La Liguria premia i manager ma taglia i fondi per i disabili

Forza Italia insorge: "Inaccettabile, daremo battaglia"

Hai un figlio disabile che frequenta un centro diurno, notturno o una casa famiglia in Liguria? Problema tuo. Zitto e paga, se puoi. Oppure tienilo a casa. Perché con la delibera 845 del 4 luglio scorso la Regione ha deciso di tagliare drasticamente i fondi per la compartecipazione alle spese costringendo le famiglie a pagare di tasca propria. Almeno per chi può permetterselo. Altrimenti ragazzi chiusi in casa senza alcuna possibilità di svago e ricreazione fisica e mentale. Il provvedimento, che ha gettato nel panico circa 500 famiglie in Liguria, scatterà ufficialmente il primo settembre. Se finora sotto i 40mila euro di reddito annuo dichiarato, la regione finanziava totalmente la spesa delle famiglie, dalla prossima settimana saranno esentati dall'esborso solo coloro che hanno un reddito annuo inferiore ai 12mila euro. In pratica quasi nessuno. E allora ecco le lettere recapitate alle famiglie dai centri frequentati dai propri figli in cui si comunica che da adesso bisogna mettere mano al portafoglio.

Per frequentare un centro diurno il contributo richiesto varia dai 4 a 22 euro al giorno mentre per le famiglie con ragazzi ospitati nelle case famiglie la spesa sale da un minimo di 16 euro a un massimo di ben 47 euro al giorno. Costi che salgono ulteriormente e diventano a totale carico in caso di redditi che superano i 40mila euro annui. Fredde cifre, ma un salasso che mette alle strette famiglie già alle prese con gravi problemi non solo emotivi ma, evidentemente, anche logistici e organizzativi. E che hanno in questi centri l'unica possibilità di sfogo e socializzazione per i propri ragazzi. «È inaccettabile e vergognoso. Se non si può pagare che si fa? - si chiede Enzo Cincotta, padre di un ragazzo disabile - O ghettizziamo i nostri ragazzi o torniamo alla rupe tarpea, da cui venivano gettati i figli indesiderati. È un'indecenza». Anche perché questa situazione di disagio quotidiano, è accompagnata da un drammatico pensiero fisso. «Ci chiediamo sempre cosa succederà dopo di noi, quando non ci saremo più noi a badare a ragazzi che di fatto sono dimenticati dal mondo. Come facciamo a stare tranquilli?».

Genitori infuriati che chiedono a gran voce alla Regione di tornare sui propri passi, incassando la solidarietà dei partiti di opposizione alla giunta di centrosinistra guidata da Claudio Burlando. «Un provvedimento scandaloso, faremo di tutto per farlo ritirare - insorge Matteo Rosso, Forza Italia, vice presidente della commissione Sanità -. Hanno dimostrato una insensibilità enorme, senza guardare in faccia nessuno, nemmeno chi soffre». Ma il consigliere promette battaglia. «L'opposizione è compatta e non molleremo di un centimetro, la Regione deve assolutamente ritirare questo provvedimento. Invece di dare premi a pioggia ai super manager, diano risorse a chi ne ha davvero bisogno».

Per il 4 settembre, giorno in cui riprenderanno i lavori del Consiglio, è già convocata una riunione straordinaria della Commissione Sanità a cui potrebbero simbolicamente partecipare anche i ragazzi e le loro famiglie.

Commenti
Ritratto di VT52na

VT52na

Mar, 26/08/2014 - 11:08

... è "tutto regolare" in questa Italia !!!

kayak65

Mar, 26/08/2014 - 11:10

problemi liguri. da sempre sono rossi si tengano anche le disgrazie

magnum357

Mar, 26/08/2014 - 11:16

La sinistra ha come unico obbiettivo ingrassarsi il portafoglio: le famiglie bisognose non esistono !!!

Gioa

Mar, 26/08/2014 - 11:17

C'E' SOLO UN TERMINE DA USARE: LADRIiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!. CHE VERGOGNAaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!. FORZA ITALIA DARA' BATTAGLIA!!!. FATE BENISSIMO!!. CI SONO DIPENDENTI PUBBLICI CHE AMMINISTREREBBERO I SOLDI PUBBLICI CORRETTAMENTE.....MA PUTROPPO:..."O SEI HA SOSTENGNO DEL CORO OPPURE STAI FUORI DEL CORO"....CON QUALE RISULTATO?..FUORI DALL'ATTIVITA'. ITLAIANI BASTA CON QUESTI DI SINISTRA CHE FANNO I PROPRI INTERESSI... FORZA ITALIA DARA' BATTAGLIA SENZA MOLLARE E SENZA UN MINIMO DI SCONTO.

