L'imam bugiardo beffa lo Stato ma non «Striscia»

Faccio i miei complimenti a Rajae Bezzaz, personaggio di Striscia la notizia, non solo perché ci conferma l'inutilità dell'Ordine dei giornalisti, ma perché è riuscita a sbugiardare il cosiddetto «imam di Bari» Sharif Lorenzini. Entrata in possesso dell'atto di nascita originale, Rajae ha dimostrato che Sharif ha mentito alle autorità italiane al suo arrivo in Italia nel 1993 dichiarando delle false generalità. Ha falsificato la data di nascita, facendosi passare per minorenne quando era già maggiorenne. Ha dichiarato di essere nato a Tikrit in Iraq mentre è nato ad Alessandria d'Egitto. Si è presentato come cittadino iracheno mentre è cittadino egiziano. Quando Rajae gli ha mostrato il suo certificato di nascita e gli ha chiesto se sono corretti i nomi dei suoi genitori, Sharif ha risposto imbarazzato: «Devo confessare che sono ignorante, devo verificare, non lo ricordo benissimo, sono negato nelle date, non ricordo anche i dati più banali». Ma Sharif è stato smentito dal suo fratello minore Mohamed, che risiede da 16 anni a Milano e che Sharif negava di esserci in contatto: «Mi sembra molto strano perché fino a un anno e mezzo fa avevamo delle società insieme».

Per il momento giuridicamente si configurano i reati di false generalità, sostituzione di persona e ingresso clandestino. Formalmente sono reati prescritti, ma resta la sostanza della denuncia. Perché ci troviamo di fronte ad un personaggio pubblico che millanta una serie di cariche religiose, che l'hanno accreditato come un'autorità religiosa presso la Chiesa e le istituzioni dello Stato, presentandosi come «imam di Bari», Presidente della «Comunità Islamica d'Italia», vicepresidente della «Comunità Islamica della Puglia».

Così come vanta una serie prestigiosa di cariche imprenditoriali: presidente di Halal International Authority; amministratore delegato della Sinterivet Srl, società che opera nel settore dei sistemi innovativi per il riciclo e il recupero del vetro e di rifiuti solidi; ex presidente del Consiglio d'amministrazione della Ccib, società che si occupa di consulenza internazionale e appalti; ha ricoperto ruoli di responsabilità in multinazionali come Anas S.p.A, Procter & Gamble, American Express, Alegna Marconi. Sul piano accademico Sharif, che si presenta come «professore» e «ingegnere», vanta una laurea di Ingegneria della produzione industriale conseguita al Politecnico di Torino, una laurea conseguita alla Business School dell'Università di Brighton, una laurea specialistica alla International Business Development & Management. L'anno scorso Sharif è stato incaricato dalla Procura di Bari di rieducare un ragazzo albanese che inneggiava all'Isis impartendogli un corso di religione islamica. Nell'attesa che ora la Procura faccia luce sulla vera identità di Sharif, mi auguro che la Chiesa e le istituzioni dello Stato si astengano dall'intrattenere rapporti con un personaggio quantomeno dubbio.

magdicristianoallam@gmail.com

Commenti
Ritratto di llull

llull

Dom, 12/11/2017 - 12:46

ALEGNA marconi? Non sarà per caso ALENIA-Marconi?

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 12/11/2017 - 20:41

Siamo in uno Stato VOMITEVOLE. Speriamo che le cose cambino alle prossime elezioni e che i molti buffoni che siedono sulle poltrone siano definitivamente ricacciati nelle fogne!

VittorioMar

Dom, 12/11/2017 - 20:44

..COME TUTTI I MUSULMANI ,HANNO SEMPRE DUE VERITA' ...NON SONO BUGIARDI,SONO OPPORTUNISTI !!

routier

Dom, 12/11/2017 - 20:49

..."personaggio quantomeno dubbio"?... Vedo che la prudenza semantica non colpisce solo i giornalisti mainstream.

Ritratto di malatesta

malatesta

Dom, 12/11/2017 - 21:31

Furbacchione..!!..ha fiutato la pacchia!..e ci e' riuscito...quasi.

Controcampo

Dom, 12/11/2017 - 21:48

E perchè ci sono anche imam che dicono la verità? ...La menzogna la imparano dal corano che tanto assomiglia al libro dei moroni di Joseph Smith!

