meloni...non Giorgia ovvio.

bernardo47

Mar, 19/11/2019 - 18:05

da vomito questa roba vergognosa.

baronemanfredri...

Mar, 19/11/2019 - 18:08

NATURALMENTE NON DICONO NIENTE LE CD FEMMINISTE PROGRESSISTE ITALIANE?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 19/11/2019 - 18:22

Da non credere. Sono sempre più schifato da questo sindaco sinistrato. Spero con tutto il cuore che lo sbattano fuori a k a l c i in c u l o alle prossime comunali.

27Adriano

Mar, 19/11/2019 - 18:28

...Non è che sia il ritratto del sindaco..da quel che si riesce a vedere nella foto!!

Tommaso_ve

Mar, 19/11/2019 - 18:28

Ma bisogna capire il contesto... se non lo capite, non siete di sinistra, quindi non potete commentare... Da uomo di destra commento eccome: un bel regalo alla solita sinistrorsa di turno. Immaginiamoci cosa sarebbe successo se un libro del genere lo avesse proposto SB... apriti cielo. Ip... di m...

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mar, 19/11/2019 - 18:41

Ormai la decenza non appartiene più agli italiani per colpa di questa gentaglia. Bifolchi!

Anticomunista75

Mar, 19/11/2019 - 18:41

invece per gli uomini che in questo libro vengono dipinti come cavernicoli, maniaci, idioti, violenti ecc ecc...nessuna indignazione vero? il solito schifo insomma. Strillano indignate, ma sono empatiche solo verso se stesse. Bei danni ha causato la vittimizzazione della femmina..

killkoms

Mar, 19/11/2019 - 18:46

i bravi progressisti!

Jon

Mar, 19/11/2019 - 19:06

Sala Bin..il mago dai calzini arcobaleno, che duplica le moschee e finanzia i centri sociali, una quarantina, che propongono servizi di vario genere..in nero. Milano, una città da bere, turandosi il naso.

pilandi

Mar, 19/11/2019 - 19:09

@giùalnord ovvio perché i pacchi li ha proprio fatti sala,eh! Sicuro sicuro...

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 19/11/2019 - 19:16

Volgarità assurda e ingiustificabile. Mi meraviglio che sia stata espressa a Milano

ziobeppe1951

Mar, 19/11/2019 - 19:24

Sporcaccioni fasciokomunisti e le femministe?

AjejeBrazow

Mar, 19/11/2019 - 19:33

La gentaglia di sinistra è ormai palesemente asservita al demonio senza saperlo.Follie come questa ne sono la dimostrazione.Ma si sa : "non prevalebunt" e infatti la storia è piena dei loro fallimenti finali.Sarete trascinati negli inferi appresso al vostro "idolo" di cui siete sciocchi e involontari burattini.

DIAPASON

Mar, 19/11/2019 - 19:56

la depravazione e l'immoralità sono un fondamento della sottocultura comunista

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 19/11/2019 - 20:00

non sono femminista e tanto meno maschilista, ma tali vignette..per quanto satiriche sono una vera porcata in offesa alle donne,mamme,nonne, figlie ed amanti....e non solo,

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Mar, 19/11/2019 - 20:22

Sala fa schifo ma se è un errore e si scusa anche il peggiore merita rispetto. Altrimenti si diventa come loro...

Yossi0

Mar, 19/11/2019 - 22:06

toc toc Sig.ra Boldrini dica qualcosa ...

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Mar, 19/11/2019 - 22:50

Che cafonata, che volgarità

scorelv1

Mar, 19/11/2019 - 23:01

Le femministe sono comuniste... vuoi che si ribellino contro in compagni Sala e compagnia bella?

seccatissimo

Mer, 20/11/2019 - 00:02

Da non crederci !

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 20/11/2019 - 00:59

Ma che bella porcata nata dalla mente contorta della giunta comunale:SINDACO E AFFILIATI SI VERGOGNI E DI BRUTTO!

gianf54

Mer, 20/11/2019 - 06:58

Non ho mai visto il libro, ma il modo di veicolarlo è senz'altro disdicevole...; Bravo Sala : 7+ !!

gesan

Mer, 20/11/2019 - 09:13

Quella di inserire libri a capocchia nei pacchi dono è una vecchia prerogativa bolscevica. Nel 1946, come orfano di guerra, ricevetti un pacco dono dall' "UDI" (Unione Donne Italiane, una branca del partito comunista). Oltre a due o tre scatolette includeva un set di biancheria più adatta a Primo Carnera che ad un bimbo di otto anni ed un'edizione integrale de "I viaggi di Gulliver". Forse l'unica mai pubblicata in Italia. Ebbene, si tratta di una lettura rivoltante, ricca di particolari scabrosi e intrisa del profondo odio che il reverendo anglicano G.Swift nutriva per l'umanità. Ma evidentemente chi l'aveva inclusa nel pacco non aveva mai letto quello che dopo purghe e tagli è stato trasformato in un libro per bambini. Dopo averlo letto (già da due anni leggevo libri ma avevo solo otto anni) passai mesi in preda al disgusto per tutto quanto fosse umano. Quanto distruttiva può essere l'ignoranza arrogante!