@ollel63

Mar, 26/08/2014 - 11:22

questa è la legge della sinistra sinistrata, ottusa e squallida!

fafner

Mar, 26/08/2014 - 11:28

Sarebbe interessante sapere quante di quelle 500 famiglie NON hanno votato per i sinistri ; solo quelle hanno diritto di infuriarsi e protestare .

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Mar, 26/08/2014 - 11:54

Ho letto articoli in questo ultimo mese e mezzo senza commentarli. Volevo ricominciare con un articolo positivo. Rinuncio, solo disfattismo per un verso o per l'altro, non vedo un futuro.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 26/08/2014 - 12:01

Devo una ripsosta al leghista hernando, a proposito di regioni e di regione virtuosa Puglia @hernando45 "Carissimissimo", La spesa per il personale è scesa dal 2010 al 2012 da 177 milioni di euro annui agli attuali 151, con un incidenza sul bilancio complessivo della Regione inferiore al 10%. Tra le Regioni italiane, il Consiglio regionale pugliese è quello che costa meno ai propri cittadini. Lo segnalano i dati diffusi dal Sole 24 Ore e il presidente Onofrio Introna prende atto con soddisfazione del “primo posto della Puglia in classifica, un certificato di serietà dell’Assemblea pugliese, che ha attuato con più rigore le scelte di risparmio richieste dalle misure di spending review”. I numeri forniti dal quotidiano economico, che si basano sulle verifiche delle Corti dei Conti in materia di spese della politica, vedono in testa per virtuosità proprio la Puglia, che nel 2013 è costata solo 71 euro ogni mille abitanti

Ritratto di IComparuccidiPd2

IComparuccidiPd2

Mar, 26/08/2014 - 12:03

in tutto il MAGNAMAGNA delle cosiddette regioni non poteva certo mancare la "pappa" per i mangier

Ritratto di IComparuccidiPd2

IComparuccidiPd2

Mar, 26/08/2014 - 12:22

regioni = pd2 = MAGNAMAGNA

Ritratto di giorgio verona

giorgio verona

Mar, 26/08/2014 - 12:31

Mi domando,chi tutela i deboli? se anche la sinistra,paladina dei poveri, li perseguita? Mancano i Valori.La politica è la panacea per i falliti, uomini e donne senza cuore che in questo modo ottengono ,senza fatica ,un lauto stipendio. Eliminiamogli almeno il vitalizio di cui non ne son degni.

Ritratto di giorgio verona

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 26/08/2014 - 12:43

è una prassi radicata nella sinistra, cooperative, organizzazione assistenziali con tesseramento nella sinistra, e ora i manager che ovvio saranno sicuramente con la tessera della sinistra in tasca.

colian

Mar, 26/08/2014 - 12:52

SE HANNO VOTATO PD SEL E MERDE VARIE NON SI POSSONO LAMENTARE

Ritratto di Scassa

Scassa

Mar, 26/08/2014 - 12:53

scassa martedì 26 agosto 2014 Tagli alle pensioni ,scatti di anzianità bloccati,contratti collettivi bloccati,tagli alla sicurezza effettuati,gare di appalto unidirezionali,concorsi con beneficiario annunciato,scandalosi stipendi e pensioni auree a pioggia ai pezzi grossi ,conflitti di interesse a non finire,,ruberie e scandali insabbiati con la benedizione della magistratura,,collusione con il nemico che ci invade e ci obbliga a spese assai fuori bilancio,sottomissione e servaggio a chi ci sfrutta e poi ci bacchetta ,e tante altre cosìne amene ! In pratica da una parte prendono a piene mani,mentre sputtanano le risorse in immagine e richiami per gli allocchi,...e in questo turbine di malcostume tagliano aiuti ai disabili ?......davvero?...e si limitano ,aspettatevi di peggio ...verrà !continuate a votare in modo che :""bandiera rossa la trionferà ,evviva il comunismo e la libertà !!!!!!!!!! Cazzi vostri ,amici Liguri,il rosso vi dona !!!!!!!!!!!!!!!!scassa.

cgf

Mar, 26/08/2014 - 22:41

i dirigenti messi dal Partito debbono essere 'riconoscenti', se quel che rimane è poco, qual'è il problema? ti aumenti lo stipendio!

cgf

Mer, 27/08/2014 - 10:48

non riesci a dare l'obolo [obbligatorio] al Partito? aumentati lo stipendio, dov'è il problema?