Ritratto di elio2

elio2

Dom, 12/11/2017 - 21:52

Lo Stato lo possono imbrogliare perché si trovano a competere con gente senza nessun spessore, tra parassiti, incapaci e ideologizzati che seguono fedelmente le direttive del pensiero unico, chiunque, può farla in barba a questo Stato, (sic), a parte il cittadino onesto.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 12/11/2017 - 23:04

Dubito che un personaggio di questo tipo abbia ricoperto cariche in multinazionali USA come Amex o P&G: mai uno con identita` falsa e incerta storia personale, potrebbe sfuggire ai controlli cui sottopongono i candidati questi tipi di aziende. (Noto come l'Imam Allam oggi non abbia avuto nulla da mettere nella sua solita delirante omelia domenicale, e sia stato relegato a commentare una notiziola di cronaca minore...).

acam

Lun, 13/11/2017 - 02:39

llull Dom, 12/11/2017 - 12:46 ALEGNA marconi? Non sarà per caso ALENIA-Marconi? si si ma tuno qualche tasto sbagliato non l'hai premuto mai?

fabiano199916

Lun, 13/11/2017 - 02:47

questa persona ha scelto il campo più facile per truffare più persone possibile, mi sorprende che abbia avuto rapporti coll'Anas, ma poi se è entrato in Italia come clandestino come ha fatto a conseguire una laurea a Brighton?

Happy1937

Lun, 13/11/2017 - 06:54

Come e’ mai possibile che un egiziano possa chiamarsi “Lorenzini”? Le autorita’ italiane fanno finta di nulla e lo lasciano tramare contro di noi. Addirittura gli affidano la rieducazione di un militante dell’ISIS. CervellI boldriniani!

Libertà75

Lun, 13/11/2017 - 08:15

ma del resto, lo stesso maometto riconosce la dissimulazione (taqiyya), quindi perché aspettarsi sincerità da costoro?

Saligia

Lun, 13/11/2017 - 08:52

Qual è il motivo per cui il sig. Sharif Lorenzini ha detto tante bugie? Evidentemente ha molto da nascondere. Quando la ristampa del libro Il Corano spiegato da Magdi Allam?

uberalles

Lun, 13/11/2017 - 08:56

Questo sì che è una RISORSA: in Italia abbiamo pochi cervelli in grado di competere con quest'uomo "di multiforme ingegno"...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 13/11/2017 - 09:16

Se la Sacra Corona Unita competesse con costui verrebbe disarticolata in quattro e quattr'otto. Certi marpioni che si celano dietro "abiti talari" per offuscare i loro obbiettivi devono essere costantemente monitorati e se sgarrano di un millimetro interdetti da ogni "ufficio" pubblico. Poi se l'humus su cui coltiva la sua cultura è tipicamente levantina delle due l'una: o devi aspettarti qualche "trucchetto" o devi saper "concertare" come una tipica "tarantella" medio-orientale.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 13/11/2017 - 10:08

Non so se mi fa più schifo lui oppure le autorità italiane, che dopo quanto è emerso lo lasciano ancora a piede libero.

Giorgio Colomba

Lun, 13/11/2017 - 10:18

Giletti bracca Tulliani a Dubai e "Striscia" sbugiarda l'imam mendace: c'è giustizia oltre la Giustizia.

Fossil

Lun, 13/11/2017 - 10:44

Questa faccia da cammello che già aveva detto in tv che era qui per rieducarci, trasuda odio nei nostri confronti a dismisura. Il Corano poi li autorizza a dissimulare. Dovrebbero cacciarlo all'istante.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 13/11/2017 - 11:08

Minniti, un approfondimentto lo merita questo episodio e questo mentitore in pompa magna? Rimandarlo da dov'è venuto per affermazioni mendaci si può o no? Preferisce che l'Italia faccia la sua magra figura? Rimediare mi sembra corretto: meglio tardi che mai, se possibile. Coraggio Marcuzzu, tira fuori gli attributi ..

VittorioMar

Lun, 13/11/2017 - 11:11

..E' ARRIVATO IL "PATACCAROOOO"!!..NON E' IL SOLO IMAM !!

manson

Lun, 13/11/2017 - 12:06

Visto che ha mentito su tutto potrebbe essere un potenziale terrorista, calcio nel culone e fuori. Come tutti i maomettani è uno schifoso bugiardo che deve essere allontanato

sparviero51

Lun, 13/11/2017 - 12:13

" ITAGLIA" ,PAESE DOVE TUTTO È POSSIBILE !!!

sparviero51

Lun, 13/11/2017 - 12:17

RAGAZZI DI "STRISCIA" E"LE IENE" ,STATE INTASANDO LA "giustizia " !!!

Divoll

Lun, 13/11/2017 - 13:00

La prescrizione dei reati non dovrebbe esistere. Un reato e' un reato e come tale andrebbe sempre punito, anche a distanza di anni. Il passare del tempo non rende un colpevole innocente.

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 13/11/2017 - 21:56

Morale..ci vuole una TV commerciale per scoprire quello che lo STATO non riesce a vedere?